Prima o poi accadrà!

La difficoltà di uscire allo scoperto
Rispondi
Josh
Messaggi: 23
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2012, 11:44

Prima o poi accadrà!

Messaggio da Josh » sabato 10 novembre 2012, 22:48

Ciao a tutti:) scrivo questo post perchè mi sono accorto che in questo periodo a volte sento l'esigenza di parlare con un mio amico e di dirgli la verità. Mi è capitato di dover parlare con loro della mia vita sentimentale come normalmente si fa tra amici e alla fine sono costretto a dire sempre "no non ho una ragazza ". Prima o poi mi scapperà di dire a loro la verità, mi scapperà di rivelare veramente chi sono ( e di questo non ho paura ) ma ho paura della loro reazione. Può darsi che la prendano bene ma può darsi che la prendano male e non si faranno più vedere da me e io rimmarrò solo. Secondo voi sarebbe una cosa giusta dire la verità a loro rischiando poi di rimanere ancora più solo?
forse dovrei chiedergli prima cosa pensano dei gay? ma questa domanda sarebbe troppo rischiosa!
Devo trattenermi o lasciare uscire naturalmente le mie parole quando ne ho voglia?

arrofus
Messaggi: 151
Iscritto il: mercoledì 29 settembre 2010, 1:06

Re: Prima o poi accadrà!

Messaggio da arrofus » sabato 10 novembre 2012, 23:19

Secondo me è giusto essere te stesso, se loro reagiscono male è prima di tutto un problema loro. Non saranno certo gli unici amici che avrai in tutta la vita, e se sono omofobi non sono di certo adatti a te.

Non devi trattenerti.

Avatar utente
argo
Messaggi: 30
Iscritto il: domenica 6 maggio 2012, 22:17

Re: Prima o poi accadrà!

Messaggio da argo » sabato 10 novembre 2012, 23:56

Ciao Josh,
non penso che alle tue domande e ai tuoi dubbi ci possano essere delle risposte univoche. Molto dipende da quanto tu senti di voler condividere questa cosa e, soprattutto, con chi.
Io non ho detto a nessuno della mia omosessualità per molto tempo: sia per paura delle reazioni altrui, sia per dubbi (infondati e irrazionali) che mi facevano pensare al mio orientamento sessual-sentimentale come un qualcosa di sbagliato o, al limite, come una fantasia passeggera che, prima o poi, sarebbe magicamente scomparsa, magari incontrando la donna della mia vita! (Ora me ne rendo conto: non c'è scusa più ridicola!).
Poi, qualche mese fa, non ce l'ho fatta più a tenere per me il "segreto": finchè ti tieni dentro ciò che provi, sei forse più tranquillo, più "sicuro", ma, almeno per me non era una condizione completamente "reale": ho parlato della mia omosessualità con un cara amica che conosco da molti anni. Non è stato facile dirglielo e le parole sembravano non uscire, nonostante l'amicizia e la confidenza che ci lega: bastavano tre parole, "io sono gay", e invece penso di esser partito da Adamo ed Eva per arrivare, dopo qualche minuto, al nocciolo della questione.
PARLARE, secondo la mia esperienza, è assolutamente TERAPEUTICO: mi ha permesso di rendere un po' più "reale" il "problema": non perchè l'omosessualità sia, ovviamente, un problema in sè, ma lo diventa, purtroppo, in una società bigotta come la nostra... Certo, non appenderai i cartelli per strada, ma se senti di voler condividere una fetta importante (anzi, fondamentale) della tua vita, direi che vale la pena provarci. E provarci con un amico può essere un buon punto di partenza.
Ciascuno di noi, pertanto, è come una contromarca di uomo, diviso com'è da uno in due, come le sogliole - Platone, Simposio 191d

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2398
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Prima o poi accadrà!

Messaggio da Alyosha » domenica 11 novembre 2012, 0:11

Perché dovrebbe essere rischioso chiedere ai tuoi amici cosa pensano dei gay e non dovrebbe esserlo dirgli che sei gay? Vedi l'idea che scappi neanche fosse una puzzetta in ascensore non è il massimo, certe forme di incontinenza vanno evitate. Rifletti con calma, con attenzione, cerca di capire se qualche tuo amico in particolare è particolamente predisposto ed evita le platealizzazioni della notizia, non siamo a teatro e non ti pagano il biglietto per vedere lo spettacolo. A parte queste piccole considerazioni di merito, sta sereno sui possibili rischi. Dichiararsi pubblicamente alla tua età, sinceramente eviterei, più in là forse, poi si vede, intanto cerca di crearti le condizioni che possano rendere possibile questo percorso e una cerchia di persone fidate. E sta sereno il tempo c'è e non ti corre dietro nessuno.
P.S.: A si.. certo ovviamente ti consigliavo di provare a sondare il terreno prima, provando a capire cosa pensano in genere dell'omosessualità. Sai oggi come oggi, con due presidente di regione gay non è difficile introdurre l'argomento ;). Parlagli anche dell'euro a che ci sei e del danno che ha fatto all'Europa.

k-01

Re: Prima o poi accadrà!

Messaggio da k-01 » martedì 13 novembre 2012, 23:05

Ci sono tanti modi per comunicare e non sempre il linguaggio diretto verbale è il migliore. Prova a far capire di te in altri modi. E poi sdrammatizza, non è che devi comunicare la morte di qualcuno.

Rispondi