sogno

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Avatar utente
naufrago18
Messaggi: 139
Iscritto il: mercoledì 27 ottobre 2010, 16:33

sogno

Messaggio da naufrago18 » mercoledì 16 marzo 2011, 23:02

E mi ritrovo da solo…un amico ed una amica si avvicinano al fuoristrada con la scusa di prendere un the caldo, sento il polverone creato dalle gomme che accelerano…stanno scappando di corsa nonostante le mie grida strazianti…piango per qualche minuto mentre ripenso a ciò che è successo…lo spiego anche a voi, spettatori del mio sogno…eravamo andati tutti insieme a vedere il sole tramontare su una enorme distesa di ghiaccio, con la voglia di stare assieme, ognuno dei tre con storie diverse ma uniti dalla volontà di evadere, di fuggire dalla realtà…avevo ascoltato le loro storie, trovato soluzioni ai loro problemi, asciugato le loro lacrime, riso insieme a loro delle ingenuità che la vita ci porta a commettere…poi inizio io a raccontare la mia storia…capii da subito il loro disagio…ma ormai era fatta, avevo ammesso di essere omosessuale, era necessario spiegare tutto per bene, andare fino in fondo, nonostante tutto…nel sogno notavo come non annuissero, ne intervenissero al discorso, ammutoliti, storditi, increduli, incerti di cio che stavano ascoltando…ad un tratto garbatamente mi fermano, dicono che prendono un po di the caldo perché fa freddo, mi da fastidio questa interruzione, mi pare una mancanza di rispetto ma va beh…parlottano tra loro mentre si avviano al fuoristrada ma non ci faccio caso perché gia penso a quello che devo ancora dire e c’è ne ancora per tanto...credo abbiano preso la decisione di lasciarmi li, perché troppo incasinato per entrare nelle loro vite sfavillanti… e mi ritrovo da solo…smetto di piangere…cala la notte e anche una strana nebbia…nebbia ghiacciata, tempesta, freddo, tutto il peggio possibile…mi guardo attorno, incomincio a fare qualche passo senza meta pronunciando solo la parola mamma ripetutamente, per darmi conforto….a un certo punto vedo qualcosa in lontananza, ma non so cosa sia, non riesco a capire cosa sia perché la nebbia cala sempre più velocemente e si fa sempre più fitta…è una casa abbandonata, di legno, senza elettricità e riscaldamenti, senza telefono, solo un tavolo e due sedie….non ho forze, mi pongo rannicchiato in un angolo, nel buio della notte, pronuncio di nuovo la parola mamma un’ultima volta, con la testa tra le ginocchia, aspettando solo che qualcuno mi venga a prendere e mi porti via dicendomi che non c’è più nulla di cui aver più paura…è un sogno che ho voluto condividere con voi…la cosa strana è che sto vivendo un momento stupendo della mia vita, sono ad un passo dal far c.o., ad un passo dalla felicità, anche dall’amore…ma questo sogno mi pare un sogno premonitore…o forse un ritorno al passato…
Panta rei. Sarà, ma io mi sento sempre lo stesso.

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1014
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: sogno

Messaggio da guy21 » giovedì 17 marzo 2011, 1:32

oddio che sogno! proprio direi un incubo! anche io faccio sogni così inquieti e molto più strani! spero per te che il coming out vada bene e il sogno premonitore sia una bufala! ma credo che volesse lo stesso metterti in guardia per cui stai attento!ciao!

Avatar utente
jackrabbit
Messaggi: 39
Iscritto il: lunedì 10 gennaio 2011, 2:51

Re: sogno

Messaggio da jackrabbit » venerdì 18 marzo 2011, 3:01

mamma mia che angoscia... :( credo che non potessi sognare un c.o. più triste!!!
Se ti può rassicurare, in genere quando io faccio sogni così tristi alle fine le cose vanno molto meglio di quanto potessi immaginare...e poi credo che peggio del tuo sogno sia veramente impossibile!! :D

Rispondi