Ciao a tutti! Confusione.

Che cosa significa essere gay
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5528
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da progettogayforum » domenica 24 aprile 2011, 15:26

C’è una cosa che mi colpisce e su cui vorrei fermarmi un attimo, dici che conosci tanti gay dichiarati del tuo paese ma non vorresti mai avere una storia con loro. Quell’aggettivo “dichiarati” è fondamentale. Che cosa conosci del mondo gay? Conosci alcuni gay dichiarati, ok, ma tra un gay dichiarato (e sono una ristretta minoranza) e un non dichiarato, per di più con una storia etero importante, è estremamente improbabile che ci possa essere una possibilità di capirsi realmente. Pur con punti di vista non conformi al tuo per le ragioni più varie, in questo forum puoi trovare ragazzi che hanno la possibilità di capire il senso vero di quello che dici, perché si tratta quasi esclusivamente di gay non dichiarati (intendo non dichiarati pubblicamente) e molto lontani dagli standard della vita gay della minoranza dei dichiarati. Voglio aggiungere un’altra cosa, è piuttosto comune che un ragazzo gay che non ha vissuto l’esperienza fondamentale dell’innamoramento gay, tenda a separare affettività e sessualità, vivendo una affettività che ha l’apparenza di un’affettività etero e limitando la dimensione gay alla sessualità masturbatoria, come se si trattasse solo di una trasgressione che, in qualche modo, fosse compatibile con una vita etero. Cioè nella maggioranza dei casi l’avvicinamento alla dimensione gay avviane a partire dalla sessualità e soprattutto dalla sessualità astratta, cioè da una sessualità in cui l’altro entra solo nella dimensione di una pura fantasia. La conquista di una dimensione affettiva gay è in realtà l’ultimo passo del processo di accettazione e si realizza in concreto solo quando un ragazzo si innamora di un altro ragazzo e si rende conto del significato affettivo profondo di una relazione tra due ragazzi. Tra l’altro questo processo è rallentato se non addirittura fermato val fatto di vedere esempi di vita gay tipici dei dichiarati (fare del coming out una specie di necessità ideologica, tendere a socializzare la propria vita affettiva pretendendo che sia accettata senza problemi, vivere l’omosessualità come una serie di “esperienze” al di là di qualsiasi tentativo serio di costruire una vita di coppia).
Quanto al problema del che fare con la tua ragazza, beh, cercherei di non prendere comunque decisioni affrettate che potrebbero essere traumatiche per te e per lei, ma va pure chiarito che, pur riconoscendoti la massima onestà e le migliori intenzioni, potresti tu stesso non essere in grado di prevedere le conseguenze di un impegno etero che tende a stabilizzarsi. Non dico che tu debba interrompere questa relazione ma devi tenere conto che “di norma” il rapporto con una ragazza, quando si è particolarmente stabilizzato, tende in modo naturale a sfociare nel matrimonio che costituisce un vincolo serio che si accetta troppe volte a cuor leggero ma che con gli anni può diventare, e per un gay spesso diventa, assolutamente insopportabile. Resta poi un’altra questione non da poco, se a medio termine il rapporto con questa ragazza dovesse trasformarsi in una bella amicizia, magari tra qualche anno, in effetti lei avrebbe speso parte della sua giovinezza nel correre dietro ad un sogno impossibile. Il fatto che tanti ragazzi gay si sposino (ancora oggi) significa che la tendenza a sottovalutare le conseguenze della omosessualità nell’ambito del matrimonio è piuttosto diffusa e che storie come la tua non sono affatto rare. L’affetto che provi per quella ragazza è grande e si sente e l’atteggiamento che hai è razionale, ma va detto che è razionale nella misura in cui può esserlo un ragazzo che vive un’esperienza come la tua.
Torno al problema dell’innamorarsi di un ragazzo. Ora come ora è evidente che non è una cosa che accadrà a breve termine, ma prima o poi, anche a distanza di anni, succederà. In quel momento ti renderai conto dei problemi reali per te e per la tua ragazza legati alla omosessualità. C’è gente che se ne rende conto a 50 anni, ma prima o poi se ne rende conto. Tra l‘altro bisognerebbe mettere da parte l’ansia di trovare comunque una risposta definitiva perché l’ansia in questioni legate alla sessualità confonde molto le cose. È chiaro che adesso staccarti da questi pensieri per te non è possibile, ci vorrà tempo, ma se le tue pulsioni sessuali primarie e spontanee non sono in direzione etero dovresti cercare di non creare troppe illusioni e il fatto di parlare chiaro non ti mette a riparo da questo rischio perché in una situazione come la tua è ovvio che un ragazza tenda a sottovalutare queste cose, adesso le cose stanno così e lei può sentirsi tranquilla, ma prima o poi la tua omosessualità si farà sentire e per lei sarà traumatico.
Cerca prima di tutto di mantenere la calma e di seguire la tua spontaneità, che non è facile nemmeno riconoscere in un mare di sensazioni forti come quelle che vivi adesso.

iussef1990
Messaggi: 7
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 14:01

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da iussef1990 » domenica 24 aprile 2011, 16:12

ok quindi è così insomma. Le parlerò ancora più chiaramente e le farò leggere tutto questo. Sicuramente lo apprezzerà. Mi sento disorientatissimo. A questo punto non so proprio che dire.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5528
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da progettogayforum » domenica 24 aprile 2011, 16:47

Vorrei tanto poterti comunicare un po' di tranquillità. L'ansia ti fa vivere tutte queste cose con angoscia ma sono cose che fanno parte della vita, della tua e di tante altre persone. Ci vuole un po' di serenità di fondo. Tra persone che si vogliono bene un modo serio di capirsi si trova sempre. Non sei sulla soglia dell'abisso, non hai ragioni concrete di essere preoccupato di qualcosa, si tratta di cose che una loro via di soluzione la trovano da sé, non avere timori. Sarai tu a capire che cosa sia giusto fare. Non posso nemmneo consiglirti di parlare con la tua ragazza perché lo hai già fatto. Cerca di essere sereno Giuseppe, non farti prendere dall'ansia, hai vicino una persona che ti vuole bene e che cercherà di fare quello che è meglio per te. Non devi avere fretta, non devi spiegazioni a nessuno perché con lei hai già parlato chiaro ed era l'unica cosa importante, per il resto cerca di essere tranquillo.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2417
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da Alyosha » domenica 24 aprile 2011, 17:17

Si iuseff non ti preoccupare che non è successo nulla se ci ragioni bene. Poi caso mai passo alla tua ragazza i numeri delle mie ex, così si cominciano a raggruppare tutte e ci fanno il progettodonneincazzatecontroigaychenonvoglionoaccettaredesserloestannoconloro :ugeek:. Già c'è lo vedo, tutto rosa anzicché blu, messe lì a dare consigli su come intercettare un gay represso, anestetizzarlo e fargli confessare la sua omosessualità tirandogli i peli del naso :):):). La tecnica funziona sempre garantito :lol:.
Dai tirati su, pensa soltanto che sei molto giovane, ci sono situazioni molto più complicate, vedrai che tutto si risolve non temere!

iussef1990
Messaggi: 7
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 14:01

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da iussef1990 » lunedì 25 aprile 2011, 19:48

