la mia storia

La realtà dei gay, storie ed esperienze di vita gay vissuta
Rispondi
karma75
Messaggi: 5
Iscritto il: sabato 25 luglio 2009, 10:16

la mia storia

Messaggio da karma75 » venerdì 31 luglio 2009, 9:54

Allora.
Vediamo un po' da dove iniziare.
La mia è una situazione complessa.
Nella presentazione già vi dicevo che ho 34 anni.
Vivo ancora con i miei, (qui è comunque una situazione diffusa, ma la voglia di indipendenza si fa sempre più forte, mi sa che in un modo o nell'altro farò presto qualcosa per cambiare la situazione).
Mia madre e mio padre sono molto amorevoli con me e praticamente non mi hanno mai imposto niente.
Sono arrivato ad un punto che desidero fare coming out con loro perchè li amo e non vorrei continuare a nascondere loro la verità.
Ma allo stesso tempo non è che ci sia apertura mentale da parte loro, perchè per quanto riguarda mia madre almeno (da quello che le sento dire), l'omosessualità è forma di una malattia.
L'argomento sesso non è mai trattato a fondo.
Qualche volta, se la TV me ne da l'occasione, dico che bisognerebbe rispettare e comprendere i gay, cercandi di far intuire loro qualcosa,
ma praticamente il tutto sembra che passi inosservato.
Dalle mie parti già vivere la mia condizione
non è per niente facile.
In più sono un po' timido e ci metto un po' a rompere il ghiaccio.
Poi il fatto che non sono proprio in forma non mi aiuta di certo ad
approcciarmi ai ragazzi.
Comunque sia 8 anni fa volevo assolutamente dare una svolta alla mia
situazione di solitudine e repressione e così mi sono deciso a comunicare
con qualcuno in una chat gay.
Premetto che non sono il tipo da primo appuntamento a sfondo sessuale, ma per fortuna dall'altra parte ho trovato un ragazzo sensibile e dolce come me.
Dopo aver parlato un po' abbiamo deciso di incontrarci per diventare amici e così e accaduto. Avevamo un bel rapporto e senza portarla troppo per le lunghe, in una serata con altri amici, ho conosciuto un altro ragazzo e siamo stati per un paio di mesi insieme.
E' stato un periodo felice per me, perchè per la prima volta facevo quello che volevo veramente.
A pensarci ora, mi sembra un'altra vita. Che bei giorni!
Passato questo periodo, è subentrato un altro ragazzo fra me e il mio amico e loro due avevano più interessi in comune e io iniziavo a sentirmi di troppo. Piano piano ho iniziato ad avere sempre meno contatti con lui (colpa mia) finchè non ci siamo sentiti più.
Sono passati ben 8 anni e in questo tempo non ho avuto altre storie poichè mi sono di nuovo chiuso in me stesso.
Tra le altre cose, vorrei anche ricontattare il mio amico, ma non vorrei che fosse troppo tardi.
Ora mi ritrovo con un sacco di situazioni sospese.
- Vorrei fare coming out.
- Vorrei avere un'altra storia, magari quella giusta con la persona giusta (sono un romantico e nonostante la realtà sogno la situazione ideale)
- Soprattuto diventare indipendente.

Ma mi sento bloccato. Vorrei di nuovo un amico accanto a me. Ho bisogno di essere spronato per fare le cose.
E' positivo che ultimamente mi sento di nuovo più determinato perchè arriva un certo punto che non ce la fai più a restartene senza reagire.
Per di più, sarebbe ora, vista la mia età, di decidere cosa voglio e agire di conseguenza.
Ma non so da dove ricominciare, perchè canali per conoscere persone serie non mipare che siano poi tanti.
Ora ho trovato voi e vi chiedo consigli per ripartire.
So che non è assolutamente una situazione facile, ma confido in voi.
Quanto meno parlarne con voi e confrontarmi già mi fa bene.
Grazie a chi mi vorrà rispondere.

Jek70
Utenti Storici
Messaggi: 518
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2009, 19:41

Re: la mia storia

Messaggio da Jek70 » venerdì 31 luglio 2009, 17:02

Ciao Karma75.

La situazione che stai vivendo e hai vissuta non è poi così rara fra noi. Dici di avere 34 anni e di stare con i tuoi, beh se ti può consolare io ne ho 38 e non è diverso. La voglia di un po' di indipendeza credo sia normale, e vedrai che arriverà anche per te prima o poi. Intanto, se dici di avere un bel rapporto con i tuoi, ritieniti fortunato perchè molti non hanno neppure quello.

