Crea sito
 
Oggi è martedì 26 settembre 2017, 14:36

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 5 di 6 [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: venerdì 13 aprile 2012, 14:55 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2355
CID la storia è la tua ed è chiaro che solo tu puoi valutare correttamente con chi hai a che fare. Le riflessioni che ti ho fatto erano più ampie delle considerazioni che fai. E' chiaro che ti irriti leggendo le cose che ho scritto, do per scontato che ti fossi irritato, però vedi meglio dire le cose in modo chiaro e diretto e causare irritazioni che girarci attorno. Il timore che ho è quello di cui ti ho parlato, che non è una questione di corna o meno, ma di approccio alla relazione. Sono comunque contento che ti sia protetto e mi dispiace che hai pensato ti potessi giudicare un cretino. Anzi per tagliare corto ti dico esattamente quello che penso di tutta questa storia, usando le tue parole però se ognuno facesse così rimarrebbe da solo, incapace di fidarsi degli altri. Uno potrebbe vivere ovviamente bastandosi, ognuno è libero. Ma se uno non comincia ad aver fiducia nell'altro credo che non possano esserci nemmeno le basi per creare niente. E' esattamente quello che penso, mi apre una volta di avertelo anche scritto, comunque vada da questa storia ne uscirai incredibilmente maturato, cresciuto e arricchito di questa esperienza, che è reale. Purtroppo CID l'ipotesi che un 34enne pescato in chat possa avere idee diverse di cos'è una relazione e non solo per la chat, ma per l'età (ecco perché sottolineo le due cose c'è) e magari quello che hai in mente tu non è quello che ha in mente lui. Non c'era bisogno mi dessi spiegazioni comunque non volevo farmi i fatti tuoi. Salta la parte in cui parlo male del tuo boy e rileggi il resto. Certe dinamiche si possono ingarbugliare facilmente anche quando si è in perfetta e assoluta buona fede.
Infine per essere ancora più chiari uno può darti consigli, quando decidi di raccontare la tua storia devi anche mettere in conto che all'altra persona arrivi un idea delle situazioni diversa, è ovvio, che possa aver frainteso tutto. Considera che se certi dubbi sono venuti in mente a te, sono venuti in mente anche a me, perché resta il fatto che sei tu che racconti la tua storia e che nel farlo lasci emergere dubbi che hai. Se questa discussione avuta con me può esserti servita anche solo per ribadire che ho torto, o meglio che ha torto la parte di te che si pone questi dubbi, sono comunque contento. Probabilmente è una precisazione che dovrei ogni volta che vado giù pesante, mi spiace. se ti ho offeso.
Detto ciò se fossi riuscito ad ottenere una storia durata un anno fossi in te già solo per questo fatto mi riterrei soddisfatto. Ci hai chiesto un consiglio il mio resta sempre quello di non organizzare nulla, ti ripeto l'ultima volta per San Valentino ci hai pensato tu, vedi adesso cosa nasce da lui, così lasci un pò libero lui di esprimersi a modo suo e forse se la serata la monta su lui, tu ti rilassi di più e te la godi meglio.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: venerdì 13 aprile 2012, 17:14 

Iscritto il: domenica 12 dicembre 2010, 11:22
Messaggi: 33
Scusa se la mia risposta possa essere sembrata stizzita o che mi abbia dato fastidio, anzi il contrario. Ovviamente fanno molto piacere le persone che scrivono e remano dalla tua parte; ma ti assicuro che anche il tuo remare contro è utile :) . Ovviamente non potendo parlare con nessuno della situazione mi sfogo su questo forum, e se per esempio avessi avuto qualcuno con cui parlare della cosa mi avrebbe forse detto esattamente quello che hai detto, condito anche con qualche parolaccia. Certo sono consigli e poi sta alla persona che li riceve se accettarli o meno. Il fatto è che il tutto si inserisce in un periodo un pò così...di m***a. Tra il lavoro che non c'è ancora, la famiglia, gli amici che a quanto pare non ci sono mai stati...l'unica ancora è Lui. Però gira che ti rigira, per una cosa od un'altra non ci vediamo quasi mai. Ultimamente ci siamo visti due volte alla settimana, di cui in alcune occasioni fuori di casa dove non possiamo fare altro che guardarci, purtroppo. In queste ultime settimane è mancata tutta l'altra parte, quella fisica. E non parlo del sesso, questo è l'ultimo dei miei pensieri. E' mancato il restare accoccolati abbracciati sotto le coperte, il coccolarci così semplicemente senza nient'altro o anche solo un bacio fugace in macchina. E ce n'è sempre una: la stanchezza dal lavoro, il non essere dell'umore, altri -mila problemi, la mia poca libertà...tutto insieme ha remato un pò troppo contro. E forse viene tutto da lì. O forse lui può benissimo fare a meno di tutto ciò... in quel caso sarebbe un problema, io spero di no...


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: venerdì 13 aprile 2012, 17:22 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2355
Quanto sei tenero CID sei proprio un ragazzo a modo! Sono contento abbia preso le mie risposte nel verso giusto. Io vorrei darti un consiglio che invece non centra nulla con tutta la questione. Perché non provi ad usare questo forum in modo diverso? Rispetto agli ultimi discorsi che fai probabilmente ti manca una possibilità di confronto più ampio, su cose che magari non centrano direttamente con la tua storia. Ora che tutto sommato sei un attimo più sereno, questa questa tua storia comunque ti ha rasserenato, perché non provi a rasserenarti, discutere, confrontarti qui dentro sui più svariati problemi. Magari sono proprio persone con cui scambiare opinioni e passarsi il tempo che ti mancano. Esiste una chat, non so se l'hai mai usata, magari è un luogo dove puoi sentirti più a tuo agio. Potrebbe farti bene aprirti un pò di più qua dentro e farti conoscere, al di là della tua storia intendo. Che è certamente importante, ma non esaurisce tutto quello che sei. Riflettici!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: venerdì 13 aprile 2012, 18:57 

Iscritto il: domenica 12 dicembre 2010, 11:22
Messaggi: 33
Ci avevo già pensato a partecipare più attivamente a questo blog, però sono sempre tornato sui miei passi dicendomi che uno incasinato come me non poteva dispensare consigli e complicare ancora di più la vita delle altre persone.
Ora è vero sono più tranquillo di quello che ero un anno fa, quello che scriveva i primi post su questo forum. Ciò non toglie che sono ancora parecchio incasinato...ci penserò su... ;)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: venerdì 13 aprile 2012, 20:23 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2355
Guarda che questo posto non serve affatto a dare consigli, più che altro serve per conoscere gente che un pò ti somiglia, con cui puoi parlare in assoluta libertà. Finirà che a seconda delle tue situazioni ed esperienze un pò dai consigli un pò ne chiedi, l'altro pò semplicemente ti distrai un pochetto, insomma qualcosa di simile a delle amicizie per quanto virtuali possano essere. E' un bel posto e trovi gente veramente simpatica e alla mano, fidati!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: sabato 22 agosto 2015, 22:04 

Iscritto il: domenica 12 dicembre 2010, 11:22
Messaggi: 33
Dopo ben 3 anni (insulti on the air) rieccomi qua. Non ho scritto più niente ma ogni tanto, leggo comunque il forum.
Torno come detto dopo 3 anni ribadendo ancora il titolo del mio post d'esordio: è il momento di tirare le somme.
Veloce recap della storia, se avete voglia di leggere e darmi consiglio:
io 25 lui 36, da 4 anni insieme. Molti bassi, anche qualche alto devo essere sincero. Storia cominciata in chat, dopo la prima batosta sentimentale presa lì da parte mia; 22enne alla prima esperienza di relazione, parecchio rigido, bloccato, inesperto, carattere particolare, schivo, orso (caratterialmente parlando), introverso a mille...Come dicevo molti bassi, carenze, se si può parlare di tali, da ambo le parti. Ultimi mesi d'inferno: prima parte della relazione dominata da un lavoro (di lui) opprimente, che rasentava lo sfruttamento, svilente, massacrante, a cui attribuivo oltre ai miei limiti caratteriali, l'andamento in negativo della nostra situazione.
8 mesi fa, si configurava un cambiamento lavorativo in meglio, concretizzatosi da circa 3-4 mesi. Pensavo che sarebbe stata la svolta della vita, in positivo, invece niente... la situazione è ancora di più peggiorata.
Incontri sempre più rari, miei silenzi sempre più pesanti derivanti dall'aspettarmi questo cambiamento che tardava ad arrivare.
Questo ha portato ad una mia richiesta di chiarimento, avvenuta pochi gg fa. Preceduta anche da discussioni su situazioni sempre poco chiare o fraintendibili, diciamo così.
Su di un punto siamo riusciti a pensarla allo stesso modo: andare avanti così non faceva bene nè a me nè a lui, era un trascinare la relazione ed era meglio finirla se rimaneva invariata.
Abbiamo parlato di tutti i punti che ritenevo che non andassero: sia per quanto riguarda la vita sociale che di coppia.
Questo sproloquio per arrivare alla domanda che mi sono fatto tutta la giornata di oggi che scrivo questo post..: "vale la pena continuare?"
Questo è un ultra rapido riassunto delle puntate precedenti. Grazie per essere arrivati a leggere fin qui. Per chi volesse saperne di più sono qua. Aspetto come sempre i vostri consigli per riuscire ad uscire da questo momento veramente brutto.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: domenica 23 agosto 2015, 19:01 

Iscritto il: giovedì 16 agosto 2012, 20:18
Messaggi: 36
Ciao CID!
Dobbiamo essere veramente in sintonia perché anche io ho riscritto dopo tanto tempo sul forum!

Sono andato a rileggere un po’ quello che avevo scritto ed ho trovato anche una tua risposta e così mi fa simpatia rispondere anche a ciò che hai scritto ora tu.

viewtopic.php?f=19&t=1917&p=49554#p49554

Ma come mi spiego male...e siamo solo all’inizio…aspetta un po’ a leggere la mia prosa…

Mi spiace che con il tuo ragazzo stia andando male…
È un po’ difficile capire le ragioni che vi hanno portato a questo punto perché penso che ci vorrebbero pagine per spiegarle bene…
Ti dico che è difficile stare insieme,a volte ti sembra di volare a volte di portare un macigno (o una croce per essere un pizzico blasfemi).
Il lavoro veramente può distruggere relazioni , rovinare il carattere delle persone e farti ammalare. E’ un aspetto della vita che trovo orribile e che parecchio tempo ho vissuto per il lavoraccio che faceva stare male il mio amore
Per fortuna ora ha trovato il suo piccolo Eldorado lavorativo e la situazione si è parecchio rilassata.
Il lavoro non basta però a rovinare tutto, bisogna metterci anche del proprio per fare colare a picco la nave.
A volte bisogna saper fare un passo in dietro, cedere, evitare la discussione, sospirare e sperare.
Ci sono tempeste che durano anni, ed allora ? Vuol dire che il sole non farà più capolino tra le nuvole?
Sì sì dimmelo pure che sono discorsi campati in aria, ma voi state pur sempre insieme da tre anni?
Pensa a quei cinque minuti alla settimana che ti sei sentito bene grazie a lui, pensa a quanto un solo momento insieme a lui cancella cinque, sei o sette giorni di solitudine.
Bah sono troppo romantico per questo mondo, cioè hai scritto delle cose così carine all’epoca…se vi mollate fate stare male anche me!!!
Se vuoi gli scrivo una letterina per farlo diventare un bravo cucciolo…
Se va con altri mandalo in mona ma se sta solo con te ricordati dei primi bacini che vi davate, dai …lo hai scritto …puoi andarlo a rileggere…su vuoi dirmi che un po’ non lo ami???
Guarda che se non lo amassi non lo odieresti così tanto…
Dai dai ricucite o mi spieghi che cavolo combinate forza!!!
La vostra storia era così carina all’inizio!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: domenica 23 agosto 2015, 20:34 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5084
Vorrei dire a CID che il matrimonio è un’istituzione giuridica che nel corso della storia ha costituito un modello attrattivo soprattutto per quanti non potevano accedervi, cioè in pratica un modello “di principio”, un po’ come accade oggi. L’esempio della Spagna insegna che tutti voglio e desiderano il matrimonio gay ma poi sono pochissimi quelli che realmente si sposano e questo in parte perché due uomini sposati non sono ancora socialmente accettati, nonostante il matrimonio gay, ma soprattutto perché si tratta di un vincolo pesante che può avere un senso in presenza di figli ma che ne ha molto di meno in assenza di figli. Ai tempi del referendum sul divorzio si diceva: matrimonio per i gay, divorzio per gli etero. Il matrimonio è un mito che, calato nel reale manifesta la sua vera natura di vincolo di tipo giuridico col quale si promette ciò che nessun essere umano è in grado sensatamente di promettere, ossia l’amore e la dedizione per tutta la vita ad un’altra persona. Quando la dimensione affettiva viene meno o diventa marginale, residua solo il vincolo giuridico, cioè una costrizione innaturale e immotivata.
Il mito del matrimonio influenza anche, immancabilmente il concetto di coppia e anche il concetto di coppia gay, trasformando un legame di natura affettiva in un vincolo giuridico con obblighi corrispettivi definiti per legge.
Una coppia gay, se si ragiona tenendo i piedi per terra, non può nascere con la pretesa della indissolubilità vita natural durante, e nemmeno della fedeltà, che non può in nessun caso essere una pretesa. Possono certamente esistere coppie stabili ma se ciò accadrà o meno può dirlo solo la vita vissuta giorno per giorno, in nessun caso si può pretendere nulla. Scegliere di vivere in coppia significa accettare un rischio e non c’è alcuna possibilità di mettersi al sicuro dalle delusioni. Quindi vita di coppia sì, ma vissuta con leggerezza, non ravvisando nella coppia la soluzione di tutti i problemi e la panacea di tutti i mali. Non bisogna vivere in coppia per forza e soprattutto non bisogna dipendere da nessuno, se uno se ne vuole andare è perché dal suo punto di vista il rapporto è già finito e quindi non ha alcun senso tentare di trattenerlo, sarebbe solo una inutile forzatura che aumenterebbe l’incomprensione.



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: domenica 23 agosto 2015, 22:13 

Iscritto il: giovedì 16 agosto 2012, 20:18
Messaggi: 36
Dissento!
In coppia ci si completa,
in coppia si matura,
in coppia ci si rispetta anche nella fedeltà,
in coppia tutto diventa profondo e nulla si vive in leggerezza,
si è seri, sinceri e leali.
Ci si mette i corni tra gli etero tra i gay tra i bisessuali tra i transessuali tra i preti e tra i politici.
Ma i corni io non li voglio e nemmeno il mio Amore.
Poi se a qualcuno non pesano contento lui.
Volete fare le coppie aperte giovani moderne , fatelo , non capisco però dove si possa arrivare.
Sarò bigotto mah
Matrimonio o non matrimonio, la fedeltà la pretendiamo, dovremmo pretenderla da tutti anche dagli amici (se ci sono) e in senso lato anche dalla società
Se perfino nella coppia non si può “pretendere” la fedeltà dove cavolo andiamo a finire. In cosa possiamo credere?
Dovremmo solo sperare in una nuova razza umana migliore di noi visti come individui e come società???
Che discorsi per un asociale come me…


Poi nulla è eterno, sic transit gloria mundi. Questo lo condivido, ma noi andiamo avanti per mano e a testa alta e cerchiamo di costruirci il nostro mondo.
Voi fate il vostro se ci riuscite, oppure state nella vostra stanzetta a fantasticare.
Bisogna vivere e farsi male, non dobbiamo finire nel cappotto di legno senza cicatrici della vita. Capito?


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: quando arriva il momento di tirare le somme.....
MessaggioInviato: domenica 23 agosto 2015, 22:28 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5084
Ciao redelmondo!! :D :D Se la coppia è una vera coppia sono perfettamente d'accordo con te ma purtroppo molte volte si sta in falsa coppia, cioè si sta in coppia tanto per stare in coppia, senza amore e anche senza rispetto.
Mi piace molto l'entusiasmo con cui difendi la tua posizione, è il segno che tu e il tuo compagno siete in una coppia vera e questo mi fa immensamente piacere!! :D



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 5 di 6 [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010