Confusione totale

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
Rispondi
giuliux67vr
Messaggi: 42
Iscritto il: domenica 4 settembre 2011, 20:12

Re: Confusione totale

Messaggio da giuliux67vr » giovedì 8 settembre 2011, 17:00

Ciao Alecto, Nicomaco, Project, bad-boy71 e tutti gli altri di questo forum. Io concordo con bad-boy71: anche negli ambienti che tanti gay frequentano (discoteche, saune) si puo' trovare quello che poi diventera' il proprio compagno. Spetta solo al singolo decidere se provare a frequentarli e poi continuare. Ma non è facile: ci si aspetta un ambiente accogliente e invece il più delle volte è molto ostile. Per chi non l'ha vissuto è difficile da capire. C'è molta piu' omofobia interiorizzata ed anche espressa esplicitamente in maniera cinica e cattiva verso chi è come te (gay) di quanta se ne possa incontrare in un bar-osteria-birreria di paese. Un etero in un bar di paese puo' capire che tu sei gay (se sei effeminato) ma non sarà mai così cattivo e perfido da dirtelo in faccia come è la prassi in tutti gli ambienti sopra descritti. Parlo per mia esperienza persona: quanta cattiveria, livore e rancore ti viene buttato in faccia, non solo a parole, a te direttamente, ma anche solo con sguardi pieni di odio. Ok, ci si puo' andare solo a ballare in certi posti, e divertirsi con coscienza (senza bere troppo e senza droghe: occhio!). Ma c'è un altro punto che vorrei sottolineare e che viene POCHISSIMO riportato in tutte le sezioni questo forum: le malattie sessualmente trasmissibili e non ho scritto HIV o AIDS, in primis. Volersi bene vuol dire anche, oltre a pensare di trovare l'uomo della nostra vita, anche alla nostra salute e a quella degli altri. Vedo tanti ragazzi giovanissimi in questo forum. Vi voglio dire: non fatevi mai abbindolare da nessuno. Scusatemi la crudezza! Comprendo il bisogno di conoscere altri come noi, di volersi a tutti i costi accettare, il voler conoscere l'amore, il voler sfuggire alla nostra solitudine, ai nostri malesseri interiori. Ma occhio e ripeto, occhio: nel momento in cui arriviamo a fare sesso con un'altra persona, pensiamo prima di tutto a quello a cui possiamo andare incontro. FACCIAMOCI UNA CULTURA APPROFONDITA RIGUARDO TUTTE LE MST. Va bene, direte voi, oggi si muore solo di Aids e con le cure odierne, la qualità e l'aspettativa di vita è quasi come se una persona fosse sana. Oppure direte che ho sbagliato sezione. NON E' COSI'. DOBBIAMO CONTINUAMENTE RIMARCARE QUESTO DISCORSO. Non voglio terrorizzare nessuno, ma sentivo veramente il bisogno di farlo. La mia storia o altri pezzi della mia storia li ho scritti in altri post. Ho 44 anni e ho fatto le mie esperienze e questo discorso lo volevo sottilineare e condividere con voi. Un forte abbraccio. Giulio

Avatar utente
riverdog
Messaggi: 313
Iscritto il: venerdì 9 luglio 2010, 0:27

Re: Confusione totale

Messaggio da riverdog » giovedì 8 settembre 2011, 17:59

Nicomaco ha scritto:Poi mi sono imbattuto in PG.
Nicomaco ha scritto:Personalmente, allo stato, non vedo altre strade per costruire relazioni autentiche e durature di qualunque tipo.
Quoto queste due, ma sono d'accordo in tutto e per tutto con quanto sostenuto da Nicomaco.
giuliux67vr ha scritto:Ma c'è un altro punto che vorrei sottolineare e che viene POCHISSIMO riportato in tutte le sezioni questo forum: le malattie sessualmente trasmissibili e non ho scritto HIV o AIDS, in primis.
Scusami Giulio (e intanto BENVENUTO) ma se esplorassi meglio il Forum ti accorgeresti che la tutela della salute è la PRIMA PREOCCUPAZIONE di Project, vi è un'apposita sezione, e non mancano i riferimenti continui ogni qualvolta un utente narra di comportamenti a rischio.
Per quale motivo secondo te Project contrasta locali o chat erotiche??
.... per raggruppare una banda di asessuati o per TERRORE di errori irreparabili??! .... In tal proposito trovo un pochetto contrastante il tuo accomunare la salvaguardia della salute con la sponsorizzazione di luoghi concepiti per finalità prettamente sessuali (sul fatto che uno su mille ci trova l'amore poi magari posso anche essere d'accordo).
Di nuovo benvenuto!

giuliux67vr
Messaggi: 42
Iscritto il: domenica 4 settembre 2011, 20:12

Re: Confusione totale

Messaggio da giuliux67vr » giovedì 8 settembre 2011, 18:27

Ciao Riverdod, so che la preoccupazione principale di Project è la salvaguadia della salute, volevo solo ribadirlo ancora una volta, tutto qui. Non ho scritto che Project contrasta locali e chat erotiche o altri ambienti-situazioni di incontro fra noi gay. E non penso che noi siamo un gruppo di persone asessuate col terrore di errori irreparabili. Sono convinto che se stiamo mettendo a nudo i nostri esseri, siamo persone responsabili e umili che cercano di aiutarsi fra di loro. Ho scritto che spetta al singolo scegliere. Ho sponsorizzato luoghi luoghi concepiti per finalità prettamente sessuali? Non era mia intenzione farlo: ho riportato la mia esperienza e non mi sembra di aver scritto che ne sono, ne sono stato o ne saro' un assiduo frequentatore. Ho fatto le mie scelte e ho capito che questi luoghi non sono quelli che si confanno al mio modo di essere, tentando di far capire a non farsi attirare dal loro vortice, come gia' qualcuno prima di me aveva scritto Un forte abbraccio, Giulio

Avatar utente
Alecto
Messaggi: 71
Iscritto il: martedì 6 settembre 2011, 23:23

Re: Confusione totale

Messaggio da Alecto » giovedì 8 settembre 2011, 19:25

Io concordo con Giulio (ormai andiamo a braccetto io e lui!! Ehehehee...). Credo sia importante ribadire il concetto riguardo le MST e soprattutto circa "quei" locali. Potenzialmente non sono e non possono essere visti come "riserva faunistica per la caccia" e luoghi di incontro "toccata e fuga"; potenzialmente sono luoghi di incontro e di conoscenza. Bene, tutto questo solo potenzialmente... In pratica sono (e lo dico perché ne ho sentite tante di storie in merito) quello che li hanno fatti diventare le persone che li popolano. E quindi luoghi, dal mio personalissimo punto di vista, da evitare se non per ballare e divertirsi con se stessi... Ma come dice Giulio "C'è molta piu' omofobia interiorizzata ed anche espressa esplicitamente in maniera cinica e cattiva verso chi è come te (gay) di quanta se ne possa incontrare in un bar-osteria-birreria di paese."

P.S. Ehi project... Ma pensare, utopicamente intendo, a un pub-cafè per noi di PG, come la vedi!? Omaaaammaaa... Sarebbe fantastico!! Si potrebbero intensificare gli incontri di PG... Io sinceramente non vedrei l'ora di parteciparvi se di qui a poco ce ne fosse uno... Anche se sono l'ultimo arrivato... ^_^
La verità è sempre quella, la cattiveria degli uomini che ti abbassa e ti costruisce un santuario di odio dietro la porta socchiusa. Ma l'amore della povera gente brilla più di una qualsiasi filosofia. (A. Merini, Terra d'amore)

giuliux67vr
Messaggi: 42
Iscritto il: domenica 4 settembre 2011, 20:12

Re: Confusione totale

Messaggio da giuliux67vr » giovedì 8 settembre 2011, 20:12

CAro Alecto, vedo che tu mi hai capito, anche se io non so scrivere ed esprimermi bene come la maggior parte qui. E' una mia lacuna, purtroppo. Inoltre, scrivere di se o delle proprie esperienze o anche di vita in generale, emozioni, sentimenti, modi di essere, non è facile quando non si è a tu per tu con l'altro o gli altri. Permettimi pero' di dissentire solo da una cosa ;) : non sono le PERSONE che hanno fatto diventare alcuni luoghi quello che sono: secondo la mia umile opinione è l'essersi voluti omologare ad uno standard già confezionato in precedenza. La troppa libertà, in alcune cose che piace all'essere umano (in questo caso il sesso incluso) lo porta a diventare schiavo di comportamenti compulsivi che lo fanno solamente stare male psicologicamente e anche fisicamente, includendo in questo ultimo aggettivo la possibilità molto alta di prendersi una mst. Ti posso assicurare che prese singolarmente non poche persone che frequentano questo tipo di ambiente si possono rivelare molto valide, dal punto di vista umano e professionale. Ma anche loro si sono standardizzate, si nascondono dietro una maschera, recitano la parte di quel tipo di gay e non sono se stessi. Lo fanno per colmare la propria solitudine e non accettano di farsene risucchiare? Per quanto ho imparato (e forse ho imparato nel modo sbagliato), per me la solitudine è un fatto mentale. A volte mi sento piu' solo in mezzo a tanta gente, sul lavoro o anche con gli amici, che non quelle sere che me ne sto sbrandato da solo sul divano a guardare il soffitto e non mi rendo neppure conto di quello che sto pensando. Ho il mio SE': sta a me voler darlo agli altri, a chi mi sta vicino. Lo possono rifiutare, me ne devo vergognare? No, se le intenzioni sono quelle di confrontarsi con gli altri. A volte basta un semplice "come stai?". Troppe volte diciamo che ci sentiamo soli, che la solitudine ci logora! E ci domandiamo mai cosa facciamo noi per non essere soli? Pensiamo veramente che una sana storia d'amore, un compagno che ci ama veramente per quello che siamo ci possa veramente risolvere o alleggerire il peso della vita? La risposta è NO! Il vero viaggio, quello che piu' importante che tutti noi essere umani facciamo, se usiamo la nostra intelligenza e sensibilità, è quello dentro noi stessi, nello scoprirci giorno dopo giorno. Nello scoprirci prima di tutto verso noi stessi e poi verso gli altri. Infine, questo forum, non è un sito di incontri. So che alcuni si incontrano pure: project, ho letto, è andato a mangiare una pizza recentemente. Devo ancora capire come ci si contatta in modo privato. Per il momento non ne sento l'esigenza di incontrarmi dal vivo o di contattarsi in modo privato. Gia' mi sta dando tanto quello che leggo e che scrivo e lo apprezzo molto. Poi, lo scopo del forum, è tutt'altro, non è un sito di incontri. Io lo sto considerando come una mia nuova riscoperta a 44 anni, durante esperienze recenti che sto, ahimè, vivendo. Un forte abbraccio, Giulio.

giuliux67vr
Messaggi: 42
Iscritto il: domenica 4 settembre 2011, 20:12

Re: Confusione totale

Messaggio da giuliux67vr » giovedì 8 settembre 2011, 20:13

CAro Alecto, vedo che tu mi hai capito, anche se io non so scrivere ed esprimermi bene come la maggior parte qui. E' una mia lacuna, purtroppo. Inoltre, scrivere di se o delle proprie esperienze o anche di vita in generale, emozioni, sentimenti, modi di essere, non è facile quando non si è a tu per tu con l'altro o gli altri. Permettimi pero' di dissentire solo da una cosa ;) : non sono le PERSONE che hanno fatto diventare alcuni luoghi quello che sono: secondo la mia umile opinione è l'essersi voluti omologare ad uno standard già confezionato in precedenza. La troppa libertà, in alcune cose che piace all'essere umano (in questo caso il sesso incluso) lo porta a diventare schiavo di comportamenti compulsivi che lo fanno solamente stare male psicologicamente e anche fisicamente, includendo in questo ultimo aggettivo la possibilità molto alta di prendersi una mst. Ti posso assicurare che prese singolarmente non poche persone che frequentano questo tipo di ambiente si possono rivelare molto valide, dal punto di vista umano e professionale. Ma anche loro si sono standardizzate, si nascondono dietro una maschera, recitano la parte di quel tipo di gay e non sono se stessi. Lo fanno per colmare la propria solitudine e non accettano di farsene risucchiare? Per quanto ho imparato (e forse ho imparato nel modo sbagliato), per me la solitudine è un fatto mentale. A volte mi sento piu' solo in mezzo a tanta gente, sul lavoro o anche con gli amici, che non quelle sere che me ne sto sbrandato da solo sul divano a guardare il soffitto e non mi rendo neppure conto di quello che sto pensando. Ho il mio SE': sta a me voler darlo agli altri, a chi mi sta vicino. Lo possono rifiutare, me ne devo vergognare? No, se le intenzioni sono quelle di confrontarsi con gli altri. A volte basta un semplice "come stai?". Troppe volte diciamo che ci sentiamo soli, che la solitudine ci logora! E ci domandiamo mai cosa facciamo noi per non essere soli? Pensiamo veramente che una sana storia d'amore, un compagno che ci ama veramente per quello che siamo ci possa veramente risolvere o alleggerire il peso della vita? La risposta è NO! Il vero viaggio, quello che piu' importante che tutti noi essere umani facciamo, se usiamo la nostra intelligenza e sensibilità, è quello dentro noi stessi, nello scoprirci giorno dopo giorno. Nello scoprirci prima di tutto verso noi stessi e poi verso gli altri. Una parte di questo viaggio la stiamo gia' facendo dentro questo forum. Infine, quest'ultimo non è un sito di incontri. So che alcuni si incontrano pure: project, ho letto, è andato a mangiare una pizza recentemente. Devo ancora capire come ci si contatta in modo privato. Per il momento non ne sento l'esigenza di incontrarmi dal vivo o di contattarsi in modo privato. Gia' mi sta dando tanto quello che leggo e che scrivo e lo apprezzo molto. Poi, lo scopo del forum, è tutt'altro, non è un sito di incontri. Io lo sto considerando come una mia nuova riscoperta a 44 anni, durante esperienze recenti che sto, ahimè, vivendo. Un forte abbraccio, Giulio.

