Vivere l' essere gay

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
Avatar utente
875
Messaggi: 384
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda 875 » martedì 29 aprile 2014, 20:26

La persona che vuole capire : palla
Società : muro di gomma

semplicemente il fatto di sentirsi parte della società

la mia prima frase superficiale:
trovo giusto poter costruire qualcosa, ma lo sfogo è essenziale....

senza uno sfogo credo di arrivare a qualche malattia cronica, e tra queste è l' incessante voglia di trovare risposta...

Adesso, sicuramente sto violando il regolamento, o forse mi sto strappando la pelle, ma la penso così...adesso...non riuscire a sorridere perché mi troverei costretto ad obbedire la società, ma non posso lanciarmi contro questo muro di gomma o muro di assassini omofobi.
Quando ero in terapia stavo bene perché probabilmente riuscivo a controllarmi, ma adesso che non lo sono più ho in parte il controllo di me stesso, ma c è lo sfogo. Dovrei uscire, ma mi provo vergogna per via di un' età superata, come se non esistesse vita per questo lustro.

direi che fin che resisto vado avanti.
:?:

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda progettogayforum » martedì 29 aprile 2014, 20:38

Credo che quello che ha scritto Isabella sia il risultato vero di una lunghissima ricerca di identità e di definizioni (o meglio di etichette). Alla fine si arriva a capire che il vero equilibrio sta nel non crearsi una specie di necessità ossessiva di capire e di spiegare tutto. È un po’ quello che accade studiando la filosofia, chi non la conosce pensa di poterci trovare tante risposte, chi è abituato ad averci a che fare sa che il senso vero della filosofia è il superamento della stessa filosofia e delle sue categorie per riconquistare, ad un altro livello, una immediatezza e una semplicità che troppo spesso viene messa da parte e svalutata per andare alla ricerca di chissà che cosa. A che serve un forum gay? Serve proprio a capire che i gay sono ragazzi come tutti gli altri e che l’identità individuale è una realtà mille volte più profonda e di maggior valore in termini qualificazione personale dell’orientamento sessuale. Il sabato serve per concedere agli uomini una pausa di riposo, mai gli uomini non devono essere schiavi del sabato, come non devono essere schiavi delle etichette, dei pregiudizi e degli schemi mentali. Chi ti conosce ti apprezza come persona e la valutazione che dà di te è globale ed è del tutto lontana dalle etichette, qualsiasi esse siano.

Avatar utente
875
Messaggi: 384
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda 875 » mercoledì 30 aprile 2014, 8:46

-preghiera
bellissima! sei mia per sempre! ti prego, abbracciami e portami con te! illudimi, usami, spremimi, ma non portarmi all odio, alla vergogna e al vuoto; fammi sentire vivo! fammi respirare al fine di non dover pregare per amare!prendimi, avvolgimi, aiutami, fammi guardare, fammi toccare, fammi abusare, fammi fare! fatti conoscere, fatti concepire, fatti apprezzare, fatti guardare! non ripudiare il seme che deve fiorire, fallo fiorire e fai capire al seme che deve crescere. -
Ultima modifica di 875 il mercoledì 7 maggio 2014, 0:45, modificato 1 volta in totale.
:?:

Avatar utente
875
Messaggi: 384
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda 875 » venerdì 2 maggio 2014, 8:54

Ormai sono giorni che mi alzo dal letto come da manuale passando le giornate a provare a capire cosa sbaglio, ho i miei impegni ma se non metto almeno un punto o meglio un punto e.virgola come si fa a ordinare?
Son stufo.
:?:

Avatar utente
875
Messaggi: 384
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda 875 » domenica 4 maggio 2014, 1:41

Ok, taglia XXL, ma di cosa?
Della voglia di rompere quello che mi blocca verso l esterbo, una barriera sottile e opaca da cui per anni ho intravisto dall' altra parte vedendo il tempo trascorrere e perderlo.
Ormai i giochi sono finiti, c'è impegno solo per l egoismo per se e per provare a crearsi uno spazietto in sto mondo di merda! L ho detto! Che novità! I taboo che mi son creato senza colpe e senza rimpianti, è solo cosa fatta! Giornate passate male, sto marcendo o maturando? Non lo capisco! So solo che il tempo passa e passa...la giovinezza se ne va...e non rimane niente da dare.

Tic
Tac
Tic
Tac
:?:

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda progettogayforum » domenica 4 maggio 2014, 21:39

In certi giorni provo veramente stati di ansia e di angoscia profonda ma anche così so di poter fare qualcosa, per poco che sia. C'è moltissimo da fare per sé e soprattutto per gli altri e ogni giorno è prezioso perché possiamo fare molto e probabilmente lo facciano anche senza accorgercene. Un fortissimo abbraccio!!

Avatar utente
875
Messaggi: 384
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda 875 » domenica 18 maggio 2014, 8:34

Ho uno stato d animo interiore nullo.
Ho contattato e incontrato un altro psicologo qui...la differenza è tanta dalla vecchia terapia (no riparativa) e mi ritrovo a dover ricordare certi ricordi che avevo messo da parte e che avevo superato...il tempo è denaro e questo se ne va...gli amici restano, ma manca qualcosa...i desideri si pietrificano e la realtà è amara...la libido manca e niente di inaspettato succederà.
Questo nuovo percorso mi distrugge, non è facile ma è un periodo che non avrà mai fine e che avvolge tutte le questioni di se...
:?:

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Vivere l' essere gay

Messaggioda progettogayforum » domenica 18 maggio 2014, 11:35

No 875! Si superano anche le situazioni più sgradevoli. "Gli amici restano!" lo hai detto tu, restano perché ti stimano per quello che sei. Ci sono ricordi amari, sgradevoli, certo, è può essere molto penoso ripensarci, però anche quei ricordi vanno razionalizzati e visti a distanza guardando soprattutto avanti. Gli amici restano e sono molto contento che tu sia rimasto con noi!! Un forte abbraccio!!


Torna a “CAPIRE DI ESSERE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite