Crea sito
 
Oggi è mercoledì 22 novembre 2017, 7:47

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 2 [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia storia.
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2012, 15:26 

Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 23:27
Messaggi: 35
Ciao a tutti! :) Cavolo era veramente tantissimo tempo che non entravo e non scrivevo qui sul forum! Mea culpa, tra impegni e tutto il resto ho trascurato un po’. Oggi volevo raccontarvi la mia storia, voglio condividerla con voi e magari può anche essere d’aiuto a qualcuno, chissà.. Di certo, non avrei mai pensato di ritrovarmi a scrivere un post in questa sessione così presto, perlomeno non per il coming out che è avvenuto!
Siamo alla fine dell’estate, appena 3 giorni prima del mio ritorno all’università e quindi della fine delle mie vacanze a casa..è pomeriggio ad ero al pc: stavo dando un'occhiata a dei siti dove comparivano immagini semi-pornografiche, quando mi si blocca ed esce una facciata dove mi avverte che la polizia di stato mi ha bloccato il computer per visione e diffusione di immagini pornografiche private. Sono nel panico, non so cosa fare, cerco di trovare una soluzione, spengo e riaccendo il pc, ma non cambia nulla.. Allora mi rivolgo all'unica persona a cui mi potevo rivolgere: mio fratello! C'era però un problema, avrei dovuto raccontarli tutto(del mio essere gay, del fatto che ero in dei siti più o meno pornografici, cosa stavo cercando). Ma dovevo farlo, contro la mia volontà, ho cercato finchè ho potuto di trattenere la cosa, ma ormai non potevo più non dirlo..Pensavo tra me e me: “e se arriva a casa la multa con i link dei siti su cui ero collegato??, e se una volta sbloccato il pc ritorna alla pagina su cui ero?? Meglio dirglielo che farglielo scoprire così!”
E così è stato. Armato di coraggio, ma nervoso cerco di raccontargli tutto: più o meno dall’inizio fino ad ora..Gli ho detto come l’ho capito, come l’ho accettato, la fatica che ho fatto, ma anche i grandi traguardi che ho raggiunto con me stesso! Volevo sembrare forte e deciso, ma non ce l’ho fatta a non piangere..tutta la situazione mi aveva destabilizzato. Mio fratello era incredulo, mi ha detto che molto probabilmente ci sarà una spiegazione psicologica e che mi farebbe bene parlarne con qualcuno..Ho cercato di spiegarli che non è così e che sto bene, non ho bisogno di nessuno! Comunque l’ha presa bene, non posso lamentarmi. Ma la parte “migliore” arriva ora.
Mia madre quel giorno era in camera mia a riposarsi, e si è accorta che era successo qualcosa, che qualcosa non andava. Si è intromessa nella nostra conversazione, voleva sapere cosa fosse successo, si è arrabbiata, molto, e ha voluto sapere tutto..Quando avrei finito di parlare con mio fratello voleva che parlassi con lei..era molto agitata e preoccupata. Mio fratello cercava di farmi coraggio, mi diceva che era il momento giusto per fargli sapere di me e che magari più avessi aspettato, peggio sarebbe stato. E poi dovevo dargli una spiegazione sul pc, sul perché era stato bloccato e cosa stavo facendo. (Anticipo che la mia famiglia è molto,molto religiosa, mia madre in particolare)
Io non sapevo cosa fare, credo sia stata una delle decisioni più difficili che ho preso nella mia vita. Il problema era che io non ero pronto!
Mio fratello però è riuscito a convincermi, ad infondermi coraggio e dopo un’ora e mezza decido di uscire e di andare a parlare con mia madre. Mio fratello mi supportava.. Ha iniziato a farmi domande sul perché è stato bloccato, su cosa stessi facendo, sul perché non le parlavo..Io ho iniziato a pinagere, a piangere come piangono i dannati, a singhiozzoni (non ho nemmeno il ricordo dell’ultima volta che ho pianto come quel giorno) e anche lei ha iniziato a pingere. Ha iniziato a dirmi che è mia madre, che posso parlare di tutto con lei, che sono le prime persone a cui dobbiamo rivolgerci.. Così, posso dire “in una valle di lacrime”, accasciato su mia madre, gli ho detto tutto!
Momento di silenzio, lacrime e ancora lacrime e lei che mi abbraccia e mi bacia, e mi dice che non importa.Di stare tranquillo! (peccato che siano solo le prime parole)
Una volta che ci siamo ricomposti entrambi ha iniziato a farmi domande: Se sono fidanzato, se l’ho scoperto quando ero a Firenze (cosa che temevo,cioè che potesse pensare fosse colpa dell’allontamento da casa) , e poi mi ha detto che non sono “normale”. Scusate, riassumo le sue conclusioni su di me, perché mi sono dilungato anche troppo, perdonatemi!
Comunque per mia madre io sono opera del demonio, sono posseduto da uno spirito che mi fa essere così, che ho una lotta interiore, che non sono felice e non posso pensare di esserlo, e che la mia vita non può essere normale.
E’ stato faticoso affrontare tutto, controbbaterla e cercare di farli capire che conduco una vita normale, che essere gay è una cosa normalissima e che si può essere felici e che io lo sarò prima o poi, che non c’è nessuna lotta dentro di me e che io sto bene!! Era straziante vederla preoccupata, addolorata e confusa.. Io avrei voluto trasmetterli tutta la serenità possibile, ma a quanto pare non ci sono riuscito. Ora lei si comporta più o meno come prima, ma io..io mi sento diverso,non so spiegare bene la sensazione che provo.. Posso dire che dirlo ad un genitore, non è per niente vero che ti toglie un peso, anzi a me lo ha aumentato. Comunque, da quando sono ritornato all’università non siamo mai più tornati sull’argomento, lo evitiamo entrambi e credo che per ora sia meglio così. Ci serve tempo, a tutti e due per matabolizzare la cosa!
Chi è arrivato a leggere fino alla fine mi starà maledicendo per la lunghezza, e avete ragione scusatemi.. Ma vi ringrazio per avermi dato la possibilità di condividere la mia storia!
Un abbraccio a tutti! :D


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2012, 15:59 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5112
Ciao e bentornato!!! Proprio qualche giorno fa mi chiedevo perché non ti si vedesse più.

Che storia!! Veramente da quasi infarto!! Bene o male che sia ormai è fatta, e comunque non tuo fratello mi sembra sia andata bene.

E il computer? Spero tuo fratello sia riuscito a risolvere il problema. La polizia blocca i server e al massimo chi posta materiale illegale ma non il pc di un utilizzatore, come se fosse un server. La storia del pc fa pensare soprattutto a un sistema per estorcere denaro giocando sull'ingenuità degli utenti. Tempo fa arrivò a molta gente una mail in cui si minacciava di adire l'autorità giudiziaria se non si fossero pagati 110 dollari ad una società di servizi online di cui si diceva che il destinatario della mail avesse fatto uso, ma non c'era alcun nome del destinatario, c'erano invece degli estremi di conto bancario sul quale effettuare il versamento. Con questo sistema questi lestofanti hanno raccolto un bel po' di quattrini, ma poi la mail è arrivata perfino al Presidente della Repubblica, c'è stata una inchiesta e tipi che gestivano l'affare sono stati denunciati. Quella mail è stata mandata anche a me. Sulla storia del PC cercherei di capire di più.



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2012, 16:20 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
caro Pistop, dovrebbe trattarsi di questo virus che ha beccato qualche altro mio conoscente; ecco le istruzioni per liberarsene, ma credo che ormai avrai anche già provveduto.

