Dialogo madre e figlio

Il dialogo e la comprensione reciproca tra genitori e figli gay, la famiglia come luogo di vera crescita per i ragazzi gay
Rispondi
875
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Dialogo madre e figlio

Messaggio da 875 » domenica 11 marzo 2012, 1:44

x
Ultima modifica di 875 il sabato 29 agosto 2020, 15:07, modificato 1 volta in totale.
:?:

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2421
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da Alyosha » domenica 11 marzo 2012, 3:50

875 non mi pare affatto una brutta posizione infondo, ci puoi stare comodo diciamola così. Mi paiono posizioni ragionevoli che possono darti tanta serenità, nel tuo percorso. Il sostegno della famiglia sarebbe una cosa più che auspicabile nel percorso della vita di un figlio specie se gay, per le problematiche oggettive che deve affrontare. Se c'è non è certo robba di poco conto!

875
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da 875 » domenica 11 marzo 2012, 15:35

x
Ultima modifica di 875 il sabato 29 agosto 2020, 15:07, modificato 1 volta in totale.
:?:

Avatar utente
Hugh
Messaggi: 152
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 13:55

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da Hugh » domenica 11 marzo 2012, 16:32

Il fatto che tu e tua madre abbiate avuto questo scambio di vedute, 875, mi sembra una cosa importante.
Il dialogo "civile" è una base irrinunciabile, anche tra genitori e figli.
Auguri per tutto, ciao! ;)
La lotta spirituale è dura quanto la guerra tra uomini
(Arthur Rimbaud, Una stagione all'inferno )

875
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da 875 » martedì 13 marzo 2012, 21:16

x
Ultima modifica di 875 il sabato 29 agosto 2020, 15:07, modificato 1 volta in totale.
:?:

Machilosa
Messaggi: 385
Iscritto il: giovedì 7 luglio 2011, 22:56

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da Machilosa » martedì 13 marzo 2012, 23:56

Io sto ancora friggendo nel dubbio se parlarne o meno con loro. A tratti ne sento l'esigenza, a tratti penso che sia meglio lasciar perdere. Comunque, se ti interessa leggere un po' di storie di CO ti consiglio quest'altro forum [...]


EDIT: Caro Machilosa, ti chiedo scusa ma ho dovuto rimuovere i collegamenti al forum che hai citato perché non è consentito pubblicizzare altri forum o canali di chat.
  • Blueboy

875
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da 875 » mercoledì 14 marzo 2012, 22:32

x
Ultima modifica di 875 il sabato 29 agosto 2020, 15:07, modificato 1 volta in totale.
:?:

Avatar utente
Hugh
Messaggi: 152
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 13:55

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da Hugh » giovedì 15 marzo 2012, 14:57

Caro 875,
mi dispiace sentirti in questo stato d'animo.
Potrà sembrarti una frase fatta, ma credimi: ti sono vicino e ti capisco, anche se le mie vicende di vita sono state e sono diverse dalla tue.

Per quanto riguarda il parlarne a parenti e ad amici, per quel che vale la mia esperienza, io non l'ho mai fatto e... non sono ancora arrivato a dovermene pentire! ;)
L'unica esternazione ha avuto un suo preciso significato, molto importante per me, ma non è il caso di parlarne qui.
Sono contrario ad ogni tipo di dichiarazione, tranne che a quelle implicite venute per forza di cose con qualcuno di questo forum che ho avuto il piacere di conoscere di persona: ecco, queste si sono rivelate davvero liberatorie e utili per i nostri percorsi, perché ce le siamo scambiate da pari a pari. E sono momenti molto belli... come fra amici che si conoscono da sempre! :P

Un abbraccio e dài, su, che dopo l'inverno torna la primavera,
dopo la burrasca la calma,
dopo il soffrire la rinascita a vita nuova!
Tienici aggiornati sui tuoi progressi, che già si vedono
La lotta spirituale è dura quanto la guerra tra uomini
(Arthur Rimbaud, Una stagione all'inferno )

875
Messaggi: 390
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da 875 » giovedì 15 marzo 2012, 22:58

x
Ultima modifica di 875 il sabato 29 agosto 2020, 15:07, modificato 1 volta in totale.
:?:

giorgio82
Messaggi: 93
Iscritto il: lunedì 30 gennaio 2012, 1:28

Re: Dialogo madre e figlio

Messaggio da giorgio82 » venerdì 16 marzo 2012, 2:56

Ciao 875. vorrei dare un mio piccolo contributo poichè credo che la mia storia sia un'attimo diversa da altre sentite qua.
Ho sempre represso la mia omosessualità finchè non sono arrivato al punto di esternarla. I primi son stati i miei, poi i miei fratelli, poi i miei amici. tutto nell'arco di un paio di mesi. Sono stati tutti loro ad aiutarmi ad accettarmi, a capire me stesso, a prendere in mano la mia vita per quello che sono.
In più. tutte le persone con cui ne ho parlato mi hanno raccontato di loro difficoltà personali (chi più chi meno) e son state contente di avere questa opportunità di aprirsi e mettere in gioco alcuni loro sentimenti profondi. I rapporti con tutte queste persone sono migliorati parecchio. Ora li reputo completi e profondi.
Andar via di casa credo sia fondamentale. Ho vissuto due anni in Danimarca dove la cultura e lo stato sociale porta chiunque ad uscire di casa a 18 anni. All'inizio mi sembrava una cosa triste, ora ne capisco il motivo e credo che sia un passaggio fondamentale.
La lontananza ti dà modo di vivere la vita secondo i tuoi canoni e, pian piano, a riallacciare i rapporti con le persone che ti stanno vicine.
La convivenza con terzi, e dunque anche coi genitori,spesso porta a delle chiusure immense cancellando il dialogo. La lontananza invece può riaprirlo.
Vai via se riesci e se ti senti chiuso. Esplora il mondo, esplora te stesso. Poi prova a guardare i tuoi genitori con occhi diversi, distaccati. Forse non sono i mostre che descrivi.....e mi pare che tua madre,con quel dialogo, ti abbia già dato un indizio per capirlo.

Ultima cosa. tanti ragazzi studiano e fanno qualche lavoretto per mantenersi. E' difficile e di sicuro un sacrificio, ma,se hai ben chiaro il tuo percorso e stai facendo quello che ti piace, non te ne accorgi neanche.

In bocca al lupo!

Rispondi