Crea sito
 
Oggi è lunedì 20 novembre 2017, 4:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Cosa provo per lei? Sono davvero omosessuale?
MessaggioInviato: venerdì 19 ottobre 2012, 14:36 

Iscritto il: domenica 15 luglio 2012, 20:41
Messaggi: 31
Buongiorno a tutti!
Sono ritornato su questo forum dopo qualche mese di assenza. Parlai un po' più di me in questo topic
viewtopic.php?t=2601
poi non sono più rientrato qui dentro.

PREMESSA: vi chiedo di non quotare nulla di questa mia storia!!!

In questi due mesi c'è stata un novità, che comunque non ha per niente risolto i miei dubbi, anzi mi sta facendo stare ancora più male.
Ho pensato di scrivere il topic in questa sezione del forum, appunto per capire se "non sono omosessuale", o sono bisessuale o altro...

Veniamo al dunque: sto avendo una specie di relazione a distanza con una ragazza (la mia prima relazione in assoluto), che ho iniziato lo scorso mese,dopo un periodo di tempo passato a conoscerci in chat.
Io avevo il piacere di conoscerla di persona, però non sentivo nessun desiderio fortissimo né tantomeno attrazione. D'altronde penso che sia normale, alla fine l'ho soltanto vista in foto.
Invece lei provava attrazione per me, pur avendomi solo visto in foto!!! Già questo ha alimentato tutti i miei dubbi.

Comunque sia, ci incontrammo per alcuni giorni. Io al solito sentivo il solito senso di apatia nei confronti delle donne.
Poi ad un certo punto, lei (per sua iniziativa) fa il primo passo e prova a prima ad abbracciarmi e a coccolarmi, e poi arriva il bacio (il primo della mia vita).
Come mi sentivo in quel momento? Ero tanto confuso, perché non riuscivo a capire se davvero mi piaceva o mi lasciava indifferente o mi faceva ribrezzo/schifo. Sta di fatto però che io non mi sono scansato né l'ho allontanata, ma ho continuato a baciarla.

Da quel momento è venuta anche a me la voglia di tenerla per mano, di abbracciarla e di baciarla! Ma ho sempre continuato a chiedermi fino ad ora se è una cosa che faccio davvero con passione, oppure lo faccio inconsciamente solo per sfuggire alla mia presunta omosessualità, o chissà per quale altro motivo...
Il fatto è che, quando la bacio e la abbraccio, credo di provare ecciazione, ma non mi sembra fortissima, come invece molti provano (non sento i famigerati fuochi d'artificio!!).

Passerei anche alla parte più intima, ma è un po' imbarazzante raccontarlo. Fino ad ora non ho potuto avere un rapporto sessuale completo, a causa di un mio piccolo problema al pene (che si potrebbe risolvere andando a farmi visitare, e anche qui ho le mie paure!!!!).
Tuttavia siamo arrivati ai cosiddetti preliminari. Io continuavo a sentire questa debole eccitazione, però alla fine era sempre lei la parte attiva, io tendo a essere sempre passivo.

Tutto questo non ha risolto i miei problemi che avevo accennato nel topic di presentazione. Tutte le volte che vedo un uomo, provo quelle "fastidiose sensazioni" (ho sempre sospettato che fosse attrazione verso gli uomini, che probabilmente reprimo fortemente).
Cosa provo io per questa ragazza?
Io di certo le voglio bene, mi piace parlare con lei e vorrei frequentarla più spesso, nonostante la lontananza che inevitabilmente ci divide. Però non riesco a capire in alcun modo se ne sono davvero innamorato, se provo davvero attrazione fisica e/o mentale verso di lei, o se alla fine sto inconsciamente fingendo tutto quanto.

Ovviamente io non pretendo che mi risolvete questo problema, ma solo un vostro parere.
Saluti a tutti, e scusate per la lunghezza e gli eventuali errori!! :D


