Crea sito
 
Oggi è giovedì 23 novembre 2017, 1:44

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




 Pagina 1 di 1 [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: venerdì 2 marzo 2012, 22:12 

Iscritto il: giovedì 1 marzo 2012, 15:23
Messaggi: 8
salve a tutti...
non so neanche perchè sono qui a scrivere questo post e in realtà non so nemmeno cosa scriverò fino alla fine...ma forse ne ho bisogno... sono confusa non per il mio essere lesbica, anzi XD e nemmeno perchè alcune volte vorrei essere un ragazzo...questo è grave secondo voi??
tornando seri, da circa due anni ho una stupenda relazione con la mia ragazza...le nostre famiglie e amici lo sanno e va tutto bene...non c'è altra persona che vorrei amare in questo momento!
l'unico problema è che siamo lontane come città...e quindi ci vediamo relativamente poco...e sto soffrendo un pò, mentre lei sembra che stia bene...cioè passiamo ore al telefono, ma vedo che lei non soffre come me...noi viviamo in puglia, ma città distanti...ma lei va spesso a mantova per ''problemi familiari'', della sua famiglia che è praticamente oppressiva e io comincio ad odiare!
quindi la lontananza mi sta portando ad avere un comportamento quasi ossessivi con l'idea di volerla vicino a tutti i costi!!! e sto quasi incominciando ad accusare gelosia infondata! ma vorrei fermarmi prima che la situazione esploda! ma tutto ciò probabilmente è perchè questa è la mia prima storia (alla veneranda età di 24 anni)........
peeeerò, in altri momenti invece mi sento quasi in trappola all'idea che questa possa essere la mia unica storia della vita...insomma la mia ragazza prima di mettersi con me si è ''divertita'' al contrario di me, che non credevo nemmeno nell'amore! ma forse è un pensiero di ripicca, che forse mi fa sentire libera quando vado in paranoia quando lei è lontana... e infatti litighiamo spesso, al contrario di quando stiamo insieme!
in realtà sono una persona abbastanza razionale...boh...ma l'idea che la storia possa finire per la lontanaza non mi va proprio per niente! non deve finire per forza eh, ma se poi mi finisce la forza che in questo momento credo di avere?
aiuto!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: venerdì 2 marzo 2012, 23:21 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 26 giugno 2010, 23:05
Messaggi: 682
Endless87 ha scritto:
e nemmeno perchè alcune volte vorrei essere un ragazzo...questo è grave secondo voi??

Ma no dai che problema c'è, tutti vogliono essere qualcosa, io da piccolo volevo essere il nipotino del vecchetto imprenditore-paleontologo di Jurassic Park... oddio sai che figata!

Endless87 ha scritto:
quindi la lontananza mi sta portando ad avere un comportamento quasi ossessivi con l'idea di volerla vicino a tutti i costi!!! e sto quasi incominciando ad accusare gelosia infondata! ma vorrei fermarmi prima che la situazione esploda! ma tutto ciò probabilmente è perchè questa è la mia prima storia (alla veneranda età di 24 anni)........
peeeerò, in altri momenti invece mi sento quasi in trappola all'idea che questa possa essere la mia unica storia della vita...insomma la mia ragazza prima di mettersi con me si è ''divertita'' al contrario di me, che non credevo nemmeno nell'amore! ma forse è un pensiero di ripicca, che forse mi fa sentire libera quando vado in paranoia quando lei è lontana... e infatti litighiamo spesso, al contrario di quando stiamo insieme!

Si penso che tu abbia già colto da sola la particolarità della situazione: la tua ragazza può permettersi di sentirsi più disinvolta nel vostro rapporto perchè avendo una maggior dimestichezza con le relazioni, riesce a percepire meglio la situazione; tu invece sei molto apprensiva e agitata perchè essendo la tua prima relazione hai ancora tante cose da vivere e scoprire e ovviamente in quelle situazioni l'insicurezza regna sovrana... vabè ma è una cosa fisiologica!

Secondo me non devi guardare con fastidio il fatto che la tua ragazza non viva particolarmente male la lontananza; se avete raggiunto un buon grado di confidenza e sincerità, la sua tranquillità è indice del fatto che lei sente di poter fare molto affidamento su di te e sulla stabilità del vostro legame, quindi anche un fastidiosissimo ostacolo come la distanza viene da lei letto in chiave molto meno "drammatica". :)

Endless87 ha scritto:
in realtà sono una persona abbastanza razionale...boh...ma l'idea che la storia possa finire per la lontanaza non mi va proprio per niente! non deve finire per forza eh, ma se poi mi finisce la forza che in questo momento credo di avere?aiuto!

Non che io sia particolarmente esperto di 'ste robe, però alla fine il punto è uno solo: fidarsi dell'altra persona. E' una fra le frasi più banali e stereotipiche che si possano dire, però fidarsi vuol dire sempre "fare un salto nel buio" e credo sia tremendamente difficile a farsi! Tuttavia, penso anche che per qualche via questa terrificante azione del "fidarsi" si possa anche "imparare". Non so bene come però!



_________________
# Non basta un giorno di freddo per gelare un fiume profondo.
(Gǔlǎo de zhōngguó yànyǔ)
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: venerdì 2 marzo 2012, 23:46 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 14 aprile 2010, 9:22
Messaggi: 2861
Cara Endless87, razionalità e amore raramente vanno a braccetto. Questo oscillare tra un estremo e l'altro credo sia abbastanza tipico dell'innamoramento.
L'amore ci esalta, ma al contempo ci spaventa. Tutti i riferimenti e le coordinate abituali saltano , lasciandoci esposti a sensazioni contraddittorie.
Sono le stesse sensazioni che manifestiamo arrabbiandoci con l'altro proprio nel momento in cui vorremmo solo che ci abbracciasse.
Dobbiamo avere una buona dose di pazienza e cercare di accettare questa momentanea instabilità. Prima o poi essa finirà e la nostra vita tornerà a essere prevedibile e noiosa, così finalmente potremo rimpiangere le montagne russe della passione ;)

PS: sul fatto di desiderare di essere un maschio, la cosa andrebbe capita meglio.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: sabato 3 marzo 2012, 11:05 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Leggendo ci sono due cose che mi hanno colpito, la prima è il titolo la seconda quello che scrivi :). Noterai anche tu che il titolo "promette" di parlare di cose che poi accenni soltanto. Terrei separati i due problemi. Accenni al fatto che arrivi a questa storia a 24 anni per una confusione, che non dipende affatto dal tuo orientamento sessuale. Mi chiedevo allora questa confusione da cosa potesse dipendere.
L'altra questione invece riguarda la tua storia. Provo a dirti la mia. Da quello che si legge mi pare che ci sia un problema di fondo, probabilmente maturato dalla distanza non saprei dirti. O ti prendi tutto lo spazio o stai fuori dalla relazione. Mi spiego meglio, o la vuoi tutta per te, ti manca, sei gelosa ecc. ecc. o hai dubbi sulle tue scelte di fondo, vorresti fare esperienze ecc. ecc. Cioè praticamente i due opposti. Dal tuo punto di vista o ti ama alla follia e non esiste altra cosa all'infuori che tu o ti abbandona, tradisce, rifiuta ecc. ecc.
Questo atteggiamento può dipendere da tante cose ovviamente, però c'è alla base la fondamentale convinzione che se lei si allontana troppo se ne va, ti abbandoni o tradisca. A quel punto volersi allontanare, qualunque sia l'argomento con il quale ci si propone di farlo diventa quasi una forma di difesa, ma anche un modo per punire.
Per cui o stai dentro la relazione a condizione di occupare tutto lo spazio, di conseguenza diventa allarmante il fatto che lei sia serena o non ci vuoi stare affatto e allontanarti diventa quasi un modo per punire per il suo "tradimento". Il problema reale è che in questo modo non stai serena tu, perché è chiaro che in nessuno di questi due estremi stai bene, sono prospettive che ti angosciano e ti stressano troppo. Se lei è serena nei tuoi confronti infine puoi ritenerti fortunata. Significa soltanto che lei non si prende le tue cose, ti lascia scaricare le tue ansie senza farle sue e credimi che questa è l'unica cosa sensata che può fare il proprio partner. Il fatto che sia serena rispetto alla distanza non vuol dire affatto che non ci tenga a te, ma soltanto che vive la distanza in modo diverso, probabilmente come un occasione per mettere accanto alla storia che ha con te le sue cose, in modo che la vostra storia non copra tutto lo spazio. Questo però non vuol dire immediatamente che tenga poco a te. Cioè se la vostra fosse una storia appena cominciata, ti consiglierei di verificare questo suo atteggiamento da cosa possa dipendere, ma dopo due anni per come la vedo, mi pare solo un modo utile per non vivere il rapporto di coppia in modo stressante. Probabilmente potresti provarci anche tu a costruire spazi per te stessa che non dipendono da lei, magari sgonfia l'ansia e pure lo stress della lontananza. La paura che lei non sia presa a sufficienza da te, potrebbe nascondere dietro la paura che in realtà tu non sia presa a sufficienza da lei. Però vedi secondo me entrambe le paure sono infondate. Tu pur essendo fidanzata puoi "divertirti" eccome. Divertirsi ovviamente non significa andare seminando corna in giro, ma godersi la vita e realizzare le proprie esigenze ed aspirazione, neanche tu se la fai la tradisci, anzi.
Il consiglio che posso darti è di tenere separate le due questioni innanzitutto: la confusione che non ho capito bene da dove arrivi e la tu storia d'amore, che invece di confuso non ha proprio niente è un modo per proteggerla e averne cura.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: lunedì 5 marzo 2012, 16:32 

Iscritto il: giovedì 1 marzo 2012, 15:23
Messaggi: 8
il mio essere confusa non dipende dal mio orientamento sessuale, che è chiaro, accettato, consumato e perfetto ma da questa ''situazione di instrabilità'' per la lontananza... in pratica sono un pò confusa da me...perchè prima sono ''ossessiva'' e poi mi viene la voglia di lasciare andare tutto e di tornare alla vita di prima.... ma poi effettivamente non è quello che voglio!
come dite voi ci vuole pazienza, amore e libertà personale :)
faccio tante cose all'infuori del rapporto con lei...e non voglio un rapporto ''esclusivo'' e che escluda il resto del mondo...vorrei solo vederla un pò di più e passare più tempo con lei fisicamente e non al telefono...
tutto qui... :) grazie per i vostri consigli


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: martedì 6 marzo 2012, 21:50 
Utenti Storici

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 0:41
Messaggi: 2360
Endless87 tentare di rispondere ai dubbi che vengono posti, può a volte portare a non inquadrare correttamente i problemi, succede. Tento di fare ricostruzioni ampie apposta in modo che risulta facile capire se sono adatta alla propria situazione oppure centrano l'assoluto nulla. Il problema che vedevo da quello che hai scritto ho provato ad esportelo, se quello che ho scritto non fa al caso tuo evidentemente come si sul dire non ci ho preso e va bene lo stesso.
Sono molto contento ad ogni modo di sentirti molto più serena a volte succede che basta solo parlarne per accorgersi che il problema non esiste affatto. Portare avanti un rapporto per due anni non è certo semplice, specialmente se si aggiunge la distanza e comunque molto bello che tu invece ci sia riuscita, con i tuoi alti e bassi che infondo mi paiono una cosa normale.
Un sincero augurio per tutto!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: lunedì 26 marzo 2012, 20:39 

Iscritto il: giovedì 1 marzo 2012, 15:23
Messaggi: 8
ma si capissco tutto ;) e cmq ti ringrazio per aver risposto!
in questi giorni ho passato molto tempo con lei e abbiamo dei progetti anche lavorativi insieme, quindi sono più serena...
portare avanti una relazione per due anni non è affatto semplice però sento di amarla ogni giorno di più e questo penso che sia il tutto :)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: lunedì 26 marzo 2012, 20:48 
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 maggio 2009, 22:05
Messaggi: 5112
Endless87, ce ne fossero tante di persone confuse come te!! Penso che il mondo sarebbe migliore!!



_________________
BLOG PROGETTO GAY http://progettogay.myblog.it/
BLOG STORIE GAY http://nonsologay.blogspot.com/
SITO PROGETTO GAY https://sites.google.com/site/progettogay/
STORIE GAY E NON SOLO https://gayproject.wordpress.com/
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: martedì 27 marzo 2012, 1:39 

Iscritto il: lunedì 26 marzo 2012, 4:02
Messaggi: 3
ti faccio un piccolo esempio personale........
i miei zii sono sposati, hanno un figlio e vivono e lavorano in città diverse, si vedono solo i fine settimana (e a volte nemmeno)...nonostante questo sono felici. (anke mia zia è pugliese XD...mio zio è calabrese)

una relazione a distanza nn è mai una cosa facile è kiaro ke tu senta la sua mancanza e vorresti passare del tempo cn lei sarebbe strano se nn fosse cosi....secondo me è normale anke la rabbia (è comunque una situazione frustrante e questa frustrazione in quelke modo deve essere sfogata ed inoltre la rabbia dimostra ke un qualcosa ti sta a cuore altrimenti proveresti indifferenza) ma se c'è un sentimento vero la cosa si supera, spesso i momenti di lontananza fanno vivere in modo più intenso il momento in cui si sta insieme. sono d'accordo con Telemaco quando dice ke la tua ragazza nn se la prende come fai tu xk fa + affidamento su di te e sul vostro legame (ogni persona reagisce in modo diverso) e comunque secondo me c'è qualcosa ke è anke più bello della vicinanza e cioè sapere di essere amati, sapere ke in quella città c'è quella xsona ke tiene a te ....magari nn la vedi spesso ma quella xsona c'è ed è li per te.......Alla fine basta prendere un treno x vederla, la distanza ke c'è tra voi è semplicemente una distanza fisica...sarebbe brutto se fosse una distanza sentimentale....nn è importante la quantità di tempo ke passate insieme ma la qualità....
Inoltre è una situazione ke si può risolvere in tanti modi, cn il passare del tempo potreste decidere di andare a vivere insieme magari trovare lavoro nella stessa città........

infine perso ke nn è mai troppo tardi x amare....nn importa ke la prima relazione l'hai avuta a 24 anni :)


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il mio essere lesbica un pò confusa..
MessaggioInviato: martedì 27 marzo 2012, 17:40 

Iscritto il: sabato 24 aprile 2010, 5:11
Messaggi: 221
Credo che l'alternanza tra ossessività e voglia di fuggire dipendano dallo stesso fattore: ti manca. E te lo dico perché anche io ho una storia a distanza, ed anche io ho queste emozioni altalenanti, però riesco a gestirle perché so bene da cosa dipendono.

Il punto che mi incuriosisce però è questo:

Endless87 ha scritto:
alcune volte vorrei essere un ragazzo...questo è grave secondo voi??


Ma prima di dirti quello che ne penso, vorrei chiederti: perché a volte vorresti essere un ragazzo?


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010