Oggi o domani?

Adolescenza gay, giovinezza gay, gay e scuola, gay e università, ragazzi gay e genitori
Rispondi
Avatar utente
antonio1997
Messaggi: 10
Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 18:29

Re: Oggi o domani?

Messaggio da antonio1997 » giovedì 12 luglio 2018, 11:07

Eh si, diciamo che ce ne sono poche facoltà dove lo studio é piú leggero, in tutte le altre lo studio é un pó meno leggero, ma questa é l'università! :-)

Avatar utente
agis
Messaggi: 1096
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Oggi o domani?

Messaggio da agis » giovedì 12 luglio 2018, 13:53

Già già che poi meno leggero è un eufemismo per dir pesante quando non pesantissimo ^_^
Che cosa ti ha guidato nella scelta della facoltà? 8-)

Avatar utente
antonio1997
Messaggi: 10
Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 18:29

Re: Oggi o domani?

Messaggio da antonio1997 » giovedì 12 luglio 2018, 15:16

ahahahahahah allora la pensi come me. Non esistono facoltà leggere o pesanti, non sono i libri di scuola, ma se si sa gestire bene il tempo a disposizione le cose si possono mettere bene. Ho scelto questa facoltà perché ho avuto sempre un interesse verso il diritto e in questa facoltà si studia molto e poi mi interessano molto gli sbocchi occupazionali che questa facoltà offre. E tu che mi racconti? Che cosa fai nella vita? :-)

Avatar utente
agis
Messaggi: 1096
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Oggi o domani?

Messaggio da agis » giovedì 12 luglio 2018, 17:41

Vengo da una famiglia di insegnanti Antonio e per un lungo periodo ho insegnato anch'io. Oggi invece lavoro in ambito sanitario e, non fosse stato per la signora Fornero, sarei stato ad un anno dal pensionamento :evil:

Avatar utente
antonio1997
Messaggi: 10
Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 18:29

Re: Oggi o domani?

Messaggio da antonio1997 » giovedì 12 luglio 2018, 18:06

La Signora Fornero é stata capace in pochissimo tempo di fare molti danni... spero che di lei rimanga solo un brutto ricordo, viste le promesse del nuovo governo di abolire la sua riforma...

Avatar utente
agis
Messaggi: 1096
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Oggi o domani?

Messaggio da agis » giovedì 12 luglio 2018, 20:22

In effetti, se dovessi dire di aver interamente chiari i termini del problema, mentirei.
A prima vista sembrerebbe politicamente ed economicamente assurda per chiunque la compresenza di aumenti dell'età pensionabile e di una disoccupazione/sottocupazione giovanile a livelli record per non parlare di una gestione pro-ciclica delle crisi come se il faraone avesse dovuto aprire i granai in tempi di prosperità e chiuderli in tempi di carestia ma può anche essere che vi siano fattori al di fuori ed al di sopra dell'inquadramento economico che rendono il problema complesso: ad esempio l'aumento senza precedenti della popolazione che ho visto più che raddoppiare nel breve corso della mia vita ed i ritorni decrescenti dovuti al combinato di un aumento della complessità e di una contemporanea deplezione delle risorse/materie prime. Forse non sarebbe male aver dei bravi agronomi per tirare eventualmente fuori un coniglio dal cappello in caso di bisogno. O almeno provarci. ;) ^_^

Avatar utente
antonio1997
Messaggi: 10
Iscritto il: domenica 8 luglio 2018, 18:29

Re: Oggi o domani?

Messaggio da antonio1997 » giovedì 12 luglio 2018, 23:43

Non lo so Agis... credo che le cose siano come le vediamo a prima impressione noi. I buoni sono i buoni e i cattivi sono i cattivi. Aumentare l'età pensionabile é stata una pessima idea. Ho sentito molte volte la Fornero parlare, e non mi é mai sembrata una persona intenzionata a favorire i cittadini.

Avatar utente
agis
Messaggi: 1096
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 22:27

Re: Oggi o domani?

Messaggio da agis » venerdì 13 luglio 2018, 14:33

Vabbè, vabbè... dovessero prevalere, come sovente accade, i cattivi, male che vada ti potrai sempre perfezionare in "Gestione economica dell'azienda agricola". M'è giusto nato un curioso pomodorino mutante in un ramo di principe borghese. Ho resistito alla tentazione di mangiarmelo tutto e mi son tenuto i semi. Hai visto mai che la mutazione fosse trasmissibile... Diventeremo ricchi, ricchiiiii! 8-)

Avatar utente
Birdman
Messaggi: 126
Iscritto il: domenica 18 ottobre 2015, 0:48

Re: Oggi o domani?

Messaggio da Birdman » martedì 21 agosto 2018, 14:53

Caro Antonio, il quesito che poni è interessante.
Senza dubbio per affrontare lo studio occorre una certa neutralità nello stato d'animo: sia la gioia che la tristezza, così come l'apatia e l'euforia sono dannose per lo studio (almeno per quanto mi riguarda). Il problema è che ti illudi che basti precludersi una anche solo potenziale vita sentimentale per preservare questa neutralità. Pensi davvero di poter esercitare sempre un controllo ferreo sulle tue emozioni?
Per esperienza personale ti posso dire che involontariamente ho fatto proprio la scelta di rimandare la vita affettiva per lo studio, proprio come vorresti fare tu (il discorso è un po' più complesso ma il risultato è stato questo). Cosa ho ottenuto? Un bel disastro.
Questo perché ho sempre sentito la mancanza di una vita affettiva e questa mancanza mi ha sempre scombussolato emotivamente ostacolandomi nello studio. Infatti ho perso diversi anni e nonostante sia abbastanza più vecchio di te sono ancora all'università. E per di più eternamente single. Ora è chiaro che questa sia solo una delle concause, è ovvio che non sia la ragione principale della mia attuale situazione, però mi è andata così. Oggi posso dire che quello che provi ad evitare in qualche maniera te lo ritrovi davanti lo stesso.
Quel che mi sento di dirti è: non metterti paletti. Se qualcosa deve accadere accadrà ed è meglio smarrirsi un po' per qualcosa di positivo, che per l'angoscia di sentirsi sempre soli per lunghi anni.
Poi magari tu riuscirai ad essere più capace di me nel mantenere l'autocontrollo, te lo auguro, ma la mia esperienza è stata questa.

Rispondi