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa provo per lei? Sono davvero omosessuale?
MessaggioInviato: venerdì 19 ottobre 2012, 15:18 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Dunque ripassiamo un pò eri confuso perché pensavi di essere omosessuale e infelice perché non lo accetteresti mai. Prima entri qui dentro, poi incontri una ragazza e chatti nell'assoluta garanzia che non possa succedere nulla, capisci che è attratta da te e la incontri (sempre nell'assoluta garanzia che non possa succedere nulla?), niente rapporti sessuali e tutte iniziative prese da lei a letto. A parte che i contatti sessuali sono rarefatti "purtroppo" (putroppo?) per la distanza. Pensa se la vedessi ogni giorno e di chiedesse di fare sesso ogni giorno... Che incubo o no? Devo continuare? :)
Ok un gay può andare a letto con donne, almeno quando un etero può andare a letto con un uomo, il punto è quale sesso lui sente come spontaneo e spontaneità in queste cose è la parola chiave. Non voglio convincerti del fatto che sei gay, ti metteresti a replicare addosso a me, ma non credo neanche che certe forme di sperimentazione portino da nessuna parte e proprio la tua storia ne è l'esempi. Hai una stori etero che funziona anche ma i tuoi dubbi restno tutti lì e garantito al mille per mille resterebbero anche se fosse stato un ragazzo, visto che non sono le reazioni idrauliche il problema dei gay, perché non è l'impotenza il loro problema. Il punto è che non si sta con una persona per cercare prove di qualcosae l'errore a monte secndo me è quello.
E quindi con un bel gioco di prestigio farei sparire da sotto il cappelo la questione omosessualità. Mi pare che tu stia cominciando una storia in cui lei ad occhio e croce è più presa di te. La ami? Se la risposta è no e facile capire cosa tu debba fare al di là del tuo orientamento sessuale... E ovviamente non pretendo di risolverti il problema, perché so già farai l'esatto contrario di quello che ti consiglio :). So già che obietterai a noi e con questo alla vocina che ti ha portato qua dentro e chiuderai la questione per un'altro po'.
Detto fra noi sapessi con quante ragazze sono stato io prima di convincermi che non fosse la via da seguire e non mi fermavo affatto ai preliminari. La distanza che putroppo inevitabilmente vi divide potrebbe fare la differenza, perché la spinta sessuale è il primo motore ed è esattamente la differenza tra una bella amicizia anche intima e una storia d'amore. Per come la penso io ritenere che un gay debba essere completamente insensibile al fascino femminile è un forzare le cose. Ci sono donne che per come sono fatte possono mettere a proprio agio un gay, rilassarlo perché sanno scemare in lui il carico d'ansie che le porta da loro e a quel punto confondere le cose se a monte c'è un problema di accettazione è più che semplice. E tuttavia se tutte le volte che hai un problema di coppia con la lei di turno poi torni qua, dentro un forum gay, evidentemente dentro te qualcosa canta e vorrebbe che tu gli dessi ascolto, invece di obiettargli in continuazione. Fino a quando intendi ignorare questa vocina che ti suggerisce a più riprese che stai facendo la cosa sbagliata? Che senso ha costringersi in un rapporto dei coppia? Per dare soddisfazione a chi? Se sei indeciso sul tuo orientamento sessuale puoi benissimo stare da solo, nessuno ti obbliga a prendere una decisione, ne a prenderla tanto meno adesso. Ma se più in là magari accorciando le distanze queesto problema dovesse ripresentarsi che gli dici? E a te stesso che dirai?


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa provo per lei? Sono davvero omosessuale?
MessaggioInviato: venerdì 19 ottobre 2012, 15:39 

Iscritto il: domenica 15 luglio 2012, 20:41
Messaggi: 31
@Alyosha
Il fatto che io ora non abia rapporti sessuali è dovuto semplicemente a questo mio problema al pene, che per fortuna si può risolvere. Potrei rischiare di farmi male...
Inoltre io non mi sono messo insieme solo per "testarmi", non ce l'avrei mai fatta. Non penso nemmeno che ci sto per convenienza. Io l'ho incontrata per conoscerla più a fondo, poi invece ho capito che le cose sono andate diversamente.

Il fatto è che non sono nemmeno sicuro al 100% di amarla, non riesco a dare una risposta certa. Io fino ad oggi, che ho 28 anni, non mi sono mai innamorato di nessuno (né di uomini né di donne). Non so nemmeno cosa vuol dire innamorarsi! Inoltre non so nemmeno se pure lei mi ama, oppure no... Alla fine è da poco che ci frequentiamo, e non i sono per ora molte possibilità di frequentarci.

Io però vorrei continuare a stare con lei, ci tengo tantissimo, e sono certo di provare almeno attrazione (anche se non forte), però i dubbi rimangono :(

Boh non so più cosa fare, non credo che riuscirò ad accettare la mia probabile omosessualità :(


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa provo per lei? Sono davvero omosessuale?
MessaggioInviato: venerdì 19 ottobre 2012, 16:51 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Secondo me sei a buon punto invece adesso almeno la nomini come tua... No non sto parlando della tua ragazza, ma della tua "probabile omosessualità" :D . Il punto è che dentro i dubbi uno ci può anche restare, non ho mai capito la fretta di risolverli quale sia. E non credo neanche che occora avere rapporti sessuali per sapere se si è gay o meno. Non so bene come consigliarti... Vedi il lato positivo della cosa, qualcosa dentro comunque s'è sbloccato, questa è la tua prima storia e sinceramente lo vedo comunque come un passo in avanti. Certo non è un dettaglio il fatto che prima sei entrato qua a dirci che forse eri gay e poi sei corso da lei. Si lo so che mi dirai che è un caso, ma il caso non esiste (ahahahah me la farò scrivere sulla lapide sta frase)... In realtà sa molto di meccanismo riparatore, dopo aver confessato la tua "colpa" corri tra le braccia di una donna a "consolarti". C'è gente che si sposa subito dopo il primo rapporto omosessuale, anzi a te è finita bene! Vedi i rapporti sessuali per un gay non sono brutti tanto per l'atto in sé, ma per il tipo di intimità e alchimia che si viene a costruire per conseguenza il secondo dopo il rapporto. Se a lei è piaciuto lei è proprio altrove rispetto a te subito dopo, che invece hai solo provato un'orgasmo. E' quel tipo di complicità particolare che scatta tra due persone dopo che hanno fatto sesso che non piace ad un gay, più che il gesto meccanico in sé.
Ad ogni modo penso che se anche uno ti consigliasse di lasciarla non lo faresti e che pertanto vale la pena consigliarti la cosa contraria... Perché non corri a riparare l'arnese a pendolo e ci giochi un pochetto per l'appunto? Hai 28 anni quando pensi di sistemare il problemuccio?
Questa storia è cominciata e ormai deve finire per morte naturale diciamo così. Nel frattempo continua pure a stare qui con noi, se in effetti avere una storia con una donna ti autorizza a frequentare un forumgay che ben venga.... il fine giustifica i mezzi ;). In altre parole ottima l'idea di parlarne qui dentro, credo che è la cosa più importangte che tu abbia scelto di fare, comunque stiano le cose ti aiuterà senz'altro... Ragione percui dileguommi e lascia spazo agli atri :).


