È stato difficile ma sono tornato

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Avatar utente
Alcuno
Messaggi: 11
Iscritto il: sabato 8 maggio 2010, 1:06

È stato difficile ma sono tornato

Messaggio da Alcuno » giovedì 21 aprile 2011, 19:48

Ciao ragazzi,

sono Alcuno, studente universitario di 22 anni che circa un anno fa si è iscritto a questo forum. Non so se molti di voi si ricordano di me, del resto i miei interventi furono minimi e il mio frequentare la chat del Progetto è stato di breve durata. Vi chiederete come mai questo buco temporale. Sfortunatamente ho avuto una spiacevole disavventura con una persona che ormai consideravo il mio migliore amico, del quale, ovviamente (sfido io! :? ), mi sono innamorato (non mi sono mai innamorato in vita mia e non so semmai riaccadrà... chissà! :D ). A quest'ultimo avevo detto della mia omosessualità senza però entrare troppo nel merito, senza informarlo del sentimento che provavo nei suoi confronti. La scelta è stata sbagliata (la sua reazione è stata razzista e particolarmente offensiva), da un certo punto di vista, ma la migliore, da un altro, ora come ora la intravedo come volontà divina, tanto che l'accaduto mi ha portato ad avere la necessità di consultare uno psicologo (dalla sua reazione mi sentivo talmente sbagliato che mi è crollato quel mondo che con fatica avevo costruito) sopprattutto perché avevo la paura di dovermi confrontare con parenti e amici che vedevano in me una persona quasi assente. Dopo mesi di psicoanalisi, comprensioni di problematiche che vanno oltre la mia inclinazione sessuale ho compreso quali fossero i problemi che influenzavano la mia vita, sono riuscito (o almeno ho ben iniziato) a construire e ad utilizzare quegli strumenti che mi sono necessari per poter vivere serenamente con me stesso e con il mondo intero. Vi dico tutto questo non solo perché ho il piacere di riaffermare il mio ritorno nel Progetto ma soprattutto per informare quei ragazzi che sono ancora lì fuori e che leggeranno questo intervento che ognuno di noi si troverà sempre ad affrontare il mostro del giudizio, dell'odio e della paura per via della nostra preferenza sessuale e che negarsi è una fase per giungere all'accettazione ma bisogna ben comprendere che quando si è ben consci di quello che si è, è inutile rinnegarsi ulteriormente nella vana speranza di riuscire a vivere bene. Il motivo fondamentale per cui non ci si accetta, almeno per me, derivante da quelli che sono gli insegnamenti religiosi nonché morali e sociali, è per la paura di non essere accettati dagli altri e soprattutto di essere giudicati. La mia fortuna è che sono riuscito a estraniarmi da questa fobia, mio parere è che essere omossessuali non è altro che una preferenza che non può assolutamente condizionare la vita, che riguarda solo un'aspetto personale che non deve essere condiviso con nessuno. Essere omossessuali è una sfida continua, almeno per persone che sono chiaremente eterosessuali d'aspetto e modi eppure hanno un orientamento sessuale diverso. Essere omosessuali è una maschera che ogni giorno si indossa e copre il nostro viso lasciando inalterati i nostri occhi. Essere omossessuali è essere molto più forti di quelle persone che vivono tranquillamente la loro esistenza. L'importante è non farsi condizionare.
Personalmente la vivo in questo modo, come una semplice caratteristica della mia persona, che, in quanto tale, appartiene solo a me e che non devo condividere con nessuno (che io voglia o vorrò) e con la speranza e la fiducia, un giorno, di trovare la persona da amare e che mi ami! :)

Sperando di aver fatto cosa gradita e di aver, nel mio piccolo, aiutato qualcuno, con tranquillità rinnovo il mio saluto a tutti! :D

Del resto Dio non commette mai errori... perché dovremmo esserlo noi? ;)
There would have been a time for such a word

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: È stato difficile ma sono tornato

Messaggio da Alyosha » giovedì 21 aprile 2011, 20:22

Essere omossessuali è una sfida continua, almeno per persone che sono chiaremente eterosessuali d'aspetto e modi eppure hanno un orientamento sessuale diverso.
Mi pare di coglierci tutto il senso del mio disagio e di questa vita sospesa a metà, e va a finire che non si capisce più qual'è la maschera e cosa deve coprire cosa, chi è cosa e infine cosa sei tu. Credo sia una sfida continua per tutti però. In questi lunghi anni nel vano tentativo di cercare èpersone che infondo mi somigliavano ho trovato una sacco di disagi e nessuno di loro era gay. Sono convinto che è una sfida continua per tutti, vivere può essere molto complicato, ma anche divertente. Grazie per quello che scrivi comunque mi risento non poco nelle cose che dici.

Avatar utente
Cagliostro
Messaggi: 413
Iscritto il: venerdì 4 febbraio 2011, 23:36

Re: È stato difficile ma sono tornato

Messaggio da Cagliostro » giovedì 21 aprile 2011, 20:55

“Vi dico tutto questo non solo perché ho il piacere di riaffermare il mio ritorno nel Progetto ma soprattutto per informare quei ragazzi che sono ancora lì fuori e che leggeranno questo intervento che ognuno di noi si troverà sempre ad affrontare il mostro del giudizio, dell'odio e della paura per via della nostra preferenza sessuale e che negarsi è una fase per giungere all'accettazione ma bisogna ben comprendere che quando si è ben consci di quello che si è, è inutile rinnegarsi ulteriormente nella vana speranza di riuscire a vivere bene.”


Innanzitutto bentornato al Forum, ho letto la tua storia e mi è dispiaciuto sapere della reazione che ha avuto quel ragazzo che si definiva tuo amico, la stupidità non ha mai limiti.
Non condivido tutto quello che hai scritto, secondo me ci sarà sempre qualcuno che guarderà con odio e pregiudizio le altre persone e non solo per le loro preferenze sessuali, ma anche per il colore della pelle, l’aspetto fisico, il diverso credo, troveranno sempre un motivo per odiare e discriminare; la loro fantasia è senza confini.
Vivere è una sfida continua e trascende dalla nostra omosessualità che comunque resta una parte importantissima di noi. Sono però d’accordo quando dici che dopo essersi accettati non bisogna più negarsi, perché sarebbe come rifiutarci e faremmo a noi stessi il più grande torto.
Spero tu possa trovare qualcuno con cui condividere la tua vita e che sappia apprezzarti nella tua interezza.
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein


Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
...e a quel punto è un attimo...

Avatar utente
Alcuno
Messaggi: 11
Iscritto il: sabato 8 maggio 2010, 1:06

Re: È stato difficile ma sono tornato

Messaggio da Alcuno » giovedì 21 aprile 2011, 21:18

Cagliostro ha scritto:[...]secondo me ci sarà sempre qualcuno che guarderà con odio e pregiudizio le altre persone e non solo per le loro preferenze sessuali, ma anche per il colore della pelle, l’aspetto fisico, il diverso credo, troveranno sempre un motivo per odiare e discriminare; la loro fantasia è senza confini.
Vivere è una sfida continua e trascende dalla nostra omosessualità che comunque resta una parte importantissima di noi.[...]
Non posso che essere d'accordo con quanto dici.
Il mio era più un discorso incentrato al contesto cui apparteniamo ma sicuramente è generalizzabile con ogni ragione di discriminazione esistente.
Vivere è per se difficile, sicuramente, ma vivere nella possibilità di essere continuamente discriminati per quello che si è non per scelta propria lo è ancora di più.
boy-com ha scritto:[...]In questi lunghi anni nel vano tentativo di cercare èpersone che infondo mi somigliavano ho trovato una sacco di disagi e nessuno di loro era gay.[...]
Comprendo bene questo stato di insofferenza. È per questo che spero un giorno di trovare una persona che mi somigli. So che sarà dura ma non voglio dirmi che sarà impossibile altrimenti partirei già perdente e penso che pensarla allo stesso modo potrebbe aiutarti. ;)
There would have been a time for such a word

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5446
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: È stato difficile ma sono tornato

Messaggio da progettogayforum » giovedì 21 aprile 2011, 21:37

Bentornato Alcuno! Mi fa veramente piacere sentirti. Ho letto il tuo post e posso dirti che, anche se come dice Cagliostro, ci possono essere mille ragioni per essere discriminati, resta comunque il fatto che l’omosessualità è in Italia ancora una della maggiori cause di disagio e per di più di disagio invisibile. Innamorarsi ok, ma l’innamoramento unilaterale non diventa mai amore. Quando nasce una vera storia d’amore nasce reciproca dal primo momento, se questo non accade e non c’è corrispondenza non ha senso sperare che le cose cambino col tempo o per effetto delle nostre insistenze. Hai trovato un ragazzo che non ti ha capito e ha considerato offensivo quello che gli dicevi, beh, non è una cosa rara, perché per ragionare diversamente ci vorrebbe cervello e la materia grigia viene abbondantemente consumata in altre cose. Ma vuoi starci male perché c’è gente che non capisce? No! Quelle persone sono da dimenticare ma salvando sempre e comunque la propria idea del volersi bene. Conoscendo altri ragazzi gay vedrai che persone sono e quale dignità e moralità sappiano esprimere. L’ignoranza è purtroppo una nemica difficile da vincere, ma non posiamo farci abbattere dal pregiudizio. Un abbraccio Alcuno, adesso sei di nuovo qui!!

Avatar utente
Sciamano
Utenti Storici
Messaggi: 535
Iscritto il: martedì 4 agosto 2009, 14:35

Re: È stato difficile ma sono tornato

Messaggio da Sciamano » martedì 24 maggio 2011, 22:39

Ciao Alcuno! Abbiamo parlato nello specifico di queste vicende (ultimamente ho ripreso a frequentare con più costanza il forum, sono ancora impegnato... però), certo è stato un brutto colpo, e credo tu ti sia ben ripreso. Conoscendo l'inglese hai un campo d'azione enorme, l'Italia a volte penso proprio che troppo tempo ci metterà per essere ben vivibile... (e non penso solo all'omosessualità).

Relativamente alle credenze su un Dio personale, come vorrei aver la certezza che fosse così... Però mi sembra più verosimile un Dio impersonale...

Il problema della maschera... è che l'omofobia, che purtroppo c'è, specie in tante famiglie, non ci permette di essere liberi di esprimerci, e questo mi dispiace. Speriamo che la cultura migliori.
Cercare la felicità rispettando gli altri, sarebbe una grande conquista per l'umanità!

tatos76
Utenti Storici
Messaggi: 152
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2009, 22:16

Re: È stato difficile ma sono tornato

Messaggio da tatos76 » martedì 24 maggio 2011, 22:48

Ben...ritrovato!

Mi ritrovo non poco in quello che hai scritto. :)

Anche se ammiro chi ha il coraggio di buttarsi nella vita, mettendosi in discussione e fregandosene del giudizio altrui.

Un saluto
Ho fatto un patto sai. Con le mie emozioni. Le lascio vivere. E loro non mi fanno fuori. (Vasco)

Rispondi