Esperimenti emotivi (2)

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da Alyosha » venerdì 7 gennaio 2011, 20:54

Ragazzi sempre rileggendo i miei diari. Mi sono accorto che già a 18 anni avveo fatto un primo resoconto della mia vita. Mi ero scoperto gay da poco, ero tornato con la mia prima ragazza e a quel che leggo credo proprio che di lì a poco sarebbe finita. Ecco l'esperimento: Siccome dico sempre che a 18 anni l'ho scoperto e mi sarebbe piaciuto conoscervi prima. Fingiamo che questa sia la presentazione di un littleboy-com appena approdato al forum (simpatico anche così ilo nick in effetti:)) e vediamo che gli rispondereste. Se qualcosa non vi è chiara della storia integro successivamente. Mi raccomando cercate di reggermi il gioco :)


1 Settembre 2001

Ieri ho avuto un'esplosione di felicità nel sentirti. Dentro tanta paura, paura di tutto quello che provo. Per te, per un lui. Dentro faccio sempre molta confusione, confondo tutti i miei sentimenti, però quando vieni a mancare giuro che sto davvero male e la confusione sparisce. So di volerti accanto di avere problemi da risolvere e per averlo provato riesco a capire come stai. […] Ho un blocco nell'anima da rimuovere. Ho pensato molto in questi giorni. Ieri è successa alla sala giochi, una cosa che mi ha fatto pensare. Mentre giocavo è venuto un amico di mio fratello che vedendo me pensava ci fosse pure lui. Ero solo e annoiato e ci siamo fatti compagnia per un po'. Credo che il problema di una vita sia sttao di non riuscire a socializzare con i ragazzi. E ieri così per caso è stata la cosa più facile di questo mondo. Lui non mi piaceva affatto e non è questo il punto.
Vedi io fin da bambino mi sono sentito poco voluto bene era una cosa che percepivo attorno a me. A mio padre non piacevo perché ero fragile, debole, non sapevo difendermi e gli sapevo di frocio. Con mia Madre litigavo sempre. Mio fratello maggiore cui voglio un mondo di bene, ma ha sempre trasmesso un suo senso di superiorità (lui è sempre stato severo nei miei confronti, sempre pronto ad ammonirmi se sbagliavo e a farmi sentire stupido e una cosa inutile). In famiglia sono la pecora nera. Creo sempre problemi e sono il più rompiscatole e neanche i miei fratelli mi vogliono bene. Con Daniele e quasi tutta colpa mia io lo tratto male, con Claudio colpa sua perché vuole più bene a Mirko. Fin da bambino non lo so, ma mi sentivo fragile e con una maledetta voglia di essere al centro delle attenzioni. I miei genitori mi rimproveravano per questo. Mi facevano lunghi discorsi per cose stupide. Per come ridevo, per quello che mi piaceva o non piaceva, per le persone con cui giovcavo, perché non mi sapevo difendere. L'adolescenza è stata un incubo le persone mi trattavano sempre a convenienza e stavamo sempre con me solo se erano sole, per poi prendermi in giro appena in compagnia. A pallone non ho mai saputo giocare e d'altronde tutti lo sapevano e non mi facevano giocare mai. Non sapevo fare a pugni e di fatto non sapevo socializzare con loro. Stavo sempre zitto, mi limitavo solo a ridere. Avevo paura che qualunque mia parola fosse stupida e mi muovevo anche poco per paura che i miei movimenti potessero risultare effemminati. Non mi sentivo a mio agio e il più delle volte stavo solo, mi piaceva esplorare, scoprire, costruire e per quello non ci vuole compagnia. Con le ragazze invece era tutto più facile, mi sentivo meno giudicato e più libero di essere me stesso. Però in realtà neanche da loro mi sentivo accettato, nel senso che alla fine sentivo che nessuna di loro mi avrebbe voluto come ragazzo. Mi sentivo brutto, terribile dentro e fuori, meschino, ipocrita, gretto, opportunista, frocio. Una merda di persona. Per un motivo o per un altro sentivo che nessuno mi voleva bene e davo tutte le colpe a me. Era terribile quando si doveva fare a pugni io nella mia vita ho sempre evitato di farlo. In realtà avrei voluto dargli una bella lezione a tutti quei prepotenti, stupidi e boriosi, ma mi mancava il coraggio e mi sentivo un codardo, un adattato del cazzo. I professori con me erano buonissimi poi erano buonissimi con me e socializzare con loro e sentirmi voluto bene era abbastanza facile. È per questo che con loro tendo a stabilire lagami forti anche personali: gli voglio bene emi faccio volere bene. E' per questo che andare male a scuola è un incubo per me.: rischiare di farsi odiare da loro gli unici da cui io mi senta veramente apprezzato.
Ora io non mi piaccio per niente, non so perché ma alcuni vecchi complessi, che proprio grazie a te avevo superato risorgono e credo di stare reagendo così. Mi sono sempre sentito brutto, non mi piaccio per niente. Credo che adesso stia solo reagendo in modo diverso e forse essere attratti da quelle persone che credo superiori a me (fisicamente) è un modo per non stare più male. Dirsi che si è attratti da loro è un modo per reagire senza mettersi in discussione, senza più dirsi che non ti va bene per come sei senza più star male. Amarli anzicché odiarli. A questo aggiungi il problema che ho sempre avuto a rapportarmi con le ragazze, forse perché le vedevo nel modo sbagliato, più come amiche. Problemi che mi hanno subito portato a rispondere sono gay alla domanda “perché non sei attratto da loro?”. Aggiungi anche il mio eterno egocentrismo e l'idea di una lotta contro la società ipocrita e discriminante. L'idea di essere il bello, ma irraggiungibile per le ragazze mi alletta. Aggiungi anche che la mia fragilità cerca di per sé un esigenza di protezione che in un ragazzo forse ritrovo di più e che i ragazzi che ti abbordano, ti prestano tante di quelle attenzioni che ad uno come me possono fare piacere.

Littleboy-com

Come vedete ero logorroico anche allora:)

Avatar utente
morrissey
Messaggi: 64
Iscritto il: domenica 10 ottobre 2010, 17:47

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da morrissey » sabato 8 gennaio 2011, 1:30

Caro littleboy-com, benevnuto!
Innanzitutto, essendo io un pò veggente, posso dirti che tra circa dieci anni diventerai una gran bella persona, dolce, gentile, altruista e (checchè ne penserai :lol: ) sarai anche coraggioso nell'affrontare le difficoltà della vita. Certo, diventerai anche un folle, così folle da chiedere agli amici virtuali di un forum (tranquillo, tra qualche anno scoprirai cos'è un forum!) di rispondere al sè di un tempo. Per fortuna su quel forum incontrerai altri pazzi, sempre pronti ad assecondarti, e tra questi ci sarà un figo da paura con il nick di un cantante che già ai tuoi tempi non è più molto noto :D . Sarai sempre in bilico fra un puntino ed una lineetta ed avrai un solo piccolo difettuccio: non ti convinceranno le adozioni da parte dei gay! ;) Ma, daltronde, non puoi mica aspettarti di diventare perfetto!!! E poi si può sempre cambiare idea! :mrgreen:
Insomma, prima di tutto fai un bel respiro sereno, ce la farai alla grande! Sai alla tua età provavo anche io quel senso di disagio, di insicurezza... molto spesso lo provo ancora (e sono già 5 anni più grande di te!). Non è facile non riuscire ad integrarsi con i coetanei maschi, i cui discorsi sono o calcio-centrici o tette-centrici. Non è facile vivere con l'ansia che un mezzo gesto possa dare conferme al mondo circa la tua sessualità. Non è facile instaurare rapporti di amicizia con le ragazze, ma non potersi mai sentire liberi di farsi vedere troppo con loro, perchè si sa, le ragazze sono fatte per scoparsele, non per confidarsi! Ancora meno facile è sentirsi la pecora nera della famiglia, il combinaguai che, confrontato con la perfezione dei fratelli, sembra un alieno. Insomma spariamoci! Ahahahah scherzo :lol: !! E' vero fa schifo ma ci toccherà affrontarlo! L'importante è non perdere mai di vista l'obiettivo, ovvero quel minimo di felicità che in fondo meritiamo. E' normale desiderare di togliere i panni del brutto anatroccolo e diventare il bello e impossibile che tutti desiderano, ma, sono sicuro, un giorno o l'altro scoprirai che essere il sensibile boy-com è molto meglio! Anche perchè il bello e impossibile non andrà più, farà troppo anni'90, tipo dylan di beverly hills... nel futuro sarai tu il cavallo vincente!
Un abbraccio.
"Gran parte delle brutture di questo mondo viene dal fatto che della gente che è diversa, permette che altra gente la consideri uguale!" Harold e Maude

"People are just sexual, the prefix is immaterial" Morrissey(quello vero!)

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da Alyosha » sabato 8 gennaio 2011, 17:49

Morry a questo punto conviene proprio dichiararsi il nostro è AMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE :lol: . Mi ha fatto proprio sbellicare dalle risate la tua risposta, sei davvero un figo da puara C'ho le prove non temete che sia così superficiale!!! :ugeek: . Ora basta non continuo che altrimenti mi faccio buttare fuori dal forum :oops: . In realtà sono abbastanza folle da saper fare questo è altro:). Mi avvea solo colpito il pezzo rileggendolo in verità, mi sono fatto abbastanza tenerezza da solo, così piccolino e confuso. Il resto è un giochino per divertirsi un pò, ma mi piaceva condividere con voi, quello che comuqnue è stato uno snodo fondamentale della mia vita.
Morrye ... tu comunque hai sta fissa del coraggio. Io di coraggioso non ho proprio nulla e non lo dico per modestia, ma perché non credo serva coraggio per fare certe cose. Serve ostinazione e convinzione, ma è tutt'altra storia. Per le adozioni vedrai che presto mi convincerò ad adottarne uno insieme a te ..... non vedo l'ora..........:lol: .
Un bacionissimo

Piero chellini
Messaggi: 151
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 9:30

Re: Esperimenti emotivi (2)et in Arcadia ego

Messaggio da Piero chellini » sabato 8 gennaio 2011, 18:27

:mrgreen: ti cercavo in quell di Calvario mentre giocavo a dadi ai piedi di una croce,Ti parlai per la via Emmaus quando mangio' con Noi.Lo rivedemmo in Galilea eppoi cenammo con lui e ci addormentammo felici.Non avemmo dubbi di coscienza quando ammirammo I nostri corpi di gloria! Ben lungi I farisei se ne stavano da noi.....eravamo troppo GANZI per loro! Ora sono pas sati a malapena 2000 anni e sei pie no di crucci e dubbi.E va bene io sono appena diciottente appoggiato a me potrai lenire la tua vecchiezza di dubbi! Smettila di ascoltare il tempio e ormai da tempo Che non parla aramaico...trppo latino da alla testa! Tuo dyrian

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da Alyosha » sabato 8 gennaio 2011, 20:17

Dyrian tu sei decisamente più matto di me :lol: . Mi viene in mente la frase di Eraclito: "Il tempo [aìon] è un fanciullo che gioca spostando i dadi: il regno di un fanciullo". Anche lui parlava oscuro come te :mrgreen:.
Ora sono pas sati a malapena 2000 anni e sei pie no di crucci e dubbi
Mi piace questa frase!!!!

Avatar utente
davide
Messaggi: 465
Iscritto il: domenica 2 gennaio 2011, 23:38

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da davide » domenica 9 gennaio 2011, 13:50

il tuo è un problema che hanno in molti.Io per primo(egocentrismo sempre presente).L maggior parte degli amici che ho sono ragazze e gli unici amici maschi sono troppo lontani per poter parlare con loro con sincerità e per essere più sciolti.
Si vive nella costante paura che ogni più piccolo gesto possa lasciar trapelare qualcosa di noi che gli altri,quasi fossero dei predatori,possano captare.Ci si allontana da tutto e da tutti,ci si sente deboli e fragili come hai detto tu e si cerca qualcuno che ci possa accogliere tra le nostre braccia e ci protegga.Siamo noi contro il mondo.Ma questa non è una lotta,una guerra all'ultimo sangue.Noi siamo chi siamo e non ci dobbiamo fare complessi per una nostra sfumatura che ci distingue dagli altri.Fortunatamnte abbiamo una vita davanti e non sappiamo cosa ci può riservare ma crescendo ci fortifichiamo,ci facciamo le ossa se la vuoi mettere cosi.Ognuno di noi è qui per un motivo,il nostro compito è scoprire il perchè e non importa quanto tempo ci impiegheremo perche nel frattempo ci saremmo arrichiti di nuove esperienze.Quindi a littleboy dico forza e coraggio

sono una foglia che danza portata dal vento. vengo a cercarti...per incontrarti di nuovo come fosse la prima volta

clark68
Messaggi: 167
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 19:08

