Mi sono perso...

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
TiRicordiDiMe
Messaggi: 3
Iscritto il: venerdì 11 aprile 2014, 22:59

Re: Mi sono perso...

Messaggioda TiRicordiDiMe » domenica 13 aprile 2014, 1:26

Grazie del bel post koala. Il problema è che in realtà io non mi sto muovendo. Iscrivermi in un circolo gay, frequentare locali... non sono cose che fanno per me, perché ho anche dei seri problemi di autostima che mi portano ad essere molto a disagio in mezzo alla gente. Paradossalmente c'è questa ambivalenza del disperato bisogno di qualcuno ma al contempo della paura e del terrore del prossimo, questo perché nel corso degli anni mi sono creato questo muro immaginario per autodifesa, non rendendomi conto che in realtà stavo creando una prigione.

Totoro
Messaggi: 114
Iscritto il: martedì 3 luglio 2012, 4:01

Re: Mi sono perso...

Messaggioda Totoro » domenica 13 aprile 2014, 4:20

Andrò controcorrente, ma.. specchiarti in un fiume non ti rende un pesce allo stesso modo che specchiarti negli occhi di chi ti ama non ti farà amare te stesso. Può aiutarti ad individuare il buono che c'è in te, può sostenerti durante il processo, ma la responsabilità di amare te stesso è tua e solo tua, e non intendo amarti per i tuoi pregi, opposti ai tuoi difetti, ma amarti indipendentemente da essi, perché nel complesso di pregi e difetti tu sei tu, un individuo unico ed irripetibile, un essere umano al di là dei giudizi e delle condanne che puoi darti. Così come si può amare qualcuno con i suoi pregi ed i suoi difetti, semplicemente perché quella persona è quella persona, lo si può fare verso se stessi. Mi rendo conto che non sia facile, ma secondo me è un lavoro che dovresti fare per essere davvero sereno, quel "qualcosa" che non sai cosa è, perché fin tanto che alieni il problema tra le braccia di un'altra persona nutrendoti di un'immagine positiva riflessa stai solo "curando" il sintomo e non la malattia. Malattia che eventualmente, prima o poi, torna a tormentarti. Detto questo, al solito, ti auguro ogni bene.
 


"La capacità di stare da soli è la capacità di amare. Può apparirti paradossalle, ma non lo è. E' una verità esistenziale: solo le persone in grado di stare da sole sono capaci di amare, di condividere, di toccare il nucleo più intimo dell’altra persona, senza possederla, senza diventare dipendenti dall’altro, senza ridurla a un oggetto e senza diventarne assuefatti."

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: Mi sono perso...

Messaggioda barbara » domenica 13 aprile 2014, 9:22

Ti sono state dette cose molto sagge, TiRicordiDiMe.
Come vedi, se tu fai un passo , accade qualcosa .
E' appena accaduto , qui , ora. E sei stato proprio tu a provocarlo.
Muoversi implica delle conseguenze, come anche non muoversi, del resto.
Se non ti muovi, resti in un'infelicità che però conosci. Se ti muovi non puoi sapere cosa accadrà.
Noi viviamo questo dilemma per tutta la nostra vita.
E' proprio questa incertezza che forse ti blocca?
Immagino che prima di iscriverti a questo forum tu abbia considerato anche tutte le ipotesi sfavorevoli che potevano capitare : ricevere parole offensive , essere ignorato, ricevere una delusione.
Prima di fare un passo in avanti verso l'ignoto tendiamo a fare questo. E magari restiamo fermi perché non ci fidiamo.
Alla fine hai valutato che potevi rischiare . Non so in base a cosa, ma immagino che non ti sei buttato alla cieca. Hai trovato una soluzione al tuo dilemma: mi butto non mi butto. E hai scelto
La stessa cosa quando dici che intuisci che certi ambienti non fanno per te, e di conseguenza li eviti , questa è un'altra soluzione possibile. Ogni soluzione che non ti danneggia e che ti porta qualcosa di buono è una buona soluzione.
Capiterà che una soluzione non si rivelerà efficace, e allora si imparerà da quella esperienza a fare delle scelte che funzionino meglio.
Come dice Koala, in futuro non devi far altro che fare la stessa cosa gradualmente. Trovare una soluzione ai dilemmi che ti si presenteranno, senza correre e con pazienza.
Trovare questa soluzione, come dice Totoro, soprattutto per stare bene con te stesso, perché ciò che ti rende veramente contento è la consapevolezza che puoi fare delle scelte che sono buone per te stesso, indipendentemente da quello che pensano gli altri.

standby
Messaggi: 31
Iscritto il: venerdì 28 marzo 2014, 15:31

Re: Mi sono perso...

Messaggioda standby » domenica 13 aprile 2014, 21:38

Mi ha colpito molto questo tuo grido d'aiuto probabilmente perchè anche io mi rivedo nella tua esperienza. Penso che tutti noi siamo alla ricerca di qualcuno da amare e da cui essere amati, ma personalmente non so quanto si possa sperare in un incontro fortuito per realizzare ciò. Aprirsi qui è già un piccolo grande passo che magari può gettare le basi per quell'"incontro" che cerchi.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5333
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: Mi sono perso...

Messaggioda progettogayforum » lunedì 14 aprile 2014, 0:03

Benvenuto TiRicordiDiMe!! Non avevo letto il tuo post e me ne scuso.
Da quello che scrivi mi viene subito in mente una cosa e cioè che quello che ti serve è soprattutto avere amici affidabili, intendo avere la possibilità di confrontarti e di parlare con dei ragazzi della tua età che abbiano esperienze più o meno simili alle tue. Un ragazzo gay senza un compagno può stare benissimo, meglio ancora, certo, se trova un compagno come si deve, ma un ragazzo gay senza amici veri che lo possano capire e possano costruire con lui un dialogo serio, il peso della solitudine lo sente tutto. Progetto Gay non è il paradiso ma qui la possibilità di trovare amici veri e affidabili c'è realmente e hai già avuto modo di vedere il livello delle risposte che hai ricevuto.
Benvenuto tra noi TiRicordiDiMe!!


Torna a “DISAGIO GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite