Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Kanji
Messaggi: 8
Iscritto il: domenica 4 marzo 2012, 20:19

Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da Kanji » domenica 19 dicembre 2010, 23:12

CHIEDO SCUSA SE MI DILUNGHERO' TROPPO, MA VI PREGO LEGGETE!
Spero che questo post vada bene in questa sezione. Sento la necessità di condividere quello che mi è successo.
Io fino a 5 settimane fa non avevo mai concepito l'idea di uscire e avere una relazione con un uomo. Sono anni, dalla pubertà, che la mia sessualità non mi è mai stata chiara, facendomi soffrire e vivere la vita con una maschera. Anni di psicanalisi son riusciti a farmi avanti nel raccontare questo mio problema con gli amici più stretti, ma ancora non riuscivo a concepire che potesse esistere l'amore e la passione per un uomo, io vedevo solo sesso e per giunta anche violento: baci e carezze, per me erano assurdi e disgustosi. Tutto ciò mi ha portato e rimanere vergine fino ad ora (ho 23 anni) per paura di farlo con una donna e mentirle o farlo con un uomo e ridurlo a qualcosa di solamente carnale, che, visto tutti i problemi che ho, non era proprio il caso. Come sapete esistono molte comunity di gay, dove principalmente troviamo sessuomani in cerca di altra gente con cui fare solamente sesso, di altra gente che si masturba in cam e cose del genere.
Io mi son iscritto a diverse di queste comunity e creandomi un alter ego, cioè quello del ragazzo esperto, in grado di soddisfare qualsiasi fantasia, mi son creato la mia serie di contatti di erotomani, che potevano vedermi in cam e giocare telematicamente con me. Tutto ciò lo facevo perché mi piaceva? No, ma lo facevo lo stesso. Son un masochista e io, con il mio bisogno estremo d'amore, mi facevo del male punendomi in questo modo: apparire come un giocattolo privo di ogni sentimento e emozione.
ARRIVO AL PUNTO: una sera conosco un'altra persona, ma questa volta mi chiede di incontrarmi solo per conoscermi. In realtà chiedono questi tutti di incontrarsi solo per fare sesso, e a queste richieste ho sempre rifiutato proprio perché non era quello che cercavo, d'altra parte ero vergine, non potevo darmi così!
Insomma inizio a chiacchierare del più e del mano con questo ragazzo, molto più grande di me, 33 anni, e, nonostante le mie paure, le mie tensioni, lui mi rendeva tranquillo e alla fini decisi di uscirci. E' stato stupendo scoprire che potevo uscire con una persone del mio stesso sesso: la sera ci vediamo, beviamo una birra e gli racconto subito i miei problemi di sessualità. La sera stesso ci baciamo!!! Finalmente scopro di riuscire a lasciarmi andare, finalmente scopro che è possibile ed è bello baciare un uomo, ero allucinato da tutto ciò.
Stringo il discorso: lui mi ha fatto innamorare e con lui ho sperimentato il sesso, capite che nella mia condizione iniziale per me è stata l’apoteosi? Quello che per anni non riuscivo a concepire in giro di qualche giorno l’ho scoperto. Lui mi dava fiducia, mi trasmetteva quello che provava per me, lui mi faceva star bene e mi diceva che con me sarebbe arrivato al punto di stringere una relazione seria. Una relazione??? Davvero è possibile? Cavolo si!
Il problema è venuto fuori lunedì notte, dove, mi prende una sensazione stranissima che mi ha portato a crearmi un altro contatto di messenger, spacciarmi per un'altra persona, aggiungerlo e vedere cosa mi diceva: ci provava! Ha iniziato gli stessi discorsi che fece con me all’inizio, io gli ho chiesto se era single o usciva con qualcuno e lui mi risponde di si. Alla fine gli dico che ero io ed è da lunedì che cerco di contattarlo per chiedere spiegazioni, per chiedere un confronto, ma non si fa trovare e non risponde.
Lui è stato in grado in 5 settimane di farmi capire tutto ciò e di rovinarmi completamente: era la PRIMA VOLTA CHE MI INNAMORAVO, è stata la prima volta che mi lasciavo andare, gli HO DONATO LA MIA MENTE E IL MIO CORPO, e lui? Lui si è fatto UN TROFEO: è riuscito a farsi il ragazzo giovane e vergine!
Questo è tutto e io son sopraffatto dal dolore. Son innamorato, non riesco a dimenticarlo, ma son anche distrutto: ho dato tutto di me in mano a una persona priva di sentimenti, abile a mentire sulle parole e le emozioni.
Lo scrivo per capire se son successi casi simili e capire come avete fatto a superarli, o se avete qualche consiglio da darmi. La cosa è ancora fresca perché son passati 4 giorni, ma ho paura che tutto ciò condizioni la mia vita.
Please, QUALCHE CONSIGLIO???
ho già letto il topic "INCONTRI GAY PERICOLOSI" e mi ha già dato qualche risposta, anche se nella mia storia non è stato un rapporto occasionale!

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5446
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da progettogayforum » domenica 19 dicembre 2010, 23:40

Ciao Eternal Dreamer,
dunque, la prima preoccupazione in assoluto, data la situazione, non è di tipo psicologico ma riguarda il rischio delle malattie sessualmente trasmesse e dell’aids in particolare, perché un individuo come quello ha avuto sicuramente molti partner e può costituire un rischio serio, io spero che abbiate fatto solo sesso protetto, in ogni caso ti consiglierei di andare a fare il test per l’aids preso un centro specializzato in malattie infettive. Non sottovalutare la cosa.
In secondo luogo le chat erotiche e i siti di incontri non sono stati creati per favorire le storie d’amore serie tra ragazzi gay ma solo per permettere incontri di sesso facile. Sono proprio questi incontri il principale veicolo per la diffusione dell’aids. La possibilità di trovare persone serie tra gli abituali frequentatori di chat erotiche e di siti di incontri è pari a zero.
Che fare con questo ragazzo? Beh, lo hai messo alla prova e hai visto che tipo di persona è, adesso ti sei reso conto di come stanno realmente le cose, l’unica cosa da fare è lasciarlo perdere del tutto perché ne puoi avere solo guai. Lascia perdere le chat erotiche e i siti di incontri. Sei giovane, puoi anche avere avuto difficoltà ad accettarti in passato ma il tuo approccio alla sessualità gay non lo avresti potuto scegliere peggio. I gay veri, non i sessuomani, sono ragazzi come tutti gli altri e sono capaci di sentimenti veri e seri. Sei giovane, te lo ripeto, e hai tutta la possibilità di trovare nella vita reale un ragazzo come si deve che ti voglia bene veramente. Essere gay non è una cosa facile perché bisogna capire che dietro l’etichetta gay ci può essere di tutto. La prudenza è assolutamente indispensabile, in tutti i casi e senza eccezioni.
Un consiglio solo: vai in un centro di prevenzione aids e fai il test dopo un colloquio con il medico, potrebbero fartene fare due a distanza si qualche settimana, sono cose molto importanti. Se da questo punto di vista le cose stanno a posto, il resto, credimi, potrà sembrati importante quanto vuoi, ma è cosa minima. Metti via del tutto i siti di incontri e le chat erotiche e pensa che essere gay non ha niente a che vedere con quelle cose. Hai un mondo da costruire e hai tutti i mezzi VERI per costruirlo.

older4me
Messaggi: 44
Iscritto il: martedì 7 dicembre 2010, 1:55

Re: Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da older4me » lunedì 20 dicembre 2010, 1:01

Nulla da aggiungere. Ineccepibile la risposta di projet!!! :)

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da Alyosha » lunedì 20 dicembre 2010, 1:52

Non credo di poter dire nulla di più rispetto alle preoccupazioni sollevate da Project sulla prevenzione... Mi pare la prima cosa... Per il resto ti lascerei notare soltanto, che al contrario di quello che pensavi non è stato poi così difficile lasciarsi andare emotivamente. E' bastato trovare un persona, che pur in modo meschino, si interessasse a te per quello che sei. Immagino che la cosa più bella sia stata poter parlare di te, dei tuoi problemi e non sentirti giudicato... Forse è questo ciò di cui hai bisogno. Tu stesso dici che il sesso facile non era quello che cercavi...

need_a_friend
Messaggi: 4
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2011, 20:38

Re: Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da need_a_friend » giovedì 24 marzo 2011, 22:29

io ho provato una cosa simile alla tua... se vuoi contattami e ne parliamo....

tatos76
Utenti Storici
Messaggi: 152
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2009, 22:16

Re: Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da tatos76 » venerdì 25 marzo 2011, 0:21

Concordo con Project, anche se mi dispiace dire che pure io ho cercato (e cerco) un approccio simile al tuo con i siti di incontri, sebbene più mirato all'amicizia ma forse sono ipocrita :( nel pensare di rincorrere 'solo' amicizia.

Purtroppo a quei siti forse ci si arriva quando non si sa bene dove sbattere la testa per paura 'di uscire fuori' e mettersi in gioco ne modo giusto (il problema è capire quale sia) nella vita reale.

Sebbene io tenda a vedere il bicchiere mezzo vuoto, penso che con la tua storia hai sperimentato i tuoi sentimenti e la capacità di innamorarti...e non è poco!
Ho fatto un patto sai. Con le mie emozioni. Le lascio vivere. E loro non mi fanno fuori. (Vasco)

Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da konigdernacht » venerdì 25 marzo 2011, 2:19

Farei leggere a cotale "ragazzo" questo che hai scritto.
Se non gli vengono un minimo di sensi di colpa, allora lascialo proprio perdere: l'acqua spesso non può entrare nella roccia, sebbene spero che almeno in questo caso riesca ad infiltrarsi per poi rompere tale roccia, finta impermeabile!
Un forte invito a reagire e non lasciarti andare per colpa di questo stronzo!
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

pavloss
Messaggi: 192
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 12:08

Re: Le mie vicende: chiedo aiuti e consigli!

Messaggio da pavloss » lunedì 23 maggio 2011, 11:16

Una persona che ha preso la piega di collezionare trofei difficilmente cambia. Stargli dietro con l'illusione di "convertirlo" potrebbe essere una pia illusione e una grave perdita di tempo.
Dimenticalo e continua la tua vita nel migliore dei modi, prendendo lezione da quanto è successo, però.
Un augurio di tutto il bene!

Rispondi