Provocazione

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Nemesis

Provocazione

Messaggio da Nemesis » mercoledì 6 luglio 2011, 9:58

L'ultimo video realizzato da Cagliostro mi ha suggerito l'idea di aprire un topic sulla violenza contro le donne.
Secondo le ultime statistiche almeno una donna su cinque subisce nel corso della sua vita uno stupro o un tentativo di stupro; una su quattro viene maltrattata dal partner o dall'ex partner; il 99% delle donne ha subito una o più molestie sessuali, oppure una violenza fisica, psicologica o verbale da parte di un uomo.
Una donna su tre nel mondo, infine, viene uccisa da un uomo ogni giorno.

Molte donne vivono nella paura, se denunciano l'accaduto alle Forze dell'Ordine non vengono credute o peggio ancora si sentono chiedere "ti è piaciuto?" o si sentono dire "sei stata tu a provocarlo".

A voi che siete uomini, ai membri di questo forum che è quasi esclusivamente maschile, io che sono donna vi chiedo: cosa spinge un uomo a fare del male a una donna?
Che sia una perfetta sconosciuta, una parente, un'amica o una compagna: perchè i maschi si sentono in dovere di doverle fare del male, di umiliarla, di toglierle la dignità di essere donna?

Sono domande provocatorie, lo so, ma siccome questo è un forum nato soprattutto per confrontarsi credo che non possiamo sottrarci di fronte ad una discussione così importante e attuale.
Vi prego, rispondete!

Rerum
Messaggi: 49
Iscritto il: venerdì 5 giugno 2009, 23:49

Re: Provocazione

Messaggio da Rerum » mercoledì 6 luglio 2011, 12:23

Nemesis credo che dentro alla mente di una persona cosi viscida,cosi ripugnante,cosi malata non si possa capire cosa in realta agisca,perche lo stesso agire e' qualkosa di inconcepibile...non umano!Quando dici ke almeno una donna su 5 subisce uno stupro e un tentativo di stupro io ti dico che lo subisce da un pazzo,dai reietto della societa'.Personalmente non riesco a capire come questo sia possibile,in una societa' teoricamente ''evoluta'' come la nostra!Credo che il fattore determinante sia l'educazione o la crescita dell'individuo,che non avvenuta nel corretto modo(se si puo chiamare cosi) porta a comportamenti sociopatici,anzi disumani.TRa l'altro non si puo' nemmeno parlare del fatto che l'uomo si debba sentire superiore ad una donna a tutti i costi...Risultato della parita' dei sessi?!Io non credo, e' prp nella mente dell'uomo che nasce il problema.Una ''malattia' come quella nasce in base a come vieni educato l'individuo quindi dalla sua famiglia.
Quando poi dicono: <<sei stata tu a provocarlo>>...quelle persone sono altrettanto 'malate' come qui stessi stupratori!...Mha credo ke la societa' sia diretta sempre di piu verso un cammino di degenerazione...

aleksandro
Messaggi: 117
Iscritto il: lunedì 14 dicembre 2009, 20:56

Re: Provocazione

Messaggio da aleksandro » mercoledì 6 luglio 2011, 13:27

io ti pongo la domanda contraria:perchè una donna deve compiere una violenza psicologica verso un uomo,partendo dal presupposto che in quanto maschio deve aderire a dei ruoli comportamentali?
io nn sn nè contro nè a favore della violenza,ma ho subito pressioni fortissime da parte di donne.nn credo che le donne siano vittime.alcune donne sn vittime come alcuni uomini sn vittime. è solo un fatto di casi specifici e di situazioni da valutare.
ti stringo le mani,rimani qui..cadrà la neve a breve..(niccolò fabi)

Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: Provocazione

Messaggio da konigdernacht » mercoledì 6 luglio 2011, 14:42

aleksandro ha scritto:perchè una donna deve compiere una violenza psicologica verso un uomo, partendo dal presupposto che in quanto maschio deve aderire a dei ruoli comportamentali?
Concordo con l'utente aleksandro.
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

Avatar utente
Cagliostro
Messaggi: 413
Iscritto il: venerdì 4 febbraio 2011, 23:36

Re: Provocazione

Messaggio da Cagliostro » mercoledì 6 luglio 2011, 15:51

Parlo da ragazzo e futuro uomo, la violenza non ha volto, non ha sesso, non ha età, non ha ruoli.
La violenza scaturisce quando con le parole non si riesce più a ottenere quella ragione che si pensa di avere.
In quanto autore del video, ritengo che violenza sessuale sia il più atroce dei “delitti” che si possa commettere, perché mirata al solo scopo di umiliare, degradare e distruggere fisicamente e psicologicamente chi la subisce. Dire di non essere nè a favore nè contro, chiudere gli occhi o voltarsi dall’altra parte, significa avallare questo bieco comportamento.
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein


Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
...e a quel punto è un attimo...

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Provocazione

Messaggio da progettogayforum » mercoledì 6 luglio 2011, 16:29

Concordo con Cagliostro. La violenza lascia tracce profonde nelle vittime e la violenza sessuale, in particolare, crea traumi molto pesanti. Il codice penale punisce la violenza sessuale con la reclusione da 5 a 10 anni, se la violenza è esercitata su minore tra i 10 e i 14 anni la pena è da 6 a 12 anni, se è esercitata verso un minore di anni 10 è da 7 a 14 anni. Si tratta di delitti tra i più gravi.

Per una disamina delle problematiche tipiche della violenza sessuale rinvio alla pagina viewtopic.php?f=17&t=74&p=95&hilit=penale#p95 di questo forum.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Provocazione

Messaggio da Alyosha » mercoledì 6 luglio 2011, 16:48

Io parlando di violenza non posso non avere in mente la violenza domestica. Ho riflettutto e ancora rifletto su tante cose in proposito. Non è vero che la violenza non può trovare nessuno sfogo, sono molto convinto che nell'uomo ci sia una carica di aggressività che ogni tanto è anche giusto che venga fuori, il problema è in quali contesti. Darsi una bella scazzottata tra "pari" diciamo così può anche avere un suo perché, se poi diventa uno sport (mi riferisco al pugilato ovviamente) è ancora meglio. Di sicuro c'è che la violenza a soggetti più "deboli" è perversa, perché genera purtroppo delle volte quasi delle complicità e un riconoscimento di ruoli o ancora peggio dei sensi di colpa (quasi si meritasse quel trattamento).
Ormai tuttavia mi sono quasi persuaso che purtroppo tante volte la vittima si fa complice, sotterra le "prove" e anzicché condannare a volte giustifica e protegge il marito o il padre violento. Non posso certo porre la questione nei termini "è anche un pò colpa loro", francamente non me la sento. La "colpa" resta sempre di chi usa la violenza e non si pone problemi sugli effetti che questa crea. Tuttavia quando poi provi a sciogliere questi legami, ti rendi conto che le cose sono molto più complicate di quello che sembrano, che la vittima trova i suoi modi di farsi spazio tra le cose, che da sotto tira anche lei la corda che sembra tenerla priginiera e alla fine ti accorgi che sono in due che si legano e che sciogliere quei nodi è praticamente impossibile. Mi rendo conto che non è mai semplice alzare la testa e riconoscersi dei diritti, ma qualche volta succede anche che i sensi di colpa che la donna crea nell'uomo divengano una pesante moneta di scambio e che la violenza diventi un modo per stare assieme e tenere il rapporto. Gli strumenti legali a disposizione per fortuna sono tanti, è la mentalità generale che purtroppo vedo marciare abbondantemente contro sopratutto in certi quartieri o contesti.

aleksandro
Messaggi: 117
Iscritto il: lunedì 14 dicembre 2009, 20:56

Re: Provocazione

Messaggio da aleksandro » mercoledì 6 luglio 2011, 17:15

cagliostro,io mi riferivo-e chiedo venia se nn si capiva-ad una violenza posta in ambito di questione sessista.
a quella lì nn sn nè a favore nè contrario.
anche gli uomini possono subire una violenza sessuale.e di certo nn lo approvo,nè lo auguro a nessuno.nè uomo,nè donna.
ti stringo le mani,rimani qui..cadrà la neve a breve..(niccolò fabi)

Nemesis

Re: Provocazione

Messaggio da Nemesis » mercoledì 6 luglio 2011, 17:28

konigdernacht ha scritto:
aleksandro ha scritto:perchè una donna deve compiere una violenza psicologica verso un uomo, partendo dal presupposto che in quanto maschio deve aderire a dei ruoli comportamentali?
Concordo con l'utente aleksandro.
Non posso credere di aver letto frasi del genere, eppure le ho lette.

Partiamo dalle risposte di Cagliostro, Project e Boy Com che quoto al 1000 per cento e ora scendiamo nei particolari.
Aleksandro, Konig, state lamentando un tipo di violenza che, se anche esistesse, viene da voi rifiutata dal momento in cui scrivete che non siete né a favore né contro la violenza. Inoltre questa vostra affermazione vi schiera insieme ai carnefici che fanno della violenza il loro stile di vita.
Il concetto di ruolo è una cosa completamente soggettiva e non c’entra niente con la violenza di cui stiamo parlando.
Non ci sono uomini che vengono stuprati dalle donne, uomini che subiscono violenza domestica, uomini che temono quotidianamente per la propria vita e quella dei loro figli, che vengono condotti al pronto soccorso in punto di morte perché “hanno provocato la moglie, la madre, la sorella, l’amica o l’ex rifiutata”.
Nessun uomo su tre al mondo viene ucciso da una donna. A nessun uomo vengono fatte proposte oscene né molestie sul luogo di lavoro, non ci sono denunce di stalking da parte di uomini.
La mia domanda è questa e ve la pongo nuovamente: perché si fa violenza contro una donna?
E a questo punto perché esistono persone come voi che l’appoggiano non schierandosi contro gli autori di queste violenze?
Sapete cosa state facendo dando una risposta di questo tipo? Affermate come fanno in molti che “la violenza sulle donne non esiste, è come la mafia o la droga”. (RaiNews24)

Per aprirvi un po’ meglio quegli occhi cuciti col filo di ferro vi riporto delle testimonianze reali:

- Un sessantenne di Varazze è stato denunciato per violenza sessuale su minore per aver abusato ripetutamente della nipotina di 8 anni. (Ansa, notizia del 4 Luglio 2011)

-Sono stata sequestrata per quattro giorni e suprata da cinque uomini insieme a due mie amiche. Solo io sono sopravvissuta (testimonianza raccolta da un sito francese che combatte la violenza contro le donne)

- Una donna sposata su tre in Giappone (33,2%) e' stata vittima di violenza domestica, di soprusi fisici o psicologici dal proprio marito. (Ansa)

- Un inferno durato 10 anni per due sorelle, rispettivamente oggi di 17 e 18 anni, che hanno denunciato il padre per abusi sessuali. (M. Geraci)

- Non il cancro né gli incidenti stradali: e’ la violenza tra le mura domestiche la prima causa di morte o invalidita' permanente delle donne tra i 14 e i 50 anni. Sempre piu' spesso la vittima vive sotto lo stesso tetto dell'autore della violenza. (RaiNews24)

-Sono stata molestata due volte. La prima avevo otto anni e solo mia madre mi credette, la seconda ne avevo diciotto. La polizia chiese se mi era piaciuto, il mio aggressore non è stato condannato e io sono passata per “quella che se l’è andata a cercare”. Mia madre dovette pagare 500 euro al mio molestatore dopo averlo picchiato e come disse al Giudice “sono stai i 500 euro meglio spesi della mia vita”.

Nel caso vi interessi, l’ultima testimonianza è la mia. Adesso chiedetemi pure cosa feci ai miei aggressori per indurli a molestarmi.

aleksandro
Messaggi: 117
Iscritto il: lunedì 14 dicembre 2009, 20:56

Re: Provocazione

Messaggio da aleksandro » mercoledì 6 luglio 2011, 17:39

cara Nemesis-e qst è l'ultimo post di risposta che scrivo-ti faccio degli esempi:
io a 19 anni-ormai adulto-ho subito una violenza fisica da parte di una donna
poi una persona di mia conoscenza è stata aggredita dalla sua ex moglie sul luogo di lavoro(lei era armata,lo ha mandato all'ospedale)
la violenza psicologica è grave,esattamente come quella fisica(chiedilo agli pisichiatri che hanno in cura chi ne ha subita)
io,e lo ripeto,nel mio dirmi NON A FAVORE,Nè CONTRO,mi riferivo alla violenza intesa su questione sessista,uomo su donna.
io sn contrario alla violenza e ai suoi effetti,chiunque la compia.
LE DONNE NON SONO VITTIME.LE DONNE SONO ANCHE CARNEFICI.COME L'UOMO.
detto questo,ti consiglio,cara Nemesis,di liberarti del tuo pregiudizio verso gli uomini.
lo trovo banale in una donna.
stammi bene.
ti stringo le mani,rimani qui..cadrà la neve a breve..(niccolò fabi)

Rispondi