Trovare gente seria non è facile in effetti ma per fortuna neppure impossibile.

Qui in questo forum avrai sicuramente la possibilità di fare due parole con serenità, anche sulla chat se ti va la sera c'è sempre gente.

Ora sei anche tu di questo gruppetto di amici. Vedrai che insieme anche se purtroppo solo virtualmente ci facciamo un po' di compagnia e ci sproniamo a modificare le cose. :)

Marcolino
Messaggi: 155
Iscritto il: martedì 16 giugno 2009, 20:56

Re: la mia storia

Messaggio da Marcolino » venerdì 31 luglio 2009, 17:55

non sono di certo la persona più adatta per darti coraggio..non in questo momento..ti posso solo augurare di realizzare questo sogno..l'indipendenza o cmq la libertà di vivere e di amare è un grande obiettivo per tutti..anke per me..credimi anke se ho solo 18 anni...ma il dolore nn conosce età..beh se puoi dai una svolta alla tua vita e inizia a vivere a modo tuo...io ti consiglio di dire tutto ai tuoi..sai perkè?perkè i tuoi devono amare il loro figlio nella sua natura nn un uomo di 34 anni ke finge di essere etero..devono amarti perkè sei tu..tutto qui...io ci penso ora ke sn piccolo..oddio piccolo...mi sento molti più anni addosso...un abbraccio marco...p.s.fregatene della forma fisica..io ho capito ke essere carini nn serve a nulla se poi nn hai il coraggio di piacere agli altri..e vattene via di casa...i tuoi genitori devono stare da soli..tu sei giovane..nn farti cullare e vatti a trovare un bel ragazzone dolce ke ti possa voler bene...ciao

clark68
Messaggi: 167
Iscritto il: venerdì 7 agosto 2009, 19:08

Re: la mia storia

Messaggio da clark68 » domenica 1 novembre 2009, 16:19

:) ciao Karma75
mi sa che siamo tutti nella stessa barca, almeno noi del forum, benvenuto a bordo tra di noi, Ho letto la tua storia e mi è piaciuta sei uno in gamba e si sente, un po è anche la mia solo che forse io sono il piu vecchio e per fortuna vivo solo. Si in effetti credo che ad una certa età , via, bisogna andare a vivere da soli, fuori di casa, l'esperienza della sopravivenza serve e sicuramente l'indipendenza aiuta a vivere meglio. Sai i cambiamentoi fanno sempre bene, nuova casa, nuovi amici ci vuole tutto questo eh ;)
Ma vedo che le esperienze a te non mancano!! Ti capisco la vita gay non è facile ma sicuramente bella. noi ragazzi gay siamo emotivamente sensibili è questo è un preggio ti auguro di poter trovare presto l'amore anche se sei gia ricco d'amore, la vita va affrontata con serenità e coraggio credo che tu ne abbi da vendere!! e va vissuta certo con cautela e prudenza come dice project
qui al forum ci siamo noi dove ti potrai confrontare e dialogare e ti asicuro che non è poco, cosa dirti altro felice di conoscerti auguri a presto Ciao Clark ;)

karma75
Messaggi: 5
Iscritto il: sabato 25 luglio 2009, 10:16

Re: la mia storia

Messaggio da karma75 » mercoledì 24 febbraio 2010, 0:30

Ciao ragazzi.
Purtroppo sono ritornato a visitare il forum solo di recente.
Credo che ricomincerò a frequentarlo più spesso.
Innanzitutto volevo ringraziare voi tutti dell'appoggio morale che mi date.
Grazie Clark per quello che mi dici.
Però devo dire che, ahimè, se c'è qualcosa che mi manca, quella è proprio il coraggio. Altrimenti starei già in un altra città a vivere un'altra vita...
Purtroppo non è così facile per me lasciare tutto e andare via, perchè c'è anche una situazione familiare legata ai miei genitori e non riuscirei mai a lasciarli soli.
Ultimamente sono di nuovo vittima dell'ansia e spero di uscirne al più presto, magari anche confrontandomi con voi, che mi potete capire a fondo.
Ora che ho compiuto da poco 35 anni, ci penso più spesso al mio futuro e l'unica speranza di riuscire a vederlo in positivo è che io cambi atteggiamento nei confronti della vita, lasciandomi alle spalle paure inutili e ricominciando a vivere più serenamente e cercare di realizzare i miei sogni.
Non posso fare a meno di pensare che tutto questo riuscirei a farlo se avessi un compagno accanto che mi aiutasse in questo percorso.
Non è un periodo facile per me: sto attraversando una profonda crisi e spero di venirne fuori nel migliore dei modi.
Grazie ancora e un abbraccio a voi tutti.

tatos76
Utenti Storici
Messaggi: 152
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2009, 22:16

Re: la mia storia

Messaggio da tatos76 » giovedì 25 febbraio 2010, 1:09

:D Ciao Karma75,
mi viene da dire 'purtroppo' capisco molto bene lo stato in cui ti trovi.
Forse perchè quasi coetanei, forse perchè mi ritrovo in alcuni tuoi passaggi.
Io per lavoro sono andato fuori e ho raggiunto un pò di indipendenza (ma condivido casa in affitto con altre tre persone).
Io sto scoprendo pian piano il forum e le persone che lo popolano e mi sta aiutando.

Se ti può incoraggiare, il fatto che tu abbia avuto delle esperienze affettive non è proprio da sottovalutare.
Per l'amico da ricontatare (almeno come amico): hai provato con facebook, può essere una scusa banale per riallacciare un rapporto.

A presto!

tatos76
Ho fatto un patto sai. Con le mie emozioni. Le lascio vivere. E loro non mi fanno fuori. (Vasco)

karma75
Messaggi: 5
Iscritto il: sabato 25 luglio 2009, 10:16

Re: la mia storia

Messaggio da karma75 » venerdì 26 febbraio 2010, 0:45

Grazie anche alla risposta di tatos.

Col mio amico poi ho ripreso i contatti e di tanto in tanto ci sentiamo.
(Per la cronaca, avevo provato con facebook, ma non lo avevo trovato).

Cambiando discorso, io ora questa urgenza di dire tutto ai miei non ce l'ho più.
Ora sono un po' più sereno.
E' merito anche del fatto che mi confronto con voi e leggo tante storie simili alle mie, che mi fanno capire che le situazioni che viviamo non sono poi così diverse l'una dall'altra, e che dobbiamo tenere duro ed essere più forti di quanto viene richiesto ad un etero, che può vivere tutto alla luce del sole.
Passato un momento di crisi, col senno di poi, torni a ragionare più serenamente e fai altre considerazioni positive.
Grazie ancora.
In questo forum ci sono molte persone altruiste e che hanno sempre una buona parola per tutti. D'altronde se non ci si da una mano tra noi...
Pensiamo positivo ed andiamo avanti!
Vi abbraccio.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: la mia storia

Messaggio da progettogayforum » venerdì 26 febbraio 2010, 8:31

Ciao Karma, ciao Tatos,
fa piacere vedere che si ritrova un po’ di serenità. Sì, certo, per un gay è più difficile, questo è innegabile, ma non c’è nulla di tragico né di veramente impossibile. Intanto è fondamentale guadagnare una propria autonomia, che significa anche serenità e maggiore libertà e poi il mondo dell’affettività comprende tante cose tra le quali non c’è nemmeno un confine ben definito. Mi capita spesso di parlare con ragazzi che vedono davanti a sé solo prospettive nere di desolazione di solitudine e per questo scivolano in un’atmosfera depressiva, ma spesso questo è frutto di una specie di sovrastruttura ideologica dei gay che li porta a sentirsi vittime senza guardare tutto quello che hanno di positivo. La realtà è quanto mai varia e vedo accadere cose che “in teoria” sembrano impossibili. Sarò forse portato ad un ottimismo ingenuo o magari ad un ottimismo come rimedio alla disperazione (ma non credo proprio!) ma, proprio da quello che vedo, sono indotto ad una visione positiva delle cose. Di ragazzi gay che si realizzano ne vedo parecchi e tra quelli che non arrivano a costruire un mondo che corrisponde al loro mondo ideale ce ne sono comunque parecchi che alla fine sono soddisfatti di quello che riescono a costruire e scoprono che i “modelli astratti” di vita gay possono spesso creare più disagio che altro. Leggere cose positive, vedere che c’è chi è capace di valutare anche quanto c’è già di buono nella propria vita fa veramente piacere.

Rispondi