Perché ci si vergogna di chiedere "sei gay?"

Che cosa significa essere gay
Rispondi
Torrismondo
Messaggi: 317
Iscritto il: sabato 12 febbraio 2011, 15:52

Re: Perché ci si vergogna di chiedere "sei gay?"

Messaggio da Torrismondo » sabato 1 settembre 2012, 12:00

Alyosha ha scritto:l'orientamento sessuale e la vita di coppia hanno un importanza sociale e giuridica [...]
Dimentichi che chi è sposato porta una fede al dito [...] La fede al dito è esattamente un rendere pubblica la propria vita affettiva
Hai ragione Alyosha, questo non l'avevo considerato perché io non ho mai preso in considerazione il matrimonio, né l'idea di portare una fede al dito. Intendiamoci: sono pienamente a favore del riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali, sono io che mi sento "il cappio al collo" all'idea di sposarmi :D, ma riconosco che è un problema mio.
Velle parum est: cupias ut re potiaris oportet (Ov. Ex Ponto I 1, 35)

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2417
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Perché ci si vergogna di chiedere "sei gay?"

Messaggio da Alyosha » sabato 1 settembre 2012, 13:10

Ah se è per quello pure io, il matrimonio è la gabbia che è stata costruita intorno all'amore, un marchingegno ideato scientemente per spegnere ogni desiderio, annichilire la coppia e pervertire il senso del legame. L'idea che qualcosa sia per sempre può solo rovinare quel qualcosa, meno male che almeno una piccolissima clausola d'uscita nel contratto è stata prevista (finché morte non vi separi). Meno male che almeno si muore viene da pensare altrimenti non ci si libererebbe più... Dimmi un pò tu però se uno deve sperare di morire per adepiere a quel contratto assurdo e scriteriato. :D Il vero vantaggio della coppia gay è che siamo fuori dagli ordigni creati per frustrarci e ci vorremmo entrare. Il giorno che legalizzeranno le coppie gay mi autoesilierò nei paesi del medioriente sperando che almeno lì il buon vecchio maschilismo omofobo regga!!!
...Ok mi sa che ho esagerato :lol:.
Tornando seri le relazioni necessitano e come di un riconsocimento sociale e con esso di essere tutelate. Al di là dei modi e delle richieste specifiche nel fondo viene chiesta la pari leggittimità delle coppie omosessuali, ovvero, che quell'unione venga socialmente riconosciuta e garantita. Si chiede questo proprio perché sfera privata e pubblica non hanno confini così netti.

Rispondi