Prima esperienza (deludente) gay

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Avatar utente
Gio92
Utenti Storici
Messaggi: 626
Iscritto il: domenica 6 settembre 2009, 18:19

Re: Prima esperienza (deludente) gay

Messaggioda Gio92 » domenica 3 luglio 2016, 18:37

Hospes91 ha scritto:Certo che non hai incoraggiato nessuno ad ammazzarsi (ci mancherebbe pure!), esprimevo solo perplessità sull'evidenziare come voi per forza di cose abbiate avuto un ritorno di serenità da questa triste vicenda. Sicuramente è verissimo, possiamo prendere come paragone ciò che accade quando un nostro caro muore dopo aver sofferto a lungo: evento tristissimo ma è quasi una liberazione per noi stessi non vederlo più patire, e così deve essere stato per voi. Ecco, il rischio a mio parere è che un eventuale depressissimo che legga (e no, non sono affatto d'accordo che chi si uccide sia forte!) possa strumentalizzare quelle parole ricevendone la spinta finale per attuare il proprio macabro piano, tutto qua.


Ripeto, parlo di quello che è stato il caso mio e della mia famiglia. E non ho ancora perdonato tutte le offese che ha lanciato contro di me e contro il mio nucleo.
E credo che i moralismi e il come "ci si debba sentire" in certe occasioni sono sono stronzate: per regole morali in genere ci si mostra dispiaciuti per la morte di un familiare, ma siamo sinceri, quanti sono DAVVERO dispiaciuti?
Certo, non sono contento di cosa ha fatto e umanamente mi dispiace ma sinceramente adesso quando andiamo in vacanza abbiamo riguadagnato la pace visto che rompeva i coglioni. Al di la della sua patologia, che poi vabbè, era stesso questa patologia che gli faceva inventare le balle di cui si autoconvinceva e ingigantiva la patologia stessa (è un meccanismo che caratterizza anche il mio DOC) io sinceramente non posso dire di essere stato scottato, perchè mi aveva anche insultato e della sua patologia me ne strafrego, se lui non ha voluto collaborare con lo psichiatra è ovvio che poi la depressione bipolare (di cui lui soffriva) l'ha travolto.

Tutta la comprensione di questo mondo ma fino ad un certo punto, perchè poi subentra l'autostima e la dignità personale, tre anni fa non avevo il coraggio di adesso, altrimenti col c@z.o che mi facevo insultare da un bipolare che aveva insultato anche la mia famiglia.

Vatti a leggere il mio topic "esplode anche Gio", nella sezione coming out, c'è scritto qualcosina in più dei miei vissuti e di questa vicenda.
Non è forte chi non cade, ma chi cade ed ha la forza per rialzarsi!

Avatar utente
Birdman
Messaggi: 108
Iscritto il: domenica 18 ottobre 2015, 0:48

Re: Prima esperienza (deludente) gay

Messaggioda Birdman » domenica 10 luglio 2016, 13:53

@Hospes91
Comprendo la tua posizione sul tema, ma a riguardo ho delle opinioni molto diverse dalle tue e mi trovo molto più d'accordo con Gio su alcuni aspetti.
Tuttavia eviterò di descrivere ciò che penso, perché: non vorrei essere frainteso (visto che si tratta di maneggiare dell'esplosivo); per la ragione precedente vorrei evitare di istigare senza volerlo qualcuno al suicidio; perché ormai siamo abbondantemente OT da qualche pagina.

@Gio92
Talvolta mi chiedo da dove venga fuori l'ottimismo che sento e la risposta è: dal desiderio di esplorare e di vivere tante (troppe) cose che non ho ancora vissuto. Chissà se questo atteggiamento verso la vita verrà premiato in futuro. Penso che le cose potrebbero andar bene solo se riuscissi ad utilizzare le mie energie, piuttosto che limitarmi a constatarne l'esistenza. Come imparare ad utilizzarle è il fulcro del problema attualmente.

Hospes91
Messaggi: 400
Iscritto il: domenica 19 giugno 2016, 17:31

Re: Prima esperienza (deludente) gay

Messaggioda Hospes91 » domenica 10 luglio 2016, 14:17

Sì, hai ragione. Andare OT è un mio viziaccio, ma con un tema così delicato non mi sono trattenuto. Magari se ne parlerà meglio in spazi più appropriati! ;)


Torna a “DISAGIO GAY”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite