Dubbi sessualità

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
Rispondi
Alibec88
Messaggi: 1
Iscritto il: martedì 30 novembre 2010, 2:14

Dubbi sessualità

Messaggio da Alibec88 » martedì 30 novembre 2010, 2:46

Salve a tutti mi chiamo salvatore e ho 21 anni ... volevo porvi i miei dubbi per capire se quello che mi sta succedendo sia solo un fatto psicologico o altro . Cmq... Dall'età di 13 anni , cioè alla mia prima masturbazione, pensavo agli uomini ... ma no coetanei o ragazzi di 20 30 anni ma a uomini maturi sui 50 anni , ma non mi sono mai innamorato di un uomo , questa cosa è rimasta ed è attrazione fisica . Quando mi masturbo penso molte volte agli uomini ma mi capita anche di eccitarmi per una ragazza o per le mamme di amici miei e per due volte mi sono innamorato di due mie compagne di classe . Invece dei miei coetanei e dei ragazzi più grandi non li guardo neanche anzi ci penso ma non mi piace e ne ho le conferme . Ora io sono molto spaventato per questo fatto perchè so dentro di me che io ho bisogno di una ragazza accanto ,però, diciamo che mi sono bloccato sessualmente ... prima di questa fase ho avuto rapporti con ragazze, anche se mi piacevano gli uomini maturi , ma adesso mi sono bloccato totalmente , come se avessi paura ad avere un rapporto sessuale con ragazze.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Dubbi sessualità

Messaggio da Alyosha » martedì 30 novembre 2010, 7:45

Alibec un caloroso benvenuto. Presto arriverà Project a chiarirti un attimino le idee (vedrai che lui è fantastico in queste cose). Al momento ti posso solo dire quello che penso, ma prendi tutto con le molle perché la mia esperienza è davvero limitata. Quello che ho capito è che autorizzarsi a provare dei sentimenti per un uomo (in chi come me si è abbastanza represso) è assai più difficile che provarne attrazione fisica. Perché c'è in gioco molto di più, perché dopo non puoi più fare finta che non sia vero. Questa cosa che a 13 hai immaginato un uomo e a 21 dici ancora che "dentro so di aver bisogno di una donna" meriterebbe un attenta riflessione. Project ha una teoria molto semplice al riguardo, ma la lascio dire a lui:). Io ne ho un'altra meno impegnata: se scorrendo i post e via via leggendo le storie, le discussioni e i commenti, la tua mascella si è allungata per lo sgomento, gli occhi si sono dilatati per lo stupore e qualcosa dentro si è mosso. Se senti che qualcosa di tutte quelle storie ti appartiene profondamente, anche se magari centrano poco con la tua, allora sei nel posto giusto. :).
Un abbraccio

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Dubbi sessualità

Messaggio da barbara » martedì 30 novembre 2010, 8:28

Ciao Alibec, dopo quello che hai scritto (sulle mamme) non posso che darti il mio benvenuto :lol:
Mi sei già simpatico, và!
Buona permanenza al forum!

Avatar utente
serpentera
Messaggi: 430
Iscritto il: martedì 24 agosto 2010, 19:37

Re: Dubbi sessualità

Messaggio da serpentera » martedì 30 novembre 2010, 16:18

Ciao salvatore,sicuramente project ha le idee più chiare delle mie e saprà cosa dirti a riguardo,io per il momento mi limito a darti il benvenuto sul forum e,se ti va ci si vede in chat la sera... :)

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Dubbi sessualità

Messaggio da progettogayforum » mercoledì 1 dicembre 2010, 7:14

Benvenuto Alibec88,
gli elementi offerti dal tuo post non sono molti ma si può provare ugualmente a cercarne una interpretazione unitaria. In primo luogo mi sono chiesto che origine hanno avuto le fantasie masturbatorie di un ragazzo giovanissimo rivolte a uomini maturi, cioè se ci sia stata una qualche forma di imprinting o di spinta esterna: esperienze sessuali o para-sessuali, pornografia, induzione da parte del gruppo dei pari o altro. La tua affermazione circa il fatto che si è trattato sempre di attrazione fisica e che non ti sei mai innamorato di un uomo corrisponde a quanto succede nella grande maggioranza dei casi di questo genere. Un ragazzo giovanissimo che adotta come oggetto di fantasie masturbatorie degli uomini adulti vive quello che fa come trasgressione e la trasgressione sessuale è accettata molto più facilmente del coinvolgimento affettivo, anche se in realtà si tratta di due cose strettamente affini. Dici che dentro di te senti di avere bisogno di una ragazza ma nello stesso tempo dici di sentirti sessualmente bloccato nei tuoi rapporti sessuali verso le ragazze. Se le tue prime fantasie masturbatorie sui maturi sono state libere, cioè se non sono dipese da imprinting o da eventi esterni determinanti c’è da credere che corrispondano alla tua sessualità di fondo. Circa il 30% dei ragazzi che finiscono per accettarsi come gay ha avuto in precedenza una vita etero sia affettiva che sessuale, per questi ragazzi il sesso di coppia è stato esclusivamente etero, mentre la masturbazione ha avuto carattere più o meno marcatamente gay. A un certo punto la sessualità etero di coppia non soddisfa più e affiorano le fantasie gay. La dimensione gay non ancora accettata si presenta sotto forma di fantasie sessuali in genere senza una dimensione affettiva, che arriva solo successivamente, col primo innamoramento. Il desiderio sessuale rivolto ai maturi è talvolta radicale ed esclusivo ma non è questa la regola generale, in genere si tratta di un primo passo verso una sessualità gay evolutiva che tende a riorientasi verso i coetanei con il passare del tempo, 2 o 3 anni, come se la sessualità rivolta verso gli uomini maturi fosse un ponte verso una dimensione gay paritaria (tra persone più o meno coetanee). L’eccitazione sessuale indotta anche dalle ragazze potrebbe al limite essere il segno di una certa bisessualità ma questo potrebbe avere una dimensione concreta se anche la tua masturbazione fosse almeno parzialmente con fantasie etero. Potresti essere un ragazzo gay che sta vedendo emergere ora in modo cosciente la sua vera sessualità, questo è relativamente probabile. In ogni caso non correre alle conclusioni e non ti mettere alla prova con quelli che si chiamano correntemente esperimenti sessuali, cioè mantieni la sessualità in una dimensione di spontaneità e non la considerare mai come prova per avere conferme del tuo orientamento sessuale e soprattutto non pensare che ci sia qualcosa che non va, tieni presente che l’orientamento sessuale non si sceglie ma si accetta per quello che è.

Penso che tu possa trovare qualche elemento utile anche nel post seguente:
viewtopic.php?f=23&t=658&start=0

Rispondi