Ragazza segregata in casa perché lesbica

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Avatar utente
Trotty93
Messaggi: 24
Iscritto il: domenica 15 agosto 2010, 18:37

Ragazza segregata in casa perché lesbica

Messaggio da Trotty93 » domenica 31 luglio 2011, 15:33

Ciao a tutti! Una mia cara amica mi ha scritto inaspettatamente questo messaggio
I suoi genitori hanno chiuso la mia ragazza in casa.
Niente internet, nè uscite.
E' riuscita a salvare il cellulare, ma per scrivere deve nascondersi.
Io che faccio?
È una situazione che non mi ero mai trovato a fronteggiare prima, così ci ho pensato un po' su e le ho risposto così:
Ho provato a dare un'occhiata in rete, per la Cassazione è reato http://www.studiocataldi.it/news_giurid ... a_3462.asp Inoltre se hai la tessera Arcigay hai a disposizione gratuitamente dei legali.

Senza arrivare a tanto e sporgere effettivamente denuncia, potresti semplicemente informare i genitori di lei della faccenda e che se non la lasciano "libera" andranno nei guai.

Ti suggerirei parallelamente di aggiungere, oltre alla "minaccia", un messaggio positivo di cui hanno sicuramente bisogno: ovvero che tu e lei volete passare un po' di tempo con loro per parlare e chiarire dubbi, perplessità, spiegare le vostre ragioni.

Appellati sia alla legge che ai sentimenti, dovresti farcela... buona fortuna! E tanti tanti auguri per la ragazza di cui non sapevo nulla, spero si risolva tutto... fammi sapere!
Avete qualche idea migliore? Ciò che le ho consigliato va bene o è controproducente? Si può aggiungere altro?

Vi ringrazio anticipatamente per le risposte, che spero arrivino presto

Alex
La mia valvola di sfogo --> http://www.lastessamedaglia.com

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1014
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: Ragazza segregata in casa perché lesbica

Messaggio da guy21 » domenica 31 luglio 2011, 19:18

mah sinceramente a prima vista così direi che hai fatto bene, poi bisogna vedere un pò la situazione nel dettaglio, cioè insomma come sono i suoi che comportamenti hanno anche se ho già capito che non sono tanto aperti. che posso dire, chiudere in casa i propri figli perchè si amano e così non si possono vedere per diciamo farli passare questa cotta o periodo temporaneo mi sembra ridicolo. mi chiedo ma molto stupidamente perchè l'amore considerato la cosa più bella al mondo deve essere negata se vera,spontanea e bella? boh non so rispondermi a questa domanda, c'è qualcosa che ancora non riesco a capire nella natura umana o nella nostra società, o forse la risposta è talmente stupida che non riesco ad arrivarci! :lol:
boh non saprei, comunque non posso essere molto d'aiuto io, dovrei essere nella situazione capire un pò le cose come stanno così so poche informazioni, non saprei proprio che consigliare, direi che per ora il tuo consiglio è quello giusto. poi se altri hanno qualche altra idea ben venga. ciao a presto! :D
ah comunque ti risaluto dato che credo non scrivi da tempo sul forum ma sei qui da tempo, mi ricordo di te. ciao! :D

Avatar utente
Telemaco
Amministratore
Messaggi: 682
Iscritto il: sabato 26 giugno 2010, 23:05

Re: Ragazza segregata in casa perché lesbica

Messaggio da Telemaco » lunedì 1 agosto 2011, 0:03

Per adesso più di così non penso si possa fare, hai fatto bene, è stato un consiglio equilibrato e realistico. Vedremo. :|
# Non basta un giorno di freddo per gelare un fiume profondo.
(Gǔlǎo de zhōngguó yànyǔ)

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Ragazza segregata in casa perché lesbica

Messaggio da barbara » lunedì 1 agosto 2011, 18:54

Potrebbero esserci anche altre strade se la ragazza fosse minorenne, ad esempio rivolgersi ai servizi sociali,che hanno la competenza specifica di tutelare i minori
Comunque condivido la cautela nel rivolgersi alle forze dell'ordine, perchè la denuncia , una volta partita potrebbe essere difficile ritirarla. Se il reato ipotizzato fosse il sequestro o i maltrattamenti , si tratta di reati perseguibili d'ufficio e una volta che le forze dell'ordine ne hanno notizia devono procedere anche senza querela della vittima. Quindi è necessario accertarsi se la ragazza è effettivamente in questa situazione .
Recentemente un padre che ha caricato in macchina con la forza la figlia maggiorenne e l'ha allontanata dal fidanzato è stato arrestato.
Se la ragazza ha il cellulare potrebbe lei stessa intanto chiamare una linea amica dell'arcigay , arcilesbica o Agedo della sua zona e chiedere un consiglio.
Bisognerebbe avere più elementi comunque per poter capire cosa sia meglio fare.

Rispondi