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa provo per lei? Sono davvero omosessuale?
MessaggioInviato: venerdì 19 ottobre 2012, 17:42 

Iscritto il: lunedì 15 ottobre 2012, 19:29
Messaggi: 23
Sinceramente se pensi di provare qualcosa per lei, io mi butterei...

Ci sono tante coppie etero e non che fanno sesso solo per attrazione fisica, mentre tu forse non sei certo di amarla al 100% ma in qualche modo ti sei affezionato a lei, quindi non ci vedo nulla di scabroso se volessi provare a farlo con lei.

L'importante è che venga naturale... nel senso, che tu non ti forzi a farlo tanto per poter dire "ecco sono etero in realtà!" ma nemmeno che tu ti forzi a NON farlo perché "oddio dopo vorrebbe dire che non sono gay e sarei poco coerente nel caso mi scoprissi gay più avanti!". Quindi, non so come dire... non bruciare tappe ma non respingere nemmeno una cosa potenzialmente bella solo per paura di confonderti le idee. :)

Magari ti innamori di lei, ma è l'unica eccezione. Magari invece scopri di essere etero. Magari invece scopri che proprio non ce la fai. Chi lo sa?

Se ora ti stai a fare delle gran seghe mentali finisci solo per frustrarti.

Riguardo al fatto che lei era più "attiva"... eh, mica siamo fatti tutti con lo stampino, ci sono anche uomini etero più "passivi" e donne etero più "attive", non vuol dire nulla. :P

Il fatto è che noi non possiamo dirti "sì sei gay" o "no non sei gay", al massimo possiamo dirti che in base alla nostra esperienza da quel che racconti sembra in un modo o nell'altro, ma solo tu puoi capire cosa sei.

Lo so che sembra una frase fatta ma purtroppo è così, finché non lo capisci tu per primo non ci sarà nessuno che saprà dirtelo al posto tuo. :?


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Cosa provo per lei? Sono davvero omosessuale?
MessaggioInviato: domenica 21 ottobre 2012, 13:37 

Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 19:08
Messaggi: 167
Ciao :)
Credo che in ognuno di noi esista una parte etero e una parte omo, con il tempo, lo sviluppo, l'esperienza, la crescita la maturità quella parte che prevale di più tali si è e ci si definisce.
In un rapporto amoroso c'e sia l'aspetto affettivo e quello sessuale , se le due cose vanno di pari passo allora non ci sono grossi problemi se non allora si che son cavoli amari.. :? !! scusa ma la penso cosi...!!
In quello che scrivi mi ci ritrovo non sei l'unico a vivere questa situazione, confusione ed infelicità e credo che siamo in tanti ma va affrontato almeno per torvare un minimo di serenità e perchè non anche un po di felicità amorosa....
Mi piace l'idea del confronto solo chi vive determinate esperienze puo capire chi le vive e ti scrivo un po la mia esperienza:
Anch'hio non ho ai sentito un amore verso la donna, ne un attrazione cosa naturale che sentivo finchè un giorno non mi trovai tra le braccia di una ragazza e ci bacciammo ( fu lei che prese l'iniziativa). Alla fine la cosa mi
piacque , anche se devo dire che è stata un po dura lasciarmi andare.
Mi sono fermato solo al bacio al dopo non me la sono sentita la cosa era più forte di me. Ho capito che comunque c'e stato un innamoramento solo al livello affettivo e non a quello sessuale. Li ho capito che ero gay anche se la possibilità di innamorami di una donna c'è e l'ho vissuto ma solo affettivo.
Un consiglio che ti do è quello di lasciarti andare certo sempre con prudenza e con le spalle sulla testa, non farti mille problemi che alla fine sono molto meno di mille, solo vivendo l'innamoramento capirai cio che devi fare e che direzione prendere. Penso che la voglia di innamorarsi sia ed è molto grande e forte in ognuno di noi avvolte ci manca il coraggio di rompere certi muri che ci impediscono di vivere questo amore.
Concordo pienamente con Stagger_Lee su cio che scrive....
e che in nostri consigli ti possano aiutare a trovare serenità in amore
cosa dirti altro facci saper come stai e tutto il resto...
un forte abbraccio Clark :)


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010