Crea sito
 
Oggi è domenica 22 ottobre 2017, 17:43

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 18 di 18 [ 178 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 14, 15, 16, 17, 18
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: giovedì 16 marzo 2017, 10:25 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27
Messaggi: 836
Preciso marmar che mi sono divertito a chiamar pseudo-asessuali quelle persone che sono erroneamente convinte di essere asessuali per il solo fatto di avere un elevato numero di turn-offs legati alla sfera genitale e, per aver legato strettamente, oggettivato e confuso la sessualità con questa genitalità, son convinti di esser asessuali pur anelando ad un partner o ad una partner esattamente come tutti gli altri ^_^.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: domenica 9 aprile 2017, 19:48 

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2012, 21:53
Messaggi: 72
Ciao marmar, ciao agis, che sorpresa vedere che qualcuno ha rispolverato il mio post dopo cosi' tanto tempo!
Sono entrato nel sito per tutt'altro e ho notato gli aggiornamenti...
La situazione e' cambiata di poco, nel senso che l'micizia con lui si e' ancora piu' consolidata e ci vediamo ancora piu' spesso di prima, sempre con quella complicita' che avete letto, innumerevoli segni di affetto e abbaracci.
In varie occasioni di vacanza abbiamo dormito sullo stesso letto con vari sfioramenti, cosa che accade anche al cinema, a cena, in piscina o altro, ma senza mai andare oltre.
I suoi sguardi poi, mi mandano in estasi! Ho letto in internet anche dei segnali di gradimento e lui li ha tutti, vicinanza, posizione dei piedi, si tocca la bocca, ecc.
Usciamo sempre insieme e ci troviamo benissimo.... Io ho preso una linea, che non so dove condurra'... Nel senso che ho deciso di non forzare piu' la cosa e lasciare che la situazione evolva da se', anche a costo di lasciarla cosi'.
E' il ragazzo piu' dolce del mondo!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: domenica 9 aprile 2017, 22:52 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27
Messaggi: 836
geogio ha scritto:
e ho deciso di non forzare piu' la cosa e lasciare che la situazione evolva da se', anche a costo di lasciarla cosi'.
E' il ragazzo piu' dolce del mondo!


Uella geogio ^_^. Ecco, direi esattamente quest'ultima che hai detto. Visto che ci accordiamo genericamente a pensare che tutti noi siamo nati simili ma nessuno uguale, neppure i gemelli monozigoti, è del tutto consequenziale pensare che ogni incontro, ogni relazione di coppia o anche allargata, comporti dei compromessi tra partners. Nel caso la mia teoria relativa alla tua vicenda fosse applicabile, non c'è nulla di male a portare avanti la relazione come la descrivi se questo compromesso risultasse accettabile e gradevole ad entrambi. Le varie chiacchiere ed amenità su verginità, lunghezze, prestazioni, matrimoni bianchi e via discorrendo le lascerei appunto a chi, nel proprio cervello, privilegia la materia bianca rispetto a quella grigia ^_^. Ciao! E buon proseguimento ;)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: giovedì 8 giugno 2017, 18:03 

Iscritto il: giovedì 8 giugno 2017, 17:36
Messaggi: 12
Dal 2012 a ora tu non hai rivolto le attenzioni ad altri? solo a lui?


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: lunedì 12 giugno 2017, 22:11 

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2012, 21:53
Messaggi: 72
C'è stato un breve periodo in cui ho rivolto attenzioni anche ad un altro ragazzo, ma per il resto sempre e solo lui, anche attualmente.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: martedì 13 giugno 2017, 10:01 

Iscritto il: venerdì 10 marzo 2017, 21:43
Messaggi: 96
Ciao Geogio, ho letto solo ora la tua risposta del 09 aprile...Grazie della risposta!

Da quanto scrivi, mi sembri sereno e credo questo sia per te fondamentale.

Hai raggiunto un equilibrio che ti permette di vivere questa relazione in maniera appagante. Probabilemente non hai il sesso con questa persona, ma se ci condividi tutto il resto, hai quello che conta in un rapporto di coppia.

Mi spiego meglio: il sesso è importante e come detto in altri post, condiviso con la persona che ami, è in grado di cambiarti. Il sesso però, anche se con effetto diverso, si può avere ed è comunque piacevole, con chiunque ci attragga fisicamente... Invece la cosa che rende due persone una coppia che funzioni è la complicità: il capirsi, il sosteneresi, il condividere. Ecco: queste cose mi sembra le hai raggiunte e non è poco.

Ultima domanda, se non sono troppo indiscreto...ma da questo ragazzo ricevi mai atteggiamenti di affetto/tenerezza?

Mi complimento con te per la maturità con cui stai affrontando questa situazione e per il rispetto dimostrato nei confronti del tuo amico...ti faccio un grosso in bocca al lupo!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: martedì 13 giugno 2017, 19:43 

Iscritto il: sabato 18 febbraio 2012, 21:53
Messaggi: 72
Oh siii, ne ricevo, anche se in modo meno evidente dei miei atteggiamenti con lui. Sfioramenti piu' o meno casuali, mi tocca velocemente la gamba o il braccio, d'estate mi spalma la crema, ci mettiamo gli asciugamani vicini vicini, cose del genere... Da lui poi noto azioni che ho letto essere segno di gradimento maschile, come pupille dilatate, si tocca la bocca, piedi rivolti a me, sguardo languido, sorride sempre. Ecco, sono queste le cose che noto, non e' molto, lo sostesso, ma non e' nemmeno niente ahah... Grazie x aver rispolverato questo vecchio e lunghissimo post... mi sa che e' uno dei piu' lunghi.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Sono gay: una storia, un consiglio
MessaggioInviato: giovedì 15 giugno 2017, 22:09 

Iscritto il: venerdì 10 marzo 2017, 21:43
Messaggi: 96
Di nulla Geogio: pensando che il primo post di questo thread risale a ben 5 anni fa, se questo non è amore!!
Sono d'accordo col rispettare i tempi e mi fa piacere che comunque anche lui ti dia delle attenzioni e che, sebbene timidamente, cerchi il contatto fisico e visivo.

Come ho scritto altrove, credo che spesso i ragazzi hanno talmente paura di accettare la propria omosessualità che si vogliono convincere di essere altro. Con questi presupposti, spingerli ad una apertura tramite dialogo rischierebbe di farli scappare a gambe levate. Diversamente, reputo molto importanti i fatti: sfioramenti, massaggi con creme, vicinanze particolari..ecco, li considero più importanti di tante parole. Per questo fai bene a creare un'intimità vostra che possa farlo sentire a suo agio e semmai piacergli, chissà che piano piano non si lasci andare. Se accadesse, non cercate di definire nulla (proprio perchè le parole spesso fanno paura) ma vivetevi le cose così come vi sentite di fare.

Non ti voglio illudere, ma dopo tutto questo tempo che vi frequentate, avresti capito se da parte sua c'è un certo disagio..invece lui sale tranquillamente e ripetutamente da te, andate in vacanza, passate serate, fate viaggi e piccole gite fuoriporta quasi sempre tu e lui da soli: in pratica, non siete una coppia? Adesso è questo è quello che conta :)


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 18 di 18 [ 178 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 14, 15, 16, 17, 18

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010