Come fregarsene del giudizio degli altri?

La difficoltà di uscire allo scoperto
Vacuum
Messaggi: 22
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 17:47

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda Vacuum » venerdì 1 marzo 2013, 22:01

barbara ha scritto:Caro Vacuum, la situazione che vivi e soprattutto la sua durata metterebbero duramente alla prova la persona più forte. Hai giustamente usato la parola mobbing e la parola bullismo. Credo che nella tua situazione ci siano entrambe queste dimensioni e ciò spiega il tuo malessere. Sappi che ho visto dei professionisti adulti e molto competenti nel loro lavoro andare in crisi profonda e piangere proprio davanti a me mentre raccontavano le vessazioni a cui erano sottoposti . E credi a me, erano niente in confronto alle tue.
Dunque se nonostante quello che subisci sei ancora in grado di alzarti la mattina e andare a scuola, posso dire che carattere ne hai da vendere.
Vorrei sapere quanto reggerebbe uno dei tuoi persecutori se si trovasse un domani in una situazione analoga. In gruppo ci si sente forti anche quando non lo si è.
Ma tu sei solo e nonostante ciò vai avanti come un piccolo soldato circondato da ogni parte, che cade e si rialza e poi ricade, ma non molla.
Hai la mia più profonda e sincera ammirazione.


Grazie Barbara :D Il tuo nome mi ricorda la mia migliore amica, anche lei si chiama così.
Immagino che ci sono cose peggiori, infatti mi chiedo come alcune persone riescano ad essere così sicure di sè. Sembrano intoccabili. Invidio questo tipo di gente :)

Non mi sento di avere così tanto carattere, per via in particolare dei giudizi dei miei genitori. Facendomi convincere che ho poco carattere, per raggiungere i loro obiettivi (come ogni genitore vorrebbe).

E a volte mi dico che comunque, forse non sono l'unico in questa barca.
Che chi più, chi meno, siamo tutti quanti poco sicuri, perchè non siamo pienamente noi stessi.
Che troviamo in noi tanti difetti che ci vengono fatti notare sin dall'infanzia.
E la lista è lunga da scrivere...

Secondo me, la maggior parte di tutti i nostri problemi interiori, provengono dall'essere se stessi e dal fregarsene delle opinioni altrui.

Comunque gli altri anni era orribile, soffrivo di insonnia e avevo gli incubi.
Il più delle volte nelle prese in giro veniva sempre preso come argomento di discussione il fatto del mio essere gay, sin dall'elementari addirittura.

L'anno scorso sono stato pure trattato male in un'altra scuola e mi sono ritirato.
Quest'anno invece c'è stato qualche episodio di bullismo, non grave a quei livelli, però c'è stata una minaccia da una persona della mia scuola per intimidirmi.

La mattina devo alzarmi e andare a scuola, non tanto facendo fronte agli STR**ZI ma facendo fronte alla mia ansia, a pensieri cupi come l'accettazione di me, alla freddezza che si respira in quell'edificio e a certi sguardi fissi fatti apposta da quel tipo di elementi (che mi chiedevano appunto dell'episodio). I tipici mafiosetti tamarri. Ma io non li guardo, finchè non noto che loro hanno smesso.

Non so se è meglio o peggio l'indifferenza. Sentire di non contare nulla in un ambiente.

Ci provo ad avvicinarmi per cambiare idea su una persona, ma gli altri non lo notano, pensano che mi auto escludo.
Ma alla fine non importa, sono uno più ipocrita dell'altro.
Non ci perdo nulla ;)
La più grande prigione in cui le persone vivono
è la paura di ciò che pensano gli altri.

Vacuum
Messaggi: 22
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 17:47

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda Vacuum » venerdì 1 marzo 2013, 22:21

Micky93 ha scritto:
Cerca di comprenderti, di capire come funzioni, leggi tanto, interessati di discipline che trattino dell'umanità, filosofia, antropologia, psicoanalisi, fatti una cultura sulle persone, sul perché del bullismo, sul perchè dell'omosessualità, insomma, interessati. So che come cosa può sembrare molto noiosa, ma è anche ciò che mi ha aiutato maggiormente. Se capisci te stesso, capirai anche gli altri ''enti'' che ti circondano...


Interessante :)
Mi è piaciuta molto questa frase: "L'umanità è carta velina che vuol apparire acciaio".
E' tua? :)
Anche a me appassiona il mondo della Psicologia, infatti per un periodo ho cercato molte informazioni per comprendere il perchè di alcune cose. E cerco anche adesso.
Ho scoperto che se soffro spesso di ansia quando mi trovo in mezzo agli altri, è perchè mi sto allontanando dalla mia natura.
Sono energie e creatività bloccata :|
La più grande prigione in cui le persone vivono
è la paura di ciò che pensano gli altri.

arrofus
Messaggi: 151
Iscritto il: mercoledì 29 settembre 2010, 1:06

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda arrofus » sabato 2 marzo 2013, 1:49

Vacuum ha scritto:Sembrerò scontato e banale, ma grazie davvero :)


:) In bocca al lupo, a risentirci! ;)

Avatar utente
Yoseph
Membro dello Staff
Messaggi: 369
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 22:49

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda Yoseph » sabato 2 marzo 2013, 3:20

Mi dispiace che tu abbia trovato solo degli incompetenti tra gli psicologi a cui ti sei rivolto, ma ti assicuro che una terapia quando è fatta bene dà i suoi frutti. Io per esempio ho incontrato un bravo terapeuta cui devo tutti i miglioramenti che ho avuto della mia vita, è vero che talvolta abbiamo opinioni divergenti, ma fin'ora è stato un bravo professionista. Ti facevo il discorso della terapia non perché credo che tu sia malato o non possa affrontare la tua vita con le sole tue forze, ma perché dalla descrizione di ciò che hai subito e dell'amnbiente con cui devi convivere quotidianamente mi sembrava un sforzo immane dover affrontare tutto da solo senza alcun supporto.
Ti auguro ogni bene e mi raccomando metti sempre la tua serenità al primo posto!
Un abbraccio!

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda barbara » sabato 2 marzo 2013, 11:02

Cambiare scuola è stato un tentativo saggio. Visto che si hanno possibilità di scelta , perchè restare in un ambiente ostile?
Dici che i tuoi genitori ti dicono cose che ti fanno pensare di avere poco carattere. Ma sai, spesso i genitori non sanno veramente cosa sta passando un figlio , e anche se lo sanno per loro è difficile immedesimarsi , non essendo omosessuali. Un genitore potrebbe pensare che il figlio non abbia seri motivi per stare male e quindi concludere che è fragile , apatico , privo di iniziative .
Allora in buona fede cercano di scuoterlo , magari anche con frasi poco utili .
Poichè gli vogliono bene , non possono stare a guardare mentre lui soffre , senza poter fare nulla. Ma non sapendo esattamente cosa gli succede , capita spesso che intervengano in modo non adeguato .
I tuoi genitori sanno di te? sanno che sei oggetto di bullismo perchè i tuoi compagni pensano che sei gay ?

Vacuum
Messaggi: 22
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 17:47

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda Vacuum » sabato 2 marzo 2013, 16:10

barbara ha scritto:Cambiare scuola è stato un tentativo saggio. Visto che si hanno possibilità di scelta , perchè restare in un ambiente ostile?
Dici che i tuoi genitori ti dicono cose che ti fanno pensare di avere poco carattere. Ma sai, spesso i genitori non sanno veramente cosa sta passando un figlio , e anche se lo sanno per loro è difficile immedesimarsi , non essendo omosessuali. Un genitore potrebbe pensare che il figlio non abbia seri motivi per stare male e quindi concludere che è fragile , apatico , privo di iniziative .
Allora in buona fede cercano di scuoterlo , magari anche con frasi poco utili .
Poichè gli vogliono bene , non possono stare a guardare mentre lui soffre , senza poter fare nulla. Ma non sapendo esattamente cosa gli succede , capita spesso che intervengano in modo non adeguato .
I tuoi genitori sanno di te? sanno che sei oggetto di bullismo perchè i tuoi compagni pensano che sei gay ?


Si, con i miei ho fatto coming out.
E' da tre anni che lo sanno.
Con i miei parlo di tutto, specialmente con mia madre, ma non sanno darmi dei buoni consigli.

Inizialmente non l'hanno presa bene, in particolare mio padre.
Nel senso che si aspettavano che un giorno sarei stato sposato con dei figli.

Adesso l'accettano ma non lo condividono, perchè pensano che sia stato "deviato" da qualcuno, loro SPERANO che almeno sia bisessuale, così che loro abbiano la speranza che un giorno metta sù famiglia. :x

Dicendo che mi hanno influenzato tutti gli atti di bullismo, quando mi chiamavano gay.
E che sono stato influenzato da bambino, perchè spogliavo le bambole.

Mia madre sebbene l'abbia accettato e con lei si parla di tutto, a volte spera che mi trovi una donna.
Lei lo dice ridendo, mezza ubriaca, siamo una famiglia "aperta" al dialogo e particolare :D Dice che me lo fa apposta per scherzare, ma a me da ugualmente fastidio.

Quest'estate gliel'ho detto anche a mio Zio, perchè stufo di sentirmi dire da lui "Trovati una donna, al posto tuo me le tromb*** tutte"
mi sono dichiarato ed è rimasto in stato di shock, dicendo che mi vuole ugualmente bene perchè sono suo nipote, ma non la reputa una cosa naturale.
Mettendo di mezzo i suoi pensieri maschilisti sulle donne, dicendo che a loro piace essere possedute e che esistono per questo .-.
La più grande prigione in cui le persone vivono
è la paura di ciò che pensano gli altri.

Vacuum
Messaggi: 22
Iscritto il: lunedì 18 febbraio 2013, 17:47

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda Vacuum » sabato 2 marzo 2013, 16:19

Yoseph ha scritto: Ti facevo il discorso della terapia non perché credo che tu sia malato o non possa affrontare la tua vita con le sole tue forze, ma perché dalla descrizione di ciò che hai subito e dell'amnbiente con cui devi convivere quotidianamente mi sembrava un sforzo immane dover affrontare tutto da solo senza alcun supporto.
Ti auguro ogni bene e mi raccomando metti sempre la tua serenità al primo posto!
Un abbraccio!


Tranquillo, lo so che non credi che sono malato. :)
Anzi, quando si ha bisogno del dialogo e non si ha nessuno con cui parlare, è normale andare da uno Psicologo per potersi esprimere.
Ma non è normale però che ci siano incompetenti del genere.
Io ci sto provando piano piano a mettere la serenità al primo posto :)
Perchè alla fine se sto male, è perchè penso al passato e alla gente inutile ;)

Grazie, Grazie per tutto quello che state facendo, per me non è poco ;)


Un Abbraccio a tutti voi :mrgreen:
La più grande prigione in cui le persone vivono
è la paura di ciò che pensano gli altri.

Micky93
Messaggi: 72
Iscritto il: giovedì 27 dicembre 2012, 0:48

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda Micky93 » sabato 2 marzo 2013, 21:48

Caro Vacuum, i genitori sanno essere i peggiori ostacoli della vita di un figlio, a volte. I miei ad esempio: loro non sono mai stati particolarmente restrittivi con me, e nonostante ciò in cose come lasciarmi andare all'estero o fare dei viaggi in generale mi ostacolano (soprattutto mia madre, che con me ha sempre avuto -non accorgendosene certe volte- un rapporto tendente al simbiontico). Loro di me non sanno e in parte la cosa deriva da tanto da paure mie quanto da vere e proprie questioni morali (non ti dovrebbe interessare chi mi porto a letto, ma chi sono: tuo figlio, punto) e spesso, quando sento mio padre denigrare gli omosessuali, rimango basito da come un uomo ragionevole (quando vuole) e che ha una grande pietà per le persone invalide, ad esempio, possa diventare tanto feriale dinanzi a certi fatti.
Perdonami se aggredisco entrambi i tuoi genitori, ma a volte per quanto un rapporto possa venire percepito come ''aperto'' e ''leggero'' spesso in realtà si tratta di qualcosa che tanto aperto e leggero non è. Una madre ''aperta'' non dice a suo figlio gay di trovarsi una donna nemmeno per scherzo, né tantomeno dei genitori cercano di dare delle spiegazioni razionalizzanti su qualcosa che non può essere razionalizzato. Forse uno dei motivi per cui ancora non lo ho detto ai miei è proprio perché se mi dessero delle risposte del genere ci litigherei fino a disfargli le personalità. E con loro potrei farlo, ma credo di non essere abbastanza cattivo, o non voglio esserlo.

Interessante :)
Mi è piaciuta molto questa frase: "L'umanità è carta velina che vuol apparire acciaio".
E' tua? :)


La frase è mia. Ogni tanto si fanno strada nella mia mente delle belle metafore. La metafora ha un grande potere comunicativo: la Arendt disse che è l'unico modo in cui il pensiero si estrinseca dalla mente per farsi realtà ed essere trasmesso a qualcun altro.

Quella passione per la psicologia mantienila viva. Cerca di leggere Freud: è molto crudo il suo sistema, nonostante oggi non sia più totalmente valido e accettato; avere un'impostazione freudiana però, aiuta la comprensione di molti eventi psicodinamici, tra i quali anche il bullismo. Se Freud lo trovi indigesto, puoi sempre ripiegare sull'analisi transazionale: di difficile ha solo il nome perchè per il resto è comprensibilissima come tecnica analitica, è fatta apposta per essere compresa anche dai non addetti al settore. Interessati anche a filosofia, se la stai studiando a scuola. Spesso e volentieri la si liquida con la classica frase ''tutte cazzate''; in realtà è l'unico studio in grado di sollevare la mente a piani più alti.
Il guaio del caso Eichmann era che uomini come lui ce n'erano tanti e che questi tanti non erano né perversi né sadici, bensì erano, e sono tuttora, terribilmente normali.

Hannah Arendt.

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda barbara » sabato 2 marzo 2013, 21:53

Caro Vacuum, dare consigli in una situazione così complessa è già difficile. Se poi non si è informati e quindi non si comprende realmente cosa succede , diventa proprio impossibile. Mi sembra che i tuoi genitori , come capita spesso , non sanno cosa sia l''omosessualità e rischiano di pensare che il bullismo possa essere la sua causa invece che la sua conseguenza.
Quindi pensano che tu ti sia lasciato condizionare dalle parole dei tuoi compagni al punto di diventare gay. Questo potrebbe spiegare perchè si siano messi in mente che sei debole di carattere .
Vorrebbero che tu fossi impermeabile alle loro parole perchè si illudono che così torneresti a essere etero.
Se succede questo, capisci che la loro opinione su di te e sulla tua forza o debolezza è completamente viziata dalla loro disinformazione .
Inoltre difficilmente potrebbero esserti di supporto nei confronti dei tuoi compagni, visto che si sono fatti un quadro della situazione che mi pare abbastanza lontano dalla realtà. Ti portano dallo psicologo perchè ti aiuti a gestire i danni del bullismo oppure perchè sperano che ti convinca a tirare fuori il "maschio" che c'è in te (maschio eterosessuale ovviamente)?
Certo i genitori vanno rispettati, ma non sempre le loro idee e i loro propositi sono condivisibili.
In una situazione normale riceveresti dalla famiglia l'appoggio di cui hai bisogno, ma un ragazzo gay spesso è costretto , sul tema omosessualità, a fare da genitore ai suoi genitori .E' costretto a portare pazienza, a correggere le loro convinzioni errate , a smettere di confidarsi, in definitiva ad arrangiarsi con le sue proprie forze.
Per questo continuo a dire che sei un ragazzo , nonostante tutto, determinato. E' vero che a un certo punto hai lasciato la scuola, ma poi ci sei ritornato . Mettiamo che hai perso un anno di scuola: che problema c'è?
Molti ragazzi abbandonano le superiori nei primi anni solo perchè non hanno voglia di studiare . E tu invece sei arrivato in quarta in condizioni invivibili.
Immagino che tu non sia abituato ai complimenti, ma in effetti la mia è una constatazione pura e semplice. ;)
Hai anche detto che cerchi di coltivare i tuoi interessi e ti piace l'arte. Non trascurare queste passioni, perchè soprattutto l'arte può veramente aiutare ognuno di noi a esprimere tutto ciò che a parole non è possibile comunicare.
Affidati alla matita, ai colori e scoprirai che le tue angosce possono trasformarsi in creatività e bellezza.

holden78
Messaggi: 231
Iscritto il: martedì 4 settembre 2012, 21:50

Re: Come fregarsene del giudizio degli altri?

Messaggioda holden78 » domenica 3 marzo 2013, 23:17

Ciao,
anch'io mi sono ritrovato in ciò che hai scritto e ho dovuto lottare duramente
per venirne fuori, ed è una lotta che credo nessuno smetta di condurre
in modo definitivo.
Io credo che dipenda dal sistema di valori adottato per esprimere il giudizio su di se,
fin quando mi sono specchiato attraverso i valori dei miei genitori e
attraverso la violenza delle persone che mi erano state vicine negli anni dell'adolescenza mi vedevo come un mostro, come uno che non piaceva
alle ragazze, che non era degno della mia famiglia, che non era buono
a stare in mezzo agli altri;
poi il sistema di valori è diventato quello che mi fa essere felice ed il modo
in cui posso lottare per essere felice e la situazione si è gradualmente
ribaltata, perchè non mi sono più visto attraverso l'aspettativa degli
altri, ma attraverso ciò che desideravo essere, ciò che non posso non
esprimere della mia natura per essere felice;
E all'improvviso ho iniziato io a giudicare gli altri in base al mio sistema
di valori, ribaltando completamente la situazione di partenza degli
anni dell'adolescenza;


Torna a “COMING OUT”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite