ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda progettogayforum » lunedì 2 novembre 2009, 15:56

Ricevo e pubblico la seguente mail di Tommaso.
___________

Ciao Project,
sono un ragazzo di 27 anni, non so bene perkè ti scrivo forse perkè sono deluso e incazzato e ho bisogno di uno sfogo. Di questo posto gay mi ha parlato un amico qualke sera fa e mi decantava il fatto ke è un posto diverso dagli altri, un posto pulito e sincero, ke ci scrivono ragazzi ke hanno poco a ke fare con i soliti ke si incontrano in chat e siti di incontro o locali, ragazzi sensibili, con il senso della morale, ke fanno bei discorsi etc etc. Lui sa come la penso anzi sa come la pensavo fino a un anno fa su certe cose e ha pensato di farmi una gentilezza a darmi questa dritta solo non sa ke nel frattempo io ho cambiato la mia opinione. Allora ti spiego io non ho mai avuto tanti problemi a capire ke ero gay e accettrami e a 16 anni avevo già cominciato a uscire con altri ragazzi gay come me. Ho avuto le mie esperienze anke sessuali, tipo avevo diversi amici gay con cui si usciva, si parlava, ci si divertiva ma tra di noi si faceva anke del sesso ma restando solo amici. A scuola andavo bene, con i miei nessun problema, con gli amici etero più stretti ho fatto coming out. Poi sui 20 anni ho cominciato a avere il desiderio di costruire qualcosa di completamente mio con un ragazzo, di innamorarmi e voler bene a qualcuno, ma la cosa mi pareva molto difficile e ora ti spiego perkè. Io non volevo trovare un ragazzo dichiarato come i miei amici o ke frequentasse o avesse frequentato certi ambienti e avesse avuto tante esperienze di sesso perkè pensavo ke le cose non avrebbero mai funzionato così e ke ci sarebbero stati tradimenti o nessun vero interesse a fare durare le cose. Brevemente io volevo un ragazzo per bene e non dichiarato, ke non gironzollasse per posti a etichetta gay. Ma trovare un ragazzo così non è certo facile e io non ho mai avuto sto famoso gaydar ke probabilmente è solo 1 stronzata. All'uni facevo fisica e mi ero fatto l'idea ke nessuno ke facesse fisica potesse essere gay tranne me. Invece sbagliavo. Maurizio era di un anno più grande di me e ci siamo conosciuti in aula studio per caso. Abbiamo subito legato e siamo diventati molto amici, io mi sono trovato innamorato di lui in meno di un mese. Era un ragazzo per me perfetto per come me lo immaginavo sia di carattere molto dolce, serio, premuroso e simpatico, un pò timido e anke era molto carino. Ke anke lui era gay l'ho saputo per caso e per fortuna, non sto a spiegarlo sennò la faccio troppo lunga, e sapendolo ho iniziato a sbilanciarmi e farglielo capire ke ero innamorato di lui. Maurizio faceva tante resistenze perkè non era dichiarato con nessuno e non aveva nessuna esperienza e se ne vergognava. ma alla fine ci siamo messi insieme. Io ero al settimo cielo, gli volevo davvero bene e facevo di tutto per farlo stare bene e a suo agio. Con il sesso lui era un pò imbranato e aveva sempre paura di sbagliare ma io lo rassicuravo e gli davo tutto il tempo ke aveva bisogno. Pensavo ke le cose con lui potessero solo andare sempre meglio, dopo 2 anni eravamo affiatati come coppia e con il sesso ormai andava tutto bene. Poi un mio amico mi dice ke Maurizio mi ha tradito, non volevo crederci ma c'erano le prove. All'inizio Maurizio ha pure negato e solo quando ormai era alle strette e non sapeva più ke inventarsi ha detto ke era vero. si è messo a piangere, mi ha supplicato di perdonarlo ke era stato un errore, una stupidaggine etc. All'inizio io ho anke mandato giù e non tanto per il tradimentoi quanto per le bugie e ho pensato di credergli e ridargli fiducia, ma è durata poco. Lui comunque si guardava in giro, cercava di conoscere nuova gente, insomma la nostra coppia si capiva ke gli stava stretta. quando l'ho affrontato mi ha anke accusato a me dicendo ke grazie tante io avevo avuto le mie esperienze e lui no e ke non si può giudicare se si sta davvero bene se non si può paragonare. Ci siamo lasciati. Ho pensato ecco ho trovato la mela marcia, ke sfiga. Ma ci credevo ancora. Solo ke Maurizio non era affatto l'unica mela marcia ma era solo un prototipo tipo del bravo ragazzo. Perkè di ragazzi e anke uomini più adulti ma tutti più o meno come lui poi ne ho conosciuti altri. Ragazzi ke credevano nell'amore, ke volevano trovarsi un ragazzo a cui voler bene, con cui costruirsi un futuro, ragazzi ke il sesso lo volevano fare solo con le persone giuste o x amore. Ragazzi seri e per bene. E poi? Poi tutti uguali. Ci sono quelli ke dopo un pò devono guardarsi intorno. Ci sono quelli ke vorrebbero ma poi hanno paura di rimanere soli di nuovo e allora non lo fanno ma solo per questo non per te. Ci sono quelli ke hanno passato gli anni a sognare di avere un fidanzato, di innamorarsi ricambiati, di vivere insieme e poi con la realtà non sanno ke fare, sono idealisti, non cedono ai compromessi della normalità di una storia normale con un ragazzo normale e preferiscono tornare ai sogni piuttosto ke vivere la realtà e mandano tutto all'aria per una stronzata. Ci sono quelli ke sembrano amarti con tutto loro stessi dopo neppure una settimana ke ci stai insieme, ke sembrano diposti a ogni azione per te ke tu quando cerchi di fargli capire ke ci sono parole ke nn si usano con leggerezza come "ti amo" e ke è difficile amare una persona e non si impara in due minuti, sembra ke tu non provi niente per loro e gli spezzi il cuore, quando loro magari a 35 anni sono ancora nella fase di non saper distinguere una cotta da un innamoramento. Ti dirai sono capitati tutti a te! L'ho pensato anke io ma poi parlando con altri ragazzi gay ho capito ke questi "bravi ragazzi" gay alla fine non si dovrebbe cercarli e desiderarli ma proprio evitarli! Ke alla fine è solo un pregiudizio al rovescio ke siano gli unici con cui si possa costruire qualcosa di serio, e ke i ragazzi ke hanno una vita più libera e disinibita siano loro i poco seri ... Col cavolo!! No non funziona affatto così. Ti dirò di più, uno dei miei amici di vecchia data sta da ben 8 anni con un ragazzo e sono una coppia come quelle che sognavo io. Eppure hanno iniziato come coppia aperta, stavano bene insieme come persone, si volevano bene ma il sesso potevano farlo con chi volevano in sincerità, senza sotterfugi e tradimenti e tante parole al vento di amore e promesse. Ma alla fine loro pian piano se lo sono costruito il loro rapporto hanno capito di amarsi e ke il sesso era più bello tra loro due ke con altri. Ci hanno messo tempo, i ben pensanti avrebbero solo potuto giudicarli e attaccarli e dire ke era solo per comodità ke non si rispettavano etc, eppure ora loro sono ripeto una bellissima coppia unita, affiatata e forte piena di progetti e entusiamso e io con tutte le mie manie sui bravi ragazzi sono solo e tanto deluso ke non me ne frega sinceramente più niente di stare in coppia.
Ecco tutto qui.

Tommaso

PS se vuoi pubblicala la mail magari potrà servire a qualcuno che si è fatto le stesse convinzioni ke avevo io una volta, meglio una doccia fredda ora ke anni persi a rincorrere le persone sbagliate

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda progettogayforum » lunedì 2 novembre 2009, 15:57

Grazie Tommaso! Non posso che darti ragione al 100% esistono forme si vera immaturità affettiva coperta da atteggiamenti da bravo ragazzo. Non è raro che comportamenti, diciamo così, moderati di ragazzi gay che sembrano all’esterno una scelta di vita non lo siano affatto e siano invece solo il segno di una incapacità di affrontare il mondo esterno. Quando quei ragazzi avranno superato quei condizionamenti che, diciamo, li rendono bravi ragazzi per forza, uscirà fuori la loro vera natura, menefreghista e talvolta aggressiva. I bravi ragazzi per opportunismo sono una specie realmente pericolosa. Talvolta dietro l’abuso di dichiarazioni di affetto c’è solo l’idea di non perdere un’occasione momentanea in attesa del meglio. Spesso i ragazzi che dicono di essere realmente innamorati non sono innamorati di un altro ragazzo ma del fatto di essere al centro dell’attenzione, dicono cose che non pensano senza rendersi conto che dall’altra parte hanno un ragazzo vero che ha diritto di capire come le cose stanno veramente e che invece viene narcotizzato da una falsa disponibilità dietro la quale ci sono riserve mentali di ogni tipo. È la logica non dichiarata dell’”intanto prendo quello che c’è!”, la logica del bla bla amoroso, la logica delle finte scelte in attesa dell’occasione d’oro. Tutto questo è verissimo ma, con atteggiamenti solo in parte diversi, si ritrova anche tra i ragazzi con comportamenti più liberi, dove non è che non ci sia ipocrisia, ce n’è solo una diversa.
I bravi ragazzi veri non si giudicano dai comportamenti più o meno liberi in astratto ma dalla dimensione altruistica della loro vita affettiva, dal non strumentalizzare mai l’altro, dall’amare un ragazzo più che il fatto di sentirsi amati.

Avatar utente
Marco2708
Messaggi: 59
Iscritto il: lunedì 7 settembre 2009, 22:09

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda Marco2708 » lunedì 2 novembre 2009, 18:25

Io posso capire come ci si sente... quindi capisco anche le sue parole.. ma penso solo che lui è stato sfortunato! Non tutti i ragazzi sono così, cioè, non generalizziamo.. in questo mondo ognuno è fatto in un modo diverso dall'altro! Quindi ci sono persone come hai incontrato tu che sono "finti bravi ragazzi", ma ci sono anche dei VERI bravi ragazzi, come ci sono quelli che frequentano locali gay per cercare solo sesso, come c'esistono quelli che frequentano locali gay nella speranza di trovare qualcuno più serio.. cioè, ci sono svariate persone.. e non si può generalizzare! Se stesso noi generalizziamo e non capiamo le differenze allora poi non possiamo pretendere che gli etero non pensino ad un effemminato o ad un malato del sesso quando sentono la parola gay!
Semplicemente un NORMALE ragazzo GAY!!

Avatar utente
konigdernacht
Moderatore Globale
Messaggi: 939
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2009, 0:27

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda konigdernacht » martedì 3 novembre 2009, 1:58

Mah, davvero un bel problema questa mail, caro project.
Secondo me, i così detti “bravi ragazzi” descritti da Tommaso non esistono (tant’è vero che penso sia una bella metafora, come “quella signora è una chimera”) e tali “bravi ragazzi” sono solo ragazzi normali, con i loro pregi e con i loro difetti, come siamo tutti noi ragazzi del forum: ergo, ragazzi/uomini normali, che possono sbagliare, in modo più o meno grave ma che sbagliano cmq!
Tengo a sottolineare come questa mail faccia vedere ancora che se un ragazzo gay incontra un altro ragazzo gay, ciò non significa amore; trovare un compagno serio è difficile come trovare una ragazza seria per gli etero (e viceversa, trovare un ragazzo serio per le ragazze).
Inoltre, secondo il mio modestissimo parere, forse è vero che Tommaso e Maurizio sono stati insieme per 2 anni, ma penso fermamente che se forse Maurizio all’inizio credesse di amare Tommaso, in realtà si è accorto di non amarlo e ha usato prima il tradimento e poi le scuse come pretesto per poi andarsene.
Saluti a Tommaso e un augurio di felicità
Zerchmettert, zernichtet ist unsere Macht
wir alle gestürzt in ewige Nacht

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda progettogayforum » venerdì 6 novembre 2009, 19:18

Tommaso mi ha risposto per mail. La risposta è interessantissima e la riposto qui di seguito.
_______________

Grazie a te della risposta. Io però mi sono fatto abbastanza convinto che ragazzi e uomini con comportamenti più liberi e disinibiti siano più portati ad una forma di sincerità che li allontana dal "vizio" di far credere agli altri di cercare e volere rapporti seri e impegnativi. Sono spesso magari per qualcuno brutalmente chiari ma uno sa cosa si può aspettare e se decide di investire lo fa non dietro false illusioni. Al massimo ti possono raccontare una favoletta per portarti a letto ma la storiella non la fanno mai durare per tanto tempo. Oltre a questo credo che solo chi ha una esperienza alle spalle fatta di prove ed errori in storie e relaizoni più o meno leggere sia una persona solida e affidabile nel lungo tempo. Un ragazzo giovane che inizia una storia prima o poi avrà voglia di farsi nuove esperienze giustamente. Un uomo che dopo anni di sole storie in testa inizia una relazione vera non saprà mai gestirla per immaturità, eccesso di attese e romanticismo. O sarà una persona soffocante o prima o poi il prurito del il sesso fatto con un altro come è lo tenterà e non poco. Imparare poi la differenza tra sesso, sesso da attrazione fisica, sesso da cotta, sesso da innamoreamento o da amore è fondamentale. Hanno differenze che non sono ovvietà e conosco troppa troppa gente che non le sa distinguere e pure troppa gente che ne parla in astratto dicendo ma io sono così e farò così non capendo che è solo la prova pratica del 9 e non l'idea di noi stessi che ci rende quello che siamo e facciamo.
Confermo in più il fatto che i bravi ragazzi sono i primi a farsi prendere dalla fifa di rimanere da soli e dalla smani di trovarsi un ragazzo su cui riversare amore e affetto.
saluti,
Tommaso

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda progettogayforum » venerdì 6 novembre 2009, 19:41

Ciao Tommaso,
intanto grazie per la tua risposta che ho pubblicato sul forum perché ha un senso serio, però posso dirti che almeno in parte non la condivido ma non per questioni di principio, ma per esperienza diretta e indiretta (anche attraverso i colloqui con centinaia di ragazzi gay). Che possano esistere persone che hanno avuto molte esperienze e che parlano chiaro senza illudere nessuno è un fatto che accetto tranquillamente e ne ho visti alcuni notevoli esempi, quello che non torna è farne un teorema generale con tanto di dimostrazione che ha tutta l’apparenza della verità ovvia ma che urta pesantemente contro l’esperienza. Specialmente tra persone non giovanissime, cambiare modo di vita è molto difficile. Chi ha vissuto una sessualità libera e piuttosto disimpegnata molto difficilmente cambia rotta per scegliere una vita di coppia stabile. Chi ha vissuto per diversi anni una sessualità promiscua o comunque leggera ha in mente quel modello di vita, può proporlo ad altri senza sotterfugi, certo, ma il modello di vita resta quello. Ciò non toglie che spesso i cosiddetti bravi ragazzi, che manifestano interessi apparenti per una vita stabile di coppia, abbiano realmente solo paura di rimanere soli e confondano l’essere innamorati con l’idea di sfuggire alla solitudine. Su questo ti do completamente ragione e di esempi ne ho visti. Da quello che scrivi sembra che tu dia per scontato che ci si debba accontentare si un basso profilo di vita di coppia (tu dici: senza illusioni), ma ho visto parecchie volte storie bellissime di tipici bravi ragazzi gay, non ne ho sentito parlare, le ho viste con i miei occhi!

g58
Messaggi: 19
Iscritto il: domenica 1 novembre 2009, 22:14

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda g58 » venerdì 6 novembre 2009, 20:27

Che i "bravi ragazzi gay" siano quelli con più ansia di trovare un ragazzo è vero. Una cosa che temo, è che il primo ragazzo ga che trovo, "cedo" perchè penso: "che fortuna, ne ho trovato uno, chissà quando mi ricapita non me lo devo lasciar scappare". E' strano, perchè ho paura di me stesso.. sono un po' confuso.

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda progettogayforum » sabato 7 novembre 2009, 15:36

Ciao Project,
non è ke io voglia fare teoremi assoluti perkè le cose assolute esistono solo in matematica e geometria, riporto la mia esperienza personale ma non solo anke io ho parlato con amici e ragazzi non saranno centinaia ma hanno il loro peso anke loro. Volevo fare delle puntualizzazioni perkè non credo ke tu abbia colto il senso del mio discorso. Intanto io non ho mai parlato di accontentarsi di un basso profilo di coppia senza illusioni come riporti tu, tanto ke pur di non accontenarmi essendo disilluso preferisco x ora starmene da solo. Io ho detto ke apprezzo la gente ke parla kiaro e non ti illude di cose ke non sa o non puà dare o fare. E' diverso. é l'onestà di dire ki si è, cosa si vuole e non fare perdere tempo o togliere i progetti seri a ki li ha davvero. Io non ho poi parlato solo di persone ke fanno solo sesso promiscuo e cercano solo sesso dagli altri. Di queste ho detto ke sono tendenzialmente più sincere perkè sanno e dicono cosa vogliono da te. Io però ho anke parlato di esperienza e non parlavo di esperienza di solo sesso ma di esperienze come avevo appunto scritto più o meno serie e durature di relazioni e storie con altri ragazzi. Queste lo ribadisco x me sono molto importanti per maturare anke affettivamente perkè ti fanno capire cose ke solo con la vita vera e vissuta si possono capire. Di innamoramenti e sentimenti ho sempre pensato ke sia inutile parlarne in astratto sono cose ke si provano e si conoscono solo ed esclusivamente così. Uno ke passa gli anni a fantasticarci sopra a una relazione la idealizza e pensa ke lui agirebbe in un dato modo ma poi quando le cose le si vivono solo allora viene fuori ki si è davvero e non solo in testa nostra. Io per me posso solo dire ke per iniziare un progetto serio e comune preferirei ki è passato per altre relazioni, ki ha sbagliato, ki ha provato e imparato a ki ha passato il tempo a aspettare il grande amore. Essere i primi per qualcuno potrà essere pure lusinghiero ma giusto questo. X concludere ho conosciuto ragazzi con sessualità promiscua ke se ne sono stancati e hanno saputo meglio capire e apprezzare la vita a due, come anke io ho conosciuto e conosco belle coppie, di una te ne avevo parlato nella prima mail, ma anke qui ci sarebbero tante distinzioni da fare su cosa è una bella coppia, perkè come saprai tu e lo si vede bene pure tra gli etero, solo se si è davvero molto intimi con una coppia si sanno come sono davvero le cose, quello ke uno vede da fuori è solo quello ke ti si vuole fare vedere e dentro c'è spesso tutt'altro e il gioco dell'apparire bene tra i gay ( non parlo fisicamente, anke se .pure di quello non si discute ) come saprai è più ke diffuso.
buona giornata
tommaso

Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5359
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda progettogayforum » sabato 7 novembre 2009, 15:37

Ciao Tommaso,
leggo con piacere la tua mail e devo ammettere che non avevo capito bene quello che avevi scritto. In pratica mi sono fatto portare dai preconcetti e sono partito a spada tratta. In realtà, riflettendoci bene, mi sembra che le cose che dici siano assolutamente condivisibili. Non posso che ringraziarti per la serietà dei tuoi interventi che penso possano essere utilissimi per riflettere su cose che si danno per scontate.
Un abbraccio.
Project

tatos76
Utenti Storici
Messaggi: 152
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2009, 22:16

Re: ATTENTI AI BRAVI RAGAZZI GAY

Messaggioda tatos76 » lunedì 9 novembre 2009, 22:04

Il titolo del thread mi aveva incuriosito perchè "mi descrivono come bravo ragazzo", "bonaccione"...e mi sono spaventato perchè mi ritrovo in alcuni stereotipi di Tommaso ed ho sempre avuto paura di poter diventare come descrive lui :oops: .

Ma sono cosciente che sarebbe dovuto ad immaturità affettiva, sessuale ecc.
Forse è per questo che ho scelto sempre la soluzione del 'non agire', 'non provare'...e quasi sicuramente non è stata la scelta giusta.

Grazie per questa testimonianza, anche se un pò mi ha sconcertato. :roll:
Ho fatto un patto sai. Con le mie emozioni. Le lascio vivere. E loro non mi fanno fuori. (Vasco)


Torna a “DISAGIO GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite