Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da Alyosha » venerdì 31 dicembre 2010, 15:04

Shila. Lo vedi che sei tanto dolce e sensibile...
Forse era solo un esperimento senza coinvolgimento emotivo? perchè immagino che se uno riuscisse a sperimentarsi in un rapporto emotivamente significativo non potrebbe che trarne beneficio,no?
Non mi pare saprei dirlo meglio. Credo sia dipeso esattamente da quello. Non capivo qual'era la cosa più importante di quello che stavo scomprendo. Ridurre l'omosessualità alla sola attrazione fisica è il più grande errore che si può fare. E' piuttosto la possibilità (almeno per me e il mio vissuto) di rincollarsi. Di viversi tutto assieme in un rapporto, senza separare più nulla. E' tanto difficile accettare in realtà che sia così. Non sò se hai presente i bambini, quando gli racconti le cose per loro all'inizio è tutto una novita e le novità sono sempre belle (persino la morte di un parente per loro può esserlo, perché li fà sentire speciali). In reatà i guai vengono dopo, quando ti accorgi di quello che veramente vuol dire e le cose con cui devi fare i conti diventano tante. Credo che dentro di me mi sia preso solo le cose che ritenevo utili della mia omosessualità. Sono diventano, più socievole più aperto. Mi ricordo come il mio atteggiamento nei confronti del mondo maschile cominciò a mutare radicalmente (prima ero inibito da morire). Il resto credo proprio non abbia avuto il coraggio di affrontarlo. Mi ci sono voluti 9 anni per farlo. Credo però che almeno incosciamente, i sia portato sin qua. Senza saperlo stavo costruendo attorno a me e dentro di me le condizioni perché potessi affrontare la cosa. Shila, sono storie di sofferenze infnite e molte le hai lette tu stessa. Quando il rapporto con l'altro, con l'amore, con i tuoi sentimenti si trasformano nel tuo peggior tormento, tutto diventa insostenibile. Diventa insostenibile quando non trovi le parole per spiegare quello che ti succede e le uniche parole sono quelle che vomiti la mattina insieme a quello che il tuo stomaco non ce l'ha fatta a trattettenere.Diventa insostenibile quando insieme a quel vomito vorresti buttar via la tua anima e speri che esca tutta d'un colpo, insieme al cuore, allo stomaco e alle budella. Non hai punti di appoggio, ti guardi attorno e vedi che la gente non parla mai di te. Quel senso di nausea ti si è attaccato alla pelle, come l'odore di tabacco fra i denti e non ti abbandonerà mai più. All'inizio odi quella sensazione, poi ti ci abitui e impari a conviverci. Diventa insostenibile quando la sera dormi, ma non riesci a sognare, a desiderare, a lasciarti andare e tutto torna assieme a morderti sotto le lenzuola. Diventa insostenibile quando pigi piano sul tuo cuore, lo recinti, lo proteggi, nascondi e incarceri, quando stanco di fornire spiegazioni smetti di parlarne, sicuro che a nessuno interessera e che nessuno tanto avrebbe capito. Non ti riconosci la tua sofferenza in quella degli altri. Senti che nessuno ti somiglia, perché nessuno parla come te.
Forse se avessi incontrato questo forum prima, se avessi riconosciuto prima tutti questi miei fratelli, certe cose sarebbero andate in modo diverso. Tutto mi sarebbe sembrato più uguale anzicché "diverso".
Un augurio sincero per la nuova vita che verrà insieme all'anno nuovo. Le cose vecchie devono prima finire, perché ne possano cominciare di nuove e non è affatto detto che quello che adesso lasci sia per forza meglio di quello che troverai.
Un abbraccio fortissimo

shila
Messaggi: 34
Iscritto il: sabato 4 dicembre 2010, 17:13

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da shila » sabato 8 gennaio 2011, 13:59

Alla fine ci siamo arrivati...con tanto dolore,paura,sofferenza...ognuno prende la sua strada nella speranza che prima o poi si ricongiungano.
Io lo vedo così sofferente,fragile,spaventato..con che coraggio lo sto lasciando da solo?? Mi sento tremendamente in colpa,anche se implicitamente è stato lui a chiedermi di lasciargli vivere questa cosa da solo.
Alcune cose non erano come le avevo immaginate.Non è preso da un uomo in particolare(o almeno non ancora)ma sta cercando di capire se può innamorarsi di un uomo;si mette nelle condizioni di sperimentarsi ma riesce a farlo solo ubriacandosi e facendosi abbordare in discoteca(c'è stato un bacio con uno sconosciuto);pensavo che qualcosa fosse piu chiaro e invece è ancora tanto confuso.
E' così difficile..soprattutto perchè entrambi sappiamo di amarci immensamente...

Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da konigdernacht » sabato 8 gennaio 2011, 14:09

Sì Shila, è difficile lasciarsi con una persona; ricordati però che se avete deciso di prendere strade sentimentali separate, le vostre strade di vita potrebbero essere sempre unite.

Io credo nell'amicizia tra ex e credo sia una amicizia molto forte e matura, e credo che potreste aiutarvi a vicenda (anche se forse per ora tu potresti dargli più aiuto materiale di quanto lui non te ne dia).

La vita non è mai bianco e nero: è un perpetuo grigio, a volte più bianco e a volte più nero :D sta a noi trovare il giusto equilibrio!

Un Augurio di Felicità e Serenità
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da Alyosha » sabato 8 gennaio 2011, 16:34

Shila per il suo bene, consigliagli questo forum... E' molto, ma molto pericolosa la via che sta scegliendo per sperimentarsi e non porta da nessuna parte. Un incontro sbagliato può rovinargli la vita per sempre, sopratutto se è ubriaca e incapace di capire cosa sta succedendo. Non capisco cosa centri l'amore col farsi abbordare in discoteca. Ha molto più bisogno di parlare, senza porsi troppe domande. Non può cominciarci così, non deve provare nulla ne a se stesso ne a te. La strada è confrontarsi con chi ha esperienze simili alle tue, brutti incontri potrebbero essere molto spiacevoli da tutti i punti di vista. Il sesso e persino il trasporto fisico da soli non centrano nulla, seguendo questo ragionamento, visto che sono stato undici anni cone delle ragazze dovrei essere etero, ma niente è stato mai più lontano dalla verità. Non deve neanche "provare" ad amare nessuno. Non ci si innamora con la bacchetta magica, deve solo starsi fermo, immobile, rilassarsi e aprire la mente. Se vuoi fare qualcosa per lui tiralo fuori da quella robbaccia e trascinalo qui per i capelli (se ne ha ancora). Vedete se ce la fate a coabitare tutte due nel progetto. Potrebbe entrare in chat senza interferire al momento col tuo bisogno di confrontarti in questo forum o contattare qualcuno privatamente (mail private a project) e farsi una bella chiaccherata con lui. Fidati che è in gamab per queste cose.
Per il resto volevo postarto questa discussione non so se l'hai letta, potrebbe farti bene metterti in contatto con questa persona:
viewtopic.php?f=6&t=1131
DOvrebbe consolarti il fatto che voi vi siete fermati prima.
Un abbraccio forte forte.

shila
Messaggi: 34
Iscritto il: sabato 4 dicembre 2010, 17:13

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da shila » sabato 8 gennaio 2011, 16:57

Gli ho già parlato del forum e so che l'ha già visitato,lo posso sollecitare ad entrare in chat...E' una persona in gamba e accanto a queste sperimentazioni in discoteca sta anche frequentando un gruppo di ragazzi e ragazze omosessuali,di cui ascolta le storie di vita ma a cui non racconta nulla di sè...Credo che abbia paura/voglia di capire se l'affetto che prova per un amico gay sia in realtà amore e questa cosa lo sconvolge perchè sa che amore è quello che prova per me!
Vorrei tanto stargli più vicina in questo momento difficile..ma non credo che il modo migliore sia essergli amica,anche perchè per ora non ce la farei!Non voglio faccia cattive esperienze che lo segnino negativamente,non merita di soffrire più di quanto stia già facendo!
E' tutto così difficile e doloroso...Per me e per lui!
Ho letto l'altra discussione...sicuramente aiuta a non sentirsi sole...

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da Alyosha » sabato 8 gennaio 2011, 17:14

Shila allora va bene così. Mi ero solo fortemente preoccupato per la situazione che descrivevi. Credo anch'io che non sia il modo migliore essergli amica (semplicemente perché non lo sei, sei la persona che lo ama delusa e ferita). Era solo che di fronte al pericolo della salute sarebbe stato anche il caso di intervenire in modo brusco. Tutto il resto si supera in un modo o nell'altro, fare brutti incontri e mettersi in serio pericolo di salute può rovinarti la vita per sempre! Non credo sia necessario insistere. E' seguito da uno psicologo, conosce un gruppo di persone e sa anche di questo forum, credo che abbia tutto ciòà che gli serve il resto tocca farlo a lui. Ha bisogno dei suoi tempi e dei suoi modi e a quel che vedo ha già provveduto a prendere la cosa molto sul serio evitando colpi di testa.

P.S. Non sottovalutare. Fa molto Pretty woman quello che sto per dire,ma il bacio, per esperienza, è molto più intimo come gesto di molte altre cose. ( a me faceva molta più impressione l'idea di baciare un uomo che di farci altro per intenderci).

shila
Messaggi: 34
Iscritto il: sabato 4 dicembre 2010, 17:13

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da shila » sabato 29 gennaio 2011, 13:12

Ciao ragazzi!!
E' da un po' che non scrivo così ho pensato di aggiornarvi un po'...Io e lui ormai stiamo facendo percorsi separati,abbiamo notizie l'uno dell'altra tramite amici comuni e qualche mail..:lui frequenta il suo nuovo gruppo di amici e sta cercando pian piano di riprendere contatti sereni con la sua famiglia e il suo vecchio mondo,ma mi sembra di intuire che ormai la sua strada la stia definendo;io sto meglio e sto cercando di ricostruirmi,cercando nuovi interessi e nuove amicizie...con la certezza che più avanti in lui potrò trovare un amico accezionale! A proposito di nuove amicizie,sto per iscrivermi ad un corso di sommelier..dite che è un buon posto per conoscere gente etero???? :lol: :lol: Mi affido a voi,ehehehehe!! ;)

jack89
Messaggi: 81
Iscritto il: domenica 27 dicembre 2009, 21:25

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da jack89 » sabato 29 gennaio 2011, 16:26

bevi x dimenticare!!!!!!!!!!!!!

:D si scherza..

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da Alyosha » domenica 30 gennaio 2011, 11:24

Che belle cose che sento Shila. Sono davvero contento di sentirti decisamente più motivata e capire che stai dedicanto più energie a te stessa. E' una splendida testimonianza la tua, fa ben sperare sul genere umano. Mi sento di ringraziarti a nome della categoria per come stai affrontando la cosa e vedrai che a tempo debito ti ringrazierà anche lui. Sugli etero non ti preoccupare statisticamente è la malattia più diffusa ;). Un abbraccio fortissimo

shila
Messaggi: 34
Iscritto il: sabato 4 dicembre 2010, 17:13

Re: Aiuto...e se il mio ragazzo è gay?...

Messaggio da shila » domenica 30 gennaio 2011, 14:09

Si Jack,mi do all'alcool!!!!! ;) :lol: :lol:
A parte gli scherzi,spero di avere l'occasione di conoscere gente nuova e stare sempre meglio...Tutti mi dicono che sono ancora giovane e posso ricostruirmi una nuova vita,ma io così tanto giovane non mi sento!! sarà per la lunga storia che ho vissuto e come avevo impostato la mia vita,sarà per come mi vivo...Ma non è per niente facile costruire nuovi rapporti a questa età!

Grazie Boy-com per tutti questi complimenti,non ci sono abituata! :oops:
Mi auguro che tra me e lui torni ben presto l'equilibrio..che sarà nuovo e diverso ma sereno e indistruttibile! Mi piace pensare ad un futuro in cui usciremo a 4,io e lui con i nostri rispettivi uomini! Non so se è omo o bisex a periodi...ma so che per lui come per me valori fondamentali sono la monogamia,la stabilità e la progettualità..certo dovrà rinunciare all'idea di famiglia come la stavamo costruendo io e lui..ma spero possa trovare una persona con cui creare un rapporto stabile e duraturo. Leggendo qui nel forum mi è parso di capire che,salvo eccezioni,i rapporti omo sono molto più liberi ed è quindi più difficile la costruzione di un futuro di coppia..E' davvero molto più raro che tra gli etero?è insito nel fatto di essere due uomini?cosa cerca un uomo in un altro uomo?

Rispondi