Ma il ragazzo per me esiste?

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Rispondi
Johnny
Messaggi: 80
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 19:02

Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da Johnny » lunedì 12 settembre 2011, 12:44

Mi chiedo sono anni che chatto, frequento locali in una città piuttosto grande, eppure mi sembra di non trovare qualcuno per me. Mi sembra che non mi piace nessuno, che non mi attrae nessuno, e coloro che mi attraggono appartengono spesso al monndo etero.

Escludendo le persone che vogliono solo sesso, spesso conosco ragazzi che sono bravi, ma che non riesco a vedere oltre come amicizia. Eppure sono sicuro che mi piacciono i ragazzi, soltanto che la percentuale è veramente bassa. Io mi ritengo carino e di avere tutte le carte a posto, però devo ammette con mio rammarico che la maggior parte delle persone gay che ho conosciuto, mancano di quel fascino o maschilità, presente altrove.

Ora qui si viene a creare un dilemma: sapere che ti piace chi non è gay, e sapere che uno è gay ma non ti piace.
Poi dovrei considerare pure il fatto che se fossi fortunato non piacerei io.

Comincio un po' ad essere stanco di questo? Consigli?

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1014
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da guy21 » lunedì 12 settembre 2011, 14:30

eh mio caro johnny purtroppo bisogna aspettare e vivere la vita e non focalizzarsi sulle cose, cioè al di là di ogni problema che abbiamo in più degli etero, di trovare di meno ragazzi e che riusciamo a trovare quello giusto, io direi che un pò bisognerebbe abituarsi a queste come dire pippe mentali. io credo che bisogna cercare di vivere al momento non fare troppi progetti, cercare di ricavare il più possibile di positività dalla giornata e se proprio non si può allora pazienza lasciamoci andare alle nostre sofferenze e riposiamoci non ha senso stare bene in ogni modo perchè il notro corpo ha dei ritmi e dobbiamo convincerci a seguirli così come sono. mi rendo conto sempre che faccio discorsi troppo generali e fuori dal tema comunque quello che voglio dire è che bisogna fare degli sforzi e se non portano al successo bè allora bisogna aspettare riprendersi e poi ricominciare.
lo so è dura, si vorrebbe qualcuno accanto ma non si riesce mai a trovarlo.
trovi un ragazzo gay ma non ti piace, ne trovi un altro ma è etero, ne trovi un'altro ancora ma lui non è interessato a te, ci sono tutte queste situazioni purtroppo che portano vari delusioni e sofferenza, e si crede che siamo proprio sfigati o destinati a rimanere soli, questo l'ho pensato anche io e lo penso tutt'ora ma cerco di cercare sempre una luce qualunque essa sia e in qualunque posto si trovi, molte volte non si vede la luce perchè non c'è ma bisogna un pò rischiare, un pò stare con persone amiche trovare un pò di affetto da loro se si può ecc.. non so questo è quello che penso io poi non so quanto possa avere senso ecco. ciao a presto! :D

Nicomaco
Messaggi: 423
Iscritto il: giovedì 2 giugno 2011, 16:40

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da Nicomaco » lunedì 12 settembre 2011, 14:38

Ciao Johnny!
Bentornato dopo qualche tempo di assenza dal forum! :)
Un amore vero, serio e reciproco non è facile da trovare.
Comprendo quindi la tua stanchezza.
Se può consolarti, credo però che tu sia in buona compagnia.
Almeno qui nel forum di PG.
Io non ho grande esperienza (non essendo dichiarato), ma penso che fascino e maschilità si possano trovare anche nel nostro ambiente ... occorre avere pazienza ...
Certo.
Non so se quello che cerchi si possa ottenere frequentando le chat e i locali gay.
Io non li ho mai frequentati, ma ho l’impressione che vi si trovino persone che, magari inconsapevolmente, tendono ad omologarsi a standard preconfezionati, spesso distanti dai comportamenti maschili che tu e la stragrande maggioranza di noi desidererebbero trovare in un potenziale compagno.
Probabilmente il mondo gay che cerchi sta quindi fuori da quegli ambienti.
Dove cercare non ti saprei dire.
Potrebbe esserti utile un buon gay radar, ma anche in questo caso non ho suggerimenti da dare, perché il mio è sempre stato assai difettoso … :roll: .
Ti segnalerei comunque questa pagina del blog di PG, che mi pare molto interessante:
https://sites.google.com/site/progettog ... procci-gay
Infine, se non hai ancora trovato l’amore (ma non dispererei ... tanto più che ... ti definisci "carino" ... ;) ), ti suggerisco di tenerti cari gli amici gay a cui vuoi bene … perché l’amicizia ha un grande valore, anche per ricevere sostegno e consiglio nei momenti di difficoltà.
Almeno questo vale per me. Come ho già detto altrove, grazie a PG ho conosciuto, anche nella realtà, alcuni utenti veramente in gamba ai quali mi sono affezionato.
Un abbraccio.
Ultima modifica di Nicomaco il martedì 13 settembre 2011, 9:26, modificato 1 volta in totale.
La verità, vi prego, sull'amore (W.H. Auden)

Avatar utente
marc090
Amministratore
Messaggi: 888
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 1:00

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da marc090 » lunedì 12 settembre 2011, 14:58

Mi chiedo sono anni che chatto, frequento locali in una città piuttosto grande, eppure mi sembra di non trovare qualcuno per me. Mi sembra che non mi piace nessuno, che non mi attrae nessuno, e coloro che mi attraggono appartengono spesso al monndo etero.

Escludendo le persone che vogliono solo sesso, spesso conosco ragazzi che sono bravi, ma che non riesco a vedere oltre come amicizia. Eppure sono sicuro che mi piacciono i ragazzi, soltanto che la percentuale è veramente bassa. Io mi ritengo carino e di avere tutte le carte a posto, però devo ammette con mio rammarico che la maggior parte delle persone gay che ho conosciuto, mancano di quel fascino o maschilità, presente altrove.

Ora qui si viene a creare un dilemma: sapere che ti piace chi non è gay, e sapere che uno è gay ma non ti piace.
Poi dovrei considerare pure il fatto che se fossi fortunato non piacerei io.

Comincio un po' ad essere stanco di questo? Consigli?
In effetti spesso mi viene il dubbio che non lo troviamo perchè non lo vogliamo trovare...

Quando un tempo mi dicevo quella ragazza non fa per me perchè questo, questo e quest'altro...ovviamente proiettavo in lei un modello molto stereotipato che mi aiutasse ad allontarla e "scartarla" (passatemi il termine non vuole essere offensivo, è solo per rendere l'idea :) ) con una scusa plausibile... (ovviamente ci sarebbe da fare tutto un discorso dietro) ecco... io non vorrei che si incappasse facilmente nel ragionamento identico versione maschile :) non vorrei cioè, che non essendo magari noi pronti a vivere tutto quello che comporterebbe una relazione del genere, non iniziassimo volontariamente ad irrigidire completamente i nostri criteri di scelta, fino a smettere di considerare anche chi ci potrebbe piacere per davvero...

Senza contare che possiamo tranquillamente idealizzare ragazzi etero perchè siamo sicuri che tanto non potrebbero mai far parte del nostro mondo..

Ovviamente è un dubbio e una visione un po' personale, non saprei quanto farci affidamento.. però... certe volte ho proprio quell'impressione, che tra l'altro non valga solo per me ma per molti :)
Per prima cosa portarono via i comunisti, e io rimasi in silenzio perché non ero un comunista. Poi se la presero coi sindacalisti, e io che non ero un sindacalista non dissi nulla. Poi fu il turno degli ebrei, ma non ero ebreo.. E dei cattolici, ma non ero cattolico... Poi vennero da me, e a quel punto non c'era rimasto nessuno che potesse prendere le difese di qualcun altro.
Martin Niemoller


Marc090 -- Amministrazione di ProgettoGay

Johnny
Messaggi: 80
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 19:02

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da Johnny » lunedì 12 settembre 2011, 15:37

Vi ringrazio dei consigli, per l'amicizia gay purtroppo vale lo stesso dei discorsi stereotipati, sebbene sono fiducioso mi è capitato comunque di averne amici, purtroppo alcuni erano troppo interessati a me, ed è finita li.

Non mi lamentavo solo degli "effeminati" ma anche di molti ragazzi normali che però cercano soltanto sesso. Non voglio fare discorsi moralisti, ognuno cerca quello che vuole, però alla fine qui il problema non mi sembra l'omosessualità, ma l'omoaffettività. Se uno vuole di sesso ne trova molto, ma ovviamente non è quello che uno cerca no?

Quando andavo nei locali trovavo frustante che dovevo trovare un ragazzo come se ero dentro in una gabbia, fuori trovo frustrante che se mi piace qualcuno non posso conoscerlo.
Si in cuor mio sono convinto che il ragazzo ideale c'è per tutti, e io non parlavo di stereotipi, ma sicuramente quello che si avvicina più a noi.

Non lo vogliamo trovare? Forse è vero, ma quanto una persona non mi piace, non mi piace, se poi mi lascio andare poi penso che sia peggio, secondo me l'attrazione fisica (non la bellezza) è un sentore molto importante insieme all'affinità mentale.
Eppure sto pensando che fuori ci sono più potenziali gay di quelli che si trovano nei locali.

La verità forse è che col tipo di carattere che ho, in campo sentimentale mi è più facile essere approcciato che approcciare.
Non sono daccordo sull'idealizzazione: se io trovo un bel ragazzo e mi piace, mi piace a prescindere, e non so se è gay o meno. Io i ragazzi etero che non mi piacciono non li idealizzo di certo, e sono molti.

Secondo me l'unica via è avere amicizia, conoscere persone e non aspettarsi nulla, oppure importarli dall'estero :)

Avatar utente
marc090
Amministratore
Messaggi: 888
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 1:00

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da marc090 » lunedì 12 settembre 2011, 18:42

Secondo me l'unica via è avere amicizia, conoscere persone e non aspettarsi nulla, oppure importarli dall'estero :)
Si, concordo :)
Per prima cosa portarono via i comunisti, e io rimasi in silenzio perché non ero un comunista. Poi se la presero coi sindacalisti, e io che non ero un sindacalista non dissi nulla. Poi fu il turno degli ebrei, ma non ero ebreo.. E dei cattolici, ma non ero cattolico... Poi vennero da me, e a quel punto non c'era rimasto nessuno che potesse prendere le difese di qualcun altro.
Martin Niemoller


Marc090 -- Amministrazione di ProgettoGay

lallo
Messaggi: 176
Iscritto il: domenica 17 aprile 2011, 14:31

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da lallo » lunedì 12 settembre 2011, 20:15

Johnny ha scritto:Ora qui si viene a creare un dilemma: sapere che ti piace chi non è gay, e sapere che uno è gay ma non ti piace.
Poi dovrei considerare pure il fatto che se fossi fortunato non piacerei io.

Comincio un po' ad essere stanco di questo? Consigli?
Tutto quello che scrivi riguarda la tua personale esperienza ed io non saprei bene cosa consigliarti; mi avvicino molto all'opinione di Nicomaco perchè, come ti ha detto lui, è probabile che gli ambienti che hai frequentato finora ti pongano in una situazione in cui hai poche probabilità di trovare il ragazzo che faccia al caso tuo. Non a caso hai sollevato il problema dell'omoaffettività che è interessante; io non ho mai frequentato locali gay però nel mio immaginario trovo difficile andare a cercare lì omoaffettività (magari mi sbaglio eh, ma per grandi linee la penso così :) ). Dovresti cercare di costruirti un'altra rete, coltivare delle amicizie, anche se tutto questo non è che venga fuori con uno schiocco di dita :?
E comunque se ti sei stancato dell'ambiente che frequenti, se pensi che non ti porti a nulla di ciò che tu realmente vuoi, dovresti fermarti, pensarci su e cercare altre strade (ovviamente capisco che è più facile a dirsi che a farsi :( )
La farfalla che volteggia intorno alla lampada finché non muore è più ammirevole della talpa che vive in un buio cunicolo.

Johnny
Messaggi: 80
Iscritto il: sabato 11 giugno 2011, 19:02

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da Johnny » lunedì 31 ottobre 2011, 14:40

Ecco ci risiamo.

Nel mio corso di musica, l'unico ragazzo che sono sicuro che è gay, non mi piace, ma ce ne sono altri che mi piacciono.

Avatar utente
marc090
Amministratore
Messaggi: 888
Iscritto il: sabato 23 aprile 2011, 1:00

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da marc090 » lunedì 31 ottobre 2011, 16:00

Oddio... rileggendo ora credo che avrei risposto tutt'altro rispetto al 12 settembre...

Secondo me, devi solo pazientare, pazientare tuttavia, non standotene inerte, ma imparando a comprendere te stesso, cosa non ti piace di chi hai attorno, cosa vorresti vedere e cosa apprezzi... Non è impossibile trovare chi fa veramente per noi... ma quante chanche possiamo avere di trovarlo, se respingiamo chi va appena un po' fuori dai nostri schemi?

Si tratta alla fine di capire noi e chi abbiamo intorno, per vedere se davvero quelli che consideriamo difetti a prima vista lo sono, se davvero l'immagine che quella persona da di lui è anche quello che lo caratterizza per la stragrande maggioranza del tempo... Andare ben oltre le prime impressioni insomma, rivalutare in continuazione..

P.s e in effetti anche l'isolamente nel vivere tutta una condizione come quella che viviamo noi, con segreti da tenere ogni giorno, non è esattamente il miglior incipit in questo tipo di rapporti...
Per prima cosa portarono via i comunisti, e io rimasi in silenzio perché non ero un comunista. Poi se la presero coi sindacalisti, e io che non ero un sindacalista non dissi nulla. Poi fu il turno degli ebrei, ma non ero ebreo.. E dei cattolici, ma non ero cattolico... Poi vennero da me, e a quel punto non c'era rimasto nessuno che potesse prendere le difese di qualcun altro.
Martin Niemoller


Marc090 -- Amministrazione di ProgettoGay

unicum86
Messaggi: 18
Iscritto il: lunedì 29 agosto 2011, 0:29

Re: Ma il ragazzo per me esiste?

Messaggio da unicum86 » martedì 1 novembre 2011, 11:49

il problema credo che per noi sia davvero difficile trovare qualcuno.. se li conosci su internet o nei locali i ragazzi cercano per lo più la stessa cosa: sesso. Io mi sento deluso da questo ma lo capisco: l'ambiente di un locale non ti porta a conoscere qualcuno per farci qualcosa di serio, anzi tutto ti porta a caricare i tuoi istinti sessuali, l ho notato spesso nei locali gay.
Prima di tutto te dici, sono "carino" ed è un bene che tu sia fiducioso di te ma non è che pretendi qualcosa di impossibile? te lo sei mai chiesto?
Io ho notato che molto spesso i cosiddetti "carini" o comunque ragazzi che ti danno voglia di amore e di altro XD fantasticano e vogliono un tipo perfetto su misura.
Vogliamo che tutto sia come vogliamo noi..

Rispondi