che dite che dovremmo fare io e lei? Dunque, ammesso questo.. (non mi sto etichettando), però sto chiamando le cose come sono... ho capito che le mie primarie pulsioni sono omosessuali... tra me e lei che deve rimanere? Se andiamo per esclusione il fatto è questo.. NON SE NE PARLA DI CHIUDERE. Non è che tra di noi ci sia un rapporto semplice fidanzato fidanzata. Senza le sue parole (togliendo le componenti sessuali ecc ecc...) e lei senza le mie... NON SI VIVE. Io non riuscirei a continuare la mia vita. Sarebbe come perdere un parente. E lei tantomeno... ha capito benissimo la cosa.. e stavamo riflettendo su come comportarci tra di noi.. una separazione del tipo... ok vai per la tua strada, ok vado per la mia.. non riuscirebbe. C'è bisogno di stare insieme.. anche se non più nel modo precedente.. magari.. che ne dite?? CHE BELLA VITA DI MERDA... (non parlo del fatto dell'omosessualità.. sia chiaro..).. parlo delle questioni che ruotano attorno. Per me è TRAUMATICO. Project, so che non succede nulla, che magari un giorni ci riderò su, con lei, e con gli amici.. che ne so.. con la mia famiglia... però... ora non riesco a capire. Non riesco a pretendere che non sia traumatico.. so che non sta accadendo nulla, che agli amici non devo dare spiegazioni, che ho tante fortune, che con l'unica persona che doveva sapere ho parlato, parlo e parlerò per sempre.. ma mi sento troppo scombussolato.. troppo. Mi fa tutto moooolto paura. Tra l'altro sono anche ansioso un sacco per le cazzate più sciocche, figuriamoci per una cosa del genere. Comunque sia, ora non mi sto ponendo il problema di cercare un uomo, o che altro. Per ora non mi interessa (non sto dicendo non mi interesserà mai), ma per ora mi accontenterei di riordinare le cose, di capire chi sono, di studiare, di vivere le mie amicizie, di capire ancora meglio chi io sia, e di stabilire qualcosa di affettuoso con la mia sorta di Lei. Io non la voglio perdere e nemmeno lei lo vuole. Abbiamo riletto queste pagine insieme MIGLIAIA E MIGLIAIA DI VOLTE E pianto dalla gioia insieme, perchè nonostante la confusione CI SIAMO. Ci siamo. Probabilmente lavoreremo tra l'altro nello stesso campo. I progetti sono tanti. Sappiamo che non potrà nascere una famiglia... ma si può ridimensionare la questione e non perdersi?? E' una sciocchezza lo so... ma sapere e vedere nero su bianco che si può... che può accadere, che può rimanere un rapporto tipo PADRE-FIGLIA.. x noi è importante.. ditemi solo questo... ditemi che devo aspettare, stare sereno, studiare, capirmi, condividere con lei grandi paure... e ritroverò un po di pace. Ma dovete dirmelo. Vi prego. Mi fido molto del vostro giudizio.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5528
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da progettogayforum » lunedì 25 aprile 2011, 21:47

Giuseppe, può restare qualcosa del vostro rapporto? Certo! Ci mancherebbe altro! Tutto sta nel capire che sono rapporti diversi dai classici rapporti tra un ragazzo e una ragazza. Conosco diversi gay anche un po’ avanti con l’età, ti potrà sembrare strano, ma alcuni di loro hanno mantenuto ottimi rapporti con le ragazze che in gioventù si erano innamorare di loro, quelle ragazze si sono sposate, hanno avuto figli e anche nipoti ma qualcosa è rimasto ed è inevitabile che sia così perché sono cose importanti da tutti e due i punti di vista anche se in modo diverso. Certo, se quelle ragazze, adesso nonne, avessero rinunciato ad avere una famiglia loro in nome dell’affetto che le legava ad un ragazzo gay avrebbero finito per fare stare male il ragazzo e per stare male loro stesse. Queste cose maturano da sé ma è fondamentale che ci sia una consapevolezza della reale portata delle cose. Perché dovresti perdere la tua ragazza? Pensi forse che se lei ti rimanesse vicina la cosa ti condizionerebbe e ti allontanerebbe dal vivere la tua sessualità? O pensi che condizionerebbe lei? Ma non funziona così. Quando un rapporto si chiarifica, cioè si acquista coscienza del suo reale significato quel rapporto non per questo finisce. Ti presento una situazione che ha molte analogie con la tua. Due ragazzi, uno gay e uno etero possono volersi bene profondamente. Il gay può essere innamorato a livello sessuale, l’etero pur non condividendo questo sentimento può provare un affetto profondo per il gay e, credimi, queste cose non sono poi così rare. Quando l’etero si allontana, si innamora di una ragazza e si sposa tu pensi che il rapporto tra i due finisca? Beh, non succede quasi mai così, anzi i rapporti si mantengono e spesso fino alla vecchiaia, perché erano cose che avevano un senso prima e lo hanno conservato anche dopo, anche se su un altro piano.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2417
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da Alyosha » martedì 26 aprile 2011, 7:23

iussef1990 Ti dico sempre della mia esperienza, perché oltre quella non mi va di andare. E' più che possibile creare un rapporto solido con una propria ex, infondo è e resta una reazione fondamentale comunque stiano le cose. Resta il fatto che comunque hai scelto lei e non un'altra e che questa persona si lega ad una parte di te e che in qualche modo vi complementate. A me personalmente sino ad adesso è riuscito una volta sola, perché molto dipende dalla reazione che c'è dall'altro lato. Da quanto la ragazza sa reagire e sa capire che a "stare" con un gay se ne ricava alla lunga uno svantaggio nocivo per tutti. C'è una leggera dose di masochismo e totale non curanza del sé in una donna che accetta di stare con un gay, ci saranno sempre delle parti fondamentali della donna che verranno frustrate e anche umiliate e questo è inevitabile che succeda. Non sempre la donna capisce che l'essere gay è un ostacolo insormontabile per una relazione di coppia e tante volte,se ne frega proprio, e tratta il ragazzo come fosse un perfetto etero. Poi succede però che etero non è e che comincia a rinfacciargli, errori, mancanze e comportamenti che vede solo come frutto di egoismo, superficialità o mancanza di sentimento. E' probabile che non sia solo tu quello che ha bisogno di capire cos'è davvero l'omosessualità per rapportarti in un modo un tantino sereno ad essa, forse anche la tua ragazza ha bisogno di farlo. Se capisce bene bene anche lei forse viene più semplice ad entrambi e diventa meno traumatico ristrutturare questo rapporto.

iussef1990
Messaggi: 7
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 14:01

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da iussef1990 » martedì 26 aprile 2011, 9:03

ok. Direi che ora mi è tutto chiaro. Farò così.. ora mi dedicherò alle cose di sempre, amici, studio, serate in compagnia e, chiaramente anche a Lei. Parleremo tanto e inquadreremo bene la faccenda alla luce di tutto quello che ho focalizzato anche grazie a voi e che poi credo, sentivo dentro. Ho capito di odiare le etichette un sacco. Per cui per ora non me ne appiccico nessuna. Ho deciso di prendere le cose con leggerezza e soprattutto di darmi tanto tempo perchè ora non ho voglia di nulla se non delle cose che ho citato sopra. In fondo boy-com ha aspettato tantissimo prima di inquadrare bene tutte le sue esperienze.. per cui credo me la prenderò con calma anche io, alla luce però delle cose che ora so, (e che sapevo)...
Vi volevo ringraziare veramente. Ora vedremo che accadrà! :) ;)

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2417
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Ciao a tutti! Confusione.

Messaggio da Alyosha » mercoledì 27 aprile 2011, 16:49

In fondo boy-com ha aspettato tantissimo prima di inquadrare bene tutte le sue esperienze.. per cui credo me la prenderò con calma anche io, alla luce però delle cose che ora so, (e che sapevo)...

Si confermo tra lk'altro non mi ritengo per niente arrivato, nella vita per fortuna non si finisce mai di imparare e conoscersi ed è un bene che sia così... Mi piace anche il tuo atteggiamento tienilo perché viversi le proprie cose e mettersi in ascolto dei proprio desideri e aspirazioni è possibile solo se c'è un contesto di assoluta serenità. Ognuno ha bisogno dei suoi tempi e dei suoi percorsi per arrivare alle cose, l'importante è rilassarsi e riprendere un pò il controllo delle cose. Mi pare proprio una buona idea quella di riprendere la propria vita in mano e rilassarsi un attimino su tutto, anzi mi pare proprio l'essenziale. Un augurio per tutto Juseff!

Rispondi