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da clark68 » domenica 9 gennaio 2011, 16:55

Ciao littleBoy :)
Bravo, fare un reso conto della propria vita sia un bene, ci sei riuscito e sicuramente rilegendoti un effetto c'è, quello di capire se stesso, migliorare e cambiare, capire e fare luce in certe situazioni oscure.
Devo dire che non è facile almeno per me e molto difficile anche perchè avvolte fa male ritornare a rivivere certe esperienze nel passato.
Certo ognuno di noi ha le proprie esperienze, negative e posistive, che ci hanno
formato e in cui ora ci ritroviamo con un carattere in un modo di essere e uno stile di vita che purtroppo avvolte non accettiamo ma che è parte di noi.
:shock: :? :shock:
Certe emozioni del passato quando vengono messo in gioco anche se solo ricordate avolte fanno bene avvolte fanno male almeno questo accade a me e credo che a tanti di noi.
una cosa forse negativa è che dopo l'età adolescenziale, certe emozioni vissute e rivissute ti condizionano la vita e ti ritrovi con mille complessi e fai fatica nelle realzioni purtroppo questa è una realta ma comunque sono ottimista e le cose possono cambiare l'importante è tirare certe emozioni, riviverle che in un certo modo ti possono rendere libero avvolte fa proprio bene fare certi esperimenti emotivi e ritrovarsi bene con se stesso è un mio augurio per tutti little Boy un forte abbraccio
Clark :)

Avatar utente
morrissey
Messaggi: 64
Iscritto il: domenica 10 ottobre 2010, 17:47

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da morrissey » domenica 9 gennaio 2011, 17:29

Boyuccio, allora ci sto, quando ti decidi fammi un fischio, così ci trasferiamo in un qualche paese civile (pensavo a Bruges in Belgio o ad Amsterdam, vedi tu!) e diventiamo mammo e papà! :mrgreen:
Per il resto che posso dire, sono costretto a capitolare, non sei coraggioso, sei solo tremendamente ostinato e convinto ;) ... meglio così? :lol: Tu dici sempre che sbaglio io a vederti così, però poi leggo nei tuoi (mille :lol: ) post come ti comporti con le tue ex e con i ragazzini che segui (una storia tra tutte quella del bulletto e del tau) e mi fai sentire un pusillanime della peggiore specie. Tipo "ma se uno così pensa di non essere coraggioso, allora io, che non ho mai detto a voce alta che sono gay, cosa caz...zarola sono?!". Insomma diciamo che lo faccio più per consolare me che per lodare te!
Un abbraccio, caro il mio Cuor di leone!
"Gran parte delle brutture di questo mondo viene dal fatto che della gente che è diversa, permette che altra gente la consideri uguale!" Harold e Maude

"People are just sexual, the prefix is immaterial" Morrissey(quello vero!)

Avatar utente
kikko
Messaggi: 246
Iscritto il: domenica 3 ottobre 2010, 13:55

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da kikko » domenica 9 gennaio 2011, 20:09

Amsterdam! Amsterdam! Bruges è pallosa... poi non saprei, ma perchè è una città gay friendly?
si amatevi di brutto anzi consumatevi morrisey e boy---->tanta felicità! :]

Avatar utente
davide
Messaggi: 465
Iscritto il: domenica 2 gennaio 2011, 23:38

Re: Esperimenti emotivi (2)

Messaggio da davide » domenica 9 gennaio 2011, 20:46

oh kikketto non ti smentisci mai eh? sempre con una battuta pronta ahahahahah.Mi raccomando continua cosi :)

sono una foglia che danza portata dal vento. vengo a cercarti...per incontrarti di nuovo come fosse la prima volta

Rispondi