odia chi ha movenze femminili

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Rispondi
Nemesis

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da Nemesis » sabato 26 febbraio 2011, 16:17

Peeerdonatissssimo!!!!!! :P
Tranquillo, ora che è tutto chiaro va bene, e pensare che ero sull'orlo dell'arrabbiatura.
Grr, mi fanno arrabbiare le persone che discriminano!
Dì la verità, sono troppo bella e affascinante, per questo hai scritto il mio nome vero? :mrgreen:

Non so cosa puoi fare per i post uguali ahimè...

Ah, segui il mio consiglio, leggi la poesia di Cagliostro, vedrai che ti piacerà!

Avatar utente
naufrago18
Messaggi: 139
Iscritto il: mercoledì 27 ottobre 2010, 16:33

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da naufrago18 » sabato 26 febbraio 2011, 16:25

allora premettendo di essere gay-bisessuale-etero a periodi :shock: , ciò che non tollero è il fatto che un qualsiasi pincopallino possa escludere o addirittura odiare una persona per come appare. Io sessualmente non sono attratto da chi ha movenze femminili (della serie che l'occhio mi cade solo sugli etero ;) ) ma non mi sembra logico odiare qualcuno per motivi di questo tipo. Il ragazzo dunque non credo che sia totlamente in pace con se stesso. Conosco persone sfacciatamente gay e molto effeminati e alcuni di loro sono simpatici e altri per niente, cioè quello che capita in tutte le "categorie" di persone. Fatto sta che l'odio è frutto di ignoranza e paura. Certo nessuno è costretto a stringere i denti con falsi sorrisini ma cavolo siamo in società libera oppure no? io non ho fatto coming out ma penso che questo atto sia la base per una costruzione liberista della nostra società, se il ragazzo di cui si parla si dichiara gay e ha paura delle etichette dovrebbe cercare di essere cio che lui è fregandosene di come sono gli altri gay. Altrimenti è solo un pagliaccio che tenta di inserirsi nel mondo degli etero, ma di quello dei bigotti! Poi contento lui...
Panta rei. Sarà, ma io mi sento sempre lo stesso.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da Alyosha » sabato 26 febbraio 2011, 16:36

Si infatti Nemesis personalmente avevo capito perfettamente cosa intendevi. Mi dispiace solo se Cagliostro abbia potuto fraintendere il mio ragionamento. Ho precisato apposta che a me per primo mi hanno sempre detto che proprio sembro gay (e che cappero lo sapevano tutti prima di me:)), proprio perché fosse chiaro che non ho e non posso avere nessun giudizio negativo sul gay "effeminato". Devo riconsocere davvero che sono molto più severo con me stesso che con glia altri. Io guardo le persone quello che pensano e quello che dcono e non mi sognerei mai di evitare qualcuno prima di averlo conosciuto. Quando invece lo dicono a me, ancora desso che lo so, devo riconoscere che ci resto male. Quindi capisco perfettamente Cagliostro cosa intende dire e per questo mi dispiaccio tanto. E lo ribadisco che non capisco perché fra di noi che meglio dovremmo capirci invece facciamo tutti sti distinguo. In questo sono fantastiche le donne secondo me, vedo i loro atteggiamenti e percepisco con chiarezza che per loro davvero non è importante la "mascolinità" per come la vive l'uomo (sto generalizzando ovviamente). E' questo mi fa tanto ridere, perchè questi famosi etero si battono tanto per un ideale di virilità che poi alla donna neanche interessa. Per me essere "maschio" significa un altra cosa e a Cagliostro lo voglio dire con assoluta serenità e convinzione, per quello che stai affrontando, per la sua situazione, la lucidità con cui vive certi condizionamenti: STAI AFFRONTANDO LA TUA VITA DA VERO MASCHIO!!!!! Anzi più che da vero maschio da uomo (inteso come umanità). Che tu abbia la barba o meno. Ci sono tanti dei così detti maschi, che trovo disgustosi, per il modo con cui impostano le relazioni, per la superficialità e qualche volta per la violenza che giudicano virile, questi non esito a definirli subuomini. Konig mi pare facesse un discorso diverso e se una cosa non gli piace non gli piace e basta. Però penso più in generale che la paura di rapportarsi a loro, sia la paura di rapportarsi a noi stessi. Perché in qualche modo l'altro è sempre uno specchio e queste persone sono il nostro specchio peggiore, perché forse il più sincero. Questo mio amico preciso lo diceva senza nessuna cattiveria e se proprio ci tenete a saperlo ha qualche tratto effemminato pure lui quindi assicuro che non lo diceva per parlarne male è che proprio non gli piacerebbe stare con un ragazzo così (ma si parla di starci, non di tenersi alal larga anni luce da loro). infondo il mondo è bello perché è vario.
Questa è la dotazione che mi trovo e non posso cambiarla.
Non è piacevole sentir definire le persone simili a me checche, trans o effeminati: equivale a ricevere un altro sasso sulla testa e sentirsi dire "muori finocchio". Solo che quest'ultimo può nascondersi dietro l'omofobia, ma un gay che discrimina un altro gay dietro cosa può nascondersi?
In questo topic ho letto un elenco di discriminazioni da far paura: ma come, non dovremmo essere uniti, solidali fra noi?
Ci stiamo raccontando solo bugie? Mi vergogno profondamente perchè anch'io in fondo discrimino, non tollero gli stupidi ma siccome il mondo ne è pieno allora smetto di discriminarli perchè in fondo siamo tutti stupidi.
Cagliostro condivido quello che hai scritto. Infatti era proprio luso di certe parole che avevo in mente, quando ho commentato a quel modo il post di tre.4. Però penso tu debba imparare a volerti bene e certe cose proprio non le devi dire, mi dispiaccio molto.
P.S.: Naufrago ho letto adesso quello che hai scritto:
Io sessualmente non sono attratto da chi ha movenze femminili (della serie che l'occhio mi cade solo sugli etero ;) ) ma non mi sembra logico odiare qualcuno per motivi di questo tipo. Il ragazzo dunque non credo che sia totlamente in pace con se stesso.
Credo rispecchi molto il ragionamento di questo mio amico (giuro che è vero lui che lo dice e non è la classica frase "c'è un mio amico che pensa che.. giusto per non dire che sono io :lol: ). Dico personalmente in questa posizione non ci trovo nulla di discriminate, ne offensivo. Almeno credo.

Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da konigdernacht » sabato 26 febbraio 2011, 17:04

Allora, non mi mischiamo adesso l'aglio con la cipolla.

@Cagliostro: data la tua giovane età, è evidente che in uno stadio adolescenziale possa ancora avere dei connotati dell'età preadolescenziale. Quindi, non preoccuparti di niente e come dici tu, sei così e così devi accettarti. Personalmente si parlava di atteggiamenti, non di aspetto fisico, e se io vedessi un adolescente in età prepuberale che si mette a fare movenze sexy e da come hanno definito, da "effeminato", mi farei due domande, prima di tutto del perché ad una così giovane età una persona pensi già a queste cose e secondo mi creerebbe irritazione per i motivi detti prima (ossia non spontaneità ma "parte" costruita).
Detto questo rinnovo quello che dico: essere in disaccordo ed irritarsi ma mai essere incivili!

@Stravinskj: tenendo conto che il pianoforte è stato inventato nel 1698, perfezionato nel 1720, sottoposto al parere di Bach nel 1726, e che Mozart andò a trovare André Stein, un costruttore di pianoforti (o fortepiani, come si voglia chiamarli) nel 1777, e lui morì nel 1791, mi sono permesso di semplificare l'abilità di Mozart in "suonare il piano" perché forse non tutti sanno cos'è il clavicordo o la spinetta :mrgreen:

Tuttavia, sono d'accordo con te, Stravinskij, nel dire che prima si conoscono le persone e poi ci si fa una idea; e altrettanto personalmente dico che nella conoscenza di ragazzi "effeminati" di comportamento sono molto più "severo" rispetto ai ragazzi che non dimostrano "effeminatezza comportamentale".
Stravinsky ha scritto:Provi a conoscerle! Qualcuno sarà atteggiato ed antipatico, qualcuno si sentirà a suo agio comportandosi più da donna.
Qual è il problema?
Esatto; io non ho nessun problema! :mrgreen: una persona mi sta antipatica: punto! Di questa persona, che io non odio perché per odiare una persona devi avere motivazioni ben più profonde della semplice irritazione, non mi interesserà niente.
Per questo trovo molto fastidiosi il commento di naufrago, che pensa che la mia irritazione verso le persone comportamentalmente effeminate corrisponda ad un mio odio, ed il commento di nemesis che fa una uguaglianza tra la mia irritazione e la discriminazione di queste persone. Due accostamenti per me assunti per assurdo, senza leggere bene!

PS per Stravinskij: per eliminare il doppio commento, chiedi a Project
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

Piero chellini
Messaggi: 151
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 9:30

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da Piero chellini » sabato 26 febbraio 2011, 18:09

:mrgreen: odio




non sopporto i brutti e li trovo odiosi
non sopporto l'immagine che mi riflette!
Disperatamente guardo quel vecchio e
lp compiango..Era cosi' bello e ganzo.!
Dyrian :roll:

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da barbara » sabato 26 febbraio 2011, 18:29

Avete mai notato le movenze di certe donne di colore? Camminano altere e morbide nello stesso tempo, come le pantere.
Resto incantata ogni volta che le guardo . Io do per scontato che sia naturale la loro movenza, anche se diversa dalla mia. E allora perché dovrebbe essere "costruita" quella di un ragazzo gay?
Devo dire che più passa il tempo più mi convinco del contrario ; credo che più spesso i ragazzi gay di cui parlate reprimano il loro ancheggiare o il gesticolare delle mani quando non possono essere spontanei e noi pensiamo che non si atteggino e invece credo che siano se stessi quando lo fanno.
Ho conosciuto una cara persona che è a capo di un'associazione della mia zona e ho notato che gesticola con le mani in un certo modo proprio quando si appassiona a un discorso , quando il suo comportamento è più istintivo e non il contrario.
Credo che mi sentirei malissimo se gli altri pensassero che un mio comportamento è artificiale quando non lo è.

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2405
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da Alyosha » sabato 26 febbraio 2011, 18:36

Che tenero che sei dyrian!

tre.4
Messaggi: 16
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 23:51

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da tre.4 » domenica 27 febbraio 2011, 1:27

wow ho scatenato la bufera hahahahaha,dai scherzo sono contenta di avervi dato lo spunto per un confronto sul tema (ora mi sento più realizzata haahahah)....apparte gli scherzi vorrei precisare che comunque questa persona rimane sempre nel rispetto degli altri, non penso faccia notare a chi non gli va a genio che non lo sopporta e che come dite voi è attratto da chi non ha affato questo tipo di atteggiamenti e spessose si trova a parlare di gay effemminati li definisce checche in modo dispregiativo e dice che lo urtano, ma njon penso sia cattivo nei confronti di questa gente....quello che non mi spiego io è come può un gay(che penso voglia essere accettato nella società)essere il primo a fare classificazioni,a assere critico in maniera un po piccante verso chi è molto simile a lui?non dovreste essere uniti e combattere tutti la stessa guerra?

Blueboy
Messaggi: 368
Iscritto il: martedì 27 aprile 2010, 23:02

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da Blueboy » domenica 27 febbraio 2011, 1:57

Ma i gay sono persone come le altre! (Proprio questo propugniamo, e proprio questo ci frega) Ognuno ha le sue antipatie e i suoi diritti di starsene per conto proprio. La battaglia comune è tale solo fintanto che non si arriva ai singoli, si combatte la stessa guerra finché non si urta il sacrosanto individuo. Non conta che la condizione di alcune persone possa essere svantaggiata e addirittura simile alla propria. Il complesso delle persone gay è pieno anche di cattiveria e di discriminazione, e si lascia condizionare dalle stesse categorie che gli vengono imposte, forse perché essendo persone come le altre questa loro tendenza è innata. Come può un gay, che vorrebbe essere incondizionatamente accettato per il suo modo di essere e che non vorrebbe essere discriminato o confinato nello squallore di uno stereotipo, mettersi a categorizzare o a generalizzare? Come può una persona che ha bisogno di solidarietà da parte dei suoi umani consorti negare la stessa? Può, può. Le antipatie le hanno tutti, l'intelligenza no.
      • Blueboy

Never say never
Messaggi: 34
Iscritto il: mercoledì 5 gennaio 2011, 1:54

Re: odia chi ha movenze femminili

Messaggio da Never say never » domenica 27 febbraio 2011, 2:33

Semplicemente: come per uno spezzatino che io non riesco a mangiare ma non ci sputo sopra e se c'è solo quello, almeno un poco ne mangio, lo stesso faccio quando mi trovo ad aver a che fare con questi ragazzi: mi irritano ma non li discrimino, e se c'è da interagire, interagisco.

Bah.. trovo assurda quest'affermazione. Equivale a dire da parte di un etero non particolarmente simpatizzante dei gay: "bhe a me non piacciono i gay.. mi irritano ma se fossero solo loro mi adeguerei". A te non darebbe fastidio detta così?Li eviteresti nello stesso modo in cui gli etero eviterebbero i gay. E per quale motivo?solo perchè hanno una maniera diversa di porsi?Se questi non sono atteggiamenti discriminanti...non saprei come definirli! Almeno, così mi par di aver capito.

Rispondi