Chi sono? Sono davvero gay?

Che cosa significa essere gay
Rispondi
Avatar utente
agis
Messaggi: 1129
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da agis » lunedì 3 dicembre 2018, 16:39

La vispa Teresa
avea tra l’erbetta
A volo sorpresa
gentil farfalletta.
E tutta giuliva
stringendola viva
gridava a distesa:
“L’ho presa! L’ho presa!”.

A lei supplicando
l’afflitta gridò:
“Vivendo, volando
che male ti fo’?
Tu sì mi fai male
stringendomi l’ale!
Deh, lasciami! Anch’io
son figlia di (D)io!”.

Teresa pentita
allenta le dita:
“Va’, torna all’erbetta,
gentil farfalletta”.
Confusa, pentita,
Teresa arrossì,
dischiuse le dita

e quella fuggì.

Tu pensi che sia possibile che i temi del doc possano variare in senso diacronico Davide? :)

Avatar utente
Davide94
Messaggi: 77
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2017, 20:30

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da Davide94 » lunedì 3 dicembre 2018, 17:57

Se per "variare in senso diacronico" intendi "evolversi in modo coerente" direi di sì. Altrimenti non ho capito la domanda.

McCulloch23
Messaggi: 25
Iscritto il: domenica 18 novembre 2018, 22:18

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da McCulloch23 » lunedì 3 dicembre 2018, 21:21

Ho avuto un mezzo rapporto oggi...tremo ancora a ripensarci, ero quasi alla fine, ho letteralmente iniziato a sanguinare.
Ansia, agitazione... tremori alle gambe fortissimi. Non vivo più ormai serenamente...se non mantengo costantemente l'erezione anche prima del rapporto non mi sento a mio agio e peggio ancora il vedere altre persone al posto suo casualmente. Sono morto dentro ormai... l'ansia è fortissima, troppo. Pensieri suicida si infittiscono, la mia testa continua a ripetermi che è perché sono omosessuale...
Vorrei tornare indietro e non far iniziare tutto ciò.
Non ne uscirò più, sono troppo danneggiato, troppo...
Senza contare il doversi girare e guardare chi fosse che stessi abbracciando. L'inferno è meglio di tutto questo...

Avatar utente
Davide94
Messaggi: 77
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2017, 20:30

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da Davide94 » lunedì 3 dicembre 2018, 21:46

Hai preso in considerazione l'ipotesi di rivolgerti ad uno psicoterapeuta di orientamento cognitivo-comportamentale?
Non perdere la speranza, comunque, ne puoi uscire e ce la farai. Anche se adesso ti sembra impossibile, presto tutto questo sarà solo un ricordo. E tutto tornerà alla normalità. Tranquillo.
Calmati, respira e lascia scorrere i pensieri e le immagini. Smetti di pensare al tuo orientamento sessuale.

McCulloch23
Messaggi: 25
Iscritto il: domenica 18 novembre 2018, 22:18

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da McCulloch23 » lunedì 3 dicembre 2018, 21:49

Non riesco più...ho le stesse persone in testa da mesi, mi chiedo se non sia davvero innamorato o cose simili. Volevo lei, ho sempre voluto lei e non riesco. Sono distrutto, tanto, troppo. Non è giusto, non è giusto così.

Avatar utente
Davide94
Messaggi: 77
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2017, 20:30

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da Davide94 » lunedì 3 dicembre 2018, 21:52

Devi fidarti: tutto quello che ti viene in mente è falso. Te lo dico per esperienza personale. E devi ignorarlo.

McCulloch23
Messaggi: 25
Iscritto il: domenica 18 novembre 2018, 22:18

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da McCulloch23 » lunedì 3 dicembre 2018, 22:09

Non riesco a ignorarlo se mi cambia ogni cosa...non riesco. Sto sempre peggio, aggiungiamoci le erezioni con gli uomini e le fantasie, beh, mi sembra troppo reale. È troppo esagerato per essere semplicemente Doc. Ho esasperato tutto troppo... Non lo reggo e fa male. Avrei voluto avere altro.

Avatar utente
Davide94
Messaggi: 77
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2017, 20:30

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da Davide94 » lunedì 3 dicembre 2018, 22:35

Le erezioni e le "fantasie" non rendono reale il tema dell'ossessione. Se rileggi la prima risposta che ti aveva dato Project vedrai che lui te lo aveva già precisato.
"Non riesco" non lo devi dire: se vuoi stare meglio ci devi riuscire.
Comunque, hai preso in considerazione l'idea di rivolgerti ad uno psicoterapeuta di orientamento cognitivo-comportamentale?

McCulloch23
Messaggi: 25
Iscritto il: domenica 18 novembre 2018, 22:18

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da McCulloch23 » lunedì 3 dicembre 2018, 23:30

Ci sto pensando, i pensieri si moltiplicano ormai, ne ho avuto uno orribile su di lei che non direi neanche per scherzo, ho faticato a trattenere le lacrime...mi sto distruggendo tutto da solo. La terapia non so se mi aiuterà a questo punto... riuscirei a tollerare il dubbio, ma le immagini, le cattiverie no...non più. Salvatemi, vi prego, fatemi smettere di soffrire in qualsiasi modo

Avatar utente
Davide94
Messaggi: 77
Iscritto il: domenica 10 dicembre 2017, 20:30

Re: Chi sono? Sono davvero gay?

Messaggio da Davide94 » martedì 4 dicembre 2018, 0:22

Devi disinnescare il potenziale ansiogeno dei pensieri. Il problema è che tu hai paura che i pensieri possano essere veri. Per questo ti continuano a venire in mente, perché li consideri importanti. Devi interrompere questo loop di pensieri. Ti prego, fidati, non sei gay! Smetti di pensare all'omosessualità e quando ti vengono le immagini ricordati che sono solo sintomi di un disturbo. Lasciale scorrere, non farti spaventare, non pensare che indichino qualcosa di reale. Se fai così, se le ignori, il tuo cervello capirà che sono false e smetterà di pensarci, se invece tu ti fai spaventare, ti ci metti a pensare, le ritieni vere, ti continueranno a venire in mente. L'idea della psicoterapia cognitivo-comportamentale, comunque, è buona, ti aiuterà, fidati. E tranquillizzati, non avere paura, non sei gay.

Rispondi