Scoprirsi e Sentirsi completi

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
william27
Messaggi: 92
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2012, 15:07

Re: Scoprirsi e Sentirsi completi

Messaggioda william27 » domenica 28 ottobre 2012, 12:17

Ragazzi,rileggendo i vari commenti, non ho potuto far altro che ritrovarmici a pieno, senza nulla da aggiungere!
La mia fase di accettazione deve ancora concludersi, però, è vero, non posso non definirmi come dite voi una persona completa, o almeno un po' più completa di prima, quando, tra le battute e le conversazioni degli amici, non potevo non sentirmi estraneo e diverso.
Ora le cose vanno meglio, e delle battute dei miei amici ne rido anche: il mio orientamento sessuale è diverso dal loro, ma per il resto siamo uguali, e, pensandoci, può far solo piacere sentire persone vive e complete! :D
E so che il mio, così come lo è o lo è stato per voi, sarà un percorso difficile, ma se questo può portare poi a sentirmi in pace con me stesso e a ricomporre i tasselli mancanti, ben venga!! ;)

Avatar utente
Yoseph
Membro dello Staff
Messaggi: 369
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 22:49

Re: Scoprirsi e Sentirsi completi

Messaggioda Yoseph » domenica 28 ottobre 2012, 14:03

Credo di aver sempre saputo si essere omosessuale ma altrettanto subito ho capito che la strada della sopravvivenza era insabbiare tutto, anche con me stesso, e come puoi immaginare ho passato anch'io un'adolescenza in cui ero freddo e non provavo nulla . Anch'io non mi spiegavo come i miei coetanei riuscissero a dedicare tanto tempo agli innamoramenti e ai flirt. In verità mi ritengo sensibile e aperto agli altri, ma la voglia di nascondermi mi ha reso troppo razionale e distaccato, e nonostante sia molto cambiato ancora sconto le conseguenze di tutto ciò.
E' vero, da quando mi sono accettato credo di aver aggiunto un tassello alla mia vita, no sono più di cattivo umore, che era una costante di quando avevo toccato il fondo, anche se mi piacerebbe poter smettere di fingere di essere etero, ma questo è un passo che farò in seguito, quando avrò acquistato anche un'autonomia economica, finché vivo con i miei non posso permettermi di remar contro di loro più di tanto.
Il percorso di autoaccettazione è solo all'inizio, non riesco ancora a vedere tutto rosa, ci sono progetti che i gay non possono fare e di questo me ne dispiace. Parlo di costruire una famiglia propria per esempio e su questo credo che presto aprirò una discussione perché ho degli interrogativi a cui non riesco a rispondere: che cos'è in fondo tutto questo bisogno di famiglia? Paura di restare solo? egoismo? Perché nonostante sappia che non è possibile continuo a pensarci? Forse è per il fatto che nel contesto in cui vivo si parla solo di quello ed è l'unico modello cui posso far riferimento. Spero di poter approfondire la discussione in futuro.
Ciao ciao

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1013
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: Scoprirsi e Sentirsi completi

Messaggioda guy21 » lunedì 29 ottobre 2012, 0:58

benvenuto a bordo, spero ti troverai bene! :D


Torna a “CAPIRE DI ESSERE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite