GAY E DIFFICILE ACCETTAZIONE DEL SESSO

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5368
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

GAY E DIFFICILE ACCETTAZIONE DEL SESSO

Messaggioda progettogayforum » venerdì 15 maggio 2009, 17:57

admin ha scritto:Ciao Project,
sono un 25enne lombardo, di formazione molto cattolica. Ci ho messo una marea di tempo prima di capire che ero gay e poi ancora di più ad accettarmi. Ho passato dei momenti bruttissimi in solitudine totale. Ho avuto in pratica solo amicizie femminili e una ragazza si è pure innamorata di me ed è stata per me un problema enorme, era una bravissima ragazza ma voleva che io fossi il suo ragazzo e per me la cosa è stata solo un’angoscia terribile. Non avevo il coraggio di allontanarla in modo drastico e allo stesso tempo era l’unica persona che mi voleva bene, quindi ho continuato a stare con lei, per così dire, e poi è stato difficilissimo staccarsene, una cosa che mi è costata anni di contorcimenti mentali. Non le volevo dire che ero gay e nello stesso tempo la volevo fare finita, ma per me è stata proprio un’esperienza terribile. Ormai sono due anni che non ho più alcun contatto con le ragazze. Di amici ne ho pochissimi, se si possono dire amici quelli con i quali devo comunque fingere. Nessuno sa di me. I miei, dopo che ho lasciato la ragazza di cui ho detto prima, sono rimasti convinti che ne avessi un’altra e io glielo lascio credere. In questi anni ho solo studiato, mi sono laureato e da pochissimo ho trovato anche lavoro. Lavoro in un ambiente completamente femminile, che per me è una tortura. Sia ben chiaro, non ho nulla contro le donne, ma non voglio per nessuna ragione ripetere l’esperienza che ho passato. Quindi al lavoro massimo distacco e nessun contatto con nessuno. Il mio problema fondamentale è la solitudine e credo che non cambierà nulla nemmeno in futuro anche perché la sessualità per me è un problema grosso. In pratica fino a 21 anni ho fatto la lotta a morte contro me stesso perché non volevo essere gay, almeno pensavo di non volerlo, ho fatto le peggio cose, dal digiuno forzato all’esercizio fisico distruttivo pur di non pensarci. Avevo internet e sapevo che avrei trovato facilmente un po’ di porno ma io non aprivo deliberatamente internet per non essere tentato ed era una specie di supplizio perché vedevo il computer, sapevo benissimo come lo avrei potuto usare e mi imponevo di non farlo, per un po’ ci riuscivo pure, poi lo aprivo e finivo irrimediabilmente sui video porno. Mi sentivo in colpa in maniera atroce, allora spegnavo tutto, ma la cosa mi tentava moltissimo, ho cercato di vincere tutte queste cose per anni. Con la masturbazione poi è stato un altro tormento, in pratica sono riuscito solo a 21 anni a considerarla una cosa normale e ancora adesso qualche complesso ce l’ho. Diciamo che in pratica dopo i 21 anni ho smesso di reprimermi e ormai è qualche anno che mi vedo i miei porno e che … insomma mi sento pure a disagio a scriverlo, poi ho trovato il tuo forum, ho letto i post sul sesso e la religione, sulla masturbazione e sui problemi connessi e mi ci sono ritrovato pari pari. Adesso ti mando questa mail perché mi piacerebbe parlare un po’ con te del fatto che secondo me non riuscirò mai ad avere contatti sessuali con un altro ragazzo, mi sento troppo inibito nonostante tutto. Lo so che è assurdo perché a 25 anni gli altri probabilmente hanno già un’esperienza notevole in questo campo e io sto ancora a zero, sto a livello di fantasia e non credo che farò mai un passo oltre. Un po’ è che non conosco ragazzi gay, e fino a poco tempo fa, in pratica fino a che non ho scoperto progetto gay, me li immaginavo molto strani, non so come dire, una specie si mondo a parte, adesso almeno li sento un po’ come me, magari meno complessati, ma in fondo ragazzi normali. Però io il sesso, tutto sommato, lo vivo ancora male, ancora come una cosa sporca che si fa di nascosto, e di stare con un ragazzo non ne avrei proprio il coraggio. Per me sesso e amore sono ancora due cose opposte, una in un certo senso esclude l’altra. Lo so che ti sembra paradossale ma è così. Se ti va aggiungimi su msn, il mio contatto è [omissis], ma ci sono solo la sera tardi, perché torno dal lavoro alle sette e devo fare tante altre cose. Se vuoi questa e.mail pubblicala, l’ho scritta deliberatamente un po’ generica. Poi, se riusciamo a sentirci, ti mando delle cose che ho scritto, se ti va, così puoi capire meglio.
Un abbraccio.
Max

Torna a “DISAGIO GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite