Sono gay: una storia, un consiglio

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
geogio
Messaggi: 72
Iscritto il: sabato 18 febbraio 2012, 21:53

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da geogio » sabato 9 giugno 2012, 20:12

Grazie per la dedica, molto gentile.
Beh sì, credevo mi dicessi che avevo, se non proprio sbagliato, osato troppo di nuovo.
Di solito non sei così “fatalista”…
No, in ogni caso non rovinerò la situazione cercando di capire cosa succede in lui. Non a tutti i costi, almeno.
… una nota di lieve tristezza pensando al passato viene sempre, ma mai paura, sempre avanti!

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da Alyosha » sabato 9 giugno 2012, 20:24

ahahah... si ma infatti penso che stai osando troppo, però già che ci sei goditi la cosa! Ti ho già detto che ha un senso interrogarsi prima di agire, non dopo. Dopo conviene sempre inseguire con vigore le proprie convinzioni e la scelta che si è preso, se non ci si è riusciti almeno uno ci ha provato e non ha nulla da rimpiangersi. Comunque vada cerca di goderti quest'estate è stato un anno pieno di cambiamenti e sorprese cerca almeno di rilassarti.
Non sono triste del passato anzi... sono molto soddisfatto delle cose che ho saputo fare e anche di quelle che non ho saputo comunque. In questa fase più che altro mi sto riappropriando dei pezzi del mio passato e del loro lato emotivo. Ti ho detto come la vivo per adesso... Sento che è più importante riappropriarsi del mio desiderio e viverlo come mio, delle mie emozioni e sapere che sono le mie, dei miei spazi, che la presenza di un'altra persone per adesso. Sento che in questo momento verrebbe solo per darmi fastidio! :P.

Avatar utente
riverdog
Messaggi: 300
Iscritto il: venerdì 9 luglio 2010, 0:27

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da riverdog » sabato 9 giugno 2012, 22:49

Ti ammiro Geogio! Per come sono fatto io, una situazione del genere mi avrebbe già mandato al manicomio.... :roll:
Okay pensare, okay digiunare, ma aspettare.... non è proprio il mio forte ;)

Avatar utente
tothelighthouse
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 3:07

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da tothelighthouse » domenica 10 giugno 2012, 10:08

Leggere quello che ha scritto boy-com mi ha fatto tornare in mente cose che pensavo di aver dimenticato. Diversi anni fa, ancora ai primi anni del liceo, avevo stretto un legame fortissimo con un ragazzo... Sotto certi aspetti mi ricorda un po' la storia di geogio, perchè io cercavo irrazionalmente (all'epoca non è che avessi le idee così chiare riguardo alla mia sessualità) di capire cosa pensasse, perchè tutto sembrava piuttosto chiaro: mancava solo una sua conferma!
Praticamente in ogni momento libero che avevo cercavo lui (e a sua volta lui ne sembrava contento), e per molti aspetti si può dire che all'epoca facesse il bello e il cattivo tempo sul mio umore (anche se non credo se ne sia mai reso conto).
Poi alla fine l'abbiamo affrontata, "la grande questione". Il risultato è che non ho mai capito cosa pensasse veramente, nemmeno adesso, a distanza di anni. Non ci siamo più visti per molto tempo, e quando ci siamo rivisti ho realizzato, in un istante, cosa implicano il trascorrere del tempo e le scelte che si fanno.
Questo tipo di rapporti sono effettivamente speciali, credo facciano giustamente parte delle esperienze che si fanno nel corso della vita... Tuttavia, non riesco a non pensare che ci sia qualcosa di "scorretto" di fondo, mi turba pensare alla possibilità di aver stabilito un rapporto del tutto sbilanciato con qualcuno. Ora non credo proprio che ci riuscirei.

Ovviamente non serve ribadire che non ha senso generalizzare, e che sicuramente la mia esperienza è stata, per l'appunto, "mia", certamente non universalizzabile. Ma tant'è.

dannyb
Messaggi: 30
Iscritto il: martedì 10 maggio 2011, 21:30

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da dannyb » giovedì 14 giugno 2012, 21:53

Ciao Geogio, ho letto anch'io con interesse il tuo racconto e ovviamente spero che la vostra vicenda approdi presto da qualche parte.
Un consiglio come un altro: perché durante uno dei vostri imminenti incontri estivi non prendi spunto da qualche argomento di attualità per sondare il terreno almeno circa il suo punto di vista sui gay? Per fare un esempio banale potresti buttarla lì su Tiziano Ferro (che tutti e due apprezzate) o Ricky Martin e commentare sul coraggio che hanno avuto nel rischiare di perdere le loro fan, magari mettendo su 'casualmente' la loro musica... oppure proprio per venire a questi giorni commentare l'uscita del favoloso sig.Cassano, ecc ecc.. insomma buttare sul tavolo l'argomento senza compromettersi, ricavandone in cambio preziose indicazioni sulla sua posizione in materia e cogliendo perché no anche segnali sul suo orientamento. Solo un piccolo consiglio spassionato :P

geogio
Messaggi: 72
Iscritto il: sabato 18 febbraio 2012, 21:53

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da geogio » lunedì 16 luglio 2012, 23:13

Ciao ragazzi, dopo qualche “lezione d’inglese” e un giorno in piscina, volevo aggiornare la situazione. Le vostre risposte mi aiuteranno come sempre a non fantasticare troppo…

Allora, per le lezioni d’inglese c’è poco da dire, l’ha presa sul professionale e ha sempre avuto poco tempo a questi appuntamenti, andando via subito dopo.

Un giorno siamo andati insieme in piscina, era organizzato da tempo, ma quel giorno non c’era il sole, anzi da noi minacciava pioggia; pensavo mi chiamasse per disdire, invece ha insistito per andare proponendo un’altra località meno a rischio pioggia. Un po’ sorpreso ho subito accettato e siamo andati. Ed è stata una giornata stupenda.

C’era pochissima gente, abbiamo preso il sole e fatto il bagno, ma soprattutto chiaccherato per tutto il giorno, di tutto, senza accorgerci che ormai era già sera.
Non è successo niente di particolare, ma qualche fatto voglio raccontarvelo.

Era in difficoltà con la crema e gli ho chiesto se voleva che gliela spalmassi sulla schiena. Ha accettato. Sono stato il più dolce possibile, con calma, fino al costume… non vi nascondo che mi sono anche eccitato.
Ha lasciato fare e mi ha chiesto se volevo che la spalmasse anche a me. Naturalmente ho detto di sì e ha ricambiato gentilente, come sempre. Non vi dico l’emozione e la sensazione che ho provato… avrei voluto… avete già capito!

Poi, ricordate il cd di Tiziano Ferro che avevo messo nella gita a Venezia? Ebbene, mi ha detto che dopo quel giorno ha ascoltato le sue canzoni e le ha trovate bellissime, soprattutto le parole.
Qui avrei voluto introdurre l’argomento gay, come suggeriva dannyb, ma non so cosa mi è preso, mi aveva già spiazzato con la crema e ora col cd… non ho detto niente! Purtroppo un’occasione sprecata, ora me ne pento.

E ancora, ricordate il film Titanic 3d che siamo andati a vedere di ritorno da Venezia? Successivamente mi aveva regalato un cd della colonna sonora e mi ha chesto se lo avevo ascoltato. Certo, gli ho detto, e così ci siamo messi a ricordare alcune scene e musiche e a parlare di film. E’stato bellissimo anche questo.

Una cosa che io interpreto un po’ meno bene riguarda l’asciugamano. Io l’avevo messo praticamente attaccato al suo, ma lui dopo il primo bagno l’ha spostato dicendo per battuta che… gli facevo ombra! Forse avevo esagerato ed era un po’ imbarazzato…

Tutti questi fatti mi hanno lasciato confuso, non riesco a smettere di pensarci… Cosa ne pensate?

Avatar utente
Hugh
Messaggi: 152
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 13:55

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da Hugh » martedì 17 luglio 2012, 7:41

Geogio! :P
Ben ritrovato! :D
Eravamo in attesa di risentirti con sviluppi positivi, e direi che non va per niente male!!! ;) Leggere di te (voi) mi fa cominciare bene la giornata e non posso esimermi da lasciare un commento. :)
In effetti, un tantinello di coraggio in più potresti averlo avuto quando è venuto fuori il discorso di Ferro... ma come darti torto? Avevi già potuto fare e ricevere MOLTO: spalmare la crema solare sul suo corpo e sentirtela poi spalmare da lui: ma dico, scherziamo?? Cose che ...lasciano il segno! Voglio dire, uno si deve mantenere calmo! :lol: eh eh eh 8-)
Ottima mossa chiedergli se voleva che tu gli spalmassi la crema! Lui ha accettato e poi ha pure ricambiato e ... infine si mette a parlare del CD di Tiziano Ferro: io non so cosa vuoi di più!?! :o
La prossima volta, mi raccomando ... non puoi deluderci: prova a passare all'azione (ooops, voglio dire: osa parlare di più).
Il fatto che abbia spostato l'asciugamano non mi dice nulla, oltretutto l'ha fatto accostando una battuta.
Poi, non so, ma bisogna che "sfrutti" appena anche le lezioni di inglese!
Ti auguro un'ottima prosecuzione d'estate (come minimo, altre spalmate di crema ;) ) e aspetto il prossimo "bollettino" !! :lol:
Ciao! :P
La lotta spirituale è dura quanto la guerra tra uomini
(Arthur Rimbaud, Una stagione all'inferno )

geogio
Messaggi: 72
Iscritto il: sabato 18 febbraio 2012, 21:53

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da geogio » sabato 21 luglio 2012, 9:09

Sei forte Hug! Quando ho letto la tua risposta sono scoppiato a ridere, anche tu mi hai messo di buon umore! :lol:
Citando Galileo potrei commentare che “e pur si muove” e che qualche tassello lentamente si aggiunge. Pur senza ulteriori fatti significativi posso aggiungere che proprio ieri sera, alla nostra “lezione di inglese” gli ho proposto di fermarsi per un film, ed ha accettato.
Sul divando a inizio film eravamo distanti un metro e alla fine meno di metà... Non è successo altro, ma vorrei considerarlo un altro punto a favore.

Avatar utente
tothelighthouse
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 6 gennaio 2012, 3:07

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da tothelighthouse » sabato 21 luglio 2012, 12:56

geogio ha scritto:ma vorrei considerarlo un altro punto a favore.
Di punti penso che ormai tu ne abbia fatti a sufficienza. A questo punto potresti iniziare a scoprire qualche carta, no?
Temporeggiando ancora corri "il rischio" (come se fosse una cosa spiacevole!) che sia lui a fare il primo passo, ora come ora! (-:

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: UNA STORIA, UN CONSIGLIO

Messaggio da Alyosha » sabato 21 luglio 2012, 13:12

Sai geogio mi viene in mente di quella volta che la mia amica mi disse che era innamorata di me, non so come avessi fatto a non capirlo prima in effetti, la guardavo con occhi completamente diversi, forse era evidente ma non capivo proprio. Ricordo con esattezza quanto ci rimasi male, mi sentii tradito, perché il tipo di interesse che io reputavo "amicizia" era diverso, insomma era mossa da un'altro interesse. Ci ho messo un pò a digerire la cosa... Capisco che l'amore è tiranno, ma bisognerebbe un attimo provare a guardare le cose con gli occhi dell'altro per vederlo veramente, altrimenti il rischio è di essere solamente dei grandi egoisti capaci di guardare solo a se stessi. Se davvero per lui fossi solo (si fa per dire) un amico, non credo la prenderebbe bene e questo ben al di là dell'omosessualità intendo, prova a metterlo in conto. Ti vedo sinceramente troppo agito da questo interesse e continuo a temere che nel frattempo un pò ti stia "distraendo" dalle tue cose. Dovresti sul serio almeno provare a vivere serenamente i momenti con cui stai con lui, diciamo che questo calcolo delle probabilità che ritorna ogni volta e che per come la vedo da sempre lo stesso risultato, brucia un pò le emozioni che circolano e quello che ti succede nel frattempo. Qualunque cosa sia, stare con lui o ti fa stare bene o ti fa stare male, se ti fa stare bene continua, quando ti farà stare male ne riparleremo.

Rispondi