Crea sito
 
Oggi è mercoledì 22 novembre 2017, 0:51

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici"
MessaggioInviato: venerdì 31 ottobre 2014, 20:55 

Iscritto il: martedì 20 agosto 2013, 17:03
Messaggi: 42
Ciao a tutti. Mi farebbe piacere se leggeste questi link:

http://alidavismara1.blogspot.it/

http://www.uccronline.it/2012/08/25/son ... disgrazia/

http://guarisciconlenergia.blogspot.it/ ... suali.html

In quest'ultimo da notare sono i commenti, in particolare di un osteopata che afferma che l'omsessualità derivi da uno squilibrio energetico di alcuni centri del copro eterico e che questo squilibrio si possa aggiustare.

I primi due link invece parlano dei disagi che hanno avuto figli di coppie gay nel far parte di una famiglia omogenitoriale. Riguardo alle adozioni inizialmente consideravo sbagliato affidare un bambino a una coppia gay ritenendo che debba avere una figura maschile e femminile, poi però ho pensato che se i due genitori, due padri o due madri a seconda dei casi, sono delle brave persone che hanno valori buoni perchè allora non poter approvare l'omogenitorialità? Un bambino può comunque crescere bene in una famiglia dove ci sono due padri o due madri, dipende dall'educazione che gli viene data. Leggendo questi link però sembra che a quanto pare i disagi di chi è cresciuto con una coppia gay possano esistere e questo fa credere che forse non sia giusta l'omogenitorialità. Io non so che dire, tutto questo mi disorienta. Voi che ne pensate? E riguardo ai all'ultimo link, credete che siano le solite teorie campate in aria, nonostante dica che ce ne sia prova in alcuni soggetti analizzati? Dite un po' la vostra.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: sabato 1 novembre 2014, 0:38 

Iscritto il: domenica 12 ottobre 2014, 14:11
Messaggi: 99
Beh, i primi due siti che hai linkato li conosco e non brillano certo nel citare le fonti di quanto affermano...


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: sabato 1 novembre 2014, 13:54 

Iscritto il: martedì 20 agosto 2013, 17:03
Messaggi: 42
Spero che sia come dici sennò sarebbe davvero grave scoprire che in realtà l'omogenitorialità sia fallimentare.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: domenica 2 novembre 2014, 10:42 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
ciao davi90, interessante quesito il tuo.
I link che hai scelto parlano di 5 storie . Ora per dire che vivere in una famiglia omogenitoriale crea dei disturbi ci vogliono ben più di 5 storie .
Se andiamo a leggere le storie di ragazzi che vivono in famiglie eterosessuali possiamo trovare moltissimi adolescenti che vivono un disagio profondo nella loro famiglia.
Avere due genitori gay o due madri lesbiche non impedisce di avere genitori poco attenti . Le persone gay e lesbiche possono essere buoni genitori o no , allo stesso modo delle altre persone. Dipende , secondo me, dalla loro storia e da come riescano o meno a interpretare e rispondere ai bisogni di un bambino . E questo credo riguardi tutti i genitori in generale.
in realtà ci sono diverse ricerche serie che invece arrivano a conclusioni opposte a quelle che hai indicato tu.
A esempio questa, che prende in esame 22 ricerche quindi un numero di casi davvero significativo

http://www.cisonline.net/pagpubblicazri ... oriali.pdf

Quando leggiamo il risultato di una ricerca dobbiamo anche interrogarci su come è stata condotta. Ad esempio se vai a studiare figli di coppie eterosessuali che si sono separate e che sono andati a vivere con la madre e con la sua nuova compagna , si tratta di una situazione assai differente da quella in cui un bambino viene concepito dalla madre lesbica quando è già insieme a una compagna.
Nel primo caso la separazione dei genitori potrebbe (sottolineo "potrebbe" creare) qualche problema in più, esattamente come succede a molti figli di separati.
Poi dobbiamo anche vedere chi pubblica una notizia. Un sito cattolico che è contro al matrimonio gay non pubblicherebbe mai delle storie in positivo. Allo stesso modo un sito a favore del matrimonio gay , tenderà a non dare pubblicità a storie in negativo. Per avere un'informazione più oggettiva , ci vorrebbe una fonte ,per così dire, più neutra .
In questo link puoi trovare ad esempio il punto di vista di un'esperta, che spiega anche come i ricercatori stessi spesso non siano imparziali, ma tendano a essere condizionati dai pregiudizi
http://parma.lenuovemamme.it/omogenitor ... na-everri/
L'esperta spiega come i bambini che nascono nelle coppie omogenitoriali siano esposti alla discriminazione più che non altri bambini. C'è quindi da chiedersi , se vi sono nei bambini segnali di disagio, se questo disagio sia causato dal tipo di educazione oppure dal sentirsi "diversi" a causa dell'ambiente che è omologante.
Se ricordo bene una delle storie raccontate da un ragazzo nei link che hai indicato, questo ragazzo parla di aver subito un isolamento a causa del fatto che i suoi genitori non lo hanno educato a seguire certi canoni (maschio-femmina) propri dell'ambiente circostante. Ora viene da chiedersi: la responsabilità del suo disagio in questo caso è da attribuirsi ai genitori oppure all'ambiente ?. Se vieni tagliato fuori dai tuoi compagni perché i tuoi genitori non ti comprano delle scarpe firmate, il tuo disagio è colpa dei tuoi genitori o di chi giudica un ragazzo in base alle scarpe che porta?

Quanto all'ultimo link che tu citi, in realtà a me non pare che il sito dica queste cose. Al contrario il post pubblicato sembra volere esprimere che l'amore è al di sopra di tutto. Gli interventi di cui parli sono stati scritti da un lettore anonimo che ha contestato il blog . almeno questo ho capito io.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: domenica 2 novembre 2014, 16:10 

Iscritto il: martedì 20 agosto 2013, 17:03
Messaggi: 42
Grazie Barbara sia per la tua risposta che per i link, sono stati molto utili per capire la situazione e togliermi certi dubbi.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: mercoledì 5 novembre 2014, 8:33 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Di nulla. Penso che la discussione che hai aperto sarà utile a chi legge per comprendere che l'informazione non è quasi mai oggettiva.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: lunedì 17 novembre 2014, 18:14 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 luglio 2012, 20:23
Messaggi: 180
Pochi siti come il blog di Alida Vismara o il portale di Uccr hanno la sordidezza sufficiente per poter inanellare impudentemente una sequela così incalzante di idiozie e calunnie. Mi ero promesso di pubblicare un testo che demolisse con pazienza e sistematicamente tutti i loro sofismi. Proprio mentre stavo iniziando a visionare gli scritti dei miei avversari ho però pensato che non è questo il metodo giusto per contrastare efficacemente la loro tecnica retorica così diffusa e meschina da meritare financo un nome! Si chiama "Gish Gallop" e fa riferimento al nome del biochimico statunitense nonché fervente religioso battista Duane Gish morto lo scorso anno e noto per essere stato uno dei massimi esponenti del movimento creazionista. Un esempio celebre di uso del Gish Gallop è il saggio "Scientific Facts in the Bible: 100 Reasons to Believe the Bible is Supernatural in Origin" del conduttore televisivo neozelandese e acceso cristiano evangelista Ray Comfort. Questa strategia retorica cara ai creazionisti, ai religiosi e in generale a coloro che avendo torto marcio sono costretti ad arrampicarsi sugli specchi, permette se non di disarmare almeno di stordire l'avversario anche se non si è in possesso di alcun argomento accreditante la propria tesi: basta semplicemente sciorinare un elenco lunghissimo di presunte prove in modo da non dare all'interlocutore il tempo materiale di poterle confutare. Ovviamente chi vuole servirsi del Gish Gallop deve avere l'accortezza di scegliere delle affermazioni fallaci che si possono enunciare in un tempo relativamente breve ma che richiedono un tempo molto maggiore per poter smascherare l'inganno. E' esattamente quello che fa Alida Vismara. Non ci vuole nulla a scrivere, ad esempio, che l'autorevolissimo psicologo Paul Cameron (che però quasi nessuno dei lettori conosce) ha dimostrato che i bambini cresciuti in famiglie omogenitoriali vivono con profondi disagi e hanno altissime probabilità di diventare omosessuali (con tanto di link ad un lunghissimo articolo in inglese). Tanto pochissimi lettori si prenderanno la briga di leggere l'articolo andando oltre l'abstract oppure di fare una ricerca accurata su chi sia veramente Paul Cameron fino a scoprire che è stato radiato da ben 4 ordini professionali di psicologi e sociologi per aver intenzionalmente distorto delle ricerche sulla sessualità. Di questo avevo parlato nel mio video critico sul sito Exhomovox, che si può pensare come una confutazione a campione degli argomenti omofobi dei siti sunnominati e che disvela in modo chiaro la malafede degli autori (che ho scoperto essere gli stessi o comunque in contatto con quelli del sito Uccr): https://www.youtube.com/watch?v=sFq6MAJlcRA
Segnalo anche uno scritto di un mio contatto che ha avuto la pazienza di esaminare e confutare i nefandi scritti di Alida Vismara: http://pontilex.org/tag/alida-vismara/
Per smontare il Gish Gallop secondo me è sufficiente scegliere casualmente cinque o sei affermazioni e verificarne l'attendibilità, anche perché spesso capita che molti argomenti siano solo palilogie o variazioni sullo stesso tema o ripetizioni di mantra infiocchettati con cura in modo da sembrare distinti almeno ad una lettura superficiale. Penso pertanto che i due link che ho messo siano più che sufficienti. In pratica basta fare un controllo statistico: se su cento affermazioni ne scelgo a caso cinque o sei rappresentative e queste risultano essere mastodontiche idiozie con magari anche una sfumatura ingiuriosa è molto verosimile che quello che sto esaminando è un cumulo di sterco (che è l'altro nome, meno forbito, con il quale viene denominata questa riprovevole tecnica retorica). E se me ne accorgo subito, posso almeno evitare di continuare a sporcarmi le mani inutilmente. :mrgreen:



_________________
"La vita giusta è quella ispirata dall'amore e guidata dalla conoscenza"
(B.Russell)
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: giovedì 20 novembre 2014, 13:39 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 luglio 2012, 20:23
Messaggi: 180
L'articolo di Uccr all'inizio della discussione cita gli scritti di Mark Regnerus per avvalorare la tesi secondo cui i bambini cresciuti in famiglie omogenitoriali presentano angoscianti problematiche. Copio qui di seguito la risposta che avevo dato ad un utente vicino all'ambiente di "Comunione e Liberazione" e delle "Sentinelle in Piedi" che linkava lo stesso articolo.

Le rammento la posizione della scienza in fatto di famiglie omogenitoriali.
Qua la posizione dell'American Academy of Pediatrics: http://pediatrics.aappublications.org/content/118/1/349
Qua la posizione ufficiale dell'associazione di psicologi e psichiatri dell'Australia: http://www.psychology.org.au/Assets/Fil ... Review.pdf
Qua un articolo con la posizione ufficiale dell'American Psychiatric Association:
http://wayback.archive.org/web/20090823 ... 200214.pdf
Qua un articolo con la posizione ufficiale dell'American Psychological Association:
http://www.apa.org/about/policy/parenting.aspx
Qua una versione più dettagliata sempre dell'American Psychological Association:
http://www.apa.org/pi/lgbt/resources/parenting-full.pdf
Qua un articolo con la posizione ufficiale della Canadian Psychological Association:
http://www.cpa.ca/cpasite/userfiles/Doc ... 281%29.pdf
Qua un articolo della American Academy of Child & Adolescent Psychiatry:
http://www.aacap.org/AACAP/Families_and ... ts_92.aspx
Qua le posizioni dell'American Psychoanalitic Association:
http://www.apsa.org/About_APsaA/POSITIO ... NTING.aspx
Può trovare agevolmente in tedesco su internet lo studio:
"Ergebnisse der ersten repräsentativen wissenschaftlichen Studie in Deutschland über Kinder in Regenbogenfamilien" dell'università di Bamberga.
Vorrei poi domandarle in base a quali parametri lei ritiene attendibili le pubblicazioni del singolo sociologo Mark Regnerus (che hanno ricevuto un profluvio di critiche dal mondo accademico) addirittura attribuendo alle sue tesi una maggiore credibilità delle posizioni ufficiali di associazioni come quelle da me prima indicate che sono fra le maggiori al mondo e contano centinaia di migliaia di studiosi.
Constati ad esempio il tono duro e inequivocabile con cui l'intero dipartimento di sociologia dell'università di Regnerus (The University of Texas at Austin) prende le distanze dagli scritti di Regnerus sottolineando anche lo iato stridente fra le sue posizioni e quelle dell'American Sociological Association. Qua il link: http://www.utexas.edu/cola/depts/sociology/news/7572 dove è scritto testualmente: "le conclusioni che ha tratto dal suo studio sulla genitorialità omosessuale sono sostanzialmente fallaci sui piani concettuale e metodologico".
Sempre in merito agli studi di Regnerus le segnalo una lettera di protesta firmata da circa duecento sociologi: http://www.sciencedirect.com/science/ar ... 9X12001664
Le segnalo un link in cui l'Americal Medical Association ricusa aspramente gli studi di Regnerus: http://cdn.ca9.uscourts.gov/datastore/g ... ogical.pdf
Anche il New York Times ha criticato gli studi di Regnerus in quanto costui ha mutuato le conclusioni esposte nei suoi articoli non da una seria indagine scientifica ma dai suoi personali dogmi religiosi: http://www.nytimes.com/2012/10/13/us/ma ... .html?_r=0



_________________
"La vita giusta è quella ispirata dall'amore e guidata dalla conoscenza"
(B.Russell)
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Disagi omogenitoriali e cosiddetti "squilibri energetici
MessaggioInviato: giovedì 20 novembre 2014, 21:29 
Avatar utente

Iscritto il: sabato 21 luglio 2012, 20:23
Messaggi: 180
Nuova recentissima notizia su Mark Regnerus. Collabora con il Vaticano nella realizzazione di video anti-omosessuali:

http://www.thenewcivilrightsmovement.co ... k_regnerus



_________________
"La vita giusta è quella ispirata dall'amore e guidata dalla conoscenza"
(B.Russell)
Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010