Crea sito
 
Oggi è martedì 21 novembre 2017, 10:01

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: lunedì 12 agosto 2013, 1:16 
Utenti Storici
Avatar utente

Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19
Messaggi: 619
C'e chi dice che non importerà a nessuno del tuo orientamento, chi dice che ti apprezzeranno finalmente per quello che sei o addirittura chi dice che ti odieranno e ti prenderanno in giro...

Ma qual e' la realtà? Cosa succede se faccio coming out? Io intendo,quello generalizzato, con amici, parenti etc etc

Io ho una voglia matta di esprimere quello che sono, una voglia che si sta accentuando da quando ho conosciuto un ragazzo su fb che e' dichiarato a tutti e dice che e' circondato da persone che lo accettano per quello che e' e che gli vogliono un mondo di bene... Dice che farlo e' una liberazione...

Poi c e' il mio psicologo che dice che non e' così importante dirlo...

Poi ci sono io che da una parte vorrei gridarlo al mondo intero ma dall altro muoio di paura solo a pensare una cosa del genere...



_________________
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: lunedì 12 agosto 2013, 8:59 
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 6 febbraio 2013, 17:10
Messaggi: 241
Buongiorno Gio92 :)
Qualche coming out "singolo" l'ho fatto,ma per quanto riguarda un CO generalizzato non ho alcuna esperienza,quindi credo di non poterti essere d'aiuto. Magari qualche altro utente ha provato questa esperienza,e ti saprà dire di più.
La letteratura scientifica sostiene che il CO generalizzato dia indubbiamente dei grossi benefici psicologici,ma solo in un ambiente aperto e pronto a darti sostegno e accettazione. Altrimenti gli effetti possono essere controproducenti. (N. Legate, R.M. Ryan, N. Weinstein. 2011. Is Coming out Always a 'Good Thing'? Exploring the Relations of Autonomy Support, Outness, and Wellness for Lesbian, Gay, and Bisexual Individuals. Social Psychological and Personality Science.)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: lunedì 12 agosto 2013, 9:33 
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37
Messaggi: 383
Ciao Gio, quello che ha detto candido è vero...devi trovarti in un ambiente più aperto e trovandoti bene con loro puoi parlare di te...dirlo ai propri familiari con mentalità fisse è come lanciare una palla contro il muro e riceverla in faccia, fa male. Anche io vorrei avere attorno un ambiente costantemente rilassato e calmo, che mi dia la possibilità di fare quello che voglio felicemente e orgogliosamente con chi voglio ..
Adesso sto provando a studiare e anche se dopo anni non ricordo niente e il fatto di trovarmi sempre nello stesso ambiente mi distrugge e mi piega anche se faccio forza a provarci e provarci fino alla fine...
Ho parlato della cosa anche alla mia psicologa, non siamo mai entrati nell' argomento non tanto perché non approva ma più che altro perché avevo e ho dei problemi risolti e da risolvere...anche se alla fine penso che cambiare aria e vita possano darci più spinta anche se eventuali problemi ce li trasciniamo, ma riusciamo a risolverli con mente libera!

Abbiamo parlato di quello che fai, lo studio, l arte! E' bellissimo, non hai colpe, solo vantaggi :)



_________________
Cambiare è difficile

Non cambiare è impossibile

Nel cambiare, ti ferisci, rimarrai ferito, rimarrai segnato e non potrai farne a meno

--------------------------------------------------------------------------------------

Essere come il caffè nei momenti più difficili.
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: lunedì 12 agosto 2013, 14:58 
Moderatore Globale
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27
Messaggi: 939
Argomento fortemente controverso il CO.
Intanto, bisognerebbe farlo solamente con persone che conosciamo da tanto e che pensiamo possano capire! C'è chi potrebbe prenderla bene e chi potrebbe prenderla male, e lo stress non sta tanto nel sapere di non poter parlare con certi amici ma quanto il fatto che per una stupidaggine simile non potrai più rivederli.

Di recente, ho intuito e avuto prove certe che due amici maschi di lunga data sanno di me e fino ad ora pare l'abbiano presa abbastanza bene, senza contare che da quando lo sanno, da parte di uno sento un maggiore affetto nei miei confronti: è una bella sensazione, devo ammettere :mrgreen:



_________________
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: martedì 13 agosto 2013, 11:23 

Iscritto il: domenica 29 luglio 2012, 13:43
Messaggi: 24
Gio92 ha scritto:
C'e chi dice che non importerà a nessuno del tuo orientamento, chi dice che ti apprezzeranno finalmente per quello che sei o addirittura chi dice che ti odieranno e ti prenderanno in giro...

Ma qual e' la realtà? Cosa succede se faccio coming out? Io intendo,quello generalizzato, con amici, parenti etc etc

Io ho una voglia matta di esprimere quello che sono, una voglia che si sta accentuando da quando ho conosciuto un ragazzo su fb che e' dichiarato a tutti e dice che e' circondato da persone che lo accettano per quello che e' e che gli vogliono un mondo di bene... Dice che farlo e' una liberazione...

Poi c e' il mio psicologo che dice che non e' così importante dirlo...

Poi ci sono io che da una parte vorrei gridarlo al mondo intero ma dall altro muoio di paura solo a pensare una cosa del genere...


Anche la mia psicologa dice che non è importante dirlo. Secondo me lo dicono soprattutto per non sentirci in obbligo di fare niente che non ci vada.
Anch'io ho una voglia matta di dire che sono lesbica a ragazzi/uomini che sembrano provarci..ma finisco semplicemente col cercare di evitarli.
Infatti preferisco di gran lunga la compagnia femminile :p


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: venerdì 16 agosto 2013, 0:00 
Utenti Storici
Avatar utente

Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19
Messaggi: 619
Grazie a tutti per le risposte, siete gentilissimi, come sempre :)

Ho riflettuto parecchio in questi giorni, ho fatto due ragionamenti un po' opposti tra loro, ma che messi insieme coincidono molto.

1) avete ragione nel dire che non e' importantissimo dirlo. Bisogna trovare l ambiente giusto e le persone giuste. E forse, anzi sicuramente, se solo riuscissi a trovare un mio equilibrio interiore, magari vivendo una storia d amore con un ragazzo in tutta tranquillità e serenità, sicuramente la voglia di dirlo a tutti non ci sarebbe, perche alla fine, che cambia per gli altri? Con questo voglio dire che non e' che al primo che incontro per strada dico "sono gay". Ma magari se mi domandano "hai la ragazza?" potrei rispondere "si, pero al maschile :lol: :lol: "

Ovviamente io sto proiettando la mia mente in un futuro, vicino o lontano che sia, anche perche ora sono single e non ho una vita sociale ricca, anche se mi sto impegnando molto per crearmela :)

Detto questo passo al ragionamento n 2

2)ovvio che poi un giorno lo sapranno molti, anche se non tutti, per esempio la mia famiglia e i miei futuri amici. Potrò essere molto riservato sulla mia omosessualità, ma si capirà, e' ovvio. Sicuramente se avrò sempre un ragazzo al mio fianco, si capirà che sono gay, forse non ci sarà nemmeno il bisogno di dirlo. E non potrò vivere nascosto per tutta la vita.

Il problema e' che forse io mi impongo troppo di dirlo a tutti, come se l omosessualità fosse il centro della mia vita, quando poi non e' così... E' solo un aspetto

E se dovessimo dirlo a tutti sicuramente ci saranno molte guerre che dovremmo affrontare, tipo i nostri nemici omofobi, e sinceramente io voglio vivere una vita tranquilla :)

Non so se mi sono spiegato bene con i miei due ragionamenti, comunque più o meno ho scritto ciò che penso e ho pensato in questi giorni...

:)



