VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5542
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da progettogayforum » lunedì 1 giugno 2009, 19:23

Ciao Project,
intanto complimenti, Progetto gay è proprio una specie di sollievo per chi ci capita. Ho 24 anni, a forza di girare su siti gay di tutti i tipi mi era preso lo sconforto. Mi dicevo: ma io non sono così. Ma che c’entro con tutta questa gente? Mi sono iscritto a un sito di incontri, beh, ci avevo messo che sono serio, riservato, che non ho esperienze (ed è vero) però tutti quelli che mi rispondevano volevano una cosa sola: prima la foto e poi si parla. Ce ne sono stati solo due o tre che hanno parlato con me anche senza vedere la foto ma per me è stato deprimente, all’inizio pure un po’ eccitante, ma alla fine deprimente. Insomma si parlava due minuti, anche meno, di cose banali, e poi si finiva a parlare di sesso ma proprio come quelli che non vogliono perdere tempo, tipo; se ci stai ci stai, io faccio questo e questo, ok? Insomma una contrattazione proprio di bassissimo livello. Uno solo mi è sembrato diverso, molto timido, non aggressivo. Abbiamo pure parlato un po’ però era troppo prolisso, attaccava a parlare di sé tutto con parole ricercatissime e ci metteva tre ore per dire una cosa banale, poi ripeteva sempre cose del tipo: perché mi fai questa domanda? Insomma sembravano un po’ troppo giochetti psicologici, alla seconda volta che ci ho parlato ho cominciato a pensare che non avesse tutte le rotelle a posto e ho cercato di tagliare, ma lui non mi mollava e aveva pure il mio cellulare. Insomma, ho dovuto lascare spento il cellulare per un mese e usarne un altro. Comunque non l’ho sentito più. Ma gli altri due mi hanno proprio shoccato, sembrava di stare al supermercato. Insomma è da lì che sono andato in crisi con i gay. Mi sono chiesto: se i gay sono così che ci sto a fare con questa gente? Vebbe’ te lo avevo già detto … ma mi hanno fatto sentire un caso patologico. Penso pure che dicessero un sacco di balle però mi hanno fatto sentire un imbranato. Una cosa che mi hanno detto è che se uno che è gay a 24 anni non lo ha ancora fatto vuol dire che è un deficiente. Ammetto di essere stato stupido a dire a certa gente una cosa del genere, però, Project, quello che dicono potrebbe essere vero? Perché se fosse vero mi sentirei veramente fuori. E poi come faccio a parlare di me con gente così, che è proprio fissata, loro dicono che il caso patologico sono io ma loro sono molto ma molto più fissati di me. Non ho mai avuto la possibilità di parlare di sesso in modo serio e libero, ma libero non vuol dire non serio, ma per loro pensare di parlare di sesso con cervello e non solo col … è praticamente impossibile. Il sesso va bene ma ci sono tante altre cose. Io fino ai 21/22 anni mi sono ritenuto etero e ho avuto anche un ragazza, io non ne ero innamorato, cioè non mi masturbavo pensando a lei ma certe volte con lei, quando non la metteva sul sessuale diretto, la cosa era bellissima, mi si addormentava in braccio e mi faceva un’impressione fortissima, perché si abbandonava proprio a me, al sesso ci pensava eccome, anche troppo dal mio punto di vista, perché io già allora stavo con lei ma mi masturbavo pensando ai ragazzi, però lei non era fissata con le cose del sesso, c’era tanta tenerezza che quasi quasi poteva andare bene anche a me. Io penso che tra un ragazzo e una ragazza c’è meno la fissa del sesso, ma forse non sono la persona più adatta a dirlo. Project, ma i gay come me o come i ragazzi del forum quanti sono? Perché io penso che siamo una minoranza risicata, la maggior parte vive di chat erotiche e di incontri sessuali (come dici tu, pure pericolosi). Poi c’è un’altra cosa, ma è vero che i ragazzi gay pensano più al sesso del loro ragazzo che al ragazzo? Ma avere bisogno di tenerezza più che di sesso è proprio da stupidi? Certe volte penso che magari c’è in me qualcosa che non va. Io al sesso ci penso eccome ma non è proprio una fissa. I ragazzi che mi attirano sono pochi e non sono nemmeno i tipici belli. Insomma tra i gay mi sento spaesato e una mezza idea che si starebbe meglio tra gli etero mi viene. Poi gira gira sono capitato sul tuo sito, quello Google. Mi sono detto: allora non sono l’unico e i gay come me in fondo ci sono. Leggere i post mi piace perché mi ci ritrovo proprio come mentalità, sono a misura mia, ci trovo le cose che vivo io. Poi ci sono altre cose di cui mi piacerebbe parlare con te ma non per mail. Se ti va, aggiungimi su msn, il mio contatto è [… omissis …].
Aspetto la tua risposta e magari anche la possibilità di fare due chiacchiere in chat, ci terrei veramente.
A. P.

Ferro
Messaggi: 232
Iscritto il: lunedì 1 giugno 2009, 21:34

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da Ferro » domenica 7 giugno 2009, 11:54

Ciao!
Ho 25 anni e praticamente mi trovo nella tua stessa situazione, quindi ti posso capire, anche io sto cercando di trovare anche tramite questo sito un riscontro reale, con persone normali con cui essere me stesso e che non mettano il sesso fine.
Però se uno è fidanzato con una persona non puoi dire che ha la fissa del sesso, se la tua ragazza ti desiderava penso che questa sia una cosa più che normale, se tu non avevi la fissa del sesso è semplicemente perchè lei era una donna ;)

Anche io ho iniziato questo percorso di accettazione e vedo che almeno mi sono sbloccato e che faccio piccoli passi in avanti, al sesso per il momento ancora non ci penso seriamente (ci fantastico questo si) e non so come mi comporterò.
Project ha una posizione molto chiara sull'argomento che io rispetto molto ma non so se riuscirò a seguire (di sicuro ci proverò) nello stesso tempo se non dovessi riuscirci comunque punterò a trovare l'amore ma ad ogni modo mi sto imbarcando in un mare sconosciuto, per quanto mi possano suggerire la rotta toccherà a me (a noi) remare, a fare le nostre esperienze e i nostri errori

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5542
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da progettogayforum » domenica 7 giugno 2009, 14:28

Ciao Ferro,
quello che dici è molto giusto e molto saggio. Essere gay significa innamorarsi di un ragazzo, e la cosa non si riduce a fare sesso con un ragazzo cioé a fare sesso per cercare una soddisfazione per sé, è l'altro il centro della vita amorosa.

*tommy*
Messaggi: 59
Iscritto il: mercoledì 20 maggio 2009, 9:16

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da *tommy* » domenica 7 giugno 2009, 18:10

Anche io condivido pienamente l'opinione di Ferro. Ho 24 anni e non ho mai avuto esperienze sentimentali. Non vedo l'ora d'innamorarmi e di essere amato: E' l'amore ad interessarmi.
Tommy

Rerum
Messaggi: 49
Iscritto il: venerdì 5 giugno 2009, 23:49

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da Rerum » lunedì 8 giugno 2009, 0:37

Anche io mi trovo nella tua stessa situazione anke se ho 17 anni.Pero quasiasi eta abbiamo cerkiamo tutto solo una cosa: l'amore,quindi ti capisko pienamente...l'unica cosa da fare e sperare di trovare il proprio compagno nel nostro percorso...io lo spero ogni giorno,e lo auguro pure a te^^

vialemanidagliocchi
Messaggi: 14
Iscritto il: venerdì 19 giugno 2009, 2:52

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da vialemanidagliocchi » venerdì 19 giugno 2009, 3:04

Ciao ragazzi, io ho 26 anni e vi capisco benissimo: non ho mai avuto esperienze sentimentali vere e proprie, e nemmeno sessuali. Il punto è che in qualunque ambiente io vada faccio davvero una fatica tremenda a trovare qualcuno che
1.mi piaccia
2.abbia voglia di "perder tempo" a scambiare due parole prima di chiederti "vuoi scopare?"

...Insomma il mondo gay per come l'ho conosciuto io (a Milano e dintorni) si è rivelato un bel casino (in tutti i sensi! ;-) )
...Perciò sono contento di aver trovato un sito come questo: sono nuovo e la prima impressione è davvero ottima.
Un abbraccio a tutti!

Jean
Messaggi: 4
Iscritto il: martedì 25 agosto 2009, 0:27

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da Jean » martedì 25 agosto 2009, 1:12

Ciao Ragazzi, vi capisco perfettamente e sono nella vostra stessa situazione.
Io ho 32 anni, ma da solo un anno ho conosciuto l' "ambiente gay" milanese, per anni sono rimasto all'estero per studiare/specializzarmi. Mi sono veramente innamorato e ho dichiarato per la prima e unica volta il mio amore a un ragazzo americano a 28 anni (lui ne aveva 21), esperienza molto significativa e un po' sofferta, ma non sono mai stato corrisposto. "Solo" amicizia. Raporto limpidissimo. Al mio ritorno in Italia, tramite un amico gay, che aveva capito tutto, ma di cui io ignoravo completamente la cosa, dopo varie insistenze da parte sua, ho iniziato un po' a uscire a Milano, ma la delusione e' stata tanta. Superficialita', bugie, incoerenza, ricerca esclusiva di sesso senza costruire nulla. Uno spaccato raccapricciante. Mi ero rassegnato, chiuso in me stesso, facendomene una ragione, ma con tanta amarezza e tristezza. Progetto mi sta dando un barlume di speranza che ci sono ancora ragazzi che sanno guardare oltre e che potrebbero apprezzare anche un po' di sensibilita', profondita' di sentimenti e semplicita'. Non e' facile incontrare queste persone e comunicare con loro all'inizio.

Speriamo....un abbraccio
Ultima modifica di Jean il martedì 25 agosto 2009, 1:58, modificato 2 volte in totale.

sunshine86
Utenti Storici
Messaggi: 168
Iscritto il: giovedì 14 maggio 2009, 19:57

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da sunshine86 » martedì 25 agosto 2009, 1:43

Jean ha scritto:Ciao Ragazzi, vi capisco perfettamente e sono nella vostra stessa situazione.
Io ho 32 anni, ma da solo un anno ho conosciuto l' "ambiente gay" milanese, per anni sono rimasto all'estero per studiare/specializzarmi. Mi sono veramente innamorato e ho dichiarato per la prima e unica volta il mio amore a un ragazzo americano a 28 anni (lui ne aveva 21), esperienza molto significativa e un po' sofferta, ma non sono mai stato corrisposto. "Solo" amicizia. Raporto limpidissimo. Al mio ritorno in Italia, tramite un amico gay, che aveva capito tutto, ma di cui io ignoravo completamente la cosa, dopo varie insistenze da parte sua, ho iniziato un po' a uscire a Milano, ma la delusione e' stata tanta. Superficialita', bugie, incoerenza, ricerca esclusiva di sesso senza costruire nulla. Uno spaccato raccapricciante. Mi ero rassegnato, chiuso in me stesso, facendomene una ragione, ma con tanta amarezza e tristezza. Progetto mi sta dando un barlume di speranza che ci sono ancora ragazzi che sanno guardare oltre e che potrebbero apprezzare anche un po' di sensibilita', profondita' di sentimenti e semplicita'. Non e' facile incontrare queste persone e comunicare con loro all'inizio.

Speriamo....un abbraccio
Io credo che ce ne siano, forse in tanti lo crediamo... ma è difficile incontrarsi e conoscersi. Però tutte le difficoltà, se affrontate, possono essere superate!

In bocca al lupo, Jean!! ;)

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5542
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da progettogayforum » martedì 25 agosto 2009, 2:41

Benvenuto Jean,
leggendo il forum avrai potuto capire chi sono i ragazzi del Progetto. Sono pochi ma sono veri, per loro essere Gay è una cosa seria.

Jean
Messaggi: 4
Iscritto il: martedì 25 agosto 2009, 0:27

Re: VOGLIO UN RAGAZZO GAY COME ME

Messaggio da Jean » martedì 25 agosto 2009, 12:16

Grazie Ragazzi!

Ho capito fin da subito che dietro ci sono persone profonde.
Sto leggendo i vari post piano piano, cercando di recuperare un po' su tutti gli argomenti e cercando di rivedere le cose alla luce di come le ho vissute io. Prima in solitudine poi con qualche amico e nei vari contesti (lontananza da casa, ambienti nuovi, lingua e culture diverse, ect), mettendo pero' sempre al primo posto lo studio. Rimane il fatto che solamente quando sono tornato in Italia ho conosciuto un mondo a me sconosciuto, troppo disinibito e superficiale, ostentato e tremendamente vuoto, che mi fa sentire emarginato, ai limiti della incomunicabilita'. Eppure essere seri, onesti, sinceri (e magari discreti, gentili e delicati) non mi pare voglia dire essere noiosi e monotoni....
Intanto vi ringrazio, un abbraccio
J.

Rispondi