COMING OUT SI E NO

La difficoltà di uscire allo scoperto
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

COMING OUT SI E NO

Messaggio da progettogayforum » venerdì 15 maggio 2009, 16:34

admin ha scritto:Dedico questo post al coming out. Parlando il 9 Maggio con Maurizio, un ragazzo 22enne della provincia di Mantova, ho avuto modo di affrontare con lui il problema del coming out ma le nostre posizioni alla fine di una chat di oltre tre ore sono rimaste sostanzialmente lontane. Confesso che ci sono rimasto male. Maurizio il 12 Maggio mi ha scritto una mail estremamente diretta alla quale ho risposto lo stesso 12 Maggio. Maurizio mi ha scritto di nuovo ieri pomeriggio e mi ha autorizzato a pubblicare le tre mail.
_________

Ciao Project,
Mi sa che lunedì sera ci sei rimasto malissimo e mi dispiace, però ci sono rimasto malissimo anch’io e ti devo dire chiaramente quello che penso. Secondo me tu non sei adatto al dialogo coi ragazzi, forse sei troppo grande, vieni da un mondo che è lontano dal nostro e soprattutto hai delle posizioni troppo rigide che qualche volta non sopporto proprio, certe volte ragioni come un prete, per te ci sono le cose assolute e poi un ragazzo si vuole sentire libero almeno quando viene in un sito gay. Dico, ma se non mi sento libero nemmeno qui allora devo stare sempre a zero? Parlo con te ma tu non mi dai una spinta positiva, mi metti sempre in guardia verso questo e quello, mi metti in testa un sacco di dubbi e non mi risolvi nessun problema. Ce l’hai un po’ l’atteggiamento da predica, tu vuoi essere paterno, ma no! Di padre me ne basta uno! Che già non sopporto nemmeno quello. Tu in effetti quello che vogliono i ragazzi non lo capisci. Noi vogliamo essere liberi, anche nel sesso, ma perché no? Con questa storia delle malattie tu vorresti che i ragazzi al sesso non ci pensassero proprio. E invece no, io ci penso eccome. Sì innamorarsi, anche, va bene, ma quando non succede che c’è di male a fare sesso anche solo per divertirsi. Mannaggia, quando l’ho detta questa cosa sembrava che ti cascasse il mondo addosso, ma che avrò detto? A me sembra ovvio che sia così a te no! E non ci capiamo. Ma la questione di fondo è un’altra. Io c’ho messo anni a decidermi al coming out, te ne parlo perché mi aspetto un ok, una spinta positiva e invece che cosa mi trovo? Una serie infinita di se, di ma e di però. Per fortuna che non mi faccio smontare da nessuno e nemmeno da te perché se no mi dovrei andare a rintanare e a vivere come i topi di fogna. Ma no! Io voglio la luce! Io voglio vivere! Se la gente della tua generazione si andava a nascondere perché non aveva le palle per farsi valere, beh, sono affari di quelli della tua generazione. Io nelle fogne ci ho vissuto troppo tempo, adesso basta! Alle cose che mi hai detto ci ho pensato, e ci avevo pensato anche da solo tante volte, ma mi sembrano tutte stronzate. Io non ho paura della gente! La vita mia me la voglio gestire come mi pare. Project! Riciclati se vuoi sopravvivere, lasciale perdere le cose vecchie e cerca di capire quello che i ragazzi vogliono veramente e soprattutto cerca di capire che siamo nel XXI secolo e che oggi non ha senso ragionare come ragionavi tu 40 anni fa. Onestamente mi dispiace se ti sei arrabbiato perché in chat mi sono dimenticato chi sei e quello che fai e poi tu sei più vecchio di mio padre e non ho il diritto di mancarti di rispetto e ti chiedo scusa. Non avercela con me, ma siamo di generazioni troppo diverse e forse non ci possiamo capire. Ti stimo come persona ma il tuo modello di vita gay, secondo me, è troppo rigido e astratto.
Maurizio
p. s. se mi rispondi mi fa piacere

Frog
Messaggi: 1
Iscritto il: lunedì 24 agosto 2009, 11:19

Re: COMING OUT SI E NO

Messaggio da Frog » lunedì 24 agosto 2009, 11:48

Riporto un coming out con un amico..
Io: devo dirti una cosa importante, spero per te non diventi un problema..
Lui: dimmi..
Io: sono gay
Lui: e questo sarebbe un problema?

Traduzione
Io: sai che io scopo con gli uomini?
Lui: e allora? saranno cazzi tuoi no?

Nella nostra amicizia non è cambiato nulla.


Riporto un coming out con un amica..
Io: scusa se faccio il lagnoso ma a volte non ce la faccio più a vivere da gay
Lei: a me non cambia nulla.. ma perché me l'hai detto? io non mi chiedo mai se uno sia gay o no


Riporto un esempio di coming out con una persona terrorizzata dall'omosessualità. Non credo serva riportare nulla poiché la pericolosità delle conseguenze la conosciamo tutti benissimo.
Morale? Talvolta il coming può fare soltanto danni.. Chi ti stima lo fa indipendentemente dai tuoi gusti sessuali; chi non ti stima ne approfitterà per distruggerti.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: COMING OUT SI E NO

Messaggio da progettogayforum » lunedì 24 agosto 2009, 11:58

Benvenuto Frog!!! Sono felice di vederti qui!

La morale che hai così bene enunciato mi sembra estremamente realsitica! Condivido!

Ferro
Messaggi: 232
Iscritto il: lunedì 1 giugno 2009, 21:34

Re: COMING OUT SI E NO

Messaggio da Ferro » mercoledì 26 agosto 2009, 18:23

Project in sincerità concordo con le cose dette da Maurizio, parlare con te non solo non mi ha fatto bene ma mi è servito a poco.
Non te l'ho mai voluto dire perchè penso che tu sia una persona speciale ed hai creato questo sito che è stata una benedizione per me, inoltre perdi tante ore del tuo tempo appresso ai nostri soliti problemi (in gran parte tutti uguali) e solo per questo meriteresti una statua.

Oltretutto leggere i tuoi post è a dir poco illuminante, ma anche io ho trovato nel tuo atteggiamento un muro paternalistico, di cose che alla fine sono tutte vere, ma che quando ci si accinge a muovere i primi passi in questo mondo non fa bene che ci sia presentato subito il conto.

Anche la tua posizione sul coming out non mi è difficile da immaginare, il tuo grande realismo dato dall'esperienza tende a mettere in guarda MA PROJECT DOBBIAMO SBAGLIARE ANCHE io penso che la cosa peggiore e non fare nulla.

Ben venga chi si butta a fare cazzate purchè le faccia con il fine giusto, poi si sbaglia AMEN, se ne possono pagare anche amare conseguenze però sempre meglio del limbo in cui ci troviamo tanti di noi.

Penso che l'importante sia uscirne o provare a uscirne e forse tu in questo pecchi di non sufficiente incoraggiamento, quasi che la maggioranza dei ragazzi scopertisi gay non attenda altro che buttarsi in tutto, ma non è così, superare i vincoli sociali è un grande passo ma il più grande è superare i vincoli con se stessi.

Scusa se te lo dico in questa sede e non nel luogo e nel momento opportuno, ma non avendotelo detto allora cercavo l'occasione e adesso si è presentata.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: COMING OUT SI E NO

Messaggio da progettogayforum » mercoledì 26 agosto 2009, 19:58

Ciao Ferro,
quello che dici penso possa essere profondamente vero, sono cresciuto 40 anni fa con l’idea della prudenza e della paura e forse non riesco a capire immediatamente che il mondo è cambiato, ma sto imparando. Quando vedo dei post dei ragazzi entusiasti del loro coming out sento nettamente che sono di un’altra epoca. Avrai notato che da qualche tempo (poco in verità) non ho più commentato post relativi al coming out, proprio per le motivazioni alle quali hai accennato tu, però non sono molto sicuro che sia la cosa giusta da fare perché vedo più di qualche volta situazioni mille miglia lontane da quelle indicate nei post dei ragazzi che fanno coming out con entusiasmo. L’unica cosa che mi sento di sottolineare è che ci vuole estremo buon senso.

Rispondi