Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Che cosa significa essere gay
barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda barbara » venerdì 5 luglio 2013, 20:34

La domanda nasce da una affermazione di Giuliano Ferrara sull'uso della parola "frocio". Ma facciamo un passo indietro.
Per limitare i contenuti a sfondo razzista , omofobo , intollerante Facebook utilizza un algoritmo che censura automaticamente i testi contenenti parole ritenute intolleranti o offensive.
Succede così che in questi giorni un articolo di Giuliano Ferrara venga oscurato perché contiene la parola “frocio”. L’articolo si intitolava “Oggi froci” e trattava l’argomento delle nozze gay.
Ora il giornalista si scaglia contro l’algoritmo affermando che “L’algoritmo può darci molto, può favorire l’intelligenza, ma in sé è totalmente cretino. È un idiot savant, uno scienziato pedante e talvolta utile che cerca nella media dei significati di guidarci tra i significati, ma manca del principio di individuazione, del tratto della personalità, che è la sede dell’intelligenza, della capacità morale degli uomini e delle donne, della loro anima individuale. [...]
L’algoritmo sa un sacco di cose ed è utile, ma non conosce l’ironia, quel nascondimento che disvela significati profondi delle cose: e se «gay» è ortodosso secondo la cultura contemporanea e le sue regole, «frocio» è l’emancipazione ironica da un vecchio insulto, la sua evoluzione libertaria in diritto orgoglioso di dirsi come si è

Questa conclusione mi ha lasciato abbastanza stupita . Dunque secondo Ferrara la parola "frocio" sarebbe da recuperare e usare come nuova espressione dell'identità gay. Personalmente la parola non mi è mai piaciuta, nè come significato, nè come suono . Ma non essendo parte in causa , sospendo il giudizio e chiedo : voi che ne pensate?

Avatar utente
Nemo
Membro dello Staff
Messaggi: 330
Iscritto il: domenica 6 maggio 2012, 8:57

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda Nemo » venerdì 5 luglio 2013, 20:54

La parola frocio deriva dal dialetto romanesco, ripreso dai francesi. Successivamente la parola ha preso piede anche nel linguaggio italiano, fatto sta che dai romani è usato in modo dispregiativo "anvedi sto frocio", praticamente per le donne si usa l'insulto "mignotta" mentre per gli uomini "Frocio" quindi direi che è molto dispregiativo. Facebook fa una cosa sacrosanta! e ferrara è un po' confuso.
Ultima modifica di Nemo il venerdì 5 luglio 2013, 21:31, modificato 1 volta in totale.
Nemo.
Operatore chat di progetto gay

Tozeur
Messaggi: 538
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda Tozeur » venerdì 5 luglio 2013, 21:11

Assolutamente no, è una parola che viene usata in tono dispregiativo per offendere un "presunto omosessuale". Se fosse per me la abolirei proprio quella parola!
Alone but not lonely

Avatar utente
LuvSeeker
Messaggi: 161
Iscritto il: venerdì 14 giugno 2013, 12:59

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda LuvSeeker » venerdì 5 luglio 2013, 21:35

Rispondo alla domanda del topic: dipende! :)
Nell'usarla in modo scherzoso tra amici non ci vedo niente di male, così come per le parole "finocchio", "ricchione", "checca pazza"... perché in questo determinato contesto non viene utilizzata come insulto ma come nomignolo affettuoso, e se ci penso mi viene anche da ridere! :lol:
Se invece viene utilizzata dagli omofobi allora non mi sta affatto bene.
Living life one mistake at a time. ~

tobias
Messaggi: 134
Iscritto il: mercoledì 19 giugno 2013, 17:21

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda tobias » venerdì 5 luglio 2013, 22:45

Rispondo al titolo del topic : Non la userei mai seriamente per affermare me stesso, perché ha un forte valore dispregiativo. Però concordo con Luv, in un contesto ironico e giocoso, fra amici, la parola non mi ferirebbe.

Sul discorso di Ferrara concordo in parte. Concordo quando dice che a volte si può fare un sapiente uso di termini dispregiativi, che in quei contesti, ironici e provocatori, perdono la loro carica dispregiativa. Per esempio, giusto oggi ho guardato i link ai video di Luciana Littizzetto che ha inserito Isabella nella sezione "di tutto un po'"... lì Luciana usa le parole come "finocchio" e parla spesso di noi utilizzando i noti stereotipi falsi. Però, almeno per me, tutto ciò non mi turba, anzi, mi fa ridere un sacco :lol:

Però sono d'accordo con Nemo, Facebook fa una cosa giustissima.
Poi, caro Ferrara, esistono tanti luoghi dove poter pubblicare degli articoli....anche se non compare su Facebook non è un dramma, non si tratta mica di censura totale dei mezzi di informazione :D

Avatar utente
Gio92
Utenti Storici
Messaggi: 626
Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda Gio92 » martedì 9 luglio 2013, 16:21

Mai e poi mai. Gia la parola gay mi da fastidio, figuriamoci frocio. Poi non so da cosa dipende questa mia considerazione, ma io preferirei etichettarmi come persona a cui piacciono i ragazzi, punto. ne frocio, ne gay, ne checca, ne Ricchione, anche perche un etero non viene chiamato in altri modi, soltanto etero..
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!

Avatar utente
875
Messaggi: 383
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda 875 » martedì 9 luglio 2013, 16:42

Gio e omosessuale? :D
Credo sia l' unica parola, le altre sono etichette, aggettivi, parole create in un contesto dispregiativo...poi ognuno è libero!
Cambiare è difficile

Non cambiare è impossibile

Nel cambiare, ti ferisci, rimarrai ferito, rimarrai segnato e non potrai farne a meno

--------------------------------------------------------------------------------------

Essere come il caffè nei momenti più difficili.

Avatar utente
cielo86
Messaggi: 109
Iscritto il: domenica 23 settembre 2012, 17:10

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda cielo86 » martedì 9 luglio 2013, 17:18

in alcuni ambienti da cui mi discosto questo appellativo è spesso usato anche al femminile in tono ironico o malizioso. Io l'ho sempre trovato squallido più che volgare,lo si può solo definire razzistico,stop. Chiedetelo a qualsiasi linguista.
Usarlo come nomignolo affettuoso?? a me non piacerebbe venir chiamato cosi, preferisco altre "tamarraggini" :mrgreen:

Avatar utente
Gio92
Utenti Storici
Messaggi: 626
Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda Gio92 » mercoledì 10 luglio 2013, 18:12

875 ha scritto:Gio e omosessuale? :D
Credo sia l' unica parola, le altre sono etichette, aggettivi, parole create in un contesto dispregiativo...poi ognuno è libero!


Omosessuale si. Io mi definirei semplicemente omosessuale e mi distinguo da un eterosessuale... Credo sia la parola più giusta...

Molte persone, soprattutto del centro Italia, usano la parola frocio, anche in tono non dispregiativo... Credo che quelle persone debbano fare un po' di ordine nella loro mente e "aggiustare" il loro modo di parlare... Anche una parola detta per scherzo, oppure detta seriamente, ma che comunque ha un qualcosa di dispregiativo, può infastidire gli altri intorno... Almeno questo e' il mio pensiero...
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!

tobias
Messaggi: 134
Iscritto il: mercoledì 19 giugno 2013, 17:21

Re: Usereste la parola “frocio” per affermare voi stessi?

Messaggioda tobias » mercoledì 10 luglio 2013, 21:57

Gio92 ha scritto:Anche una parola detta per scherzo, oppure detta seriamente, ma che comunque ha un qualcosa di dispregiativo, può infastidire gli altri intorno...


Giusta osservazione! Ripeto, se un mio amico/a, in tono scherzoso e giocoso, mi dicesse "frocio" o "checca" non mi offenderei. Ovvio però che non può diventare un nomignolo né un appellativo da usare di frequente...in questo caso la cosa non mi piacerebbe affatto.
Assolutamente giusto fare presente che non a tutti, anche in contesto amichevole e giocoso, possa fare piacere sentirsi chiamare con un termine del genere.....in effetti ci sono tante altre parole da usare se si vuole prendere in giro un amico :)


Torna a “ORIENTAMENTO GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite