Soffrire per la bellezza

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Torrismondo
Messaggi: 317
Iscritto il: sabato 12 febbraio 2011, 15:52

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da Torrismondo » martedì 8 marzo 2011, 21:34

Boh, a me non capita di stare male, capita solo di rimanere folgorato: c'è qualcuno di veramente bello tra Università e Conservatorio. Ho solo un tuffo al cuore (non sono problemi cardiaci!) e mi scopro a guardarli come un ebete... Ma non ci sto male, solo mi piace vedere ciò che reputo bello e appagante :D
Velle parum est: cupias ut re potiaris oportet (Ov. Ex Ponto I 1, 35)

Blueboy
Messaggi: 368
Iscritto il: martedì 27 aprile 2010, 23:02

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da Blueboy » mercoledì 9 marzo 2011, 12:31

C'è una frase che non riesco a superare. Non riesco ad andare avanti, la leggo e la rileggo, e la trovo così strana per me.
Torrismondo ha scritto:Ma non ci sto male, solo mi piace vedere ciò che reputo bello e appagante
È come se in questa frase ci fosse qualcosa che non riesco a cogliere, che mi sfugge, una smagliatura, un passaggio saltato, una sensazione che mi manca.
Per me la bellezza e il dolore sono inscindibili, non riesco a concepirli separati. Non riesco ad immaginare quel coinvolgimento emotivo senza dolore.
Non riesco ad immaginare di camminare per un corridoio, vedere un bel ragazzo, appagarmi della sua visione e smettere tutto lì. C'è un desiderio, un qualcosa di potentissimo che avverto, un'attrazione, un coinvolgimento, e c'è il dolore. Come la nostalgia di un qualcosa di lontano o perduto, è uno struggimento. Il desiderio di stare con lui. Il mio pensiero rimane con lui.

P.s.: ho deciso di scriverlo lo stesso, ma mi sento stupido.
P.p.s: notare il numero di volte che, in questo post, ho scritto "non riesco". Quando succede una cosa simile, so che significa che è proprio qualcosa che sento in modo molto deciso, profondo e radicato.
P.p.p.s: questi poscritti cumulativi mi ricordano sempre tanto la lettera di Gandalf.
      • Blueboy

Avatar utente
Cagliostro
Messaggi: 413
Iscritto il: venerdì 4 febbraio 2011, 23:36

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da Cagliostro » mercoledì 9 marzo 2011, 15:21

Blueboy ha scritto:Per me la bellezza e il dolore sono inscindibili, non riesco a concepirli separati. Non riesco ad immaginare quel coinvolgimento emotivo senza dolore. Non riesco ad immaginare di camminare per un corridoio, vedere un bel ragazzo, appagarmi della sua visione e smettere tutto lì. C'è un desiderio, un qualcosa di potentissimo che avverto, un'attrazione, un coinvolgimento, e c'è il dolore. Come la nostalgia di un qualcosa di lontano o perduto, è uno struggimento. Il desiderio di stare con lui. Il mio pensiero rimane con lui.
Sei uno dei pochi Romantici rimasti al mondo, saresti vissuto bene nel Ottocento, dove il tuo dolore per il bello avrebbe trovato una condivisione che in quest'epoca poco poetica non trova la giusta collocazione.
Godi del bello finchè puoi e finchè c'è, ma non farne il tuo tormento e la tua ossessione. Non puoi provare nostalgia, struggimento e sofferenza per qualcosa che non hai mai posseduto e perduto ;)
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein


Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
...e a quel punto è un attimo...

MarchesediPosa67
Messaggi: 62
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 18:34

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da MarchesediPosa67 » mercoledì 9 marzo 2011, 15:23

Cagliostro ha scritto: Sei uno dei pochi Romantici rimasti al mondo, saresti vissuto bene nel Ottocento, dove il tuo dolore per il bello avrebbe trovato una condivisione che in quest'epoca poco poetica non trova la giusta collocazione.
Godi del bello finchè puoi e finchè c'è, ma non farne il tuo tormento e la tua ossessione. Non puoi provare nostalgia, struggimento e sofferenza per qualcosa che non hai mai posseduto e perduto ;)
provocazione per cagliostro:

Desiderando la bellezza desideriamo il possesso della nostra anima. Dunque, da buoni romantici si prova nostalgia, struggimento e sofferenza per qualcosa che in realtà possediamo :D
Come un Dio redentor, l'orbe inter rinnovate,
V'ergete a vol sublime, sovra d'ogn'altro re!
Per voi si allieti il mondo! Date la libertà!

(G. Verdi, Don Carlos)

Avatar utente
Cagliostro
Messaggi: 413
Iscritto il: venerdì 4 febbraio 2011, 23:36

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da Cagliostro » mercoledì 9 marzo 2011, 15:59

MarchesediPosa67 ha scritto: provocazione per cagliostro:
Desiderando la bellezza desideriamo il possesso della nostra anima. Dunque, da buoni romantici si prova nostalgia, struggimento e sofferenza per qualcosa che in realtà possediamo :D
Chiedo venia Marchese :mrgreen:
Avresti ragione se parlassimo di Neoclassicismo, ma siccome si parla di Romanticismo ti stai contraddicendo. Ciò che si possiede è l’anima fantastica, l’occhio dell’immaginazione, dell’amore per l’arte e il bello che sono tesi alla ricerca dell’anima reale, lo spirito che in realtà nessun uomo possiede se non fino al momento della morte e per questo lo ricerca nel bello e nella natura in modo così disperato.
Nel contesto del topic la sofferenza di Blueboy non è tesa verso qualcosa che già possiede, ma verso qualcosa che non possiede, cioè la persona esteticamente bella che ammira soffrendo. Però se lui possedesse già la persona bella che ammira allora il suo struggimento non esisterebbe più.
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima
Albert Einstein


Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
...e a quel punto è un attimo...

MarchesediPosa67
Messaggi: 62
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 18:34

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da MarchesediPosa67 » mercoledì 9 marzo 2011, 16:12

Cagliostro ha scritto:
MarchesediPosa67 ha scritto: provocazione per cagliostro:
Desiderando la bellezza desideriamo il possesso della nostra anima. Dunque, da buoni romantici si prova nostalgia, struggimento e sofferenza per qualcosa che in realtà possediamo :D
Chiedo venia Marchese :mrgreen:
Avresti ragione se parlassimo di Neoclassicismo, ma siccome si parla di Romanticismo ti stai contraddicendo. Ciò che si possiede è l’anima fantastica, l’occhio dell’immaginazione, dell’amore per l’arte e il bello che sono tesi alla ricerca dell’anima reale, lo spirito che in realtà nessun uomo possiede se non fino al momento della morte e per questo lo ricerca nel bello e nella natura in modo così disperato.
Nel contesto del topic la sofferenza di Blueboy non è tesa verso qualcosa che già possiede, ma verso qualcosa che non possiede, cioè la persona esteticamente bella che ammira soffrendo. Però se lui possedesse già la persona bella che ammira allora il suo struggimento non esisterebbe più.
Hai ragione. :D è che essendo io un neoclassicista convinto con alcune punte preromantiche (insomma Goethe sarebbe sato un ottimo maestro per me) confondo i termini, accavallandomi in percorsi beethoveniani e ortisiani.
Come un Dio redentor, l'orbe inter rinnovate,
V'ergete a vol sublime, sovra d'ogn'altro re!
Per voi si allieti il mondo! Date la libertà!

(G. Verdi, Don Carlos)

Torrismondo
Messaggi: 317
Iscritto il: sabato 12 febbraio 2011, 15:52

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da Torrismondo » mercoledì 9 marzo 2011, 22:34

Blueboy ha scritto:È come se in questa frase ci fosse qualcosa che non riesco a cogliere, che mi sfugge, una smagliatura, un passaggio saltato, una sensazione che mi manca.
Per me la bellezza e il dolore sono inscindibili, non riesco a concepirli separati. Non riesco ad immaginare quel coinvolgimento emotivo senza dolore.
Ma forse a me succede questa cosa, diversa dalla tua, perché non mi sono mai innamorato. Quindi per ora io tengo questo comportamento... forse un po' disincantato e cinico, dettato probabilmente a causa delle esperienze di vita che ho avuto finora, ma chissà un domani che non cambi anch'io!
Velle parum est: cupias ut re potiaris oportet (Ov. Ex Ponto I 1, 35)

Blueboy
Messaggi: 368
Iscritto il: martedì 27 aprile 2010, 23:02

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da Blueboy » giovedì 10 marzo 2011, 20:41

Ma neanche io mi sono mai innamorato, forse dipende solo dal fatto che ho problemi relazionali e che mi disorienta le prospettiva di avere delle possibilità. Una certa confusione ce l'ho anche quando conosco persone nuove.

Questo è il messaggio numero 12000 del forum. Auguri!
      • Blueboy

Avatar utente
CuoreAlato
Messaggi: 62
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 20:48

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da CuoreAlato » mercoledì 11 maggio 2011, 1:48

Anch'io come te blueboy, provo le medesime emozioni quando mi capita di incrociare ad esempio 2 occhi azzurri.. ci sprofondo e annego ogni volta!
Sono impotente davanti alla mia passione! E' una cosa che si deve controllare col tempo, anche se è un percorso lungo.. E forse incide molto anche il fatto di non aver avuto relazioni.. Cmq io e te abbiamo un bel pò in comune, e questa cosa mi fa piacere! è come leggere dal mio Io speculare! xD mi piacerebbe approfondire molto di più! :)
Ma soltanto vicino al sole, tutte le parole, il mio cuore ascoltò!

Blueboy
Messaggi: 368
Iscritto il: martedì 27 aprile 2010, 23:02

Re: Soffrire per la bellezza

Messaggio da Blueboy » giovedì 12 maggio 2011, 11:17

Sono felice anch'io di sapere che qualcun altro oltre a me prova le mie stesse cose. Nella sofferenza che è continuata in questi ultimi due mesi, mi ha fatto piacere leggere il tuo messaggio. Anche a me piacerebbe approfondire, se ti va di parlarne mi trovi spesso in chat.
      • Blueboy

Rispondi