_________________
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: sabato 17 agosto 2013, 17:29 

Iscritto il: sabato 17 agosto 2013, 17:01
Messaggi: 8
ciao Giò

come attivista gay mi sono trovato di fronte molti giovani e adolescenti alle prese con qeusto problema. Non c'e' una regola unica e non è facile dare consigli. Ma l'unica cosa che conta fondamentalmente sarà che tu sia convinto di te stesso. Per i genitori è sembra una scossa, ma più tu sei convinto di te e più li aiuterai perché dopo qualche giorno avranno loro bisogno di sostegno.
Per fortuna i tempi sono cambiati, ma ricordo un opuscoletto redatto da uno dei padri del movimento omosessuale napoletano, che portava il suo esempio: ai suoi genitori estremamente omofobi (era il dopoguerra) lui lo disse tranquillamente, senza balbettii o insicurezze e subito aggiunse (vado a memoria): in strada c'è il mio ragazzo che mi aspetta, vorrei presentarvelo.Ad una scossa lui ne aggiunse un'altra, non gravida di incertezze, ma concludeva dicendo che aveva usato la tattica che si usa per spegnere il fuoco nelle foreste accendendone un altro. Devo ritrovare assolutamente questo opuscoletto (risale agli anni 50-60) nella mia grossa biblioteca a tematica gay.
Un abbraccio e sappi che la tua vita ti appartiene, hai il dovere di stare bene con te stesso perché chi ti ama veramente (come i genitori) vuole questo anche se in modi inattesi.
Undefined


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: giovedì 22 agosto 2013, 17:26 
Utenti Storici
Avatar utente

Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19
Messaggi: 619
Sono in montagna con i miei parenti.
Ieri e' successa una cosa che mi ha un po' scosso.

Mio zio, fratello di mia mamma, ha ormai intuito da due anni a questa parte della mia omosessualità. Ha tastato più volte il terreno, magari dicendomi "guarda quella ragazza, ti piace?", ma io non ho mai finto, ne ho detto "non mi piace".
Indifferenza totale.

Dopo circa due anni dalla sua intuizione, ha deciso di parlare con mia madre di questo, ovviamente in una stanza solo loro due.
Hanno parlato non solo di questo, ma anche di questo, perche poi hanno detto anche cose in merito ai miei nonni che non ci sono più, hanno parlato di soldi, di proprietà, insomma, soliti discorsi noiosi di famiglia.

Ma passiamo al dunque: tutto quello che mi ha riferito mia madre e' stato questo: lui ha cominciato a dirle che notava in me atteggiamenti d rifiuto verso la bellezza femminile, e le ha domandato se sono gay. Mia madre gli risponde "e anche se fosse?" e lui " non m importa, io gli voglio bene comunque, e' mio nipote e gli voglio bene come un figlio".

Poi sicuramente avranno detto anche altre cose in merito alla mia omosessualità che forse o sicuramente mia madre non mi ha riferito, forse per non darmi preoccupazioni.

Ma non finisce qui: ieri sera sono andato a casa di mio zio per portargli delle cose, e lui comincia a dirmi "ascolta, io e te dobbiamo dirci tutto, devi fare coming out con me" , e li casca l asino.
Io dicevo "coming out in che senso?" facevo finta di non capire.
Lui, vedendo il mio disagio in quel momento ha fatto finta di non riferirsi alla mia omosessualità e ha detto " io so che tu ti droghi, ti prego, dimmelo! Io sono tuo zio, e voglio sapere, io ti voglio un bene Dell anima"
Io faccio questa faccia O.O e dico" tu sei fuori? Ma come t viene in mente una cosa del genere?" e lui insisteva...

Comunque sia, io sono stato uno stronzo perche dovevo dire " vuoi sapere se sono gay? Ok, lo sono" invece sono stato fottuto dalla paura. Perche l ho fatto?? Secondo voi?? Non riesco a capacitarmi di questa cosa.

Quando ho sentito "coming out" sono rimasto scosso ma allo stesso tempo ho capito tutto, ho capito che si riferiva alla mia omosessualità.

Poi torno a casa e mia madre mi riferisce ciò che si erano detti nel pomeriggio (quello che ho raccontato sopra) e li ho capito tutto.

Forse non sono stato ordinato nell esposizione ma più o meno e' successo questo.

Da una parte ho paura e penso che forse mio zio ha violato un po' troppo la mia intimità, non e' stato delicato nei modi, ma dall altra penso "ma che me ne frega? Se ora lo Sa, meglio, almeno non devo più fingere davanti a lui, e poi sono me stesso, cazzo, non me ne frega se gli altri lo sanno o no, sono gay, quindi?"

A voi la parola.



_________________
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E se lo dico? Cosa succede?
MessaggioInviato: giovedì 22 agosto 2013, 20:05 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5112
Mi dispiace usare certi termini riferiti a tuo zio, ma i problemi di un ragazzo gay sarebbero molto minori se non vivesse in una mondo di gente (omissis) che si sente investita del diritto di impicciarsi di cose che non la riguardano! La risposta te la sei data da te alla fine del tuo post!



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010