Innamorarsi/Ossessionarsi in 10 giorni

Adolescenza gay, giovinezza gay, gay e scuola, gay e università, ragazzi gay e genitori
Rispondi
RoXasVersailles
Messaggi: 51
Iscritto il: domenica 8 giugno 2014, 0:34

Innamorarsi/Ossessionarsi in 10 giorni

Messaggio da RoXasVersailles » domenica 29 settembre 2019, 10:10

Ho partecipato ad un ERASMUS PLUS di 10 giorni a tematica poesia in un piccolo paesino nelle Alpi in mezzo al nulla... è stato una specie di ritiro spirituale, molto bello, ma, ma ... sarà stata la natura, sarà stata il fatto che appunto fosse quasi impostato come ritiro spirituale, saranno stati tutti i workshop molto "deep" ovvero che scavavano nelle profondità dell'animo...
...
Mi sono non dico innamorato, ma quantomeno ossessionato di un ragazzo conosciuto lì. Non riesco a non pensarlo anche se sono 3 giorni che siamo a 4000 km di distanza.
Lui è estone, io... calabrese.
Lo vidi la prima volta al luogo di raduno, senza scarpe, piedi per terra, portamento fiero... già mi innamorai. Poi lui mi chiese di andare in camera insieme perché i posti non erano assegnati e io gli sembravo simpatico...
E io che comunque mi controllavo perché ero sicuro che, maschile come fosse, gli piacessero le ragazze.
3 giorni dopo durante un workshop in cui era richiesto muovere molto il corpo, essendo io atleticamente zero, cado rovinosamente, lui mi viene a rialzare e mi fa, al mio "grazie", "figurati, non ci si aiuta tra gay..."
Al ché le mie difese psicologiche si azzerano capendo ci possa essere una possibilità e niente, tempo due ore, mi ci ossessiono veramente. Comincio a guardarlo fisso, fississimo, a spogliarlo con gli occhi, a scrivere poesie solo su di lui, a non pensare che a lui, a voler fare di tutto per stare con lui. La sera stessa glielo dico e lui mi fa di riparlarne domani. Domani arriva ed eravamo soli in camera. Mi da una mano ad alzarmi... com'era forte quella mano... mi abbraccia e mi dice che sono carino... e mi dice che ne vorrebbe riparlare la sera. Acconsento e aspetto ansiosamente solo che arrivi la sera. Dopo 5 ore di conversazione, in cui gli faccio leggere una poesia scritta per lui e lui mi fa "anch'io ho scritto di te, ma non te lo farò leggere!" la sera, mi dice che pensa di non essere attratto da me. Ma poi mi da un abbraccio forte e intimo di 15 minuti che mi ha fatto morire dentro.
Le mie spalle si erano alzate e lui me le ha abbassate con le mani... e io mi sentivo in paradiso e in inferno.
Per 3 giorni non mi parla e io lo fisso continuamente. Alché lui si alza da dov'era seduto, viene vicino a me, e mi fa leggere una frase scritta su un quadernino "even if we belong to two different words, we feel the same". Dopo averla letta chiedo se posso leggerla, mi dice di no ma mi avvicina il quadernino ancora di più.
Da lì impazzisco e praticamente sto a piangere tutti i giorni un po'. Ultimo giorno: gli dico che mi ha rovinato il progetto, che io sono ossessionato da lui e non so come fare, gli scrivo un bigliettino con su solo scritto I DESPERATELY LOVE YOU e per tutta risposta che fa? Mi abbraccia. Mandandomi ancora più in confusione. Piango letteralmente 45 minuti con tutte le persone attorno che pensavano volessi suicidarmi tanto avessi gli occhi disperati.
Poi niente. Com'è venuto nella mia vita così, senza fare rumore, se ne è andato, insegnandomi senza volerlo per la prima volta cosa significhi provare questo forte tipo di attrazione fisica e mentale (io solitamente non provo quasi mai attrazione, anche se a livello teorico mi piacciano maschi e femmine).
Poi avevo immensi complessi di inferiorità verso di lui perché era un modello... no comment... pensavo di aver raggiunto un certo grado di autostima ma di fronte a lui mi sentivo un verme... malgrado puzzasse e malgrado tutto... mi manca da morire....
Come faccio ad uscirne?...
"Ma anche distesa per terra, io canto ora per te le mie canzoni d'amore..."
-Alda Merini

"Se nei tuoi occhi avessi bombe al fosforo
e quei miracoli di sole al Bosforo,
la lingua del serpente più velenoso,
bruciassi nuvole nel cuore tuo,
noi forse torneremmo a vivere.
Sognerò, sognerò
d'incontrarti un po' a sud
Pregherò, pregherò
oggi fiamme inventerò."

Il canto di un'Eneide diversa, Milva

Lao
Messaggi: 92
Iscritto il: domenica 19 luglio 2015, 20:41

Re: Innamorarsi/Ossessionarsi in 10 giorni

Messaggio da Lao » domenica 29 settembre 2019, 10:59

Ciao RoXasVersailles,

Sono contento che tu abbia vissuto questa esperienza così intensa e fuori dall'ordinario in un contesto tanto suggestivo. Tuttavia non credo affatto si tratti di innamoramento, ma di infatuazione. Eppure il turbamento emotivo che descrivi dev'essere stato davvero forte. La situazione di prossimità che si è creata, lo scenario, la bellezza di questo ragazzo e l'attrazione fisica che ne è scaturita, gli spiragli che ti ha aperto pur con una certa ambivalenza, il tuo desiderio di essere amato sono stati i fattori che hanno delineato la situazione mandandoti in tilt. È stato tutto troppo intenso e troppo rapido, non a caso stai ancora digerendo ciò che ti è capitato. Per te è stata un'esperienza significativa dal punto di vista emozionale, sociale e personale, ma, sul piano dei rapporti concreti con questo ragazzo, ritengo sia finita lì. Non ne sei innamorato, ma ne sei stato - e ne sei - molto preso. Inoltre vi trovate a una distanza proibitiva. Lui non sembra ricambiare ciò che provi tu, anzi, il suo modo di fare ad un tempo ambiguo, protettivo e consolatorio (della serie: "ti abbraccio ma non ti posso dare ciò che desideri") ha contribuito a farti sbarellare. Detto ciò, credo che questa esperienza sia di spessore non perché avrà un seguito, ma perché ti consentirà di maturare e di conoscerti meglio.

Avatar utente
riverdog
Messaggi: 300
Iscritto il: venerdì 9 luglio 2010, 0:27

Re: Innamorarsi/Ossessionarsi in 10 giorni

Messaggio da riverdog » lunedì 21 ottobre 2019, 22:40

Mettiamola così: i lettori sintonizzati in fremente attesa del nuovo romanzo di Aciman (ndr: 28 Ottobre, se non erro) avranno trovato in questo topic un gustoso antipasto!
Proprio bello RoXas! Un terremoto di emozioni, irrazionale e potente... proprio lo shock che ci serviva per mischiare le carte a chi soltanto qualche mese fa scriveva qualcosa del tipo: "a livello mentale non riesco minimamente ad interessarmi ai ragazzi"... Ops!!
Mi permetto di scherzarci perché ritengo sia stata, malgrado tutto, una cosa bella e positiva.
Se avessi risposto in tempi brevi al tuo post ci sarei andato più cauto... A distanza di qualche settimana ipotizzo che l'incendio sia stato domato... (spero)!
Dai, son curioso, mi permetti di somministrarti un questionario (in forma anonima)?!?
- come ti senti adesso?
- cosa pensi di questa esperienza?
- ritieni che possa averti in qualche modo "cambiato"?
etc. etc.
...
Dai, se ti va, raccontaci! Fai un sequel anche Te!! :-)
PS Chiudevi il post chiedendo come uscirne... la risposta l'avrai già trovata da solo... tempo e distanza... cocktail farmacologico micidiale!
(per i tumulti sentimentali di lieve entità)

