Potrei essere bisex?

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
soloio5
Messaggi: 32
Iscritto il: domenica 6 aprile 2014, 15:17

Re: Potrei essere bisex?

Messaggioda soloio5 » mercoledì 15 aprile 2015, 21:45

Ciao Project! È un po imbarazzante tornarsene a girare il dito nella piaga perché alla fine penso di avere un quadro Abbastanza esauriente anche grazie a voi.
Però vorrei dire alcune cose che penso e il vostro parere mi fa piacere.
Allora, mai in nessuna situazione di intimità con diversi amici etero, mi è passato per la testa un solo pensiero erotico omosessuale, e mai dopo quegli episodi di intimità mi sono masturbato in chiave gay.Per intimità mi riferisco al dormire insieme e vicini con amici etero.
Fin da adolescente mi sono masturbato in chiave etero, e la masturbazione in chiave gay l'ho provata dopo avere letto il vostro manuale e letto diverse testimonianze nel forum e soprattutto quelle riportate come esempio nel manuale.
Si è vero che i risultati finali sono risultati gli stessi di quella etero, ma ci vuole più tempo e devo scegliere persone quantomeno che mi piacciono molto esteticamente.Ok potrei essere bisex ma davvero all'atto pratico preferisco una relazione etero, anche se posso benissimo vivere con un ragazzo ma per il sesso la vedo macchinosa la faccenda. Magari un giorno conosco un ragazzo, me ne innamoro, e Poi? Ma a volte mi dico, non poteva succedere prima qualche cosa con un ragazzo? Invece niente di niente! Pur guardando i ragazzi carini, mai mi veniva in mente di portarmeli a letto, certo posso fare fantasie a volontà ma non significa necessariamente niente di concreto penso. Detto questo ormai sembrerà davvero che non mi do pace, ma rispetto ad un anno fa va molto meglio anche grazie a questo Forum!

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Potrei essere bisex?

Messaggioda barbara » giovedì 16 aprile 2015, 21:16

E' bello vedere come a volte basti confrontarsi e sentirsi ascoltati per fare chiarezza dentro di sè. A volte la paura e la confusione fanno brutti scherzi .
Penso anche che la tua esperienza dimostri come la sessualità sia qualcosa di assai complesso, che sfugge ai nostri tentativi di catalogarla.
Siamo noi che cerchiamo di applicare a questa dimensione delle regole e dei divieti. Ma se ci osserviamo attentamente, ci rendiamo conto che la nostra fantasia e le nostre sensazioni vanno oltre le categorie morali , gli schemi e via dicendo .
Ricordo sempre il film "Le fate ignoranti " , che descrive la magia di una sintonia inattesa tra una donna etero e un uomo gay . Dove finisce l'amicizia e dove comincia l'amore? Qual è il confine tra ammirazione e attrazione?
Spesso questo confine ce lo inventiamo perchè ne abbiamo bisogno , perchè ci rassicura.
Quel che è certo, a parte ciò, è che poche volte ho sentito raccontare la sensualità come l'hai raccontata tu quando hai parlato del tuo rapporto con questa ragazza.
Un'intesa come questa è un dono del cielo, da viversi momento per momento, proteggendola dalle preoccupazioni che lasciano il tempo che trovano .
Cos'altro posso dire? Carpe diem! :)


Torna a “CAPIRE DI ESSERE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite