e sono 2 :)

La difficoltà di uscire allo scoperto
lucke93
Messaggi: 19
Iscritto il: giovedì 11 ottobre 2012, 15:44

e sono 2 :)

Messaggioda lucke93 » martedì 27 novembre 2012, 10:33

ciao ragazzi
ieri ho preso coraggio e l'ho dello al mio migliore amico :)
mi ha fatto troppo felice confermare quello che ho sempre pensato su di lui che cioè è un vero amico... Mi ha detto che per lui sono sempre io e che non cambia niente tra di noi in più mi ha chiesto se io la vivevo con felicità questa cosa.. io l'ho risposto di si e lui mi ha detto che questo era l'importante che io stessi bene per il resto lui è felice per me :)
Io l'ho sempre pensato che era un vero amico , una persone speciale e ieri l'ho confermato :)
Ciao a tutti ragazzi :)
Godiamoci la vita intensamente non soltanto con moderazione ma con la consapevolezza della bontà di quel momento perché la vita è una grande avventura, bevendo fino in fondo anche dall'amaro calice del dolore perché non vada persa nemmeno una goccia di vita

Tozeur
Messaggi: 538
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: e sono 2 :)

Messaggioda Tozeur » martedì 27 novembre 2012, 23:37

Sono contento lucke che tu abbia vicino persone così, in bocca al lupo per gli altri
Alone but not lonely

Giarrow
Messaggi: 26
Iscritto il: giovedì 8 novembre 2012, 12:22

Re: e sono 2 :)

Messaggioda Giarrow » venerdì 30 novembre 2012, 9:46

Spesso il coraggio se sincero e frutto di una reale convinzione nell'agire viene premiato come è successo a te! In bocca al lupo per il futuro. :D

Avatar utente
Nemo
Membro dello Staff
Messaggi: 330
Iscritto il: domenica 6 maggio 2012, 8:57

Re: e sono 2 :)

Messaggioda Nemo » venerdì 30 novembre 2012, 16:13

lucke93 ha scritto:Io l'ho sempre pensato che era un vero amico , una persone speciale e ieri l'ho confermato


è già :) hai fatto questo dono alla persona giusta ^^ Sono contento per te :)
Nemo.
Operatore chat di progetto gay

arrofus
Messaggi: 151
Iscritto il: mercoledì 29 settembre 2010, 1:06

Re: e sono 2 :)

Messaggioda arrofus » sabato 1 dicembre 2012, 14:44

Caro lucke93,
per prima cosa voglio dirti che sono molto contento per te. Questo è uno dei primi passi, ce ne saranno altri che probabilmente farai ma ti posso assicurare che i primi sono i più difficili. Hai fatto un grande gesto verso te stesso.
Poi è molto positivo anche che hai un buon rapporto con un amico che consideri molto importante per te.

Però lasciami esprimere il mio dissenso verso un'idea che circola in questo forum e soprattutto in questa sezione.
Tu non gli hai fatto un dono. Che non cambi niente è del tutto scontato. Deve essere così per tutti e se per qualcuno non lo è, è un problema suo.
Continuare a penare che se una persona "ci accetta" (ma accettare cosa? che siamo gay? mah...), allora è un "grandissimo amico", e una persona speciale PER ME è sbagliato.

Concordo che è importantissimo che tu abbia condiviso questo momento con un vero amico, che è tale proprio perché ti è stato vicino in uno dei primi coming out. Ma alla fine hai scelto tu di dirlo a lui, proprio perché per te è importante e sapevi che ti saresti trovato a tuo agio a parlargli. Cosa che poi è successa, date le sue belle parole che, essendo la seconda volta che ne parli con qualcuno, era fondamentale che fossero amichevoli e comprensive.

Ti invito per un attimo a pensare come faccio io: potrà arrivare un giorno in cui dirai, ogni volta che capiti in argomento con chiunque, che ti piacciono i ragazzi o le ragazze così come ora dici che ti piace l'acqua frizzante o liscia(che schifo la frizzante :shock: ). Questo momento che hai condiviso con il tuo amico rimarrà comunque fondamentale, però, se ci sei dentro, esci dalla logica del "dono", della "persona speciale" ecc. ecc. solo perché ti ha "accettato".

Il dono lo hai fatto a te stesso.

Tra un po' scriverò un post riguardo la mia vita da gay dichiarato, vi anticipo solo che ci sono soltanto cose positive in più. E l'ambiente in cui vivo non è certo l'insula Utopia. (Sono l'autore del topic: Dichiararsi con tutti, fatelo.)

Ciao e in bocca al lupo per i prossimi passi in merito.
Ultima modifica di arrofus il domenica 2 dicembre 2012, 4:13, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Yoseph
Membro dello Staff
Messaggi: 369
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 22:49

Re: e sono 2 :)

Messaggioda Yoseph » sabato 1 dicembre 2012, 14:54

hai ragione arrofus, l'accettazione non dovrebbe essere un dono, ma la società ci terrorizza così tanto a volte che quando otteniamo qualcosa di normale ci sembra un miracolo. Aspetto con ansia il tuo post, proprio ieri ne ho aperto uno io in cui chiedevo anche di raccontare la propria esperienza personale, se ci si sente realizzati, ecc.

Scusami luke93 se ho approfittato del tuo spazio, sei fortunato ad avere un amico così, spero di trovarne anch'io, è difficile portarsi dentro un peso per troppo tempo! In bocca al lupo per tutto! ;)

Avatar utente
riverdog
Messaggi: 281
Iscritto il: venerdì 9 luglio 2010, 0:27

Re: e sono 2 :)

Messaggioda riverdog » sabato 1 dicembre 2012, 16:00

Concordo con Arrofus al 101% .... non voglio entrare nella questione 'favorevole o contrario al CO'.... ma parlare di doni, segreti, resoconti con cerimoniali esagerati manco fosse una proposta di matrimonio.... etc. etc. è molto lontano dal mio modo di vedere le cose.
Parlo in generale, non mi riferisco a questo topic in particolare.
A prescindere da questo, mi fa piacere sia andata benone Lucke, e.... in bocca al lupo per il tuo percorso! ciao!

Avatar utente
marc090
Amministratore
Messaggi: 888
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 1:00

Re: e sono 2 :)

Messaggioda marc090 » domenica 2 dicembre 2012, 11:32

Però lasciami esprimere il mio dissenso verso un'idea che circola in questo forum e soprattutto in questa sezione.
Tu non gli hai fatto un dono. Che non cambi niente è del tutto scontato. Deve essere così per tutti e se per qualcuno non lo è, è un problema suo.
Continuare a penare che se una persona "ci accetta" (ma accettare cosa? che siamo gay? mah...), allora è un "grandissimo amico", e una persona speciale PER ME è sbagliato.


E' un grandissimo amico perché va oltre un pregiudizio molto permeante, rimettendo in discussione le sue idee in nome dell'amicizia (Questo pensando alla visione migliore). Anche però che abbia il coraggio di non tirarsi indietro e di accettare quella realtà (perché si parla di accettazione fintanto che tutto viene descritto, nella società, come il male assoluto) non è comunque poco ed è segno di grande fiducia.

Sulla questione del dono, concordo assolutamente... se non è un gesto che si fa per se stessi, togliere alcuni di questi terribili vincoli che ci vengono imposti, per chi altri lo si dovrebbe fare?

E non volevo andare troppo off-topic in realtà; ho visto un po' l'evoluzione della storia che ci hai raccontato lucke93 e mi fa assolutamente piacere che tu pian piano stia giungendo alle conquiste a cui hai mirato :)
Per prima cosa portarono via i comunisti, e io rimasi in silenzio perché non ero un comunista. Poi se la presero coi sindacalisti, e io che non ero un sindacalista non dissi nulla. Poi fu il turno degli ebrei, ma non ero ebreo.. E dei cattolici, ma non ero cattolico... Poi vennero da me, e a quel punto non c'era rimasto nessuno che potesse prendere le difese di qualcun altro.
Martin Niemoller


Marc090 -- Amministrazione di ProgettoGay

k-01
Messaggi: 272
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 22:05

Re: e sono 2 :)

Messaggioda k-01 » domenica 2 dicembre 2012, 11:48

Cosa ci sarebbe di male nell'accettazione? Tutti sognamo di essere accettati per quel che siamo come persone al di là dell'orientamento sessuale.
Il gesto dell'amico non ha nulla di straordinario. Ha semplicemente confermato l'amicizia. Insomma tutto è andato come sarebbe dovuto andare. :)

Avatar utente
marc090
Amministratore
Messaggi: 888
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 1:00

Re: e sono 2 :)

Messaggioda marc090 » domenica 2 dicembre 2012, 13:03

Beh... credo che fosse anche il discorso di arrofus per grandi linee, ossia come dietro questa parola, accettazione, si nasconda il ricatto implicito di doverci adeguare (pena la non accettazione).
Per prima cosa portarono via i comunisti, e io rimasi in silenzio perché non ero un comunista. Poi se la presero coi sindacalisti, e io che non ero un sindacalista non dissi nulla. Poi fu il turno degli ebrei, ma non ero ebreo.. E dei cattolici, ma non ero cattolico... Poi vennero da me, e a quel punto non c'era rimasto nessuno che potesse prendere le difese di qualcun altro.
Martin Niemoller


Marc090 -- Amministrazione di ProgettoGay


Torna a “COMING OUT”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite