ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5575
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da progettogayforum » mercoledì 2 novembre 2011, 23:19

Ludovico, da quello che dici è evidente che i problemi ci sono e oggettivi, ma riconquistare un equilibrio emotivo ti renderà più padrone di te stesso e più capace di affrontali. Non potrai risolvere tutti i problemi, ma avere una tranquillità di fondo e vedere le cose razionalmente non può che farti bene proprio riducendo le componenti psicosomatiche attraverso una via psicologica e quindi senza aggiungere altri effetti collaterali come quelli dei farmaci che hai indicato.

Avatar utente
Telemaco
Amministratore
Messaggi: 682
Iscritto il: sabato 26 giugno 2010, 23:05

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da Telemaco » mercoledì 2 novembre 2011, 23:33

La via di uscita c'è eccome, e non la si trova negli psicofarmaci, per quanto essi possano alleviare provvisoriamente il dolore, ma la si trova in una grande, grandissima dose di onestà intellettuale con la quale dovrai guardare te stesso e dire: basta così, mi sono già fatto del male abbastanza.
# Non basta un giorno di freddo per gelare un fiume profondo.
(Gǔlǎo de zhōngguó yànyǔ)

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da barbara » mercoledì 2 novembre 2011, 23:58

Ti capisco Ludovico: la nostra è un'età fragile. Secondo me dobbiamo prenderci cura della nostra salute e concentrarci su noi stessi. Questa almeno è l'idea che mi sono fatta di come stanno le cose. L'ho osservato sia in me che nelle persone che mi circondano. E' come un passaggio, superato il quale poi si ritrova un equilibrio migliore. Ciò presuppone fare dei cambiamenti nello stile di vita e nelle priorità da darsi. E' una svolta un po' obbligata a volte, che proprio per questo ci mette in condizione di fare delle scelte che di nostra iniziativa magari non avremmo osato fare. Almeno per me è stata una specie di rivoluzione. E' insomma una fase critica che porta con sè delle opportunità.
Non lasciartele sfuggire, Ludovico! ;)

Ludovico
Messaggi: 13
Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2011, 21:20

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da Ludovico » giovedì 3 novembre 2011, 23:29

Anche nell ' ambiente religioso ci sono persone con cui ne ho parlato e che mi hanno detto : se una persona è fatta in quel modo , è quello e basta , che ci deve fare ? Non mi hanno detto però nient'altro.Sarà magari un caso raro ma ci sono.Chè fare ? Per adesso mi ritengo fortunato aver trovato questo forum.
Ogni tanto mi vengono delle crisi di pianto proprio come i bambini come di liberazione , di sfogo.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da barbara » sabato 5 novembre 2011, 19:34

Visto che sei un lettore accanito, Ludovico, volevo consigliarti un libro, che mi ha fatto conoscere proprio un ragazzo del forum .
Si intitola L'arte della felicità del Dalai Lama . L'ho trovato semplice e confortante. :)
Un abbraccio forte
B

Ludovico
Messaggi: 13
Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2011, 21:20

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da Ludovico » sabato 5 novembre 2011, 20:01

@ Barbara, grazie dell ' invito a leggere il Libro del Dalai Lama.Al momento cerco di leggere circa questi argomenti : alimentazione - problemi con il cuore -
ed altri argomenti di medicina , che trovo sul sito MediciItalia soprattutto quelli di psicologia:mi aiuto anche ascoltando musica italiana ma proprio di canticchiare un motivo non ci riesco proprio, dentro di me c'è tanta tristezza, ma se qualcuno mi racconta una barzelletta magari qualche sorriso lo faccio ma niente di più.Oggi mi hanno dato il risultato dell'Holter pressorio e va bene.
Cordialmente.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5575
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da progettogayforum » sabato 5 novembre 2011, 20:56

Sono veramente contento dell'Hollter pressorio!! :) ottima cosa, una preoccupazione di meno!! Però leggi anche questo forum, che ha un senso perché è una raccolta di esperienze reali. Un abbraccio.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2418
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da Alyosha » sabato 5 novembre 2011, 22:21

Si Ludovico leggici! Non sei solo. E' un tuo diritto trovare serenità non un favore che ti fa qualcuno. Non ti abbattere fa tanto bene avere persone con cui sfogarsi, siamo qua per questo. Un abbraccio!

Machilosa
Messaggi: 385
Iscritto il: giovedì 7 luglio 2011, 22:56

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da Machilosa » domenica 6 novembre 2011, 0:06

C’è una semplice quanto reale constatazione che mi piace molto e che mi ripeto come un mantra: giusto e sbagliato sono due concetti applicabili dove c’è possibilità di scelta; un orientamento sessuale non è una scelta. Sarebbe come biasimare un gatto perché va a caccia o un cane perché è promiscuo. Siamo fatti così e non facciamo male a nessuno.

Ludovico
Messaggi: 13
Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2011, 21:20

Re: ACCETTARE UNA IDENTITA’ GAY DOPO I 30 ANNI

Messaggio da Ludovico » martedì 8 novembre 2011, 21:07

Fino adesso ho trascorso tanti ma tanti anni senza parlare di "queste cose" con nessuno tranne che con il medico e non sempre, anni fa mio fratello ha visto un
opuscolo con tematica gay e mi ha detto : cerca di metterti la testa a posto.
Di fatto sono vittima dell ' ignoaranza ed è molto triste tutto questo.
Quanto tempo trascorso negli sbalzi d'umore tra la depressione e l'agitazione.L'auspicio è che con l'aiuto di progetto gay io possa arrivare a trovare un po di pace perchè di questa io ne ho tanto bisogno.

Rispondi