http://www.webmaster-roma.com/antivirus ... ia-postale

per quanto riguarda la reazione di tua madre, immagino che tu ci sia rimasto molto male. Forse non eri pronto e la situazione era alquanto ingarbugliata per via del pc bloccato ecc e il vederti così angosciato ha aumentato la sua ansia. Potresti povare ad affrontare l'argomento quando sei più traquillo e sicuro di te stesso e spiegarle che quelle lacrime non erano frutto della tua angoscia all'idea di essere gay, ma solo della tensione del momento.
E poi starà a lei dimostrarti coi fatti che quello che ti ha detto è vero, che lei è sempre tua madre e che con lei puoi parlare di tutto. Ti ha fatto una promessa, dicendoti così, e le promesse vanno sempre mantenute . Non credi? ;)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: sabato 29 settembre 2012, 16:44 
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 9 luglio 2010, 0:27
Messaggi: 278
In effetti mi chiedevo anch'io come stesse.... il computer!!! :D
Strane circostanze ti hanno portato a compiere questo passo, comunque, ormai è andata.... non sempre si può scegliere, e capita di dover cedere il passo alla casualità degli eventi. Di recente ho letto questa: ...."Ormai la cosa è fatta, un errore irreparabile non bisogna considerarlo un errore, perché sarebbe inutile e nocivo".... inoltre, nel tuo caso, che sia stato un errore non sta scritto da nessuna parte. In bocca al lupo e stai tranquillo! ;-)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: domenica 30 settembre 2012, 12:41 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 1:00
Messaggi: 888
------Parte informatica :P :)
Dal punto di vista informatico, è necessaria sempre attenzione online... Molti navigatori di internet abituali, sono ancora convinti che come ai remoti tempi (per l'informatica) di fine anni 90, il pericolo maggiore di una navigazione non accorta, sia perdere i file di un computer... tralasciando però, che le forme più evolute del malware odierno (malware è un termine generico che indica programmi atti a recar danno) mirano al conto in banca, ai propri dati anagrafici e non sono poi così rari i casi estremi in cui le conseguenze diventano importanti, come l'essere parte di reti di riciclaggio di denaro (senza saperlo ovviamente), essere utilizzati come copertura per altre forme di reato..

E' necessario almeno, una configurazione sicura del broswer(programmi come spybot S&D possono aiutare ma...) . Per adesso un tool di rimozione è quello che farebbe al tuo caso (a giudicare da come si presenta si può pensare ad un semplice spyware, rimuovibile o col malwarebytes indicato nella guida di barbara, o con spybot S&D o tramite il programma combofix, a cui è necessario prestare ad ogni modo, particolare attenzione)

E fine consulenza.... :) (Però se ti serve aiuto no problem, contattami in pvt)
----------


Riguardo la tua storia pistop, ritrovo tanti elementi del momento in cui decisi di parlare del tutto con mia madre...

In particolare, per me la cosa si potrasse per mesi, con quei silenzi che appunto, dicevano tutto e nulla.

Riflettendo su quello che racconti, ci sono tante accuse che ti fa tua madre, cosa che rende decisamente evidente il fatto che sicuramente è ancora convinta di dover mettere in discussione te stesso, non lei..

Ovviamente dovrai dargli del tempo, penso, molto tempo... Ma quello che vorrei consigliarti, è di non dargli la possibilità di cullarsi nei suoi dolci pregiudizi e farti mancare di rispetto ogni volta che vuole.

Non è facile da spiegare, ma quello che credo è che, visto il modo con cui si è posta di fronte a tutta la situazione, troverà ogni scusa per evitare di dover rivedere i suoi schemi mentali, tutte le idee che fin da piccola ha visto consolidarsi, piuttosto che giungere a giudicare te stesso, in tutta la tua persona...
Devi stare molto attento perché ogni mancanza di rispetto che riceverai, prima di tutto influenzerà il tuo rapporto con lei, penso, in maniera evidente, e in secondo luogo ritarderà, da parte sua, una presa di coscienza che riguarda unicamente lei e tutta la situazione.

Per questo ti vorrei anche dire, che non le avresti trasmesso comunque alcuna serenità, aldilà di tutto; ora, per lei, tu sei quel demone che va raccontando, ma di sicuro e questo missà che lo rendono evidente anche i fatti, il problema non parte da te :)

Ovviamente, parlo per quello che ho vissuto io, ci sono tanti elementi che mi ricordano il modo in cui si è posta mia madre, come ha preso la situazione e tanti altri dettagli... Ma spero in ogni caso questi spunti ti possano aiutare per la tua situazione, che è ancora tutta da vedere :)

E ad ogni modo, un augurio Pistop :)



_________________
Per prima cosa portarono via i comunisti, e io rimasi in silenzio perché non ero un comunista. Poi se la presero coi sindacalisti, e io che non ero un sindacalista non dissi nulla. Poi fu il turno degli ebrei, ma non ero ebreo.. E dei cattolici, ma non ero cattolico... Poi vennero da me, e a quel punto non c'era rimasto nessuno che potesse prendere le difese di qualcun altro.
Martin Niemoller


Marc090 -- Amministrazione di ProgettoGay
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: domenica 30 settembre 2012, 16:03 

Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 23:27
Messaggi: 35
progettogayforum ha scritto:
Ciao e bentornato!!! Proprio qualche giorno fa mi chiedevo perché non ti si vedesse più.

Che storia!! Veramente da quasi infarto!! Bene o male che sia ormai è fatta, e comunque non tuo fratello mi sembra sia andata bene.

E il computer? Spero tuo fratello sia riuscito a risolvere il problema. La polizia blocca i server e al massimo chi posta materiale illegale ma non il pc di un utilizzatore, come se fosse un server. La storia del pc fa pensare soprattutto a un sistema per estorcere denaro giocando sull'ingenuità degli utenti. Tempo fa arrivò a molta gente una mail in cui si minacciava di adire l'autorità giudiziaria se non si fossero pagati 110 dollari ad una società di servizi online di cui si diceva che il destinatario della mail avesse fatto uso, ma non c'era alcun nome del destinatario, c'erano invece degli estremi di conto bancario sul quale effettuare il versamento. Con questo sistema questi lestofanti hanno raccolto un bel po' di quattrini, ma poi la mail è arrivata perfino al Presidente della Repubblica, c'è stata una inchiesta e tipi che gestivano l'affare sono stati denunciati. Quella mail è stata mandata anche a me. Sulla storia del PC cercherei di capire di più.


Grazie project, ora devo cercare di collegarmi più spesso :)
Per quanto riguarda mio fratello, sì..perlomeno posso contare su di lui in qualsiasi caso e direi non è poco! Per il pc invece era un virus, quello di cui parla Barbara..ti chiedevano dei soldi per sboccarlo, ma io ci son riuscito senza pagare nulla per fortuna!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: domenica 30 settembre 2012, 16:09 

Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 23:27
Messaggi: 35
riverdog ha scritto:
In effetti mi chiedevo anch'io come stesse.... il computer!!! :D
Strane circostanze ti hanno portato a compiere questo passo, comunque, ormai è andata.... non sempre si può scegliere, e capita di dover cedere il passo alla casualità degli eventi. Di recente ho letto questa: ...."Ormai la cosa è fatta, un errore irreparabile non bisogna considerarlo un errore, perché sarebbe inutile e nocivo".... inoltre, nel tuo caso, che sia stato un errore non sta scritto da nessuna parte. In bocca al lupo e stai tranquillo! ;-)


Sei sempre molto simpatico riverdog ed è una bellissima cosa ;)
Sì, in questo caso sono state proprio le circostanze a "costringermi" a fare questo passo, ma sai qual'è la cosa più assurda delle circostanze?? Che ti fregano sempre!! Se solo io fossi andato per primo da mio padre anzichè da mio fratello per la storia del pc, non sarebbe successo nulla di tutto questo, perchè è stato lui a dirmi che era un virus, dato che era capitato un suo collega. Ma come dice il grande Liga, "è andata come doveva,come poteva"..
Grazie mille riverdog e che crepi sto lupo :D


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: domenica 30 settembre 2012, 16:20 

Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 23:27
Messaggi: 35
barbara ha scritto:
caro Pistop, dovrebbe trattarsi di questo virus che ha beccato qualche altro mio conoscente; ecco le istruzioni per liberarsene, ma credo che ormai avrai anche già provveduto.

http://www.webmaster-roma.com/antivirus ... ia-postale

per quanto riguarda la reazione di tua madre, immagino che tu ci sia rimasto molto male. Forse non eri pronto e la situazione era alquanto ingarbugliata per via del pc bloccato ecc e il vederti così angosciato ha aumentato la sua ansia. Potresti povare ad affrontare l'argomento quando sei più traquillo e sicuro di te stesso e spiegarle che quelle lacrime non erano frutto della tua angoscia all'idea di essere gay, ma solo della tensione del momento.
E poi starà a lei dimostrarti coi fatti che quello che ti ha detto è vero, che lei è sempre tua madre e che con lei puoi parlare di tutto. Ti ha fatto una promessa, dicendoti così, e le promesse vanno sempre mantenute . Non credi? ;)


Sì, Barbara era esattamente quel virus. Grazie al collega di mio padre che ci era capitato sono riuscito a sblocarlo senza dover pagare nulla, anche sul sito della guardia di finanza ci sono le istruzioni sul come fare per liberarsene!
Mia madre inveceee..bhè ci sono rimasto molto male. Essere considerato così da un proprio genitore non è molto bello..Il giorno prima di partire abbiamo parlato e ho cercato di farli capire che si sbaglia, che lei non ha nessuna colpa(si accusava del fatto di non essersi mai accorta prima della questione, come se potesse avere il potere di farmi cambiare orientamento sessuale), che faccio una vita normale e che sto bene, veramente bene adesso (ma che starei anche meglio se so che anche lei sta bene), che stavo così solo per tutto quello che era successo e non perchè sono gay..ma non so a quanto possa essere servito! Comunque solitamente le promesse si fanno per essere mantenute, spero che lei la mantenga :)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: domenica 30 settembre 2012, 16:31 

Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 23:27
Messaggi: 35
marc090 ha scritto:
------Parte informatica :P :)
Dal punto di vista informatico, è necessaria sempre attenzione online... Molti navigatori di internet abituali, sono ancora convinti che come ai remoti tempi (per l'informatica) di fine anni 90, il pericolo maggiore di una navigazione non accorta, sia perdere i file di un computer... tralasciando però, che le forme più evolute del malware odierno (malware è un termine generico che indica programmi atti a recar danno) mirano al conto in banca, ai propri dati anagrafici e non sono poi così rari i casi estremi in cui le conseguenze diventano importanti, come l'essere parte di reti di riciclaggio di denaro (senza saperlo ovviamente), essere utilizzati come copertura per altre forme di reato..

E' necessario almeno, una configurazione sicura del broswer(programmi come spybot S&D possono aiutare ma...) . Per adesso un tool di rimozione è quello che farebbe al tuo caso (a giudicare da come si presenta si può pensare ad un semplice spyware, rimuovibile o col malwarebytes indicato nella guida di barbara, o con spybot S&D o tramite il programma combofix, a cui è necessario prestare ad ogni modo, particolare attenzione)

E fine consulenza.... :) (Però se ti serve aiuto no problem, contattami in pvt)
----------



Riguardo la tua storia pistop, ritrovo tanti elementi del momento in cui decisi di parlare del tutto con mia madre...

In particolare, per me la cosa si potrasse per mesi, con quei silenzi che appunto, dicevano tutto e nulla.

Riflettendo su quello che racconti, ci sono tante accuse che ti fa tua madre, cosa che rende decisamente evidente il fatto che sicuramente è ancora convinta di dover mettere in discussione te stesso, non lei..

Ovviamente dovrai dargli del tempo, penso, molto tempo... Ma quello che vorrei consigliarti, è di non dargli la possibilità di cullarsi nei suoi dolci pregiudizi e farti mancare di rispetto ogni volta che vuole.

Non è facile da spiegare, ma quello che credo è che, visto il modo con cui si è posta di fronte a tutta la situazione, troverà ogni scusa per evitare di dover rivedere i suoi schemi mentali, tutte le idee che fin da piccola ha visto consolidarsi, piuttosto che giungere a giudicare te stesso, in tutta la tua persona...
Devi stare molto attento perché ogni mancanza di rispetto che riceverai, prima di tutto influenzerà il tuo rapporto con lei, penso, in maniera evidente, e in secondo luogo ritarderà, da parte sua, una presa di coscienza che riguarda unicamente lei e tutta la situazione.

Per questo ti vorrei anche dire, che non le avresti trasmesso comunque alcuna serenità, aldilà di tutto; ora, per lei, tu sei quel demone che va raccontando, ma di sicuro e questo missà che lo rendono evidente anche i fatti, il problema non parte da te :)

Ovviamente, parlo per quello che ho vissuto io, ci sono tanti elementi che mi ricordano il modo in cui si è posta mia madre, come ha preso la situazione e tanti altri dettagli... Ma spero in ogni caso questi spunti ti possano aiutare per la tua situazione, che è ancora tutta da vedere :)

E ad ogni modo, un augurio Pistop :)


Per quanto riguardo la prima parte diciamo che ci ho capito ben poco xD Cioè in sintesi ho capito cosa vuoi dire, ma non più di tanto :?
Per la seconda ti ringrazio molto Marc090, farò tesoro di quello che mi hai detto in modo da cambiare atteggiamento se e quando ritorneremo a parlare sull'argomento! Ogni esperienza raccontata credo sia comunque un aiuto in qualche modo per gli altri.. Grazie mille anche per gli auguri ;) :)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Fratello e mamma: due piccioni con una fava?? La mia sto
MessaggioInviato: domenica 30 settembre 2012, 18:21 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Pitstop i percorsi della mente sono tali e tanti che non mi stupirei del fato che l'effetto ottenuto fosse quello almeno incosciamente desiderato. Di fronte ad un pc in quelle condizioni avresti potuto fare mille cose. Formattarlo per esempio o portarlo da un tecnico qualora non fossi in grado di farlo tu. Parlare con tuo fratello, ma dirgli semplicemente che hai preso un virus su un sito porno (anche quelli etero ne sono pieni e suscettibili di pericoli di quel tipo). Anche nel caso di tua madre avresti potuto fare riferimento semplicemente al porno (non per forza gay). Una madre biigotta per come si deve avrebbe repentinamente soprasseduto sulla cosa, giudicando un male invitabile che il figlio si spippetti davanti ai porno qualche pò. Avrebbe fatto seguito al più una ramanzina sui possibili effetti al nervo oculare dell'onanismo e via.
Questo non per dirti che hai fatto male a fare quello che hai fatto, visto che non ci sono cose giuste o sbagliate, ma solo per farti ragionare su quali sono state le tue esigenze di vuotare il sacco o forse, prima ancora, riconoscere a te stesso il fatto che questa esigenza ci fosse, visto che premetti che mai ti saresti aspettato di dover parlare di c.o. Questo solo per poterti rapportare più consapevolmente a quanto successo. Una cosa è vivere tutte le possibili conseguenze di questo tuo gesto come un effetto della sfiga, onde per cui non la puoi ne manipolare ne gestire, altra cosa è farsene carico come una cosa che si è cercata e voluta. Non so se ti aiuterà o danneggerà questo ragionamento, certo è che vivere in una famiglia in cui la madre pensa che tu sia posseduto facile non sarà. Vedrai in seguito gli effetti reali di questa comunicazione e speriamo per il meglio.
In tutto ciò mi chiedo perché tu madre dorma nella tua stanza. Alla base di questo incidente c'è il fatto che a quel che vedo in casa tua uno spazio non violato in cui la tua privacy sia garantita non c'è. Questo entrare nella tua stanza, che poi è un cercare di entrare nei tuoi pensieri, non può che essere angosciante per te. Ti ha quasi estratto con la forza un segreto e già le premesse non sono state delle migliori. Di positivo c'è che la comunicazione è avvenuta molto sul piano emotivo e questo ti ha fatto bene.
Non so se sei al liceo o all'università, ad ogni modo cerca di fare lo sforzo di costrurti un ambiente "protetto" diciamo così dalle incursioni della famiglia. Mi chiedo se mai dovessi avere una storia se tua madre non si introfulerà nuovamente pretendendo spiegazioni. Non so se ti ho detto cose che possono farti stare meglio, ma è quello che mi è venuto in mente leggendo l'accaduto.


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 2 [ 11 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010