come mi sono trovo a essere dichiarato

La difficoltà di uscire allo scoperto
Rispondi
Kitsune85
Messaggi: 8
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2009, 12:14

come mi sono trovo a essere dichiarato

Messaggio da Kitsune85 » venerdì 29 maggio 2009, 11:43

Io sono uno studente e per 4 anni dopo le superiori ho frequentato un corso giù in meridione, poichè non mi trovavo bene ho deciso di trasfermirmi al centro nord in una facoltà similare.Va premesso chè è un corso di laura con pochi iscritti un 100 di frequentanti anche meno; Quindi una facoltà chè di fatto è un liceo. Io ero convintissimo di essere bisex, ma non avevo avuto storie con donne. In questa facoltà ho trovato una ragazza e mi ci sono messo insieme. Prima di metterci insieme quando eravamo solo amici le ho detto di essere bisex.
La storia è durata poco 2, mesi esatti è finita il 31 gennaio. Dopo che la storia è finita lei si aspettava che io la inseguissi e che facessimo una storia lascia e prendi (mi ha lasciato LEI). Io non sono il tipo se uno mi lascia per me è finita apparte che c'erano una marea di problemi, comunque. Io non mi sono fatto più sentire quando la vedevo all'inizio la salutavo poi ci siamo tolti anche il saluto.
Lei e la sua amica per vendicarsi hanno avuto la felice idea di dirlo in tutta la facoltà che io ero bisex. Io intanto stavo male ma non per aver perso lei ma perchè ero entrato in una spirale di chiusura in me stesso non indifferente. Premesso che io sono molto aperto ed espansivo. I miei coinquilini non mi riconoscevano più. Una mia amica/coinquilina un giorno mi ha preso da parte e mi ha chiesto cosa avessi e io ho detto ciò che mi sentivo. Avevo la morte nel cuore quei giorni e non riuscivo ad essere felice. Intanto la voce in facoltà girava allegramente. Questa mia amica mi fa conoscere un ragazzo gay anche lui e io ci esco per un po'. Ci vado anche a letto e li capisco che quello che voglio sono gli uomini e che sono Gay e basta. Poi la storia con questo ragazzo finisce perchè eravamo profondamente diversi, ma rimaniamo comunque amici e ci vediamo ogni tanto. Alche presa consapevolezza di essere gay invece di negare e di dire no non è vero ed essere aditato, io comincio a dire si sono gay.
Nel giro di poco tempo quel senso di oppressione e depressione che mi portavo e trascinavo da anni viene cancellato. Mi sentivo libero, una cosa impagabile.
L'ho detto alla mia mamma che mi ha aiutato tantissimo poi ad alcuni amici di giù in sud italia e poi anche a papà che all'inizio non la presa bene ma ora pare che l'abbia digerita.
Insomma sembrava andasse tutto bene ho preso contatti con l'arcigay, e conto di militarci perchè amo molto l'associazionismo. Però ogni tanto nonostante io abbia una volonta ferrea mi sento solo. Vorrei un compagno, una persona seria e determinata, ma io ho fiducia e lo trovero.
Questa in breve e la mia storia
Vi giuro ho passato momenti difficili non so come ho fatto ma io non mi arrendo mai, non me lo posso permettere.
Ringrazio fin d'ora chi volesse dirmi qualcosa ma anche criticarmi va bene tutto.
Mi scuso se ci sono errori ma lho scritta di getto.
Grazie Kitsune85 (n_n)

Jek70
Utenti Storici
Messaggi: 518
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2009, 19:41

Re: come mi sono trovo a essere dichiarato

Messaggio da Jek70 » venerdì 29 maggio 2009, 15:19

Ciao Kitsune85.

Grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza. Penso che qui ti comprendano in molti quando dici che sentivi la morte nel cuore. Sono contento che sia passata che ora stia meglio.
Dici che vorresti un ragazzo, beh!, chi non lo vorrebbe. :)

Comunque hai ragione ad essere ottimista e a non arrenderti mai, vedrai che le occasioni non mancheranno e prima o poi troverai la persona giusta per te con il quale star bene insieme :)

Ti faccio tanti auguri per questo, per lo studio e per tutto il tuo avvenire. :)

Kitsune85
Messaggi: 8
Iscritto il: mercoledì 27 maggio 2009, 12:14

Re: come mi sono trovo a essere dichiarato

Messaggio da Kitsune85 » venerdì 29 maggio 2009, 17:26

Grazie Jek70 Io ho deciso di rendere partecipi lanche altre persone della mia esperianza, magari può essere utile a qualcuno. Io devo dire di essere molto maturato.
E ti ringrazio per glia auguri per i miei studi. Che devo dire sono stati un punto fermo, insieme alla mia tesi. Per fortuna non sono uno che si abbatte facilmente.

Rispondi