Pride Milano 2013

La difficoltà di uscire allo scoperto
barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Pride Milano 2013

Messaggioda barbara » domenica 30 giugno 2013, 14:44

Ieri sono stata al Pride e , come promesso, sono qui a fare il mio reportage. :)
Ho scelto di scrivere in questa sezione perché una della percezioni che ho avuto ieri è la voglia di tanti ragazzi e ragazze di uscire per strada a testa alta , senza paura del giudizio della gente.
Tutto ha avuto inizio intorno alle 16 in Stazione Centrale. Io avevo appuntamento con Davide (nick del forum) e il suo ragazzo . C'era così tanta gente nella piazza che abbiamo consumato un bel po' di ricarica telefonica a cercarci . :D
Bandiere rainbow , bandiere viola e bandiere bianche. Un unico carro con tanti palloncini colorati e con sopra i genitori dell'Agedo era alla testa del corteo.
Quest'anno niente carri ; una scelta di sobrietà e anche di praticità. L'ultima volta il percorso del pride , a causa dei carri, era stato molto più decentrato.
Quest'anno invece si è attraversato il centro dalla Stazione Centrale fino ad arrivare a Corso Buenos Aires.
A niente è valso un tentativo poco riuscito dell'opposizione comunale di alimentare il malcontento dei negozianti per la chiusura al traffico.
Penso che al contrario molti locali abbiano beneficiato della gran folla che ha sfilato per circa due ore.
Tanti colori , arcobaleni disegnati sulle guance, qualche travestimento ironico , tamburi , musica e soprattutto tanta gente , soprattutto giovani . Una bella festa , pacifica e allegra.
Ho sfilato per un po' anche insieme agli amici dell'associazione con cui collaboro e poi sul percorso ho incontrato altri due amici del forum e perfino una collega di lavoro . Più che una manifestazione mi è sembrata una festa. Gente che salutava dai balconi. Niente slogan. Questo mi è risultato strano in confronto alle altre manifestazioni a cui sono abituata.
Guardandomi intorno ho percepito un senso di liberazione , più che di protesta.
I travestimenti del pride inducono molti a considerarlo una "carnevalata". Ora che l'ho vissuto penso che forse il pride è un'esperienza in cui rivive anche l'anima originaria di ciò che noi chiamiamo "carnevale"; un momento in cui pubblicamente viene sovvertito l' ordine dato , sciogliendo le catene delle convenzioni sociali.
E' come un rito , in cui ci si concede di inscenare e prefigurare una realtà diversa possibile.
L'eccesso e la fantasia sono ,secondo me, il segnale dirompente di una voglia di cambiamento che non è più possibile ignorare.O per lo meno è così che voglio vederli.
Alla fine di tutto la folla si è raccolta sotto il palco. Per la prima volta in un Pride è intervenuto anche il sindaco della città ,per dire che "Milano oggi è più bella".
Anche a me è parso così. :D

Tozeur
Messaggi: 538
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: Pride Milano 2013

Messaggioda Tozeur » domenica 30 giugno 2013, 16:45

Grazie Barbara per questa testimonianza. Ieri il pride si è svolto anche a Londra e Cagliari. Mi fa piacere sapere che le opposizioni non ci sono state. So che a Cagliari ci è stato il lancio di qualche pietra e di qualche uovo ma le persone che erano sopra il carro hanno ironizzato. "Le uova mettetele nell'insalata" ha urlato una persona sopra un carro" :lol:
Alone but not lonely

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Pride Milano 2013

Messaggioda barbara » domenica 30 giugno 2013, 20:41

Invece a Milano i commercianti di Buenos Aires hanno salutato la folla con uno striscione di benvenuto!
Sono arrivati i conteggi : più di 50.000 persone!

Tozeur
Messaggi: 538
Iscritto il: giovedì 29 dicembre 2011, 1:07

Re: Pride Milano 2013

Messaggioda Tozeur » domenica 30 giugno 2013, 21:39

Non sono una persona che andrebbe un pride al momento però oggi riflettevo su una questione. Il pride è un momento di pace e allegria e forse è proprio quello di cui si ha bisogno in questi tempi. Tra l'altro potrebbe essere anche un momento di fratellanza tra di noi, un momento in cui possiamo stare sereni e lasciare da parte le varie inquietudini che spesso galleggiano nella nostra mente. Che ne pensate?
Alone but not lonely

Avatar utente
candido
Messaggi: 241
Iscritto il: mercoledì 6 febbraio 2013, 17:10

Re: Pride Milano 2013

Messaggioda candido » domenica 30 giugno 2013, 22:34

Bellissimo reportage :D Deve essere stata proprio una splendida giornata :)

Avatar utente
LuvSeeker
Messaggi: 161
Iscritto il: venerdì 14 giugno 2013, 12:59

Re: Pride Milano 2013

Messaggioda LuvSeeker » domenica 30 giugno 2013, 22:42

Tozeur ha scritto:Non sono una persona che andrebbe un pride al momento però oggi riflettevo su una questione. Il pride è un momento di pace e allegria e forse è proprio quello di cui si ha bisogno in questi tempi. Tra l'altro potrebbe essere anche un momento di fratellanza tra di noi, un momento in cui possiamo stare sereni e lasciare da parte le varie inquietudini che spesso galleggiano nella nostra mente. Che ne pensate?

Penso che debba essere un Pride ogni singolo giorno.
Mi sembra assurdo che noi persone LGBT per sentirci libere di esternare chi siamo e amare chi vogliamo dobbiamo ogni anno aspettare giugno. Personalmente non vi ho mai partecipato per motivi pratici (anche se la voglia è tanta) quindi devo ancora sperimentare quella sensazione di liberazione e serenità che si prova camminando per strada immuni dai pregiudizi.
Aspetto il mio primo Pride con ansia! :)
Living life one mistake at a time. ~

Avatar utente
Blackout
Messaggi: 268
Iscritto il: mercoledì 26 dicembre 2012, 13:38

Re: Pride Milano 2013

Messaggioda Blackout » lunedì 1 luglio 2013, 3:50

Ciao Barbara
io ero presente a quello di Cagliari 2013 e mi fa piacere sapere che sia andato tutto bene. La manifestazione si è svolta nel lungomare della spiaggia del Poetto dalla prima alla settima fermata con tre ore abbondanti di corteo. Molta felicità e partecipazione tra i presenti, molti curiosi tra le strade. Confermo quello che ha scritto Tozeur sui lanci e la risposta data (ero vicino al carro il quel momento). Come ho scritto su un altro topic mi ha fatto molto piacere respirare la voglia di vivere davanti a tutti la nostra particolarità in modo sincero e innocente...le cose goliardiche esistono in qualsiasi manifestazione (in alcuni casi anche assai piacevoli agli occhi ;) ) ma il messaggio generale dato è stato assai positivo.
Le presenze erano di 5000 persone, come l anno scorso insomma ma ho notato una diversità maggiore anche perche le 4 più importanti associazioni regionali si sono unite per un unico pride della Sardegna. Molti più giovani dello scorso anno che leggo come messaggio di coraggio per i ragazzi e ragazze che si sentono più tranquilli nel presentarsi alla società, anche molti etero, non solo quelli direttamente toccati da un amico o parente ma chi ormai ha capito quanto alcuni semplici diritti ci sono ancora negati.
Il vero Io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te. (P. Coelho)


Torna a “COMING OUT”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite