SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Solitudine, emarginazione, discriminazione, omofobia...
Rispondi
Avatar utente
progettogayforum
Amministratore
Messaggi: 5450
Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05

SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da progettogayforum » giovedì 17 giugno 2010, 15:01

Riporto qui di seguito, con minime modifiche per ragioni di privacy, una mail che mi è giusta ieri.

Ciao Project
Se mai ti arriverà questa mail vuol dire che dopo quasi un anno passato a leggere il tuo blog ho avuto finalmente il coraggio anch’io di scriverti, di raccontarti un po’ cos’ho combinato in questi 21 anni (praticamente niente) e magari di sentire cosa ne pensi.
Allora, come ho già detto ho 21 anni, ho capito di essere gay alle medie, non lo so con precisione quando ma comunque in quel periodo. C’è da dire però che anche alle elementari probabilmente qualcosa non andava: ho avuto una “fidanzatina” (se così la possiamo chiamare) che è durata poche ore perché appena ha cercato di baciarmi ho avuto paura e l’ho mollata. Sembrerà una cosa stupida ma anche se sono passati anni mi ricordo benissimo il disagio che ho provato in quelle poche ore, lo stesso disagio che ho continuato a provare, e che continua tuttora, quando qualche ragazza mi sta dietro. Fisicamente non sono male ma non ho mai sentito girare voci sul fatto che sia un bel ragazzo o meno. Mi ritengo un tipo x per molte persone: amici di infanzia ne ho solo uno, ci conosciamo da quando siamo nati e ti dirò che è il mio opposto. È conosciuto da tutti come un rompiscatole (e in effetti lo è!), molte volte mi vergogno ad uscire con lui perché pur essendo un bestione si comporta spesso come un bambino e ha la fissa delle ragazze, è sempre che ci prova con tutte: totalmente il mio opposto. Come altre amicizie nel mio paese non ho nessun altro, ero riuscito a farmi una compagnia alle superiori con la quale mi ci trovavo benissimo, mi sentivo anche importante all’interno di essa. Tuttavia finite le superiori abbiamo preso strade diverse e adesso non ci sentiamo più. Ora che sono all’università mi vedo con altre persone ma non c’è lo stesso rapporto che avevo con quelli di prima. Di ciò mi dispiace tantissimo, mi sento spesso solo, non ho amici di cui potermi fidare veramente, con cui potermi confidare (il mio amico d’infanzia è un chiacchierone e non potrei mai parlare di cose intime con lui perché verrebbero a saperle tutto il paese!). l’unica persona di cui mi possa fidare ciecamente è mia sorella: tra di noi c’è un legame che va aldilà dell’essere semplici fratelli, ci capiamo in ogni circostanza ed è la persona con cui ho vissuto la maggior parte della mia vita. Da piccoli abbiamo sempre giocato insieme, abbiamo studiato nelle stesse scuole, abbiamo girato nelle stesse compagnie. Ora lei ha il ragazzo e quindi non siamo più attaccati come prima. Sono un po’ geloso in effetti ma giustamente mia sorella ha il diritto di crearsi una vita normale (lei che può) con chi vuole. So che le vorrò bene per tutto il resto della mia vita e le auguro tutto il bene di questo mondo. Lo stesso vale per mia madre e per mia nonna: sono cresciuto con queste meravigliose donne (che saranno anche le uniche della mia vita) alle quali voglio un bene dell’anima. Vengo quindi al sodo anche se ci sarebbero altre cose da dire ma non sono molto bravo nello scrivere, farei solo confusione.
Che sono gay ce lo siamo già detti anche se non ho detto che mi pesa da quando ho capito di esserlo: sono sempre stato un tipo sincero, mi conoscono tutti come un bravo ragazzo, bravo a scuola (un po’ meno adesso all’università) e il fatto che stia mentendo da anni sulla mia sessualità ora comincia a crearmi anche problemi: non sono effeminato ma il fatto che non abbia mai avuto una fidanzata secondo me fa un po’ insospettire la gente. Alle volte capita quindi che debba finire anch’io per commentare il sedere di una ragazza che mi passa di fianco anche se a me non fa nessun effetto. Fino a pochi giorni fa ero contento di essere gay solamente quando mi masturbavo, ma pensare di dover reprimere la mia sessualità in camera o in bagno per tutta la vita mi faceva stare malissimo. Non avevo mai pensato inoltre di poter costruire una storia con qualcuno. Tutto questo fino a pochi giorni fa, quando ho cominciato a vedere un po’ di film a tematica gay. A dire la verità anche leggendo i racconti sul tuo blog qualcosa in me aveva cominciato a cambiare ma la svolta totale è stata decidendomi di guardare “I segreti di Brokeback Mountain”. Ho sempre avuto paura di guardarlo perché pensavo che avrei potuto insospettire qualcuno ma finalmente l’altra sera l’ho guardato di nascosto: è stato il più bel film che abbia mai visto! Non ho mai pianto in un film d’amore perché probabilmente non riuscivo a capire cosa volesse dire amare un'altra persona (perché la tv propone principalmente storie d’amore etero). Questo film invece continua ancora adesso a farmi venire crisi di pianto appena penso che anch’io potrei vivere una storia d’amore con qualcuno. Vorrei spiegarmi meglio ma non sono bravo ad esprimermi. Forse il film gonfia un po’ la cosa ma piacerebbe vivere anche a me una storia di questo genere (sebbene non riuscirei a vivere una vita etero parallela). Poter vivere una cosa che riguarda solo te e questa persona, senza che nessuno si interessi. Certo non riuscirei a tenere tutto questo nascosto per 20 anni, e non potrei mai tenere nascosto questo a mia sorella e a mia madre. In questi giorni infatti penso spesso a come poter dire tutto a loro due (nessuno sa della mia omosessualità). Tuttavia ho le stesse paure che spaventano tutti i ragazzi non dichiarati ancora in famiglia come me. Mia sorella non avrebbe problemi (penso) anche se avrei paura di sentirmi in imbarazzo con lei dopo averglielo detto, avrei paura di non riuscire più a guardarla negli occhi, di rovinare quello stupendo rapporto che abbiamo, paura di vergognarmi di me stesso. Lo stesso vale per mia madre anche se è un po’ diverso. Dentro di me sento di averla delusa anche se non posso farci niente: mia madre ha fatto molti sacrifici per noi e mi sarebbe piaciuto regalarle un nipotino. Lei adora i bambini e ha sempre detto che la cosa più bella che ha avuto nella sua vita siamo stati io e mia sorella. Per quello non penso mi caccerebbe di casa, sono sicuro che non lo farebbe mai, ma ho paura che lei pensi che quello che sono sia una mia scelta. Purtroppo mia madre non è affatto informata sul tema omosessualità, un giorno poi mi ha fatto rimanere malissimo perché ha detto che una coppia gay non saprebbe mai tirare su un figlio. Mi fa soffrire moltissimo questo suo pensiero perché mi fa pensare che di me non ha capito niente: sicuramente non avrò mai un figlio ma secondo me sarei stato un bravo padre.
Tu non sai Project quanto stia male per tutta questa situazione e soprattutto dopo aver visto il film tu non sai quanto mi sento solo. Non conosco nessun ragazzo gay (conosco due di vista ma sono molto effeminati e mi dispiace dirlo ma mi danno fastidio perché mi sembra come peggiorino l’idea che un etero ha di un gay) e non so come fare per conoscerne. Ho una paura tremenda di essere scoperto, temo il giudizio della gente, dei miei coetanei, ho paura di rimanere più solo di quanto non lo sia già adesso. Allo stesso tempo però dichiararmi mi sembrerebbe come una liberazione. Spesso penso di andarmene via dal mio paese e di trasferirmi in qualche altra regione in modo da potermi far conoscere subito come gay e quindi non mentire più. Project che ne pensi? Secondo te mi sono instupidito guardando quel film? Cosa dovrei cominciare a fare poi per poter conoscere ragazzi gay? Ho paura di non godermi la giovinezza come hanno fatto gli altri miei coetanei e di rimpiangere tutto quando diventerò vecchio. Se pensi che questa mail possa essere d’aiuto a qualcuno pubblicala pure. Mi piacerebbe però che mi rispondessi in privato e mi piacerebbe anche parlare un po’ con te su msn.
Scusami per la mia pessima capacità di espressione. Non mi è mai piaciuto scrivere e non sono mai stato bravo nel farlo. Ti ringrazio anticipatamente per tutto quello che fai per noi, giovani e non.
Un abbraccio

guy21
Utenti Storici
Messaggi: 1014
Iscritto il: martedì 19 maggio 2009, 19:33

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da guy21 » giovedì 17 giugno 2010, 19:32

capisco perfettamente cosa provi, la voglia di essere completamente e stessi, cavolo sarebbe belissimo se si potesse farlo sempre nel mondo reale ma purtroppo non sempre è così.
bisogna mentire, omportarsi in un certo modo se no vieni emarginato e così via.
anche io penso quello che pensi tu, sarebbe davvero bello potersi liberare del fardello che oni giorno dobbiamo portare sulle nostre spalle.
un modo di conoscere ragazzi gay, è qui su questo forum.
so che è un modo un pò fasullo di conoscersi. perchè una persona la conosci quando ci stai assieme insomma la vedi, guardi come si comporta e così via.
bisogna pazientare so che è super difficile per noi , io in primis.
ma vedrai che quando sarò libero, farò muovere le acque qua, spero, vi verrò a cercare a uno a uno. :lol: :lol: :lol:
no sto scherzando, però mi piacerebbe molto incontrare qualcuno del forum come già detto molte volte addietro, appena mi libero, cercherò di combinare qualcosa, qua stanno tutti appassendo :lol: :lol:
chiedo scusa ai ragazzi se li prendo un pò in giro, che so che molti di loro potrebbero stare peggio di me adesso, per cui scusate per la mia vivacità.
comunque spero che tu il senso di quello che volevo dire l'abbia capito, siamo qua per darti una mano, e presto te ne renderai conto, fidati!

Jek70
Utenti Storici
Messaggi: 518
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2009, 19:41

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da Jek70 » giovedì 17 giugno 2010, 20:01

Ciao,
anzitutto benvenuto tramite questa mail pubblicata da Project in questo forum con la speranza magari di poterti vedere partecipe con un tuo nick entrando così in questa piccola comunità di amici, anche se virtuale.

Per tante cose che hai scritto non posso che rispecchiarmici e così anche molti ragazzi del form.

Prima di tutto però non pensare che resterai solo, hai detto di avere 21 anni, hai ancora una vita davanti e vecchio da solo vedrai che non ci diventi di certo.

Da quello che scrivi sei un ragazzo molto sensibile, il film che citi lo conosco molto bene anche io e penso anche molti ragazzi qui, come si fa a non commuoversi quando lo si guarda. Questo film è la storia d'amore fra due uomini ma prima ancora, è la storia d'amore fra due esseri umani. Infatti quando uscì sconvolse e scioccò e fu anche un po' boicottato da stupide censure. Sconvolse perchè, finalmente, fu portato sullo schermo una storia d'amore gay completamente fuori dagli stereotipi, facendola apparire nel pieno della sua normalità.

Tu stesso dici di non essere effemminato come a sottolineare che non ricadi negli stereotipi e gli effemminati di danno un po' fastidio. In realtà penso che ti diano fastidio solo perchè vedi in loro un'ettichetta che non ti appartiene. Comunque stai tranquillo su questo, il 90% dei gay è completamente maschile e non hanno nulla a che vedere con quelle stupide quanto inutili e ridicole etichette che ci vogliono abbinare. Poi comunque ci sono effemminati ed effemminati e anche fra di loro ci possono esere quelli che magari hanno una personalità, diciamo addolcita ma non ostentata, e possono essere benissimo brave persone educate di cui non c'è nulla di cui vergognarsi a frequentare ma anzi.

Per il fatto che tu ti senta solo invece beh, come non capire quello che in questo momento stai provando e la voglia di conoscere qualcuno con cui poter condividere liberamente quella tua parte di te che, come molti di noi, tendiamo a mascherare soffocando dentro.

Come conoscersi? Bella domanda. Non c'è una regola.

Intanto sei qui su questo forum dove hai la possibilità di conoscere tanti ragazzi con cui confrontarti e parlare liberamente senza la paura di non essere capito (qui siamo tutti sulla stessa barca ;) ) e vuoi mai che qualcuno non possa pure essere delle tue vicinanze? Chissà, le probabilità in fondo possono esserci. :)
I ogni caso qui non siamo virtuali, dietro ai messaggi o la chat del forum siamo tutti esseri umani veri e non le sole parole luminse che appaiono sul freddo monitor del PC. ;)

Per il discorso del comingout il discorso è più delicato, ma non tanto per chi ti sta attorno ma per te, ossia tu non devi sentirti in obbligo di doverlo dire per forza e se non lo fai sentirti di vivere nella menzogna. Qui si tratta della tua sfera di intimità, hai il sacrosanto diritto alla tua privacy che ogni persona deve conservare e condividere solo con chi si sente di farlo. Da questo punto di vista quindi non stare male e non sentirti in obbligo a dover dire per forza una cosa così profonda di te stesso.

Dai su, vedrai che cominciando a parlarne liberamente (e qui lo puoi fare :)) le cose piano piano si equilibreranno e ti cominceranno ad apparire con una prospettiva più normale. Te lo dico per esperienza perchè di tutto quello che hai scritto, lo avrei potuto scrivere anche io ma aggiungici però, che io non ho più i 21 anni da un bel po' e all'inizio la vedevo assai più nera di te perchè vedevo ormai tutto il meglio della mia vita perso. Poi ho avuto la fortuna di conoscere un ragazzo gay con il quale, se da un primo momento iniziale mi sentivo con lui in imbarazzo perchè davanti a lui avevo praticamente tolto la maschera, siamo poi in seguito diventati buoni amici, ho anche avuto la possiblità di conoscere un paio di veramente bravi ragazzi qui del forum.

Questo, solo per dirti che le cose possono cambiare e se te lo dice uno che è pessimista di natura quindi forza, non abbatteri mai. Il primo passo che è il più importante e difficile è quello di accettarsi, il resto è la conseguenza a ciò. :)

Dai su, che ormai solo non ci sei più, hai conosciuto noi del forum. ;) :)
Ultima modifica di Jek70 il giovedì 17 giugno 2010, 20:14, modificato 2 volte in totale.

Jek70
Utenti Storici
Messaggi: 518
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2009, 19:41

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da Jek70 » giovedì 17 giugno 2010, 20:03

guy18 ha scritto:capisco perfettamente cosa provi, la voglia di essere completamente e stessi, cavolo sarebbe belissimo se si potesse farlo sempre nel mondo reale ma purtroppo non sempre è così.
bisogna mentire, omportarsi in un certo modo se no vieni emarginato e così via.
anche io penso quello che pensi tu, sarebbe davvero bello potersi liberare del fardello che oni giorno dobbiamo portare sulle nostre spalle.
un modo di conoscere ragazzi gay, è qui su questo forum.
so che è un modo un pò fasullo di conoscersi. perchè una persona la conosci quando ci stai assieme insomma la vedi, guardi come si comporta e così via.
bisogna pazientare so che è super difficile per noi , io in primis.
ma vedrai che quando sarò libero, farò muovere le acque qua, spero, vi verrò a cercare a uno a uno. :lol: :lol: :lol:
no sto scherzando, però mi piacerebbe molto incontrare qualcuno del forum come già detto molte volte addietro, appena mi libero, cercherò di combinare qualcosa, qua stanno tutti appassendo :lol: :lol:
chiedo scusa ai ragazzi se li prendo un pò in giro, che so che molti di loro potrebbero stare peggio di me adesso, per cui scusate per la mia vivacità.
comunque spero che tu il senso di quello che volevo dire l'abbia capito, siamo qua per darti una mano, e presto te ne renderai conto, fidati!

Che piacere sentirti parlare così Guy18, finalmente un po' di buonumore nelle tue parole, ci voleva proprio. Mi raccomando sempre avanti così. ;)

barbara
Utenti Storici
Messaggi: 2864
Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da barbara » giovedì 17 giugno 2010, 21:08

Ciao,
Brokeback Mountain : come non piangere? ma non insisto sull'argomento , mi sono già resa abbastanza ridicola in un altro post ! (con la complicità di Jek, tra l'altro...)
E poi , non per tirare l'acqua al mio mulino, ma lo sapevi che il romanzo da cui é tratto il film é stato scritto da una donna?

Comunque , per fortuna NON siamo nel far west. Abiterai anche (per ora) in un piccolo paese, ma a differenza di Heath Ledger non sei tenuto a fare il mandriano in ....(bip) ai lupi .
la tua realtà é molto diversa e puoi renderla ancora più diversa .
Hai una vita di possibilità davanti a te, tra le quali la scelta del luogo in cui vivere.
Guarda , per come si stanno mettendo le cose qui, io ad esempio se potessi , anche se non sono omosessuale, me ne andrei di volata dall'Italia.
Tu hai solo un motivo in più dei miei numerosi motivi ( ad ogni telegiornale aumentano...) per desiderare di andare oltreconfine -

Ma se proprio ti ostinerai a restare qui, ti posso dire che le cose non sono così drammatiche come le descrivi. Conosco tanta gente accanto a me che vive serenamente la sua condizione , una condizione che tutti conoscono . Parlo di colleghi di lavoro, per esempio. Uomini che non mi sembrano meno sereni di altri. Forse ci avranno messo del tempo per arrivarci , avranno lottato, immagino, ma proprio per questo magari sono anche più interessanti a livello umano di tanti altri.
Quando avrai una tua professione, ti sentirai più sicuro di te , affronterai con maggior determinazione e fiducia questa difficoltà che adesso ti sembra una montagna insormontabile. Buona parte dei nostri problemi deriva da come noi li vediamo, da come ci sembrano . Ma la realtà a volte é un pò diversa.

A proposito di problemi che sembrano montagne.... , sapevi che Brokeback Mountain non esiste? I turisti poco informati che vanno in Wyoming a cercarla rimangono un pò delusi, in effetti non c'é. per vederla bisogna andare in Canada, dove sono state girate quelle scene ...

Avatar utente
Ennis
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 17 giugno 2010, 9:00

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da Ennis » giovedì 17 giugno 2010, 21:54

ciao ragazzi! sono il tipo della mail... ;)
non avrei mai pensato di ricevere da subito risposte sul mio post! vi ringrazio tantissimo, siete le prime persone con le quali posso finalmente parlare senza alcun problema... ho visto poi che il forum è molto "affollato"... chi l'avrebbe mai detto che ci sono molte altre persone sulla stessa barca! beh dai... proverò anch'io a dire la mia in qualche post altrui... grazie ancora a tutti quanti!

Jek70
Utenti Storici
Messaggi: 518
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2009, 19:41

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da Jek70 » giovedì 17 giugno 2010, 22:02

Sei Ennis. :)

Ti avevo già visto sulla sezione di presentazione. :)

Ancora benvenuto. :)

Ferro
Messaggi: 232
Iscritto il: lunedì 1 giugno 2009, 21:34

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da Ferro » venerdì 18 giugno 2010, 17:53

Ennis la tua situazione è estremamente normale e comune qui, quindi non allarmarti o deprimerti, datti tempo.
Dichiararsi non è il primo passo verso l'accettazione, la stessa cosa il cambiare città (può al massimo aiutare ma poco più).

Datti il tempo di accettarti del tutto, conosci persone anche tramite questo forum e la chat, fai amicizie e ascolta te stesso vedrai che le cose si evolveranno naturalmente e tu uscirai fuori dal guscio.

Alla fine siamo tutti nella stessa barca, chi più chi meno

Benvenuto :D

Avatar utente
Sciamano
Utenti Storici
Messaggi: 535
Iscritto il: martedì 4 agosto 2009, 14:35

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da Sciamano » venerdì 18 giugno 2010, 20:19

Ciao Ennis! Anke io mi rispecchio molto nella tua storia. Nessuno sa di me, tutta la triennale all'uni l'ho passata con stereotipi nella testa e nel timore di dover accettare una vita di solitudine. Non ho seri amici, anche se di recente le cose stanno cambiando. Ho 23 anni e solo da più o meno un anno mi sono deciso ad affrontare la questione del mio orientamento. Essere qui è stato un aiuto preziosissimo.

Riguardo i cambiamenti ti suggerisco di fare piccoli passi alla volta, ti poni un obiettivo, e lo porti a termine, poi passi al prossimo. Sicuramente una cosa di cui tanto si sente il bisogno è avere amicizie con ragazzi omosessuali, perché il confronto e la reciproca comprensione (ad un livello che è quasi impossibile con un etero) sono fondamentali. Infatti all'uni cerco di farmi coraggio e provo a superare certe mie timidezze nella speranza di conoscere qualche ragazzo come me. Certo, non è facile... lo so fin troppo bene. Inoltre, come già è stato detto, anke qui c'è speranza di conoscere qualcuno delle nostre zone.

Varie cose pare che stiano cambiando per me, e comunque lo spero con grande intensità :D, ma c'è anke incertezza, non so se farò, quando e come, un coming out, ma ora non penso a questo... avere amicizie credo sia la cosa più importante, infatti è proprio questo che cerco. Dico amicizie con cui essere liberamente me stesso, potersi frequentare e uscire insieme. L'uomo è, oltre quel che volete, anke un essere sociale: è dura la solitudine... è per questo che voglio uscirne e invito chiunque a farlo (ma probabilmente non siete sciocchi come me).

Essere qui Ennis è un presupposto enormemente positivo, quando c'è piena consapevolezza su di noi e del mondo che ci tocca più da vicino, poi tutto prendere una direzione migliore ;)
Cercare la felicità rispettando gli altri, sarebbe una grande conquista per l'umanità!

marco71
Messaggi: 16
Iscritto il: giovedì 17 giugno 2010, 22:01

Re: SONO GAY E VOGLIO USCIRE DALLA SOLITUDINE

Messaggio da marco71 » venerdì 18 giugno 2010, 22:03

Ciao Ennis....nickname del personaggio del film in cui pure io mi identifico.
Se ti va prova a guardare anche il film Infamous...magari l'hai già visto...vengono espressi due lati dell'omosessualità che da fuori la gente spesso non percepisce.
Per tutto quello che hai scritto e condiviso stai sereno che un passo grande hai già cominciato a farlo scrivendo di te....vedrai che il resto verrà col tempo.

Rispondi