Capire di essere gay42 anni

L'accettazione dell'identità gay, capire di essere gay
PSolitario
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2018, 12:01

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda PSolitario » venerdì 15 giugno 2018, 10:15

Ho letto la descrizione di asessuale ma non mi inquadra / etichetta

Avatar utente
agis
Messaggi: 1064
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda agis » venerdì 15 giugno 2018, 13:44

Nulla di cui preoccuparsi direi, E' un'ipotesi che può venire in mente dal momento che, fin dal tuo primo post, m'è parso tu lamentassi un trasporto (drive) insufficiente nei confronti di entrambi i generi. In altre parole ti descrivi come freddino sia nei confronti delle ragazze che dei ragazzi. Si dice - non so con quanto fondamento - che coloro che si riconoscono in questa descrizione siano l' 1% della popolazione generale. Minoranza non cospicua ma neppure negligibile. Se poi il problema delle etichette non ti affascinasse, meglio ancora PS. Non affascina neanche a me la tendenza a sentirsi determinati/dominati dai propri artefatti.
Anche così tuttavia ho creduto di indicarti un ambiente dove la gente tenderebbe a dare minore importanza ad un certo tuo modo di essere. Vedi tu.

PSolitario
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2018, 12:01

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda PSolitario » martedì 19 giugno 2018, 8:40

Il problema oggi se vefo una ragazza diciamo bellina dopo la mia pseudo consapovolezza forse di essere gay ho rifiuto totale delle ragazze forse anche dovuto a quello che mi è successo. Ho scritto www.assesual anche loro dico che non possono inquadrami e sito di incontro con persone che hanno un basso desiderio sessuale . Io penso di essere gay bloccato psicologicamente ma poi non saprei neanche da dove iniziare ci manca iniziativa, volonta

PSolitario
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2018, 12:01

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda PSolitario » martedì 19 giugno 2018, 15:52

Resto in attesa di risposte. Grazie anticipatamente dell'attenzione prestatami

Avatar utente
agis
Messaggi: 1064
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda agis » martedì 19 giugno 2018, 16:53

massantapolenta PS :evil:
fermo restando che nessuno contesta che, specie da giovani, ci possano essere erezioni slegate da contesti esplicitamente sessuali, polluzioni notturne o quant'altro, tu hai scritto comunque che quando eri ragazzino eri convinto di essere eterosessuale. Bene. Io invece, fin da quando cominciarono a spuntarmi i primi peli sopra il pisello, mi convinsi molto rapidamente di essere gay per il fatto di avere frequenti erezioni spontanee al semplice pensiero, per la semplice fantasia di uomini e ragazzi. A te, indipendentemente dai rapporti fisici che dici di aver sperimentato, t'è mai capitato di avercelo duro per il solo pensiero di una ragazza o un ragazzo? E non sto dicendo adesso che si può essere più o meno in fase calante ma quando eri più giovane.

PSolitario
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2018, 12:01

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda PSolitario » mercoledì 20 giugno 2018, 10:17

Non mi mai capitato fi averlo duro per il solo pensiero di una ragaźzo e non mi ricordo mentre se per le ragazze il solo pensirro mi venisse duro. Io non ricordo quando mi uscirono i peli su pisello non diedi tanto importanza ma una cosa mi capitava in eta adulta che mi piaceva l'odore del miei peli sul pisello non creandomi fantasie erotiche sui uomini ma mi faceva riflettere come mai mi piace l'odore sono gay? Grazie anticipatamente dell'attenzione prestatami a presto

PSolitario
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2018, 12:01

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda PSolitario » mercoledì 20 giugno 2018, 11:11

Ricordando l'odore pensavo ad altri umoni che potevano aver lo stesso odore che mi piaceva ma non mi veniva ' erezione mi creava solo dubbi sulla mi identita sessuale

Avatar utente
agis
Messaggi: 1064
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda agis » mercoledì 20 giugno 2018, 13:04

Po po po po po poffare the mole nature is strong in that :!: cheffai stasera babe? Conosco un postIcino dove fanno dei vermicelli da paura... 8-)
Vabbè, scherzi a parte PS, nella nostra, il senso dell'olfatto è considerato rudimentale rispetto a quello di altre specie dove la sessualità può avere aspetti olfattivi preponderanti. Tuttavia il suo ruolo non è trascurabile ed anch'io ricordo qualche caso in cui, indipendentemente dalla trascuratezza dell'igiene personale del potenziale partner il naso mi vietò di tentare ciò a cui gli occhi mi avrebbero senz'altro invitato. Tu però mi sembri molto più focalizzato di me su questo punto specifico e, soprattutto, non sembri costruire a partire da esso precise associazioni con l'altra/o da te.
Su un piano categoriale manterrei dunque senz'altro aperta la possibilità di considerarti un asessuale quasi da manuale. Ma sono accademismi che sovente lasciano il tempo che trovano per cui sarei ora a chiederti:
se non è un drive sessuale quello che ti fa desiderare la relazione con l'altra/o che cosa ti spinge a cercarla? Un qualcosa che senti dipendere da te o una semplice pressione sociale? :)

PSolitario
Messaggi: 32
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2018, 12:01

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda PSolitario » mercoledì 20 giugno 2018, 15:29

Penso non da pressioni sociali dipnde da me. Cose mi spinge stare con una ragazza penso di stare insieme ad una persona che mi faccia provare emozioni e sessualita soddisfacente . Sono domande facili ma ora sono sette anni che non sto piu con una ragazza e mi sembra difficile rispondere in modo naturale a queste domande ., grazie agis che presti attenzione nella mia ricerca della mia sessualita. Ponimi altre domande forse riesco capire chi sono . Io penso di soffrire del disturbo indendita sessuale non sapere con certezza se sono un etero con un desiderio debole o gay bloccato

Avatar utente
agis
Messaggi: 1064
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Capire di essere gay42 anni

Messaggioda agis » mercoledì 20 giugno 2018, 19:07

Prego, prego figurati, se non ci s'aiuta un po' tra noi talpe PS ^_^
Potrà anche essere interessante per te o per altri sapere se sei un etero
con desiderio debole o un gay represso ma, quand'anche lo sapessi, cosa ne ricaversti e cosa cambierebbe nel fatto che tu, a 47 anni, sembri avere come unici drives sessuali alcune fantasie/suggestioni di tipo olfattivo? Non c'è ovviamente nulla di male o di riprovevole in questo così come il fatto di essermi trovato con fantasie un pelo più elaborate delle tue non mi rende certo migliore di te. Sono cose che ci si accorda a ritenere indipendenti dalla volontà. Ciò detto, tuttavia, visto che per la prima e la seconda legge del sesso bisogna essere almeno in due e bisogna che piaccia ad entrambi, una certa intesa di coppia sembrerebbe necessaria per una sessualità soddisfacente.
Io ad esempio un'annusatina di cortesia te la darei e me la farei dare volentieri
in linea di massima ma, se una sessualità soddisfacente dovesse consistere per te in quest'unica cosa, mi parrebbe quasi di poter leggere nel pensiero della tua ex compagna prima che, pur sbagliando a comportarsi così, ti facesse la partaccia che t'ha fatto:

Na sciacquata,
n'annusata,
la par manco adoperata...
:evil: :evil: :evil:

(mo spe' che t'aggiusto io...) :twisted: :twisted:


Torna a “CAPIRE DI ESSERE GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite