Cenone di ferragosto.

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
Avatar utente
Lohengrin
Messaggi: 13
Iscritto il: lunedì 15 agosto 2011, 22:15

Cenone di ferragosto.

Messaggio da Lohengrin » mercoledì 15 agosto 2012, 23:22

Carissimi amici, è passato un anno esatto da quando capitai su questo forum decidendo immediatamente di iscrivermi.
Non so voi, ma io l’ultimo dell’anno mi lascio prendere da un po’ di malinconia ripensando ai momenti passati, crogiolandomi nella dolce tristezza del ricordo. Questo stato d’animo spesso si mescola con una leggera ansia per il futuro che è simbolicamente rappresentata dal cambiamento d’anno.
Oggi, anche se ferragosto, lo vedo come l’ultimo giorno di un anno davvero speciale, un anno che ha cambiato la mia vita.
Oggi però sono emozionato anche per un altro fatto. Poche ore fa, a casa mia, avevamo un ospite a cena. Quando quest’ospite è andato via mi sono fermato in cucina a parlare con i miei genitori . Non potete immaginare l’euforia nel sentirli tessere lodi verso questa persona. Una gioia particolare, che ho subito sentito la necessità di condividere con voi, quale testimonianza parziale e come ringraziamento per questo mio anno trascorso su progetto. Quell’ospite alla tavola dei miei genitori era il mio N.
E pensare che questo ferragosto non era iniziato proprio nel migliore dei modi. Anzi, pur avendo visitato due luoghi d’arte a me molto cari il clima era un po’ teso e come spesso accade si aveva finito per litigare, come si dice da me, ci eravamo tenuti la “pepa”! In realtà lo stress e il nervosismo accumulatosi in questi giorni di lontananza per vari motivi personali necessitavano soltanto di un luogo intimo per essere sciolti da un interminabile abbraccio consolatore, capace di far fuggire tutte le ansie.
Ecco, immaginate voi la possibilità d’intimità il giorno di ferragosto con famigliole, comitive e gente in ogni angolo. Sommando l’ansia di dover far sempre tutto di nascosto all’ansia di cui dicevo prima si stava consumando uno dei nostri piccoli drammi.
Non sapendo più che fare, per primo ha deciso di andarsene N., ma chissà perché il suo portafogli era rimasto nei miei calzoni; altra tensione, poi ho deciso di andarmene io con una discreta accelerata per far notare il mio disappunto. Ma come al solito non potevamo salutarci così e una sua telefonata mi ha fatto tornare indietro.
Suppongo che sia voi che i presenti nel parcheggio non ci abbiano presi proprio per persone equilibrate.
E in effetti un po’ squilibrati lo siamo, almeno, abbastanza da presentarci a cena dai miei, che ovviamente, non sapendo nulla, hanno conosciuto N. in veste di amico.
Ma tutto questo per oggi non ha nessuna importanza.
Oggi, per me, ha avuto importanza vedere il mio moroso parlare di piante con mio padre, estasiato per le conoscenze di questo ragazzo a suo dire “serio e finissimo” (complimenti normali per i più, ma conoscendo mio padre, sempre un po’ rigido, deve averlo colpito davvero tanto), ha avuto importanza il nostro bacio scambiato di nascosto in cantina davanti agli occhi silenti della mia gatta, ha avuto importanza il fatto di averlo avuto lì a fianco a me, in mezzo alle persone e ai luoghi che mi sono più cari, proprio come la ragazza di mio fratello che è stata presenta qualche giorno fa proprio a quel tavolo. So benissimo che non è la stessa cosa; chissà se un giorno l’ottima opinione dei miei genitori cambierà di colpo, quando magari scopriranno chi è N. per me.
Per questa ed altre risposte aspettiamo "l'anno" che verrà; come vi avevo detto all’inizio di questo post per me l’ultimo giorno dell’anno è sempre motivo di ansia per il domani, ma credetemi questa cena di capodanno-ferragosto mi ha dato tanta speranza.
Un abbraccio, Ale.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Cenone di ferragosto.

Messaggio da progettogayforum » giovedì 16 agosto 2012, 0:00

Ciao Ale!! Non immagini quanto questo post mi possa fare felice!! Purtroppo non ti conosco di persona ma conosco N. e l’ho visto letteralmente rinascere! Vi auguro una immensa felicità perché la meritate tutta. Il senso della vita è nel volersi bene sempre e nonostante tutto, nel sentire l’altro presente e nel sentirsi finalmente in due. Quando questo poi può accordarsi con la comprensione da parte della propria famiglia, beh, è difficile immaginarsi una gioia più grande! C’è ancora un pezzo di strada non indifferente da fare, ma con buon senso e soprattutto procedendo in due le cose possono essere molto più facili! Un fortissimo abbraccio ad entrambi!!

pavlosss
Messaggi: 62
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2012, 14:23

Re: Cenone di ferragosto.

Messaggio da pavlosss » giovedì 16 agosto 2012, 10:32

Non si può vivere che per amare.
Se per me il Ferragosto non è stato così significativo, nel senso di aver fatto entrare in famiglia il ragazzo che amo, è comunque stato una perfetta comunione di spirito e corpo con lui.
Inutile dire che pure le cose più banali si illuminano d'immenso quando stiamo vicino. Intessere la vita con i suoi sguardi, le sue parole, diventa una cosa indispensabile e, credo, sia l'esperienza di chiunque sia innammorato.
E' bello vedere che, in questo forum, oltre alle inevitabili narrazioni di difficoltà, si trova anche il canto di gioia di anime che si amano....

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Cenone di ferragosto.

Messaggio da Alyosha » giovedì 16 agosto 2012, 11:20

Lohengrin ti credo che eravate nervosi, non era certo un passaggio semplice quello in cui la coppia si presenta ai genitori. Sai tante volte mi capitava di presentare le mie ragazze ai genitori come amiche, per evitare inutili formalismi e sai com'è dope due tre volte che mi presentavo con la stessa "amica" alla fine capivano ;). C'è una grossa differenza tra il dire le cose e il lasciare che gli altri capiscano quello che vogliono. Non che sia il massimo lasciare questo spazio di ambiguità, ma insomma per intanto l'hai lasciato più in là se te la sentirai questa ambiguità potrà essere sciolta e si aprirà lo spazio di una discussione.
Mi spiace sul serio accorgermi del fatto che un coppia come la vostra debba avere una quota di stress in più legata a questo genere di problemi, mi rendo conto che dovrà essere una cosa alquanto complicata gestire il tutto nella penombra. Però insomma resta il fato che sei stato comunque bravo e fortunato ad aver trovato una persona speciale che sa renderti speciale è già tanto, forte tutto quello che si potrebbe chiedere.
Un abbraccio.

Avatar utente
sam
Messaggi: 97
Iscritto il: martedì 22 maggio 2012, 11:59

Re: Cenone di ferragosto.

Messaggio da sam » giovedì 16 agosto 2012, 11:43

Sono molto contento per voi due Lohengrin ! :)

Ilex
Messaggi: 162
Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 0:25

Re: Cenone di ferragosto.

Messaggio da Ilex » venerdì 17 agosto 2012, 20:36

Credo che un premio speciale per la sopportazione spetti al nostro lohengrin, che non si è preso un tipo dal carattere facile e morbido..
Nonostante gli screzi e le incomprensioni pare che il bisogno di stare insieme non venga mai meno.

Mi piace questa sovrapposizione ferragosto-capodanno, col cenone si celebrano le speranze per il nuovo anno e si dimenticano le difficoltà del vecchio, con questa cena si sono allontanate ansie e paure per sorridere fantasticando che forse il futuro può riservare sorprese positive e inaspettate.

Il bene che c'è tra due persone è una cosa che non può generare repulsione in coloro che a loro volta ce ne vogliono, solo se lo si veste di una maschera deforme e scabrosa, allora diventa motivo di angoscia e di biasimo. Per ora mi piace pensare che quel bene rimanga una percezione limpida e senza nome, che riesca a fare sorridere anche chi non lo potrebbe capire

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Cenone di ferragosto.

Messaggio da barbara » venerdì 31 agosto 2012, 8:27

Questa non potevo perdermela... Un momento emozionante! C'è bisogno di momenti in cui una vita insieme venga riconosciuta e sia visibile all'esterno , anche se in un modo assai particolare , date le circostanze . Anche l'amore va celebrato ogni tanto, e da ciò riceve nuova energia.
Sono felice per voi ragazzi :D

Rispondi