RoXasVersailles
Messaggi: 51
Iscritto il: domenica 8 giugno 2014, 0:34

Re: Innamorarsi/Ossessionarsi in 10 giorni

Messaggio da RoXasVersailles » giovedì 7 novembre 2019, 12:48

riverdog ha scritto:
lunedì 21 ottobre 2019, 22:40
Mettiamola così: i lettori sintonizzati in fremente attesa del nuovo romanzo di Aciman (ndr: 28 Ottobre, se non erro) avranno trovato in questo topic un gustoso antipasto!
Proprio bello RoXas! Un terremoto di emozioni, irrazionale e potente... proprio lo shock che ci serviva per mischiare le carte a chi soltanto qualche mese fa scriveva qualcosa del tipo: "a livello mentale non riesco minimamente ad interessarmi ai ragazzi"... Ops!!
Mi permetto di scherzarci perché ritengo sia stata, malgrado tutto, una cosa bella e positiva.
Se avessi risposto in tempi brevi al tuo post ci sarei andato più cauto... A distanza di qualche settimana ipotizzo che l'incendio sia stato domato... (spero)!
Dai, son curioso, mi permetti di somministrarti un questionario (in forma anonima)?!?
- come ti senti adesso?
- cosa pensi di questa esperienza?
- ritieni che possa averti in qualche modo "cambiato"?
etc. etc.
...
Dai, se ti va, raccontaci! Fai un sequel anche Te!! :-)
PS Chiudevi il post chiedendo come uscirne... la risposta l'avrai già trovata da solo... tempo e distanza... cocktail farmacologico micidiale!
(per i tumulti sentimentali di lieve entità)
Avevo scritto un'altra risposta ma ho cancellato tutto. Nella mia precedente risposta ero molto più ottimista, ma mentivo (non a te, anzitutto a me stesso).
Da quando ho conosciuto questo ragazzo non mi sono ancora del tutto ripreso, non solo a causa sua ma anche a causa di alcune circostanze della mia vita. Vivendo infatti in un piccolo centro della Calabria la possibilità di nuovi incontri interessanti è, quantomeno, ridotta, e in mancanza di nuovi stimoli, si pensa a ciò che si ha perduto.
Da quando sono tornato, ho fatto diverse cose in cui non mi riconosco del tutto. Ad esempio ho fatto (solo una volta) sesso con uno sconosciuto pensando a lui. Poi... in generale sto uscendo davvero tutti i giorni e sto cercando sempre di organizzare feste o di prendervi parte, "organizzi sempre feste per coprire il silenzio" direbbe di me Virginia Woolf. Ho adottato una maschera all'esterno facendo le cose più trash della mia vita, ieri ad esempio ho urlato davanti a 100 persone SONO GIORGIA SONO UNA DONNA SONO CRISTIANA ma quando sono solo a casa chiudo gli occhi e sento le canzoni dei Tokio Hotel, il mio periodo emo del 2010 che torna a bussare XD
"Ma anche distesa per terra, io canto ora per te le mie canzoni d'amore..."
-Alda Merini

"Se nei tuoi occhi avessi bombe al fosforo
e quei miracoli di sole al Bosforo,
la lingua del serpente più velenoso,
bruciassi nuvole nel cuore tuo,
noi forse torneremmo a vivere.
Sognerò, sognerò
d'incontrarti un po' a sud
Pregherò, pregherò
oggi fiamme inventerò."

Il canto di un'Eneide diversa, Milva

AlbusDumbledore
Messaggi: 33
Iscritto il: venerdì 28 giugno 2019, 10:47

Re: Innamorarsi/Ossessionarsi in 10 giorni

Messaggio da AlbusDumbledore » venerdì 8 novembre 2019, 14:22

Io ho accettato la mia omosessualità due/tre anni fa.
Non volevo aprire gli occhi e ci ha pensato un ragazzo a farlo per me.
Conosciuto online sul forum che gestisco, avevo visto alcune sue foto ma non l'ho mai incontrato di persona.
Era sempre molto riservato, calmo, pacato. Abbiamo iniziato a scriverci per puro caso e io mi sono innamorato di lui.
Un bel giorno mi dice che, nonostante i suoivdubbi sul suo orientamento, è fidanzato (felicemente fidanzato) con una ragazza.
In quel momento ho ingoiato un mattone. Non sapevo se volevo urlare, vomitare o piangere ma buttato giù dentro.
Ho iniziato a sentirlo di meno per cercare di levarmela dalla testa ma non ci sono riuscito. Ero e sono tuttora troppo affezionato a lui e ora ci sentiamo ancora come amici.
Questo mi ha permesso di conoscerlo ancora di più e senza il filtro della cotta, e così ho capito che in fondo non era il mio tipo.
Ovviamente non è passato ancora tutto, ancora dopo questi due o tre anni la mia mente ogni tanto vaga sulla vita che avrei potuto avere con lui. Ma questo con il tempo e lo sforzo mentale passa... o quanto meno si placanun po'.

Quello che dico è, citando il vero Albus Silente, "non serve a nulla rifugiarsi nei sogni e dimenticarsi di vivere".
Magari mentre stiamo pensando a quello che avremmo potuto avere, ci passa accanto il ragazzo della nostra vita e neanche c'è ne accorgiamo. Arriva sempre un certo punto in cui bisogna prendere in mano la situazione e andare avanti. La sbandata ci può stare, l'impatto non è da poco, però poi si deve anche reagire e andare avanti.
Però ti capisco ecco...
"La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi."

Bertrand Russell

Rispondi