Avatar utente
Alecto
Messaggi: 71
Iscritto il: martedì 6 settembre 2011, 23:23

Re: Confusione totale

Messaggio da Alecto » giovedì 8 settembre 2011, 21:31

Giulio, non devi preoccuparti di come scrivi, anzi... Io rimango incantato tutte le volte che ti leggo!! Già, hai colto nel segno un'altra volta e sei riuscito a fare una descrizione impeccabile delle dinamiche sociali che si svolgono in questi luoghi. L'individualità va a perdersi e ci si amalgama con la massa. E' una verità incontrovertibile che dietro all'impasto degli ingredienti (alla massa) ci siano poi delle persone squisitamente valide dal punto di vista umano/affettivo/emozionale. Tuttavia, permettimi di affermare che chi perde la propria individualità per entrare nel branco non vale oro quanto pesa (al di là delle motivazioni). La svendita dei propri sentimenti, del proprio Io, della propria immagine viene prostituita, sfigurata, violentata. C'è un però, che in fondo solleva queste persone dall'aspro giudizio degli esterni: come hai detto, in maniera chiara e ineccepibile, la compulsività e l'ossessione di soddisfare i propri istinti primordiali diventano così viziati da creare una sorta di stato sub-patologico di dipendenza, tanto da portare alla frenetica reiterazione di certe esperienze e escludendo aprioristicamente l'affettività.
Per quanto riguarda il concetto di solitudine, permettimi di dire due parole anche su questo (sono pesante, lo so!!). Indubbiamente si tratta di una manifestazione emozionale che prende vita da un disequilibrio intrapsichico. E' un fatto mentale, quindi, ma è causato dalle nostre esperienze reali, vissute e assaporate nella vita di tutti i giorni. Possiamo mettere in atto svariate strategie (reali e/o psicologiche), seguire un sacco di consigli, cercando di colmare/arginare questo sentimento. Cosa fare, scegliere, mettere in atto per combatterlo dipende solo da noi. La dinamica del viaggio all'interno del proprio sé è, senza alcun dubbio, la base su cui costruire e far maturare la soluzione.
Un abbraccio
La verità è sempre quella, la cattiveria degli uomini che ti abbassa e ti costruisce un santuario di odio dietro la porta socchiusa. Ma l'amore della povera gente brilla più di una qualsiasi filosofia. (A. Merini, Terra d'amore)

giuliux67vr
Messaggi: 42
Iscritto il: domenica 4 settembre 2011, 20:12

Re: Confusione totale

Messaggio da giuliux67vr » giovedì 8 settembre 2011, 21:44

Ciao Alecto! Ecco! Hai scritto benissimo quello che volevo dire io! Concordo appieno! Sapessi io esprimermi e scrivere cosi' bene! :roll: Un abbraccio, Giulio.

Rispondi