Continue provocazioni

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Rispondi
Avatar utente
875
Messaggi: 387
Iscritto il: lunedì 27 febbraio 2012, 4:37

Re: Continue provocazioni

Messaggio da 875 » lunedì 26 marzo 2012, 1:23

Quello che mi ha scritto non è sbagliato ma non riesco a rendermene conto...ho avuto delle delusioni che mi hanno fatto star male a tal punto da non uscire di casa se non per stare da solo...purtroppo ho avuto un educazione schifosa dove mi si diceva solo 2 paroline dolci e di conforto dove non vedevo che prese per il sedere...non ho un buon rapporto a casa...
:?:

pavloss
Messaggi: 192
Iscritto il: giovedì 5 maggio 2011, 12:08

Re: Continue provocazioni

Messaggio da pavloss » lunedì 26 marzo 2012, 8:51

Da quel che vedo io, la tua situazione è in evoluzione, non nel senso che i tuoi genitori forse cambieranno atteggiamento verso di te, ma nel senso che sei tu che pian piano troverai una "tattica" diversa nell'affrontare la vita.
Immagino che avrai le tue difficoltà ma io non drammatizzerei: quello che spesso ha salvato me da situazioni analoghe è stato il senso dello humor, il riuscire a riderci su, a cogliere il lato ridicolo di tutto questo mondo che si prende troppo sul serio. Poi giungi alla consapevolezza che, in realtà, non sei solo, che non troppo distante da te c'è chi vive con le tue stesse difficoltà e cerca di trovarvi una soluzione.
Purtroppo genitori ideologicamente convinti che il proprio figlio "non sta bene" in quanto gay, sono da curare, non il figlio. Nell'attesa di giungere ad avere una maggiore libertà personale (che avrai fra alcuni anni, se riesci a conquistarla), ti conviene smorzare molto i toni ed evitare scontri che, alla fine, si rivelano inutili se non dannosi per te stesso. Lo stesso dicasi nei riguardi dell'ambiente che ti circonda, se ha caratteristiche analoghe.

Rispondi