Giornata Anti Omofobia? No grazie

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Rispondi
Nemesis

Giornata Anti Omofobia? No grazie

Messaggio da Nemesis » domenica 15 maggio 2011, 15:10

Settimana prossima ricorre la giornata anti omofobia. All’inizio mi sentivo incuriosita, forse un po’ entusiasta: eventi, dibattiti, incontri...
Insomma sembrava una di quelle iniziative che promettevano bene, poi forte di altre esperienze simili mi sono detta “è meglio fermarsi e guardarsi un po’ intorno”.
Così mi sono resa conto che la Giornata Anti Omofobia, a dispetto di tante belle premesse, è al pari di altri giornate simi come la Giornata per l’Invalido, la Festa delle Donne, l’Earth Day, la Giornata Anti Razzismo... Insomma, la classica giornata da molto rumore per nulla, volendo citare Shakespeare.
Spuntano bustine di zucchero amiche degli omosessuali, si preparano conferenze, libri, saggi, articoli di giornale, parate e fiaccolate però intanto si nega la patente a un omosessuale senza reali motivi, si vieta in una chiesa di Palermo la veglia ai credenti omosessuali, si spara a zero sulla pubblicità Ikea definendola anticostituzionale e si continuano a perpetrare aggressioni e violenze contro gli omosessuali.
A che pro allora istituire una giornata contro l’omofobia?
Davvero si pensa che ventiquattro ore di buonismo e people gay friendly possano cambiare la mentalità di un paese come il nostro che considera ancora l’omosessualità come una perversione, un peccato mortale degno dell’Inferno dantesco e soprattutto dove le persone non vengono giudicate per le loro azioni e le loro capacità, ma spesso solo per la loro vita sessuale che dovrebbe essere invece qualcosa di privato, personale e assolutamente intimo?
Inoltre come ciliegina sulla torta ecco che rispunta la proposta della legge anti omofobia, che ovviamente è un maldestro tentativo di correggere comportamenti sbagliati radicati in questo Paese, quando invece basterebbe ampliare la legge Mancino e farla rispettare. Ma tant’è... Forse si sta parlando di questo disegno di legge in vista delle Elezioni Governative del prossimo anno: a quanto pare i voti degli omosessuali cominciano a fare gola...
Resto fortemente perplessa e indignata di fronte alla Giornata Anti Omofobia, infatti ho deciso di non festeggiarla; non vedo cosa ci sia da festeggiare. Intanto ho in mente un pensiero fisso: se potessi andrei via da questo paese che si finge evoluto, ma è invece arretrato, ipocrita e non offre possibilità.

Voi cosa farete il 17 Maggio, come siete schierati?

Alyosha
Utenti Storici
Messaggi: 2410
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41

Re: Giornata Anti Omofobia? No grazie

Messaggio da Alyosha » domenica 15 maggio 2011, 16:18

Il problema mio è che partecipare a questo tipo di iniziative in modo attivo dovrei essere dichiarato e non ho alcuna intenzione di farlo. Oddio probabilmente potrei andare lo stesso visto le persone che frequento. Anzi sono sicuro che probabilmente mi verrà proposto. Sugli effetti della giornata dici bene tu, gli eventi celebrativi finisco con l'assumere il ruolo esattamente opposto rispetto a quello desiderato. Un amico mio direbbe che tolgono e conservano. Conservano nella memoria e proprio per questo tolgono dal presente ovvero dalla vita di tutti i giorni.
Non sono però così negativo rispetto alla cosa. Se non erro la stessa parola omofobia è stata coniata di recente, prima certi comportamenti discriminatori veniamo indicati col l'accezione più generica di razzismo mi pare o xenofobia. In pratica non si nominava nemmeno un atteggiamento così nefasto. Senza riprendere la lunga discussione sulle definizioni, in generale, quando si inventano nuove parole, si avanzano nuove interpretazioni del mondo o si lasciano emergere cose che prima erano semplicemente occulte. Io credo che in effetti qualcosa stia cambiando dentro la pancia delle persone e dei giovani sopratutto. E' innegabile che l'approccio col sesso s'è fatto più disinibito e meno censorio un pò per tutti e sull'onda si questa "leggerezza" (con tutti i pro e contro) credo ci stiamo un pò tutti muovendo (sta a vedere se nella direzione giusta, ma ci stiamo muovendo), mentre le gerarchie ancora resistono. In genere però più dall'alto si fa la voce grosse e più dal fondo la terra trema. Per cui tutti questi declami a granvoce omofobici paradossalmente mi dicono che la sensibilità sta lentamente cambiando. Il problema che vedo è farla cambiare nel modo giusto, perché purtroppo vedo che si cominciano si ad accettare gli omosesssuali, ma totalmente stereotipati e in giro raramente vedo cogliere il punto, devo dire presso gli etero e ahimé troppe volte anche presso gli stessi gay.
Per il resto la giornata contro l'omofobia dice da se che c'è ancora tanto da fare. Però parlarne secondo me non fa male.

P.S.: :)

Avatar utente
Atlas
Messaggi: 8
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 10:24

Re: Giornata Anti Omofobia? No grazie

Messaggio da Atlas » domenica 15 maggio 2011, 23:54

mah, secondo me stai un po' facendo di tutta l'erba un fascio. ok che la giornata contro l'omofobia( ci vorrebbe il mese... o magari tutto l'anno) non risolve tutti i nostri problemi, ma tutto sommato si muove in quella direzione. Anche solo le circostanze della nascita dell'evento ne dimostrano la bontà d'intento: leggevo su wikipedia che fu promossa dall'unione europea in risposta ad alcune dichiarazioni omofobe delle autorità polacche ed è stato scelto come giorno l'anniversario della cancellazione dell'omosessualità dall'elenco delle malattie mentali dell'oms. si può vivere anche senza, ma io credo che la politica( in senso lato) si nutra di piccole cose, e per questo anche la giornata contro l'omofobia sia importante.
a che pro istituire la giornata contro l'omofobia?
proprio per quelle cose che dici tu:patente negata, sparate a zero sull'ikea, ecc...

ps: scopro ora che sono stato in parte accontentato...ho scoperto che obama ha dichiarato giugno mese dell'orgoglio lgbt... siamo in attesa che diventi tutto l'anno:)
"Perché un uomo solo che grida il suo no, è un pazzo. Milioni di uomini che gridano lo stesso no, avrebbero la possibilità di cambiare veramente il mondo."

Avatar utente
n17
Messaggi: 49
Iscritto il: mercoledì 13 aprile 2011, 14:52

Re: Giornata Anti Omofobia? No grazie

Messaggio da n17 » lunedì 16 maggio 2011, 10:53

A mio parere anche se la giornata contro l'omofobia potrebbe risultare solo in un evento ipocrita e inutile, mi vien da pensare che comunque un omofobo (o un disinteressato all'argomento) sentendone parlare percepisce quindi che l'opinione del "mondo" sia questa. Certo in se fa molto poco, ma sono quei piccoli fattori che piano piano possono influenzare qualcosa.
Certo che come diceva boy-com in italia c'è questa visione stereotipata che secondo me può rendere quasi deleteri eventi simili.
Don't dream it, be it.

lallo
Messaggi: 176
Iscritto il: domenica 17 aprile 2011, 14:31

Re: Giornata Anti Omofobia? No grazie

Messaggio da lallo » lunedì 16 maggio 2011, 14:10

Anche io mi sento un pò disilluso rispetto alla giornata contro l'omofobia...è un problema tanto radicato e diffuso che la manifestazione probabilmente sarà vista come una cosa eccentrica da chi questa realtà non si pone neppure il problema di rispettarla (come eccentrico e anche peggio è visto l'omosessuale che rivendica il diritto alla dignità, che dovrebbe essere inviolabile, fino a prova contraria). Non voglio generalizzare e, nonostante la mia incredulità, ammetto che è importante portare avanti questi ideali, sperando in una sensibilizzazione, che a rigor di logica non avrebbe senso di esistere visto che, come dice nemesis, stiamo parlando di qualcosa estremamente privato ed intimo che non dovrebbe essere sotto il giudizio degli altri, tanto meno di una società come la nostra che in più occasioni ha dimostrato la sua dissolutezza, la mancanza di regole e di equilibrio. Insomma, in definitiva condivido molto anche l'opinione di n17, è importante che con voce si gridi contro questa odiosa forma di discriminazione ed è importante che questa voce diventi sempre più forte.
La farfalla che volteggia intorno alla lampada finché non muore è più ammirevole della talpa che vive in un buio cunicolo.

Rispondi