è capitato anche a voi?

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
william27
Messaggi: 92
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2012, 15:07

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda william27 » venerdì 8 febbraio 2013, 16:15

ciao orachefaccio, interessantissimo punto di vista!! :D
Però, almeno nel mio caso, ciò che hai detto non fa molto presa...o almeno non a livello razionale, chissà, nell'inconscio forse sì!! :roll:
Tuttavia,secondo me quello che dovremmo smettere di fare è comportarci da vittime...nel senso io non credo che una "vita da etero" sia più semplice..magari socialmente più accettata sì, ma più semplice in assoluto non è detto...e poi la vita è una..e non possiamo permettere che gli altri decidano per noi!!
Quindi, ti direi che, personalmente, non credo che questo sia il motivo del mio dilemma.....anche perchè, se trovassi il ragazzo giusto, ipotizzando che nasca qualcosa, almeno all'inizio credo che potrei vivermi il tutto in maniera abbastanza intima, e decidere insieme su come comportarsi poi!
Che poi, io il rapporto con un ragazzo me lo immagino pure più dolce, più confidenziale, più...solidale diciamo..mentre quello con una ragazza lo vedrei più "tirato"...è proprio per questo che mi dico "sarebbe bello se tu facessi pace col cervello!! " (e ho fatto pure rima :lol: )
:mrgreen:
PS: perchè tu orachefaccio rinunceresti a dei sentimenti per una vita socialmente più "riconosciuta? Non penso avresti il coraggio di sposarti e fare figli sapendo di stare ingannando te stesso ed altre persone....

Avatar utente
orachefaccio
Messaggi: 81
Iscritto il: lunedì 4 febbraio 2013, 3:13

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda orachefaccio » domenica 10 febbraio 2013, 2:59

L'ho buttata lì, nemmeno io so esattamente a cosa sono dovuti i miei, di dubbi. E poi no, non voglio rinunciare ai sentimenti per una vita più "normale" agli occhi degli altri, dico non voglio perché in realtà fino a non molto tempo fa ci stavo rinunciando. La mia ipotesi però è che nonostante quello che il cervello attivamente pensi e desideri, i pregiudizi radicati in noi ci portino a pensare che far ricadere la scelta su una ragazza è più "sicuro", da cui le fantasie romantiche appunto con ragazze. Era una mia ipotesi, penso sia valida nel mio caso (anch'io come ti dicevo mi ritrovo a immaginare relazioni con ragazze anche se in fondo credo che non mi ci troverei a mio agio) o forse no. E magari non lo è nel tuo, ma questo non potevo saperlo senza sentire il tuo parere, quindi grazie per aver chiarito!
"E non vi è niente di più bello dell'istante che precede il viaggio, l'istante nel quale l'orizzonte del domani viene a renderci visita e a sussurrarci le sue promesse." (Milan Kundera, traduzione mia)

william27
Messaggi: 92
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2012, 15:07

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda william27 » domenica 10 febbraio 2013, 3:30

orachefaccio ha scritto:La mia ipotesi però è che nonostante quello che il cervello attivamente pensi e desideri, i pregiudizi radicati in noi ci portino a pensare che far ricadere la scelta su una ragazza è più "sicuro", da cui le fantasie romantiche appunto con ragazze


Grazie orachefaccio per aver risposto, chissà...la cosa che mi viene da dire è che questi pregiudizi al massimo potrebbero agire nel mio inconscio..boh? Ci penserò, grazie dello spunto di riflessione! :)

Avatar utente
orachefaccio
Messaggi: 81
Iscritto il: lunedì 4 febbraio 2013, 3:13

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda orachefaccio » domenica 10 febbraio 2013, 3:59

Ci tengo a dire che non ho nessuna autorità a riguardo! Quindi prendi il parere per come viene :D
A presto spero!
"E non vi è niente di più bello dell'istante che precede il viaggio, l'istante nel quale l'orizzonte del domani viene a renderci visita e a sussurrarci le sue promesse." (Milan Kundera, traduzione mia)

Avatar utente
Sciamano
Utenti Storici
Messaggi: 535
Iscritto il: martedì 4 agosto 2009, 14:35

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda Sciamano » sabato 16 febbraio 2013, 0:49

Ho letto qualche intervento, ma in riferimento al primo post rispondo con la mia esperienza personale ai tre punti sollevati:

1) A me non è successo di pensarmi insieme ad una ragazza, ricordo qualcosa alle elementari / medie, ma era proprio così... adesione all'immagine proposta senza reale coinvolgimento. Inoltre, ho un'attrazione per le donne che mostrano un'immagine dell'amore molto libertino, ma è una pura simpatia o fascino che difficilmente so spiegare... non c'è coinvolgimento sessuale.

2) Sessualmente ed affettivamente sono coinvolto dal lato maschile. Riguardo fasi transitorie, posso al più dire che ho cercato, quando un po' rifiutavo l'idea di essere gay, di farmi piacere le ragazze, ma sono state brevi e inconsistenti intenzioni... era come valutare se martellarsi una mano XD

3) Riguardo la risoluzione naturale di questi conflitti... riflettere è stato importante, ma non decisivo. Il confronto tramite testimonianze soprattutto di sentimenti di altri ragazzi gay e amicizie gay sono stati gli elementi più importanti per arrivare ad una completa serenità sul mio orientamento.
Cercare la felicità rispettando gli altri, sarebbe una grande conquista per l'umanità!

william27
Messaggi: 92
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2012, 15:07

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda william27 » sabato 16 febbraio 2013, 13:05

Sciamano ha scritto:3) Riguardo la risoluzione naturale di questi conflitti... riflettere è stato importante, ma non decisivo. Il confronto tramite testimonianze soprattutto di sentimenti di altri ragazzi gay e amicizie gay sono stati gli elementi più importanti per arrivare ad una completa serenità sul mio orientamento.



Ciao Sciamano, innanzitutto grazie della risposta. In realtà, anch'io penso che il confronto sia importante, ma secondo me non sempre necessario per raggiungere una completà serenità sul proprio orientamento sessuale..cioè, uno può conoscere anche 12000 gay, ma se proprio non riesce ad accettare l'omosessualità e la cosa lo ripugna, non ci sono santi, anzi, penso che ci sia un problema a monte e che deve iniziare a risolvere innanzitutto tra sè e sè....
Cmq tutto questo, che forse è un po' OT :D , per dire che è proprio questo che mi confonde molto, il fatto che io ora sia sereno con me stesso, non mi costringo più a pensare ad una ragazza o a cercare un approccio con una carina in discoteca, tanto per dirne una, eppure, niente da fare, quei pensieri permangono.....certo, non è che mi ritengo etero per il fatto di fantasticare romanticamente su una ragazza, ma quando questi pensieri ce li hai ogni santo giorno un minimo di confusione in testa su cosa sei e cosa non sei ti viene!! :?
Mi sembra come una forzatura fare questi pensieri su di un ragazzo, ma forse tutto questo è perchè non mi sono mai innamorato da perderci la testa...è come se io fossi attratto solo sessualmente, cosa che ovviamente non voglio, perchè non si addice minimamente alla mia persona o al mio modo di essere, ma quest'è....davvero, vorrei tanto provarlo anch'io un coinvolgimento emotivo per un ragazzo, e spero che un giorno possa capitarmi!! :roll:

Avatar utente
Sciamano
Utenti Storici
Messaggi: 535
Iscritto il: martedì 4 agosto 2009, 14:35

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda Sciamano » sabato 16 febbraio 2013, 14:15

Credo che col tempo farai ulteriore chiarezza su questa situazione. Ricordo un film dove una coppia (uomo e donna) mi affascinava molto e feci anch'io qualche pensiero romantico in chiave etero, certo sono state cose decisamente occasionali.

Nel tuo caso il pensiero di vivere sentimentalmente con una ragazza è predominante e costante, al tempo stesso la sessualità la vivresti con un ragazzo. Ricordo qualche bisessuale che aveva la situazione inversa, cercando nel forum credo ci sia qualche discussione di questi casi. Personalmente credo che dovremmo concederci un periodo in cui vivere spontaneamente quel che sentiamo e questo è il modo migliore di chiarire le idee; "pensare" in questi frangenti non fornisce alcun contributo, solo domande senza risposta...

Potrebbe essere che una cotta per un ragazzo ti porti ad amare lui sentimentalmente e sessualmente, magari (come accennavi) questo evento ti porterebbe ad altre immagini e desideri.
Cercare la felicità rispettando gli altri, sarebbe una grande conquista per l'umanità!

william27
Messaggi: 92
Iscritto il: sabato 27 ottobre 2012, 15:07

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda william27 » sabato 16 febbraio 2013, 15:28

Sciamano ha scritto: Personalmente credo che dovremmo concederci un periodo in cui vivere spontaneamente quel che sentiamo e questo è il modo migliore di chiarire le idee; "pensare" in questi frangenti non fornisce alcun contributo, solo domande senza risposta...


Condivido a pieno il tuo pensiero Sciamano! Infatti penso che ultimamente mi ci sto troppo arrovellando la testa su questa cosa, pensando che fin quando non l'avrò chiarita non mi sentirò libero di agire, di espormi con qualcuno ecc..
D'altra parte, è pur vero che forse solo essendo meno severo con me stesso, giudicandomi meno, e concedendomi la possibilità di lasciarmi andare, assecondando i desideri del momento, e magari anche di sbagliare, potrò davvero....non dico chiarire la situazione, perchè in fondo mi sembra abbastanza chiara, ma quantomeno sciogliere questo nodo, cosa che, sono sicuro, mi renderebbe davvero molto sereno! :)
Grazie tante della risposta! :mrgreen:
William27

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda holden78 » domenica 17 febbraio 2013, 16:50

E' successo e succede anche a me, nel mio caso ho notato che il problema era legato al fatto che continuo a rimanere affascinato dalla bellezza delle donne, e mi chiedevo come fosse possibile. Poi ho capitato che la bellezza delle donne non mi attrae fisicamente malgrado desti attenzione al mio sguardo, il corpo femminile non ha alcun potere di spingermi verso di lui,nessun piacere nel pensare di toccarlo,di stargli vicino.

Avatar utente
Blackout
Messaggi: 268
Iscritto il: mercoledì 26 dicembre 2012, 13:38

Re: è capitato anche a voi?

Messaggioda Blackout » lunedì 18 febbraio 2013, 11:52

Ciao a tutti :)
Rispondendo a william dico che ormai la cosa mi succede raramente tipo passaggio della cometa di Halley, nel senso che sia sessualmente che affettivamente il pensiero va ai ragazzi (a volte anche troppo ;) ) e pure io sono dell'idea che quei pochi passaggi mentali con ragazze siano retaggi di un antico modo di ragionare che mi son portato dietro per anni...Poi ci sta che ogni tanto il cervello si faccia una fuga dal solito "ambiente", ma non credo sia il caso di farne una tragedia o di crearsi dubbi di chissà quale tipo.
Come ti hanno già detto, prenditela sereno, fai e sperimenta quello che ti senti senza avere fretta di inquadrarti in un modo o nell'altro, tanto sarebbe solo una forzartura ora!
Il vero Io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te. (P. Coelho)


Torna a “CAPIRE DI ESSERE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite