Crea sito
 
Oggi è martedì 12 dicembre 2017, 12:23

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 2 di 3 [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: venerdì 3 giugno 2011, 12:58 

Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 12:08
Messaggi: 192
Cara Barbara,

il caso del nostro amico è leggermente diveso: ha 21 anni dunque è maggiorenne.

Se lui si ribella è facile capire al conseguenza: i genitori gli tagliano viveri e mantenimento.
A questo punto la tecnica da seguire è, come ho detto, quella di laurearsi in fretta, trovarsi un lavoro o essere comunque indipendente e poi, acquistata maggiore sicurezza, se i genitori continuano ad opprimere fargli un discorso pressapoco come segue:

"Cari papà e mamma, per lunghi anni mi avete oppresso con le vostre fobìe senza rendervi conto che mi facevate violenza psicologica. Mi sono informato: se in un ambiente familiare un figlio (anche maggiorenne) subisce violenza fisica o psicologica, i genitori che gliela fanno subire sono passabili in giudizio presso un tribunale che può prendere delle decisioni in merito. Se quindi vi calmate posso passare sopra a tutto, se non vi calmate sono costretto ad agire per salvaguardare la mia sanità psicologica e andrete incontro a qualche conseguenza, in base alla legge".

Io penso che, se la cosa va male male per i genitori, potrebbero esserci anche conseguenze d'ordine pecuniario: il dovere, ad esempio, di rifondere i danni pagando uno psicologo (in gamba e non omofobico) per ristabilire la serenità del ragazzo.

Io questa cosa gliela minaccerei, almeno. Se non altro per il gusto di abbassare loro la cresta.

In Italia aspettiamo ancora questa benedetta legge contro l'omofobia. Sarebbe una aggravante provvidenziale per casi come questo!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: venerdì 3 giugno 2011, 13:05 

Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 12:08
Messaggi: 192
Caro amico,

ti consiglio di non rimanere con le mani in mano!
Prendi contatto con Francesco Quaranta, un ragazzo del sud che - come te - ha avuto molti problemi con il suo ambiente a causa della sua omosessualità.
Lui è molto attivo e ti può dare validi consigli.

Ecco la sua pagina web e la sua posta elettronica:

www.p40.it

http://www.p40.it/scrivimi


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: venerdì 3 giugno 2011, 13:49 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5126
Vi prego di leggere con la massima attenzione il Regolamento e di rispettarlo.



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: venerdì 3 giugno 2011, 16:53 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Lo so che è maggiorenne, Pavloss. Ho riportato la sentenza perché, al di là del caso specifico, ogni sentenza costituisce un precedente e influenza gli atteggiamenti delle persone, così come i cambiamenti culturali influenzano le sentenze. Se per la legge diventa diseducativo e potenzialmente dannoso per la loro psiche fare certe pressioni sui figli, è chiaro che ciò vale anche per i figli maggiorenni. Il figlio maggiorenne avrà altre vie per pretendere il rispetto dei propri diritti, anche se , a quando vedo, le vie legali sono le ultime ad essere considerate.
Quando c'è un legame affettivo diventa difficile intraprendere soluzioni così drastiche. E inoltre ciò presuppone il dichiararsi. Forse è più praticabile per la persona che si trovi in questa situazione diventare autonomo e rafforzare la propria personalità , in modo da porre dei limiti ben precisi all'invadenza altrui.
Ma sono scelte individuali che ognuno porta avanti in base alle proprie valutazioni.
Il senso di una discussione in un forum secondo me può essere soprattutto quello di aumentare la conoscenza e la consapevolezza di coloro che lo leggono, in modo che poi possano trarre le loro conclusioni.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: venerdì 3 giugno 2011, 18:47 

Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 12:08
Messaggi: 192
Perfettamente d'accordo Barbara.

Quello che mi preme osservare è che un genitore ha dei limiti e il compito del figlio sta esattamente nel segnalare questi limiti per impedire che il genitore gli faccia del male.

Il male psicologico a volte non è molto considerato, proprio perché non è fisico, non getta sangue. Ma è il più insidioso e apre voragini nell'animo in grando di destabilizzare fortemente un uomo.
Questo dovrebbe essere BEN CHIARO al nostro amico.

Faccio qualche esempio.

Una ragazza apparteneva come religiosa ad un istituzione cattolica molto conservatrice e opprimente. Visse momenti di prigionìa e di forte violenza psicologica. Non se ne rese conto fintanto che non ne uscì e, dopo anni, capì l'estensione e la profondità del male ricevuto.

Qui temo siamo nella stessa situazione.
Fortunatamente pare che il ragazzo ha una fibra psicologica forte, altrimenti sarebbe crollato da un pezzo e ora lo vedremo come un'appendice apatica e triste dei genitori.

Un poco quello che ho visto in un altro ragazzo scoperto gay e non accettato dalla madre. Da ilare e gioviale, egli s'incupì e intristì. L'ultima volta che lo incrociai, era "rimorchiato" dalla madre, aveva aria persa e abbattuta.
Mi fece pena: era totalmente spento!

La madre era contro l'omosessualità del figlio, ossia contro l'espressione sessuale del proprio figlio gay ma lei, in compenso, non si era fatta mancare nulla dalla vita, affettivamente parlando. Ebbe marito e amanti vari.....

A volte certi genitori sono realmente terribili e ciechi!!!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: sabato 4 giugno 2011, 10:48 
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 20:48
Messaggi: 62
La madre era contro l'omosessualità del figlio, ossia contro l'espressione sessuale del proprio figlio gay ma lei, in compenso, non si era fatta mancare nulla dalla vita, affettivamente parlando. Ebbe marito e amanti vari.....

A volte certi genitori sono realmente terribili e ciechi!!![/quote]




Se avessi una situazione del genere, credo ke sarei capace anche di matricidio... ma stiamo scherzando? Lei la puttana la può fare è il figlio non può vivere la propria natura?
Sisi penso proprio che andrei in galera..oppure mi scoperei uno dei suoi amanti :lol:
Cmq molti genitori sono " sbagliati" e a volte pur di pretendere la presenza dei figli accanto a se, gli regalano il mondo, ma gli tolgono la vista...



_________________
Ma soltanto vicino al sole, tutte le parole, il mio cuore ascoltò!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: sabato 4 giugno 2011, 17:20 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Non so perché ma leggo il taglio delle discussione non mi piace molto. a parte che dovrebbero scrivere enciclopedie sulle mamme dei gay, il loro ruolo i tipi di rapporti che si instaurano. Esistono anche i papa dei gay che paiono sempre defilarsi e scomparire o forse dover essere per principio più leggittimati a defilarsi. Tutta questa storia della quelera allo psicologo francamente non la condivido e non so neanche se ci siano i margini per fare alcunché. Di sicuro ci sarebbe che una notizia del genere farebbe il giro di tutti i giornali (immaginatevi i titoli "il figlio gay denuncia lo psicologo che da piccolo lo ha aiutato a guarirlo").
Non condivido neanche gli epiteti alla famiglia ne queste sferzate. Alla fine questi genitori gli hanno solo fatto il "favore" di fargli vedere la loro omofobia, ma c'è in tutte le famiglie. Così come la lucida convinzione che l'omosessualità sia una malattia e che sia nell'interesse del figlio "guarirlo". Le crociate non andrebbero combattute contro nessuno, figuriamoci contro i propri genitori, sarebbe una guerra folle contro se stessi e le proprie origini. Insomma non credo serva oggettivamente a nulla. Il racconto è l punto di vista del'interessato e ha i limiti che ha. Da quella visione occorre opportunamente prenderne le distanze, ma senza rancore e forse anche imparando ad accettare i limiti della propria famiglia. Non per fare un favore ai propri genitori, ma per farlo a se stessi, per non portare inutili pesi e sensi di colpa nel cuore.
Ripeto mi preoccuperei il prima possibile di essere indipendente economicamente. Pare brutto a dirsi ma la vera indipendenza passa da quello, nel senso che se si continua a dipendere economicamente dai genitori qualunque percorso di emancipazione ha i limiti che ha e resta monco.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: lunedì 6 giugno 2011, 21:53 

Iscritto il: giovedì 14 maggio 2009, 21:35
Messaggi: 111
Nei confronti delle famiglia penso si possano prendere ben pochi provvedimenti (il ragazzo è maggiorenne), tranne quello di rendersi indipendenti il prima possibile e tagliare con loro tutti i ponti, magari non scappando lontano, ma vivendo la propria vita di omosessuale sereno proprio davanti alla loro faccia, non ci sia "vendetta" migliore.
Contro lo psicologo in effetti si potrebbe pensare di raccoglie le prove durante le sedute, per poi denunciare e far radiare questo ciarlatano una volta per tutte dall'ordine.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: martedì 7 giugno 2011, 1:28 
Utenti Storici
Avatar utente

Iscritto il: martedì 4 agosto 2009, 14:35
Messaggi: 535
E' una storia veramente tremenda, mi dispiace che accadano queste cose ancora oggi. Sono allibito... Sei un ragazzo sicuramente molto resistente, mi dispiace che tu ora ti senta lontanissimo dai tuoi coetanei, e in larga misura ti capisco bene. Quel che si può fare è progettare un futuro, un futuro che piaccia a noi per primi, senza mezzi termini, dobbiamo pretenderlo o le cose non cambieranno mai.

Purtroppo non so cosa consigliarti da un punto di vista legale, ma fortunatamente chi più informato di me, ha dato i suoi consigli.

Stiamo vicini, sentiamoci, almeno attraverso Internet, certo è limitante ma anche importante se non c'è altro sfogo. Almeno ci si sente, ci si confronta, si capisce che non siamo soli e alieni, che c'è gente senza pregiudizi, che si può essere anche felici, nonostante sia dura, e per alcuni molto dura.



_________________
Cercare la felicità rispettando gli altri, sarebbe una grande conquista per l'umanità!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: UN RAGAZZO GAY ASSILLATO DAI GENITORI
MessaggioInviato: domenica 12 giugno 2011, 14:40 

Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 19:02
Messaggi: 80
E' una storia veramente penosa, mi dispiace molto e hai la mia solidarietà.

E' un classico fare domande strane, ma molte volte lo fanno perchè in dubbio ed in cuor loro hanno già capito della tua omosessualità.
A me purtroppo c'ha pensato il "fato" a risolvere la cosa, mio padre è morto e mia madre da un atteggiamento condannatorio è passata ad un atteggiamento neutrale, sempre meglio di nulla.

Caro ragazzo, ti consiglio di concentrarti sulla tua indipendenza personale, mediante un buon lavoro, di trovare (so che è piu facile a dire che a fare) una cerchia di positività, di amici che ti sostengono, e di spiccare presto le ali.

D'altro canto ti consiglio di evitare interiormente atteggiamenti di ripicca verso i tuoi genitori, mi spiego meglio: spesso quando ci fanno sentire sbagliati o ci additano come pervertiti, per un meccanismo inconscio cerchiamo di fare proprio quei comportamenti di cui ci accusano. Ma se siamo un attimo consapevoli possiamo evitare, e sapendo che questa situazione c'ha fatto soffrire, dobbiamo invece essere consapevoli di meritarci solo il meglio.


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 2 di 3 [ 25 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010